15 Aprile 2024 – Babboleo

15 Aprile 2024

climate change, nature, global warming-2063240.jpg

Liguria, anticipo d’estate ma arriva un flusso d’aria fredda a mitigare il clima.

Temperature ben al di sopra della media stagionale in Liguria, con i primi bagni in mare e la colonnina di mercurio che ha già sforato i 30 gradi, a metà di aprile. E’ lo scenario meteo che ha contraddistinto quest’ultimo week end prettamente estivo, più che primaverile, e che per dati e temperature ha riportato indietro la memoria all’estate dei record, quella 2003, quando le prime ondate di caldo arrivarono proprio intorno a questo periodo.
Parallelismi ma con i giusti distinguo, avverte Arpal, centro meteo idrologico regionale.
Il Paese, non solo la Liguria, “è stato interessato dalla presenza di un anticiclone di matrice subtropicale” con “un innalzamento delle temperature per effetto favonico soprattutto nell’immediato entroterra”. Analizzando i 50 valori di temperatura massima più elevati registrati nel mese di Aprile dal 1961 ad oggi, forniti dall’ufficio climatologico del Centro Meteo di Arpal, si rileva che l’anno più caldo fu infatti il 2018, quando il 21 aprile la colonnina di mercurio fece registrare 32,8 gradi a Cisano sul Neva e il 20 aprile furono 32,1 i gradi registrati a Chiavari Caperana.
Ne abbiamo parlato con Federico Grasso di Arpal, che ha dato anche qualche anticipazione sull’arrivo di un flusso di aria fredda nei prossimi giorni che riporterà le temperature a livelli più adeguati al periodo. Ascolta l’intervista sul nostro sito.

Prima giornata nazionale del Made in Italy, fra tradizione e innovazione: “il 50% dei mestieri del futuro ancora non esiste”

Si celebra oggi – nel giorno dell’anniversario della nascita di Leonardo da Vinci, il 15 aprile 1452 – la prima giornata nazionale del Made in Italy.
Nata da un disegno di legge, collegato alla legge di bilancio 2022, l’obiettivo quello di valorizzare i prodotti d’eccellenza del territorio, preservando la cultura nazionale e stimolando la crescita economica in armonia con il mercato interno.

Un modo per avvicinare i giovani a questo mondo e valorizzare le nostre eccellenze: dall’artigianato che conta 47mila imprese e 150mila addetti, ai macchinari, chimica e farmaceutica, ma anche il food e la moda” – racconta ai microfoni di Radio Babboleo il segretario generale di Confartigianato Genova Luca Costi – “mestieri legati a lavorazioni antiche ma anche molto moderne. Il 50% dei mestieri del futuro ad oggi non ci sono ancora, quindi serve inventiva e capacità di acquisire competenze per realizzare il proprio sogno”.

Intanto da settembre a Genova il primo liceo del Made in Italy all’Istituto Firpo-Buonarroti. “Stiamo studiando l’impostazione di questo nuovo liceo che coniugherà l’attività umanistica con approfondimenti in senso economico, giurisprudenziale e comunicativo, ma anche materie nuove più specifiche di un settore di conoscenza del territorio e delle opportunità che questo può offrire” – racconta Gabriella Corvo, insegnante del Firpo-Buonarroti – “la particolarità questo connubio tra umanesimo e la parte più STEM, un approfondimento essenziale ed unico nel quadro attuale dei licei”.

Rabdomanzia, trovare fonti d’acqua sotterranee grazie ad un pendolo

In arrivo le trivelle a Bajardo: a maggio il via alla ricerca

Per qualcuno è stregoneria, per altri è una pratica capace di restituire ad un territorio acqua e, di conseguenza, vita. Si tratta dell’antica arte della rabdomanzia, dal greco “bacchetta” e “indovino”, e consiste nel ricercare fonti d’acqua con l’ausilio di oggetti specifici, o addirittura, anche solo tramite le proprie mani. La scorsa settimana oltre settanta persone si sono riunite nel comune di Bajardo, nell’imperiese, per assimilarne i segreti. Comune dove, tra l’altro, i primi di maggio si opereranno trivellazioni per trovare fonti d’acqua, sulla base delle indicazioni fornite da Renato Labolani, agricoltore di Apricale e rabdomante di lunga esperienza.

