5 Dicembre 2023 – Babboleo

5 Dicembre 2023

Genova, la Basilica di Carignano aperta al pubblico

Nell’estate 2023 ha aperto al pubblico – grazie alla collaborazione tra l’impresa culturale Kalatà, l’Arcidiocesi di Genova, il Comune di Genova e la Basilica di Santa Maria Assunta in Carignano – una nuova proposta di visita alla scoperta della Basilica, unica Chiesa del Rinascimento genovese, che costituisce probabilmente il più suggestivo belvedere sulla città.

Unica chiesa del Rinascimento genovese, la Basilica di Santa Maria Assunta in Carignano è progettata a partire dal 1549 dall’architetto perugino Galeazzo Alessi, che la concepisce come grandiosa chiesa gentilizia per la nobile famiglia dei Sauli. La sua posizione, sulla collina di Carignano, la rende uno degli elementi maggiormente riconoscibili della città e il più affascinante belvedere di Genova. Il monumentale edificio a pianta centrale è sormontato da una maestosa cupola sorretta da poderosi pilastri, all’interno dei quali sono custodite le straordinarie sculture barocche dell’artista francese Pierre Puget.

«La cupola della Basilica di Santa Maria Assunta in Carignano – afferma l’Ufficio Beni Culturali – è uno dei monumenti più suggestivi che Genova conserva. Arrivando dal mare o attraversando la città, la grande Basilica si staglia nello skyline della città, definendola con la sua maestosa monumentalità. La sua apertura al pubblico permette oggi, dopo un laborioso restauro sostenuto in parte dai fondi dell’8X1000 della Conferenza Episcopale Italiana, di ammirare la grandiosa architettura di Gian Galeazzo Alessi, impegnato fin dal primo anno del suo soggiorno a Genova nella costruzione della Basilica commissionata dalla famiglia Sauli, e ispirata al progetto del Bramante per la Basilica di San Pietro a Roma. L’Ufficio Beni Culturali dell’Arcidiocesi di Genova esprime la sua grande soddisfazione nei confronti dell’Abate Parroco Monsignor Mario Capurro e della Fabbriceria della Basilica, che insieme alla Società Kalatà hanno realizzato un percorso di visita che permette oggi di ammirare la grande architettura, realizzata con materiali di estremo pregio. Ma soprattutto, da un punto di vista privilegiato si potrà ammirare Genova, spaziando dal mare ai monti, per apprezzarne ancora di più la grandiosa unicità».

L’esclusivo tour guidato alterna tappe di approfondimento storico artistico, momenti di salita, affacci e soste panoramiche con scorci dalla Lanterna fino al promontorio di Portofino. Il pubblico (massimo 20 visitatori per gruppo), provvisto di un elmetto protettivo di sicurezza fornito dagli organizzatori all’inizio del percorso (anche in considerazione dell’attività di cantiere in corso, che interessa alcune porzioni della Basilica) può accedere, guidato, nel cuore dell’opera d’arte.

«Abbiamo accolto con grandissimo piacere la suggestione arrivata dall’Arcidiocesi di Genova e dalla Basilica, all’inizio del 2022, in merito all’opportunità di avviare una nuova proposta di visita a questo straordinario monumento – dichiara l’amministratore delegato di Kalatà Nicola Facciotto – L’iniziativa ha tutti i requisiti per affermarsi come un elemento di spicco dell’offerta culturale genovese e, unendo dimensione esperienziale (l’affaccio mozzafiato su alcuni degli scorci più interessanti della città e del territorio) e contenuti (la vicenda architettonica della Basilica, l’opera del progettista Galeazzo Alessi, il ruolo della famiglia Sauli) contiene i fattori di valore aggiunto che caratterizzano le nostre proposte. La sinergia che si è creata fra i partner di progetto è davvero rara e ha consentito di dare corso all’iniziativa in tempi brevissimi e con risultati sorprendenti.

“Calandomi nei panni di un visitatore- continua- penso che la cosa più curiosa sia il fatto che già originariamente alcune parti alte dell’edificio erano state concepite per essere percorse; non si tratta quindi di percorsi di servizio utilizzati dalle maestranze, ma veri e propri balconi affacciati sulla citta di Genova”.

Il biglietto d’ingresso per l’esperienza “Basilica di Carignano, Genova – La meraviglia è aperta” è acquistabile sul sito www.kalata.it selezionando “Genova – Carignano” dal menù delle esperienze disponibili ad un costo di 12 euro per l’intero e 10 euro per il ridotto.

Il tour sarà operativo il sabato e la domenica alle ore 10.00 – 15.00 – 16.30 ed avrà una durata di circa 1 ora e 15 minuti, ma, nei mesi di dicembre e gennaio e su prenotazione per gruppi e scuole, sono previste aperture straordinarie.

Per maggiori informazioni , per visualizzare tutte le proposte di visita di Kalatà e per prenotare vi segnaliamo il sito www.kalata.it.

Crocierissime, Genova e Savona i porti più economici

Crocierissime, il primo sito italiano interamente dedicato al mondo delle crociere, ha svolto una recente indagine sulle abitudini dei crocieristi italiani, che evidenzia un aumento del 50% nelle prenotazioni durante i ponti invernali rispetto allo scorso anno, sottolineando ancora una volta l’attuale trend positivo del settore delle crociere. 

Si tratta di un sito su cui si possono trovano le tratte proposte da tutte le compagnie di navigazione, non solo Costa Crociere o MSC, ma anche Norwegian Cruis Line o Royal Carribean, le migliori offerte, alcuni consigli volti ai nuovi croceristi e consulenze personalizzate.

Laura Amoretti, CEO di ”Crocierissime”, ha svelato ai nostri microfoni consigli e dati curiosi.

