17 Aprile 2024 – Babboleo

17 Aprile 2024

Ritorna domenica 21 aprile il Genova Trail, con due differenti percorsi di 17 e 46 km

Scoprire e valorizzare il territorio facendo sport è l’obiettivo del Genova Trail, che domenica 21 aprile 2024 dalle ore 8.30 torna con una giornata dedicata a gare competitive di corsa in montagna. Due differenti percorsi di gara per mettersi alla prova, rispettivamente di 17 e 46 km.

«Il Genova Trail offrirà a tutti i partecipanti l’opportunità davvero unica di scoprire la nostra città, con i suoi paesaggi mozzafiato, attraverso un percorso sensazionale che condurrà dal mare fino all’Alta Via dei Monti Liguri passando per il nostro centro storico con i suoi Palazzi dei Rolli e arrivando alle storiche fortificazioni – afferma l’assessore allo Sport e al Turismo del Comune di Genova Alessandra Bianchi -. Entrare a stretto contatto con un territorio nel corso di una attività sportiva è la miglior dimostrazione dello stretto rapporto che lega Sport e Turismo, di come gli eventi possano valorizzare una città agli occhi dei visitatori: così Genova, con le sue bellezze paesaggistiche, il suo patrimonio storico-artistico-culturale e le eccellenze della sua enogastronomia, è pronta a dare il benvenuto ad atleti, appassionati e alle loro famiglie».

«In una sola manifestazione si uniscono sport, agonismo, benessere e promozione del territorio – dice l’assessore allo Sport di Regione Liguria Simona Ferro -. La riscoperta dei sentieri a due passi dal mare passa anche attraverso questi eventi. Correre poi in un’ambientazione simile, magari vicino ai forti genovesi, è un motivo di fascino in più per chi partecipa. Allo stesso tempo i concorrenti diventano anche testimonial di una zona di Genova ideale per camminate e scampagnate all’insegna di giornate dedicate all’attività fisica».

“Seconda edizione con questo format, ovvero quello diurno con partenza in piazza Matteotti, ma in realtà siamo quasi alla decima edizione, quindi diciamo che siamo abbastanza rodati da questo punto di vista – afferma Luca Zuccheri, responsabile sicurezza della manifestazione e socio di Sisport -. Quest’anno, inserita nel contesto di Genova 24 Capitale Europea dello Sport, quindi ancora più lustro e ancora più interesse anche a livello internazionale. Per la manifestazione sono quasi arrivate a 600 le iscrizioni e continuano a crescere; concorrenti che arrivano da tutta Italia, dalla Francia, dalla Svizzera e addirittura un concorrente colombiano”.

“Sono due percorsi principali, il Genova City Trail, che è una 17 km che dal centro storico di Genova arriva al parco delle Mura, quindi toccherà i forti principali, il Fratello Maggiore, sfiora quello del Diamante e lo Sperone e poi ritorna attraverso caratteristiche creuze – dichiara Alberto Canessa, Responsabile Percorso evento -. La gara regina, la Genova Trail Marathon di 46 km, ha un impegno diverso ed è dedicata e pensata soprattutto agli atleti più evoluti”.

L’evento prevede due distanze sulle quali gareggiare: il Genova City Trail, che si caratterizza per un tracciato dalla lunghezza di 17 Km, e la Genova Trail Marathon, lunga 46 Km.

Il percorso della 17 Km non è una semplice gara cittadina, ma un’appassionante risalita per creuze e sentieri, fino ai crinali del Parco delle Mura, per provare l’emozione di correre tra le imponenti fortificazioni genovesi. Una gara per tutti i gusti, adatta non solo a chi vuole andare veloce ma soprattutto a chi desidera cimentarsi in una nuova esperienza di corsa outdoor. Il tracciato della 46 km, invece, è una vera propria maratona di montagna a due passi dal mare, densa di valore sportivo e paesaggistico. Genova Trail Marathon, con i suoi strappi e le suoi scorci naturalistici saprà stupire anche gli atleti più esigenti. In contemporanea alle gare, in piazza Matteotti, sarà allestito un ampio village, dedicato a tutti gli appassionati del mondo Outdoor, con stand dei principali collaboratori dell’evento e di alcuni dei marchi più importanti del settore.
La prima edizione è stata un successo di partecipazione, con oltre 450 atleti iscritti, il soldout della 17 Km e più di 100 volontari coinvolti. Quest’anno si attendono numeri raddoppiati, per una manifestazione che ambisce a trasformare Genova in uno delle capitali del Trail Running a livello nazionale e non solo.