C’è chi viene con le bacchette, le antenne o il pendolo” – spiega lo studioso – “Alcuni sono già bravi, molti sono interessati”. Il pendolo suscita certamente molta curiosità rispetto al suo funzionamento: “Si fa oscillare il pendolo, si fanno delle domande” – spiega Labolani – In base al suo movimento, si hanno delle risposte. Un’arte non sempre considerata da chi invece crede in metodi più scientifici. “Bisogna credere nell’esoterico. Ci vuole una certa preparazione anche per questo, lo faccio da trent’anni, il mio è un metodo veloce”.

Ascolti qui l’intervento di Renato Labolani

Sicurezza sul lavoro: il tour “Rimani Agganciato alla Vita” promosso dalla Filca Cisl Liguria

Partito questa mattina dal cantiere del Waterfront di Levante a Genova il tour “rimani agganciato alla vita” di Filca Cisl Liguria per promuovere la sicurezza sul lavoro nel settore edile in occasione della Giornata mondiale della sicurezza e della salute sul lavoro, il prossimo 28 aprile.

Partiamo dal cantiere più impegnativo per quanto riguarda Genova, poi un tour per tutti i cantieri della città metropolitana di Genova” – racconta ai microfoni di Radio Babboleo il Segretario generale Filca Cisl Liguria Andrea Tafaria -“oltre a sanzioni e repressione, bisogna fare prevenzione che deriva da una formazione adeguata che dovrebbe essere rilasciata solo dalle scuole edili. Formazione anche e soprattutto per gli imprenditori prima di entrare in cantiere. Purtroppo chiunque oggi può aprire un’impresa, ma serve sicurezza“.

Ogni giorno quasi tre infortuni in Liguria, rendendo la regione una delle più colpite. Così un’iniziativa che vuole denunciare e sensibilizzare, distribuendo materiale informativo in 11 lingue e visitando tantissimi cantieri. “Abbiamo lanciato il nostro numero verde 800 222 420, da un anno ogni settimana in tutta la Liguria una decina di telefonate. Chiamate anonime cui segue il sopralluogo sul cantiere e, se necessaria, la segnalazione agli organi competenti”.

Canti d’oltreoceano: parte da Sanremo il viaggio musicale italiano di NYCANTA

Chiuse le iscrizioni per l’edizione 2024 di NY canta, parte da Sanremo il percorso verso la finale newyorkese. A settembre proprio in Liguria la finale italiana dove verranno scelti i 5 vincitori in Italia e i 5 vincitori nel mondo. Tutti gli artisti scelti avranno l’opportunità di cantare sul palco nella serata evento del NYCANTA a New York per contendersi la vittoria finale ed entrare nell’Albo d’Oro dei vincitori.

Un festival nato dall’idea dell’Associazione Culturale di New York per creare e rafforzare il legame profondo e significativo all’interno della grande comunità italiana globale, tutto questo attraverso la musica e il canto: elementi profondamente radicati nel cuore e dell’anima degli italiani, ovunque si trovino.

La grande finale si terrà il 13 ottobre all’Oceana Theater di New York, in concomitanza con le celebrazioni per il Columbus Day.

 Casarza, torna il “Premio Fracchia”, cinque giorni all’insegna di eventi, spettacoli e intrattenimento

Il tema di quest’anno la figura femminile

Casarza Ligure si prepara ad ospitare la quarta edizione del festival letterario “Premio Umberto Fracchia” con una serie di novità, volute dall’amministrazione comunale, a partire dall’organizzazione di quasi un’intera settimana di eventi, con giornate di cultura, giornalismo, spettacolo e intrattenimento, in compagnia di esponenti di prestigio che saranno svelati prossimamente.

