15 Dicembre 2023 – Babboleo

15 Dicembre 2023

Il canto lirico italiano nel Patrimonio Culturale Immateriale dell’UNESCO

La” pratica del canto lirico italiano” è stata inserita nella lista rappresentativa del Patrimonio Culturale Immateriale dell’UNESCO.

Si tratta di un traguardo importantissimo conseguito dopo un lungo percorso che ha preso piede nel 2011 quando i cantanti lirici solisti si costituirono in un’associazione denominata Cantori Professionisti d’Italia col fine di riunire la categoria e permettere un confronto professionale che portò alla prima bozza di dossier per candidare l’Opera lirica italiana alla commissione UNESCO.

Solo a partire dal 2019, grazie all’associazione Assolirica, che estese la Comunità dei proponenti anche ai soggetti istituzionali che producono lo spettacolo operistico ed in generale la musica in Italia, l’ impulso si trasformò in un procedimento organizzato in quanto stabilì la collaborazione tra un gruppo di lavoro, il soprano Rosanna Savoia, allora presidentessa, ed il Servizio II – Ufficio UNESCO del Segretariato Generale del Ministero della Cultura.

L’azione condotta risulta memorabile e senza precedenti nel settore dello spettacolo dal vivo, poiché ha veicolato un avvicinamento di categorie professionali talvolta definibili, dal punto di vista contrattuale, addirittura come controparti e che, in questo frangente, si sono invece trovate coese nel siglare una importante alleanza.

“Riconoscimento che porta grande lustro anche a Genova che ha sempre sentito molto importante il ruolo della musica lirica”.

“Assolirica è certa che questo è solo l’inizio di un nuovo e più consapevole percorso verso il consolidamento del riconoscimento del lavoro e della tradizione dell’artista lirico che noi rappresentiamo”.

Approda a La Spezia l’Unión, il veliero più grande dell’America Latina

Un veliero brigantino a 4 alberi, costruito tra il 2012 e il 2016 dai Servizi industriali della Marina Peruviana, che con le sue 34 vele, 115,7 metri di lunghezza, 3500 tonnellate è considerato il veliero più grande e veloce dell’America Latina, raggiungendo una velocità di 5,5 nodi a vela e 12 a motore. Ora il suo primo viaggio intorno al mondo e- dopo aver visitato diversi porti nel Pacifico e in Asia – arriverà nei porti italiani di Taranto, Civitavecchia e La Spezia con un messaggio di amicizia e promozione della cultura peruviana.

Con l’attracco della Nave della Marina Militare Peruviana, l’Ambasciata del Perù da infatti il via alle attività commemorative per i 150 anni dalla firma del Trattato di Amicizia, Commercio e Navigazione tra Perù e Italia, oltre a portare una corona al busto dell’eroe navale peruviano Miguel Grau a Genova Boccadasse.

Arriverà a La Spezia il 19 dicembre, dove rimarrà fino al 22, la nave scuola destinata alla formazione dei cadetti della Scuola Navale del Perù, che sarà visitabile dal pubblico durante la sua permanenza in porto. I visitatori potranno vedere i suoi allestimenti e la “Casa Perù”, uno spazio appositamente allestito con una mostra sul Made in Perù, oltre ad una mostra fotografiche che ritrae pezzi di artigianato realizzati da artisti delle Ande peruviane.

Durante la sua circumnavigazione di dieci mesi il veliero raggiungerà 20 porti in 14 Paesi. L’equipaggio è guidato dal capitano José Luis Arce ed è composto da 23 ufficiali, 100 cadetti e 124 membri dell’equipaggio, oltre a 2 ufficiali ospiti provenienti da Australia e Canada. L’imbarcazione si distingue anche per essere una nave ecologica, in quanto trascorrerà il 58% del tempo di circumnavigazione spinta dalle vele, riducendo l’impronta di carbonio e diffondendo un messaggio di sostenibilità ambientale e protezione degli ecosistemi marini.