Nervi Music Ballet Festival 2024: un mese di danze, concerti e spettacoli

Da venerdì 28 giugno 2024, con un’anteprima nei giorni 14, 15 e 16 giugno, si apre il Nervi Music Ballet Festival 2024, una celebrazione del balletto e della musica con ospiti – compagnie, danzatori, direttori, solisti e gruppi musicali – di alto profilo artistico provenienti da tutto il mondo, nella splendida cornice dei Parchi di Nervi a Genova. Dedicato agli appassionati del balletto, in tutte le sue più sfaccettate declinazioni, il Festival si articola in un ricco calendario distribuito sull’arco di un mese, costituito da 14 appuntamenti –di cui otto dedicati alla danza, per nove serate complessive, e cinque alla musica – e un’anteprima, con spettacoli in esclusiva, in prima e in unica data italiana.

«Il Nervi Music Ballet Festival è un evento unico in Italia, uno dei più importanti del Paese – dichiara il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti – in grado di offrire il meglio del balletto classico e spettacoli moderni e contemporanei, da Roberto Bolle a Edoardo Bennato a Tony Hadley per citarne alcuni, e quindi di spaziare in tutti i generi con quella contaminazione che porterà certamente migliaia di spettatori in un luogo bellissimo come i Parchi di Nervi. Questo Festival – conclude – è una delle punte di diamante dell’offerta culturale di questa città e di tutta la regione, un’offerta che si arricchirà ancora durante questa stagione primavera-estate con tante iniziative rivolte al grande pubblico».

«I Parchi di Nervi – dichiara il Sindaco Marco Bucci – si preparano a ospitare nuovamente uno degli eventi più apprezzati dell’estate genovese. La musica e la danza saranno le grandi protagoniste, con artisti provenienti da tutto il mondo pronti a incantare gli spettatori. Uno spettacolo che, come al solito, sarà in grado di regalare grande emozioni in uno degli scenari più affascinanti della nostra città. 14 appuntamenti imperdibili che, inevitabilmente, creano grande attesa tra gli appassionati. Siamo orgogliosi di ospitare un evento di altissimo livello artistico e culturale, pronto a stupire tutti i genovesi e i turisti. Un ringraziamento va a tutti gli artisti, gli ospiti, gli organizzatori e tutti i lavoratori del Teatro Carlo Felice che rendono possibile la realizzazione di questo grande spettacolo nella nostra città».

«Il Nervi Music Ballet Festival – afferma il Sovrintendente Claudio Orazi – approda alla sua quinta edizione dopo la coraggiosa inaugurazione del 2020 con cui segnalò all’attenzione internazionale come uno dei primi Teatri aperti al mondo durante l’emergenza sanitaria. in questi anni il Festival è stato l’espressione della speciale attenzione che la Fondazione Teatro Carlo Felice rivolge alla grande tradizione del balletto classico e alla scena contemporanea del panorama internazionale. Sul palco di Nervi si sono avvicendati solisti e compagnie di enorme talento, tra i più influenti a livello mondiale, con un’offerta sempre nuova e ricca di contenuti artistici di grande pregio, tanto in ambito coreutico quanto in ambito musicale. Siamo lieti di poter presentare una nuova e fiorente edizione del Festival, anche quest’anno parte integrante della mission istituzionale del Teatro, con la promozione del Comune di Genova, il patrocinio della Regione Liguria, in collaborazione con il Ministero Italiano della Cultura e con il patrocinio di Rai Liguria. Desidero ringraziare i grandi artisti, le compagini ospiti e tutti i lavoratori del Teatro, che a Nervi danno vita a un Festival rigoglioso ed unanimemente apprezzato».

Venerdì 14, sabato 15 e domenica 16 giugno, si terrà l’anteprima del Festival: Il Sogno di Nervi, Memorial del Festival internazionale del balletto, a cura dell’Associazione culturale D’Angel. L’appuntamento è dedicato alla memoria del fondatore del Festival Internazionale del balletto di Nervi, Mario Porcile, e alle sue Stelle e prevede masterclass, la rassegna “Omaggio a Mario Porcile” e il Premio, proiezioni storiche, shooting e flash mob nei Parchi di Nervi.