La manifestazione si terrà infatti da martedì 28 maggio a sabato 1° giugno 2024. «Umberto Fracchia aveva un legame particolare e profondo con la frazione di Bargone. Era lì che immaginava di creare un luogo aperto a colleghi artisti e scrittori dove poter trovare ispirazione. Questa visione dell’autore è stata con tenacia portata avanti e fatta propria dall’amministrazione che intende trasformare, non solo il borgo, ma l’intero Comune, in un luogo di ritrovo per tutte le arti e discipline in modo tale da favorire una crescita culturale continua per tutta la collettività – commenta la vicesindaco con delega alla Cultura Mirella Biasotti – Da tale visione ha preso vita il premio Letterario, dimostratosi da subito una passerella di personaggi illustri quali Antonio Ornano, Giorgio Pasotti, Giobbe Covatta, Francesco Baccini, Andrea Vitali, Paolo Zardi, Franco Faggiani, Desy Icardi, Emanuela Bussolati ed Elena Varvello, ed in continua crescita: dagli inziali due giorni di eventi si è passati a quasi un’intera settimana coinvolgendo scuole, attività economiche locali e cittadini con tavole rotonde, rappresentazioni teatrali, presentazioni di libri, concerti, pratiche olistiche e tanto altro che verrà illustrato in seguito. Il tema di quest’anno, particolarmente caro all’intera amministrazione, può essere racchiuso in due parole “moltitudine femminile” ovvero mille sfaccettature, tante piccole sfumature legate al termine “femminile”. Il nostro è un modesto tentativo di raccontarne alcuni aspetti partendo dalla visione che Fracchia aveva della donna quale figura angelica – va avanti Biasotti – Il Festival sarà quindi una moltitudine di eventi che porterà a Casarza Ligure illustri personalità dello spettacolo, della letteratura e del giornalismo. E non è tutto: sono in programma escursioni nei luoghi di Fracchia, il concerto all’alba accompagnato dalla colazione con il tipico dolcetto “Casarzotto”, pratiche yoga, un pic-nic gourmet tra gli ulivi», chiude la vicesindaco. Il Premio Letterario di Casarza Ligure è dunque dedicato allo scrittore del Novecento Umberto Fracchia, perché ha avuto un legame forte con il borgo di Bargone, del quale era originaria la famiglia della madre Gemma Scerni, dove tornava abitualmente appena gli impegni di lavoro glielo consentivano e dove ha voluto essere sepolto.

Il concorso letterario vuole promuovere ed incentivare il merito, la capacità individuale, il valore e l’originalità creativa nell’ottica di divulgare la cultura intesa come arte dello scrivere e del comporre. A tal proposito è aperto fino a venerdì 10 maggio 2024, il bando per partecipare con un’opera narrativa breve, novella o racconto di non oltre dieci cartelle, oppure con un cortometraggio di massimo dieci minuti. Il tema scelto quest’anno è “La figura femminile”. La cerimonia di premiazione si terrà nel borgo di Bargone, nel giardino letterario di Casa Fracchia, sabato 1° giugno 2024. Ai vincitori delle varie sezioni adulti saranno consegnati premi da 250 a 500 euro, oltre ad una targa o una pergamena. Sono anche previste menzioni speciali. Possono partecipare giovani dai 16 ai 25 anni, adulti dai 26 anni in su, le scuole, e l’Università. L’iniziativa si svolge a livello nazionale, ed ha il patrocinio dell’Ufficio scolastico regionale. Le opere saranno esaminate da una giuria composta scrittori, critici, giornalisti, direttori di riviste di settore. Gli elaborati dovranno essere indirizzati a: Segreteria del Premio letterario “Umberto Fracchia” c/o Comune di Casarza Ligure Piazza A. Moro n. 16, a mezzo raccomandata, con corriere espresso, o a mano. oppure tramite invio telematico all’indirizzo premiofracchia@comune.casarza-ligure.ge.it. Per chiarimenti è possibile rivolgersi alla segretaria comunale Sabina Desiderato referente del Premio, telefono 0185/469832 – 469823. Dettaglio sezioni Premio:

– sezione adulti dai 26 anni

– sezione giovani dai 16 ai 25 anni

– sezione scuole per gli studenti del triennio superiore di secondo grado

– sezione scuole per gli studenti del biennio superiore di secondo grado

– sezione scuole secondarie di I° grado studenti 3° anno

– sezione speciale cortometraggio

– sezione dedicata agli studenti universitari della Facoltà di Lettere sia di Genova che di altri Atenei nazionali e non.

I vincitori delle sezioni saranno premiati con un premio in denaro e targa o medaglia