26 Aprile 2024 – Babboleo

26 Aprile 2024

L’Azalea di Fondazione Airc torna nelle piazze Genovesi per la “Festa della Mamma”

Genova – Domenica 12 maggio, in occasione della Festa della Mamma, Fondazione Airc, torna nelle piazze italiane con oltre 20.000 volontari, per distribuire l’Azalea della Ricerca a fronte di una donazione di 18 euro, come contributo alla lotta contro il cancro,

Da quarant’anni l’Azalea della Ricerca di Fondazione AIRC, il fiore simbolo della Festa della Mamma, è un’alleata della ricerca sui tumori che colpiscono le donne. Oggi 2 donne su 3 in Italia sono vive dopo 5 anni da una diagnosi di cancro e la sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi per il tumore al seno è in costante aumento: negli ultimi 30 anni è passata dal 78% all’ 88% (Fonte: AIOM, AIRTUM, I numeri del cancro 2023).

Con una raccolta totale di circa 300 milioni di euro, l’Azalea di Fondazione AIRC ha contribuito, in quattro decenni, al miglioramento della qualità di vita e della sopravvivenza delle donne, attraverso diagnosi sempre più precoci, approcci chirurgici meno invasivi e terapie più precise e mirate, più efficaci e meglio tollerate.

In questi quarant’anni, l’Azalea di AIRC ha contribuito a molti importanti risultati per migliorare le terapie, tra cui: la chirurgia conservativa del tumore della mammella e la biopsia del linfonodo sentinella, una tecnica inizialmente sviluppata per valutare la diffusione dei melanomi e che poi è stata estesa anche al cancro del seno e tanto altro ancora.

I volontari AIRC saranno presenti in più di venti piazze Genovesi. L’elenco completo è consultabile sul sito: airc.it

La distribuzione è anche online su Amazon.it.

25° Galà delle Stelle, la Notte degli Oscar dello Sport in Liguria

Manca meno di un mese alla Notte degli Oscar, organizzata da Stelle nello Sport, che si terrà giovedì 23 maggio ai Magazzini del Cotone del Porto Antico di Genova. Le votazioni sono aperte fino al 3 maggio.

Celebreremo i più grandi campioni dello sport ligure; è possibile votare per gli sportivi di ogni età, nelle fasce Big, Junior e Green – ha dichiarato Michele Corti, ideatore del progetto Stelle nello Sportma anche la società sportiva dell’anno e come sempre le tre società sportive più votate non solo riceveranno l’oscar, ma anche una serie di bonus e montepremi utili per la loro attività con viaggi e materiali sportivi”.

Le parole di Michele Corti, ideatore di Stelle nello Sport, ai microfoni di Radio Babboleo:

Mediterraneo, sempre meno cibo per i cetacei: “Se sulla terra piove di meno, la biodiversità ne risente”

Al via il progetto ProMed per monitorare la biodiversità marina e lo stato di salute degli animali: durerà tre anni

In teoria, in acque liguri i cetacei dovrebbero vivere bene. Il Santuario Pelagos, quel ‘rombo’ di mar Mediterraneo che tocca le coste italiane, francesi e monegasche, è infatti territorio florido per queste specie grazie alla presenza di habitat dalle diverse profondità e al plancton vegetale, alimento base della catena alimentare. “Quando queste due variabili si sovrappongo, assistiamo ad un aumento della diversità di specie” – spiega Guido Ghione, Coordinatore scientifico dell’Acquario di Genova“Ma con i cambiamenti climatici questo cambia, zone con maggiore diversità possono appiattirsi verso una diversità con poche specie“.

Le ondate di calore sempre più frequenti, le acque superficiali che raggiungono i 30 gradi ma anche la diminuzione delle precipitazioni: sono le ragioni che stanno depauperando il mare e affamando i pesci. È ciò che emerge dagli studi del nuovo progetto ProMed (Protecting Mediterrean Biodiversity) coordinato dalla Fondazione Acquario di Genova che mira a monitorare la diversità dei cetacei all’interno del Mediterraneo. Un’impresa di ricerca ambiziosa che risulterebbe irrealizzabile senza Intercet, una piattaforma online sviluppata da Acquario di Genova per Regione Liguria. “Intercet aggrega su un solo supporto i dati raccolti sulle diverse aree di studio per poi metterli insieme come i pezzi di un grande puzzle. Da qui, è possibile tracciare delle mappe di distribuzione delle varie specie” – racconta lo scienziato – “È un grande network di ricercatori che operano in tutto il Mediterraneo, dalla Spagna, alla Francia, ma anche Grecia, Israele e Turchia“.

Sotto la lente degli studiosi anche le terre che circondano il mare. “Il Mediterraneo, hotspot di cambiamenti climatici, riceve i nutrimenti che servono alla sua catena alimentare dalle terre che lo circondano. Se sulle terre piove di meno, e il Mediterraneo è già oligotrofico, cioè un mare con pochi nutrienti, la biodiversità ne risentirà” – conclude Ghione.

Premio Fracchia, svelati i moni dei primi ospiti

Casarza Ligure si prepara ad ospitare la quarta edizione del “Premio e Festival Letterario Umberto Fracchia” da martedì 28 maggio a sabato 1° giugno 2024.

Svelati i nomi di alcuni ospiti: il giornalista e critico Luca Sommi, che parlerà del suo libro “La più bella. Perché difendere la Costituzione”, Baldini + Castoldi, con prefazione di Michele Ainis; di Rokia (nella foto), la scrittrice che dal 2016 ha cominciato a raccontare storie su Wattpad quasi per gioco, con lo pseudonimo di Clarine Jay, raggiungendo milioni di letture; di Carolina Capria, che insieme a Silvia Grasso, cura il podcast “Le parole di Lila e Lenù” della scrittrice Elena Ferrante, nota al grande pubblico per il romanzo “L’Amica geniale” che è diventato anche una serie televisiva.

Ad aprire il Festival martedì 28 maggio alle ore 10 a Villa Sottanis sarà Rokia che incontrerà le scuole e parlerà del suo ultimo libro.

Giovedì 30 maggio; Luca Sommi alle ore 18 presenta il suo libro “La più bella. Perché difendere la Costituzione”. Inoltre dalle ore 21, va in scena l’evento teatrale “Maternità ti avessi preso prima” proposto da “La Clinica”, un collettivo di tre donne di età e generazioni diverse, che presenta uno studio sulla maternità come status.

Venerdì 31 maggio alle 17 incontro letterario con Carolina Capria e Silvia Grasso sul blog di Elena Ferrante. Modera Marta Perego.

Capria è autrice per la tv e scrittrice di libri per ragazzi. Grasso, nata a Messina, classe 1990, è autrice e filosofa femminista.

Aperto fino a venerdì 10 maggio 2024, il bando per partecipare con un’opera narrativa breve, novella o racconto di non oltre dieci cartelle, oppure con un cortometraggio di massimo dieci minuti. Il tema scelto quest’anno è “La figura femminile”. La cerimonia di premiazione si terrà nel borgo
di Bargone, nel giardino letterario di Casa Fracchia, sabato 1° giugno 2024. Ai vincitori delle varie sezioni adulti saranno consegnati premi da 250 a 500 euro, oltre ad una targa o una pergamena. Sono anche previste menzioni speciali. Possono partecipare giovani dai 16 ai 25 anni, adulti dai 26 anni in su, le scuole, e l’Università.