Venerdì 28 giugno il Nervi Music Ballet Festival 2024 si inaugura con il gala Roberto Bolle and Friends – a Nervi dopo il successo riscosso nell’edizione del 2023 – evento speciale realizzato da Artedanza srl in collaborazione con la Fondazione Teatro Carlo Felice. Lo spettacolo è pensato appositamente da Roberto Bolle per offrire una serata di danza coinvolgente ed emozionante, con brani sempre nuovi ed interpreti nazionali ed internazionali di grande talento. Anche questa volta il programma mescolerà sapientemente il contemporaneo con il classico, il virtuosismo con la grande emozione. Quello del Gala è da sempre uno degli strumenti attraverso i quali l’Étoile è riuscito a riportare la danza all’attenzione del grande pubblico, fuori dalla nicchia dei teatri – che continua a riempire – direttamente al cuore delle persone.

Domenica 30 giugno tornerà a Nervi la Sergio Bernal Dance Company con SER, uno spettacolo in anteprima italiana ispirato al fascino della cultura iberica e allo spirito gitano, espressione della personalissima visione di Bernal della danza e della tradizione spagnola. Le coreografie di Sergio Bernal, Ricardo Cue, Jose Manuel Benitez, José Manuel Álvarez esplorano il mondo della danza riunendo flamenco, balletto classico e danza contemporanea, su una playlist altrettanto varia e vibrante. Saranno i musicisti AntónPaz de ManuelRoberto LorenteDaniel Jurado e l’Orquestra Cruz Diez ad accompagnare Sergio BernalCristina Cazorla e Ana Sophia Scheller tra vertiginosi assoli e raffinati pas de deux e pas de trois.

Mercoledì 3 luglio, il Festival di Nervi ospiterà Il nostro amico fragile, un omaggio a Fabrizio De André ideato da Antonella Riboldi Brunamonti con la direzione artistica di Massimo Arduino. Nel corso della serata, diversi artisti – tra cui ClusterArmanda De ScalziAnais DragoAndrea FilippiI TrilliIl Mito New TrollsEnzo Paci e altri artisti a sorpresa – si avvicenderanno sul palco con la conduzione di Alice De André, per celebrare il grande cantautore tra musica, cinema, teatro e danza. Guest stars: Eleonora Abbagnato – prima étoile italiana all’Opera di Parigi, e da marzo 2023 direttrice del corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma – e Cristiano De André, cantautore e musicista di fama internazionale.

Sabato 6 luglio, l’Azerbaijan State Ballet Theater – istituzione culturale di primo piano nella Repubblica dell’Azerbaigian da oltre un secolo – sarà a Nervi in prima data italiana con il balletto A Legend of Love, realizzato dall’Artista del Popolo dell’Azerbaigian Arif Melikov nel 1961. Ispirato ad una storia senza tempo di amore e sacrificio del poeta turco Nazim Hikmet, il balletto si è presto affermato nella tradizione azera. Lo spettacolo sarà presentato dal coreografo Yuri Grigorovich, con le scene di Simon Virsaladze, e con interpreti il corpo di ballo dell’Azerbaijan State Academic Opera and Ballet Theater e i ballerini dell’Azerbaijan State Dance Ensemble.

Venerdì 12 luglio, tornerà e Nervi il Béjart Ballet Lausanne. Il programma, in data unica in Italia, vedrà la compagnia di ballo impegnata in tre coreografie di Gil Roman e Maurice BéjartAlors on dance… !, di Gil Roman, rappresentata per la prima volta all’Opera di Losanna l’11 febbraio 2022 e dedicata a Patrick Dupond, è una celebrazione del balletto classico e della gioia della danza su musiche di John Zorn, Citypercussion e Bob Dylan; Liebe und Tod è composta da due pas de deux di Maurice Béjart dei primi anni 2000, su musiche da Des Knaben Wunderhorn di Gustav Mahler; 7 danses greques, realizzata da Maurice Béjart nel 1983 su musiche di Mikis Theodorakis è una coreografia ispirata al folklore greco.