“Quest’anno le crociere sono gettonatissime – spiega – stiamo riscontrando un aumento delle prenotazioni anche per i ponti invernali”.

“I porti di Genova e Savona sono quelli più scelti dove si trovano anche i prezzi migliori- sottolinea- perchè con più offerta di cabine ed in quanto base di partenza per tutte le città d’arte per il mediterraneo occidentale, destinazione che si conferma la più gettonata e comoda, ma quasi raggiunta in questo periodo dalle destinazioni esotiche, in particolare da Dubai, e per Natale e capodanno dai Caraibi, sempre padroni delle festività”.

“Il prodotto crociera si sta molto ringiovanendo – conclude – siamo passati da una media di un crocierista che aveva intorno ai 50 anni e siamo invece adesso intorno ai 40”.

L’intervista integrale a Laura Amoretti, CEO di ”Crocierissime”, su Radio Babboleo.

69 donne su 100 hanno subito molestie e violenze sul lavoro: lottare attraverso la formazione

Cento donne in Liguria. Di queste 33 sono state vittime di molestia, 24 di molestia sessuale e 12 hanno subito violenze, mentre solo le restanti 31 hanno dichiarato di non aver mai subito soprusi. Questi i dati allarmanti emersi dal questionario anonimo del CPO Uil Liguria cui è stato sottoposto un campione di 100 lavoratrici per parlare di violenze e molestie nei luoghi di lavoro. Gli autori 69 di cui 67 uomini e 2 donne: 30 superiori, 13 datori di lavoro, 7 colleghi e 19 utenti. “Dati sconcertanti che indicano una sottovalutazione del problema, spesso le donne molestate o abusate non hanno neanche percezione del torto subito”  – racconta ai microfoni di Radio Babboleo Martina Pittaluga,  coordinatrice regionale CPO UIL Liguria – “le donne hanno paura non solo di denunciare ma anche di rispondere ad un questionario anonimo. C’è ancora molto timore a raccontare cosa succede sul luogo di lavoro“.

Mobbing, calunnie, diffamazione, molestie verbali, body shaming. Da questi dati parte la volontà di formare le nuove generazioni per eliminare discriminazioni e sopraffazione di genere nei luoghi di lavoro. Questo l’obiettivo del percorso “Donne al lavoro: contrasto alle discriminazioni per il benessere nei luoghi di lavoro” promosso dal coordinamento regionale delle Pari Opportunità e delle Politiche di Genere della Uil Liguria per discutere di comportamenti misogini, integrazione tra i generi, valorizzazione e pari opportunità. “L’obiettivo quello di formare per riconoscere le discriminazioni sui luoghi di lavoro e approfondire con esperti del settore, da avvocati a giuslavoristi, giornalisti e psicologi” – continua Martina Pittaluga – “molte lavoratrici non riconoscono neanche di essere discriminate o violentante anche dal punto di vista psicologico perchè permeate da una cultura che per prime ci fa sentire il senso di colpa“.

Oggi l’ultima giornata di incontri per il percorso di formazione: “ultimo giorno di discussione, in un giorno molto triste per l’Italia, giornata dei funerali di Giulia Checchettin”.

L’intervista integrale alla coordinatrice regionale CPO Uil Liguria Martina Pittaluga

Trenitalia winter experience 2023: le novità dell’orario invernale per Genova

Al via dal 10 dicembre il nuovo orario invernale di Trenitalia che prevede diverse novità ed agevolazioni per la popolazione ligure.

Tornano gli Intercity Giorno che, nelle giornate di sabato e domenica collegano Genova direttamente a Bardonecchia e viceversa. L’Intercity 500 parte alle ore 6.56 da Genova Piazza Principe per arrivare a Torino Porta Nuova alle 8.45 e proseguire con fermate nelle stazioni di Bussoleno (ore 9:48), Oulx-Cesana-Claviere-Sestriere (ore 10.13) e Bardonecchia alle ore 10.25. L’Intercity di ritorno parte da Bardonecchia alle 16.35, ferma a Oulx-Cesana-Claviere-Sestriere alle ore 16.48 e a Bussoleno alle ore 17:14 per arrivare nel capoluogo genovese alle 20:02.

Inoltre, confermata l’offerta dei 6 Frecciargento e 10 Frecciabianca al giorno che collegano Genova con Roma e i 2 Frecciarossa al giorno tra Genova, Milano e Venezia.

Il Polo Passeggeri propone un servizio sempre più intermodale grazie alla possibilità di acquistare, tramite l’App di Trenitalia, con un solo click, i biglietti di treni, bus, navi e parcheggi del Gruppo Ferrovie dello Stato per pianificare un viaggio “door-to-door”.

Anche in Liguria aumenta il numero dei viaggiatori che scelgono il  collegamento “Genova Airlink”, che offre ai viaggiatori la possibilità di recarsi da qualunque stazione d’Italia all’Aeroporto di Genova Cristoforo Colombo acquistando un unico titolo di viaggio sui canali di vendita Trenitalia con interscambio tra treno e bus presso la stazione di Genova Sestri Ponente.

Sempre graditi anche i Link del Regionale treno + bus o battello per raggiungere le perle della Liguria come San Fruttuoso con il servizio San Fruttuoso Link, in un unico biglietto raggiungendo Punta Chiappa e la Baia di San Fruttuoso con interscambio treno/battello a Camogli oppure, grazie al servizio combinato del Regionale + bus, in collaborazione con TPL Linea, visitare Bergeggi, Noli e Torre del Mare, dalla stazione ferroviaria di Savona o Varigotti e Finalborgo dalla stazione di Finale Ligure Marina.