Ai microfoni di Radio Babboleo il Console generale del Perù, il dottor Carlos Tavera

Winter Park Genova, Gutris: “Abbiamo grandi aspettative, puntiamo a superare le 300.000 presenze”

Uno dei simboli del Natale genovese torna a colorare le festività della Superba con un’edizione colma di novità, a partire dalla nuova location a due passi dal Porto Antico di Genova. Da oggi, venerdì 15 dicembre 2023 a domenica 14 gennaio 2024 Ponte Parodi ospita il Winter Park Genova, luna park con più di 100 attrazioni e fresco vincitore del Lunapark Award 2023. L’inaugurazione è in programma quest’oggi dalle ore 15 con il taglio del nastro alla presenza delle istituzioni cittadine, animazione con truccabimbi e trampolieri e una grande sorpresa per i visitatori: ai primi mille che accedono all’area verrà consegnato un blocchetto di buoni sconto dal valore complessivo di 100€. All’area si accede unicamente dalla Darsena, in calata Ansaldo De Mari.

«Abbiamo lavorato per mesi insieme al Comune per poter trovare una location che fosse di livello come piazzale Kennedy – racconta Mattia Gutris, portavoce dello staff organizzativo del Winter Park – e Ponte Parodi rappresenta sicuramente la scelta migliore. Si tratta di uno spazio centrale e molto ampio: ringraziamo il sindaco di Genova e tutta l’amministrazione per l’impegno dimostrato, non vediamo l’ora di cominciare questa edizione colma di novità e sorprese». Il Winter Park torna così a colorare le festività natalizie di Genova. «Le giostre sono adatte sia per famiglie e bambini – continua Gutris – sia per chi cerca l’adrenalina. Questi ultimi apprezzeranno sicuramente la nuova pista di Go Kart, una delle new entry di quest’anno insieme a un simulatore di realtà aumentata e all’Explorer. Torna anche una delle iniziative più amate dal nostro pubblico: nei prossimi giorni sui nostri canali Instagram e Facebook regaleremo 40 Golden Ticket, che garantiscono l’accesso illimitato alle attrazioni. Inoltre, allestiremo una mostra fotografica a cura di Bruno Oliveri, Francesco Marando e Lorenzo Gammarota sulla storia del luna park a Genova e delle più di 100 famiglie che, ogni anno, lavorano per donare sorrisi a grandi e piccini».

«Il Winter Park – aggiunge il Sindaco di Genova Marco Bucci – per la prima volta si svolgerà in una location del tutto nuova. Uno dei simboli del Natale genovese colorerà ponte Parodi, un’area a due passi dal mare che torna a disposizione della città. I genovesi e i turisti sono pronti a svagarsi con le decine di attrazioni del Winter Park e a prendere parte alle tante iniziative previste in questa edizione. Andare ai “baracconi” fa parte della nostra cultura, è una tradizione delle nostre feste, un modo per trascorrere una giornata diversa tra spensieratezza e divertimento. Bentornato a Genova al nostro Winter Park!». Il Winter Park Genova è aperto a Ponte Parodi da venerdì 15 dicembre 2023 a domenica 14 gennaio 2024, dalle ore 15 alle 00.00 nei giorni feriali e dalle 10.30 alle 00.00 nei giorni festivi. «L’arrivo di quelli che familiarmente chiamiamo i “baracconi” in città – dice l’assessore al Commercio, alle Tradizioni e alle Pro Loco Paola Bordilli – è sempre un momento di gioia e segno inequivocabile che è veramente arrivato il Natale. Da generazioni, infatti, i genovesi si danno appuntamento tra le luci delle giostre e dei chioschi del Winter Park per passare pomeriggi spensierati nei giorni di dicembre e gennaio. Quest’anno ritroveremo il Winter Park a Ponte Parodi, ancor più sul mare, creando un colpo d’occhio suggestivo e unico e che renderà l’esperienza ancora più speciale. Siamo certi che anche quest’anno la risposta dei genovesi e dei visitatori sarà entusiasta. Voglio ringraziare fortemente il vice sindaco Pietro Piciocchi, gli uffici Comunali, Aster e tutti gli enti coinvolti per aver reso possibile tutto questo: aspettiamo famiglie, grandi, piccini, genovesi e turisti in un appuntamento da non perdere e reso possibile anche dalla passione dei lavoratori del Winter Park, che da decenni portano il loro amore e la loro dedizione nella nostra città e ai quali va il sentito grazie dell’Amministrazione per la proficua e continua collaborazione avuta».

L’intervista integrale a Mattia Gutris, portavoce dello staff del Winter Park, su Radio Babboleo.