In due date uniche in Italia: venerdì 19 e sabato 20 luglio, il Festival di Nervi ospiterà l’Hamburg Ballet John Neumeier con Ein Sommernachtstraum – Sogno di una notte di mezza estate, un balletto ispirato all’omonima commedia shakespeariana realizzato da John Neumeier nel 1977. Su musiche di Felix Mendelssohn, György Ligeti e musica tradizionale meccanica, il balletto ritrae attraverso la danza le stesse immagini ed emozioni create dal drammaturgo con i suoi versi, offrendo una visione multidimensionale e innovativa del testo letterario. La presenza dell’Hamburg Ballet al Festival di Nervi con Sogno di una notte di mezza estate rappresenta un momento molto significativo per il panorama mondiale della danza, si tratta infatti delle ultime due esibizioni della Compagnia sotto la direzione artistica di John Neumeier, stimatissima guida del Balletto dal 1973.

Domenica 21 luglio sarà la volta del Balletto del Teatro alla Scala, in scena al Teatro Carlo Felice, alle ore 20.00. Il Corpo di Ballo della Scala torna a Genova dopo vent’anni dall’ultima trasferta, presentando alcuni tra i titoli di più recente acquisizione, in un programma ricco e vario che abbraccia la sensibilità del Novecento e la creatività contemporanea. I primi ballerini, i solisti e il Corpo di ballo del Teatro alla Scala saranno impegnati nelle coreografie Reveal di Garreth Smith su musiche di Philip Glass, Skew-Whiff di Sol León e Paul Lightfoot sull’Ouverture dalla Gazza ladra di Rossini, un estratto da Il pipistrello di Roland Petit, rilettura dell’omonima operetta di Johann Strauss, Cantatadi Mauro Bigonzetti su musiche di Amerigo Ciervo, Donizetti pas de deux di Manuel Legris – Direttore del Corpo di ballo – su musiche di Donizetti e Blake Works (Excerpts) di William Forsythe, su musiche di James Blake. Dichiara il Sovrintendente Dominique Meyer: «Sono molto felice che i danzatori scaligeri tornino al Carlo Felice dopo vent’anni. Gli spettatori del Nervi Music Ballet Festival si troveranno di fronte una compagnia non soltanto rinnovata nei suoi componenti, ma trasformata dal lavoro svolto in questi anni da Manuel Legris facendo emergere nuovi primi ballerini e solisti ma soprattutto creando un gruppo di livello estremamente omogeneo. Il nostro Teatro è allo stesso titolo un teatro d’Opera e di Balletto e la crescita artistica e l’entusiasmo del pubblico registrati anche per le proposte di danza contemporanea nelle ultime stagioni è una grandissima soddisfazione. Compagnia e solisti hanno la possibilità di mostrare tecniche ed espressività in questo programma che accosta classici della coreografia novecentesca ai lavori di alcuni tra i migliori rappresentanti della nuova generazione».

Mercoledì 24 luglio l’Astana Ballet Theatre – uno dei principali collettivi coreografici della Repubblica del Kazakistan – sarà a Nervi con i balletti Carmen Suite e A Fuego Lento, un programma in unica data italianaCarmen Suite, realizzato da Alberto Alonso nel 1967, ripercorre la storia di Carmen, una delle più celebri eroine dell’opera ottocentesca, su musiche trascritte dai temi dell’opera da Rodion Ščedrin. A fuego lento, di Ricardo Amarante, rappresentato per la prima volta al Teatro Bunka Kaikan di Tokyo il 5 ottobre 2016, è un personale racconto dell’esperienza dell’innamoramento con un linguaggio ispirato ai ritmi e alla sensualità del tango argentino, su musiche di Lalo Shifrin, Astor Piazzolla, Carlos Garadel e Sae Kosugi.

Il Festival si chiude domenica 28 luglio con il gala dello Youth America Grand Prix Stars of Today Meet the Stars of Tomorrow, che ritorna a Nervi dopo il successo delle edizioni 2021, 2022 e 2023. L’evento, che corona il concorso internazionale di balletto è in esclusiva per l’Italia. Nel corso della serata – preceduta sabato 27 da Future of Dancegrand défilé de ballet interpretato dai partecipanti alle master class – le più talentuose giovani promesse del balletto internazionale condivideranno il palcoscenico con alcuni dei ballerini solisti e dei primi ballerini dei maggiori corpi di ballo di tutto il mondo, tra cui Maria Khoreva dal Balletto MariinskijChloe Misseldine dall’American Ballet Theatre, danzatori dal New York City Ballet e dal Joffrey Ballet e molti altri ancora.

