7 Novembre 2023 – Babboleo

7 Novembre 2023

Identità sessuale, arriva “io sono chi? come sopravvivere alle domande delle nuove generazioni”

In rete un nuovo vademecum per scuole e famiglie che rispndere ai dubbi sull’identità sessuale. “Chi sono io? Come sopravvivere alle domande delle nuove generazioni” è il nome del manuale realizzato da Arcigay e coordinato da Marta Rohani, delegata alla scuola nella segreteria nazionale dell’associazione.
Una vera e propria cassetta degli attrezzi realizzata con l’obiettivo di fornire nuovi strumenti sulle tematiche lgbtqia+ e sull’identità sessuale.

Il manuale comprende, oltre a un’introduzione e a un glossario che fornisce le definizioni dei principali termini in uso, quattro sezioni che accompagnano insegnanti e famiglie attraverso le principali domande che emergono in tema di identità sessuale. Si parte perciò dal primo capitolo – “Chi sono io?” – che esplora le categorie dell’identità sessuale, poi il secondo capitolo – “Siamo ancora una famiglia?” – contiene dei suggerimenti per accogliere il coming out nel contesto familiare, il terzo capitolo – “Posso essere chi sono davvero a scuola?” – guida all’accoglienza del coming out nel contesto scolastico, con un approfondimento sulle carriere alias, infine l’ultimo capitolo – “Chi sono i Gruppi Scuola in Italia?” – introduce all’incontro con i gruppi scuola di Arcigay, diffusi su tutto il territorio nazionale, e impegnati nell’attività di formazione nelle scuole e nei contesti educativi.

Un insieme di strumenti sia a livello teorico che pratico, offerto a scuole e famiglie in quanto ambiti cui i giovani si rivolgono per avere risposte e si esprimono per essere se stessi” – racconta ai microfoni di Radio Babboleo Federico Orecchia, presidente di Arcigay Genova – “sempre crescenti le richieste al nostro centro soprattutto da parte delle famiglie, per imparare a dare risposte ai giovani in relazione a orientamento sessuale, identità di genere e la comunicazione con le istituzioni pubbliche”.

A Genova in Via del Lagaccio 92R la sede di Arcigay, aperta ormai da più di un anno. “In costante aumento la richiesta da parte di enti pubblici e privati per percorsi formativi e informazioni, dall’assistenza alla salute psicologica a percorsi sanitari in costante crescita

L’intervista integrale a Federico Orecchia, presidente Arcigay Genova

“Rileggere Liala e le sue trame”: Francesco Dario Rossi racconta il suo libro

Lo scrittore sestrese ha dato voce alla nota autrice di romanzi rosa Liala, percorrendo la sua vita e la sua arte, nel suo nuovo libro “Rileggere Liala e le sue trame”

Amalia Liana Negretti Odescalchi, nata a Como nel 1897 e vissuta a Moneglia, in arte Liala, è stata la penna delicata in un’Italia fascista, in grado di aprire una porta sul mondo fiabesco dell’immaginario femminile di quegli anni. Non solo: i suoi romanzi, pregni di quell’emancipazione tanto auspicata, raccontavano l’amore dei sogni, concedendo una via di fuga alle donna dalla quotidianità, talvolta opprimente.

I numeri parlano chiaro: l’unica autrice in Italia, a quei tempi, a vendere più di 10 milioni di copie, a dimostrazione del suo talento nel narrare storie intime, fresche, leggere come battiti di farfalla. Francesco Dario Rossi, scrittore e docente di materie umanistiche, racconta tutto questo nel suo nuovo libro intitolato “Rileggere Liala e le sue trame”, pubblicato da De Ferrari. “Leggendo Liala, le ragazze del XXI secolo, come le loro nonne e bisnonne, possono tornare a sognare, oltre il “tutto e subito” dei social media e dell’essere sempre connessi e on line” – racconta l’autore.

Il libro si può acquistare su Amazon o sul sito della casa editrice De Ferrari.

Ai nostri microfoni, Francesco Dario Rossi ci fa rivivere Liala nelle sue parole, raccontandoci il suo nuovo volume.