Febbraio 2024 – Pagina 6 – Babboleo

Febbraio 2024

Torna il corso per diventare Tagesmutter: in Liguria il record di iscrizioni

In partenza il nuovo corso di formazione professionale per diventare tagesmutter dell’Associazione Professionale Tagesmutter Domus.
Letteralmente “mamma di giorno”, si tratta di una figura professionale specializzata nella cura e nell’educazione dei bambini riconosciuta dal ministero dell’Impesa e del Made in Italy. Una via di mezzo tra una tata e un micronido, la tagesmutter lavora in qualità di socia di una cooperativa e si prende cura dei piccoli nella propria abitazione.

Figura introdotta anche in Liguria dalla Cooperativa Sociale Tagesmutter Arcobaleno, attiva dal 2011 a Genova, Finale Ligure e Arenzano per creare una realtà lavorativa e innovativa consentendo anche a donne e mamme di conciliare lavoro e famiglia, ma anche rispondere al bisogno delle famiglie di un servizio e un progetto educativo per i propri figli flessibile, professionale e personalizzabile. “Una figura professionale in continua crescita anche in Liguria, prima regione in Italia per numero di iscrizioni a questo nuovo percorso” – racconta la presidente di Tagesmutter Arcobaleno Cristina Polastro – “Crediamo quindi che intraprendere questa professione sia un’ottima opportunità per iniziare un nuovo e stimolante percorso lavorativo che siamo certe regalerà molte soddisfazioni a chi lo intraprende”.

Per questo dopo due anni un nuovo corso formativo dalla durata di circa 3 mesi, preceduto da 3 incontri informativi previsti per mercoledì 7, martedì 13 e lunedì 19 febbraio alle ore 18.30. Il percorso prevede diverse tappe: la selezione per il corso di formazione, al termine del quale si sostiene un esame scritto e orale. Poi il tirocinio e, se la persona risulta idonea a tutti i passaggi, si può iscrivere alla lista professionale Domus ed entrare a far parte della cooperativa e attivare il servizio. Gli argomenti trattati:  psicologia e pedagogia, organizzazione del servizio, legislazione, sicurezza, primo soccorso, igiene e puericultura.

Professionalità, fiducia, ambiente familiare: queste le caratteristiche principali che offre la tagesmutter, che può ospitare nella sua casa fino a 5 bambini nello stesso momento. Niente orari fissi, ma a seconda dei bisogni dei genitori e della disponibilità della tagesmutter. Fondamentale l’ambiente domestico: una casa sicura e dotata di ogni comfort, dove il bambino segue un progetto educativo pedagogico e personalizzato. Per questo prima di iniziare l’attività nel proprio domicilio, la tagesmutter riceve la supervisione dei propri ambienti, ma anche durante l’anno partecipa ad incontri mensili per monitorare l’andamento, lo sviluppo e il rispetto dei progetti educativi redatti.

L’intervista integrale della presidente di Tagesmutter Arcobaleno Cristina Polastro

Per partecipare agli incontri, online e gratuiti, è necessario iscriversi via e-mail a formazione@tagesmutterdomus.it.

Disabilità nella scuole, Macrì: “Il 60% delle cattedre in Liguria rischia di non essere coperto”

Continuano i problemi per quanto riguarda i bambini disabili nelle scuole. Marco Macrì, rappresentante di 2000 famiglie con bambini disabili senza cure: “”I bambini con disabilità crescono ad una velocità del 7% a livello nazionale. I dati Istat indicano che con l’attuale sistema scolastico, circa il 60% delle cattedre in Liguria rischiano di non essere coperte”.

L’intervista integrale a Marco Macrì su Radio Babboleo.

Caruggi, taglio del nastro per il primo mercato contadino al coperto della Liguria

Un mercato fisso nel cuore del centro storico genovese – in Via del Campo 9rosso – aperto tutti i venerdì e sabato dalle 8 alle 15 e gestito direttamente dai produttori che si alterneranno ai banchi per un’ampia offerta: dal pescato del mar Ligure alla verdura di stagione, dai formaggi delle valli alla carne, dall’olio taggiasco al vino artigianale. 

Taglio del nastro per il primo mercato contadino al coperto della Liguria, unico nel suo genere, che va ad animare gli spazi precedentemente occupati da un supermercato. Un’inversione di tendenza che parte dal progetto di Coldiretti attraverso la Fondazione Campagna Amica. 

Si parte con una decina di produttori, ma per il futuro l’idea è di ampliarlo, includendo nel progetto – oltre alla vendita al dettaglio – anche attività didattiche con laboratori e degustazioni. 

Due giorni di iniziative per l’inaugurazione del mercato: oggi il taglio del nastro alla presenza delle istituzioni e della cittadinanza, domani grande festa nella zona della Maddalena con musica, street food e degustazione di vino, birra artigianale e prodotti agricoli.

“Complimenti a Coldiretti che con la Campagna amica sta cercando di portare in punti strategici dal punto di vista sociale, economico, storico quelli che sono i mercati contadini di una volta, dove si passa dal produttore al consumatore in un lasso di tempo minimo e con distanze ridotte a km zero”, commenta Alessandro Piana, Vice presidente di Regione Liguria con delega all’Agricoltura, alla Pesca e al Marketing Territoriale.

“Coldiretti ha voluto inventare questo importante progetto di valorizzazione dei nostri prodotti e di far conoscere alla città, a tutti i turisti la realtà produttiva della Liguria”, dichiara Paolo Corsiglia, Vice presidente Coldiretti.

“Crediamo fortemente in questo progetto e riteniamo che la sinergia tra la campagna e la città sia da promuovere e questo sia il metodo più opportuno”, afferma Gianluca Boeri, rappresentante Coldiretti Liguria.