Gli appuntamenti musicali del Nervi Music Ballet Festival spaziano dal jazz al pop al rock:

Giovedì 4 luglio, il Concerto grosso per i New Trolls, dedicato a Vittorio De Scalzi, vedrà protagonisti Roberto Tiranti, voce e basso, Andrea Maddalone, voce e chitarra, Lorenzo Ottonello, voce e batteria, e Max Vigilante, voce e tastiere, diretti insieme a un gruppo orchestrale di quindici elementi da Angelo Valori. Il Concerto grosso per i New Trolls è un progetto musicale di Vittorio De Scalzi nato nel 1971, come unione della forma musicale barocca del concerto grosso alle sonorità rock progressive che il musicista sperimentava con i New Trolls. Oggi la band, che ha accompagnato Vittorio De Scalzi per centinaia di concerti, porta il Concerto grosso dal vivo insieme ad altri grandi successi come Una minieraQuella carezza della seraAldebaran e molti altri ancora.

Il Festival ospiterà martedì 9 luglio una data del nuovo tour italiano di Tony Hadley con la Fabulous TH BandMad About You. Il tour è l’occasione per presentare The Mood I’m In, un nuovo disco in uscita ad aprile 2024. Tony Hadley è da decenni una delle voci più autorevoli del pop a livello mondiale, con al suo attivo numerosissimi concerti con la ex band, ma anche come solista con orchestre e gruppi swing. In questo viaggio per l’Italia, uno dei paesi da lui più amati, eseguirà brani iconici del periodo in cui era con gli Spandau Ballet, ma anche le sue canzoni da solista, senza tralasciare qualche cover. Il tour è organizzato daIMARTS – International Music And Arts.

Il jazz sarà protagonista del concerto di domenica 14 luglioKind of Bill, con il pianista Dado Moroni, il bassista Eddie Gomez e il batterista Joe La Barbera, e con la partecipazione straordinaria di Paolo Fresu. Il concerto è dedicato a uno dei musicisti più influenti della storia del jazz: Bill Evans. Attraverso un programma che comprende brani originali di Evans, canoni jazz da lui personalmente rielaborati e brani originali di Moroni, Gomez e La Barbera, Kind of Bill –produzione Zenart Management in unica data in Italia – si propone di omaggiare il grande musicista e di trasmettere l’immortalità del suo messaggio.

Giovedì 25 luglio salirà sul palco di Nervi uno dei più grandi cantautori rock e blues della storia della canzone italiana: Edoardo Bennato. Il programma, con due ore di musica, video coinvolgenti e interazioni con il pubblico, comprende alcuni dei suoi brani più celebri, ormai parte integrante del nostro immaginario collettivo, e una selezione di nuove canzoni tratte dall’ultimo album: Non c’è. Al fianco di Bennato si esibirà la BeBand, formazione storica che lo segue ormai da anni.

Music for Peace a Gaza: “come immaginare oltre 2 milioni di persone tra Nervi e Voltri”

Non è accettabile una condizione del genere”

Ne parliamo tutti i giorni ma pochi sanno realmente che territorio è la striscia di Gaza: possiamo paragonarla alla zona che va da Genova Nervi a Voltri e che nella massima ampiezza arriva fino a Bolzaneto” – racconta ai microfoni di Radio Babboleo Stefano Rebora, presidente di Music for Peace – “abitata però da 2 milioni e 300 mila persone contro le 600 mila del territorio genovese. Ora in questo momento quasi tutti concentrati nella zona di Rafah, quindi come da Nervi a Quinto, un milione e 800 mila persone senza rete fognaria, acqua corrente, abitazioni e ora anche con l’incombere del caldo“.

Arrivate a destinazione le 60 tonnellate di aiuti umanitari partiti da Genova, ma con non poche difficoltà: dapprima lo stop per Rebora alla frontiera egiziana, da dove hanno potuto proseguire solo due volontari. Le operazioni poi sono state seguire da remoto, da Genova, con il convoglio test che è riuscito a raggiungere Gaza il 14 aprile. “Un carico non ingente per testare l’affidabilità della concessione dei permessi da parte degli egiziani” – continua Rebora – “siamo partiti con la distribuzione dei beni alimentari e di prima necessità con 2500 pacchi famiglia da 20 kg l’uno, entro domani confidiamo di finire le distribuzioni, poi lo smistamento di medicinali e medicali“.

Una situazione devastante, l’80% delle abitazioni sono devastate, non ci sono più i servizi di base e servizi igienici – pensiamo per una donna quanto può essere complesso – non c’è acqua corrente, i servizi ospedalieri sono pochissimi e manca tutto. Gli abitanti sono arrivati a mangiare la sabbia, perchè non ti fa sentire la fame“.

Ora si guarda al prossimo obiettivo: per fine giugno si punta ad organizzare un convoglio di circa 200-250 tonnellate di aiuti in 10 container. “Già due container pronti, intanto stiamo lavorando per riuscire a risolvere le problematiche legate alla mia persona per entrare in Egitto e raggiungere Gaza. Confido nelle autorità, ci sono due interpellanze parlamentari: una al parlamento italiano e una a quello europeo. I due ministri degli esteri dovranno intervenire presso le autorità per risolvere la situazione“.

Prosegue così la raccolta dei beni di prima necessità da spedire a Gaza, la stragrande maggioranza con la partecipazione che contraddistingue il Festival di Music for Peace a giugno, dove si entra con beni di prima necessità, medicinali. Poi ancora raccolte, il 21 aprile a Casella con i ragazzi della Manin Marassi e il 26 a Campomorone.

Non è accettabile da parte dell’umanità una condizione del genere nei confronti di altri esseri umani”
Ascolta qui l’intervista integrale a Stefano Rebora

La Scuola De Scalzi Polacco fa tripletta, la primaria genovese si aggiudica la Coppa Multisport del Torneo Ravano per il terzo anno di fila. Mantovani: “Lo sport? Un compagno di vita”

Anno di traguardi per Ravano-Mantovani: il Torneo giunto alla sua 39esima edizione e la Coppa Paolo Mantovani che compie il suo 30esimo anno di vita nell’annata di Genova Capitale Europea dello Sport 2024

GENOVA – Non c’è due senza tre e la Scuola primaria De Scalzi Polacco di Genova lo sa bene. Trionfante per il terzo anno consecutivo, la Scuola elementare dell’Istituto Comprensivo Statale Maddalena-Bertani si porta a casa la prestigiosa Coppa Multisport Banca Ifis del Torneo Ravano, la manifestazione scolastica giovanile più importante d’Europa e un fiore all’occhiello per la Liguria che apre le porte di 11 discipline sportive ad oltre 5 mila bambini sul territorio.

Diciotto squadre iscritte in 9 diverse discipline sportive, questi i numeri della De Scalzi Polacco che “sposano la mission della Fondazione Torneo Ravano” – dice Ludovica Mantovani, presidente della Fondazione Ravano Coppa Paolo Mantovani – “rendere liberi tutti i bambini di poter scegliere il proprio sport e quando una scuola ha questa visione insieme a noi sappiamo che abbiamo lanciato un messaggio importanti”.

Mulatrial in Val Fontanabuona, due giorni in sella alle moto sui monti

Un weekend ricco di emozioni in Val Fontanabuona: sabato 20 e domenica 21 aprile la vallata che allaccia il Tigullio al capoluogo ligure ospiterà la seconda edizione del Mulatrial, disciplina che unisce il motociclismo all’esplorazione delle alture liguri, con partecipanti provenienti da tutta Italia e appassionati stranieri.

Il programma

Sabato 20 APRILE, ritrovo presso Campo Sportivo Gattorna, Moconesi (GE)

ORE 11.00 – Conferma iscrizioni e consegna gadget;

ORE 12.30 – Partenza Motocavalcata sui sentieri di Moconesi e Lorsica;

ORE 17.30/18.30 – Rientro a Gattorna;

DALLE ORE 17.30 – Aperitivo con panino + birra/bibita/vino/acqua.

Domenica 21 APRILE, ritrovo presso Campo Sportivo Gattorna, Moconesi (GE)

ORE 8.30 – Conferma iscrizioni e consegna gadget;

ORE 9.30 – Partenza Motocavalcata sui sentieri di Tribogna, Uscio, Lumarzo e Neirone;

ORE 12.30/14.00 – Ristoro presso ACLI Lezzaruole con focaccia + crostata + frutta + acqua;

ORE 15.00/16.30 – Rientro a Gattorna;

DALLE ORE 15.00 – Pranzo con primo + secondo + birra/vino/bibita/acqua.

Per ulteriori informazioni, cliccare qui.