3 Maggio 2024 – Babboleo

3 Maggio 2024

L’Athletic Club Albaro presenta la 23^ Coppa Grondona e i tornei di calcio giovanile

37 giorni di sport e divertimento, più di 2.000 atleti di età compresa tra i sei e i diciotto anni, 500 tra accompagnatori, dirigenti e tecnici, 300 partite, 140 squadre appartenenti a 45 società e un’affluenza di pubblico stimata di 5.000 persone. Sono i numeri dei tornei di calcio giovanile organizzati dall’Athletic Club Albaro che andranno in scena al campo sportivo “Mons. Erasmo Sanguineti” di Genova Quarto dall’11 maggio al 16 giugno.

La 23ª Coppa Grondona, il 50° Minitrofeo Albaro e i Memorial “Renato Papi”, “Gianni Filippini” e “Mario Penzo” sono stati presentati ieri sera presso il ristorante dello stabilimento “Squash” di Corso Italia, alla presenza delle società partecipanti e delle principali istituzioni politiche e sportive del territorio.

La Coppa Grondona, che prende il nome dallo storico partner Biscottificio Grondona, e tutti i tornei organizzati dall’Athletic Club Albaro hanno ricevuto il patrocinio di Regione Liguria, Comune di Genova e sono stati inseriti nel palinsesto di Genova 2024 – Capitale Europea dello Sport.

La principale novità introdotta nel 2024 è l’accordo con la piattaforma online “Replayer” per la ripresa di tutte le partite dei tornei e la possibilità di accedere alle immagini in modo libero e totalmente gratuito sul sito www.replayer.it. Tra le conferme, ovviamente, la presenza al campo sportivo dello stand enogastronomico.

“Da undici anni la Coppa Grondona scandisce la stagione sportiva della nostra società – spiega l’ad dell’Athletic Club Albaro Sergio Imperato. – Con il passare del tempo è diventata il contenitore anche delle altre manifestazioni che via via sono state inserite nella nostra programmazione, tra cui il Minitrofeo, forse il più antico torneo cittadino. Alla base del successo di questi eventi c’è il grande lavoro dei nostri volontari, senza i quali nulla sarebbe possibile. Il mio ringraziamento va a loro, a tutti i partner e alle istituzioni che non mancano mai di farci sentire la loro vicinanza”.

“I numeri che fa registrare ogni anno la Coppa Grondona la collocano tra i tornei di calcio giovanile dilettantistico più importanti dell’intera Regione – commenta l’assessore allo Sport di Regione Liguria Simona Ferro. – Manifestazioni come questa promuovono lo sport e i suoi valori, creano aggregazione e socialità tra i ragazzi e permettono al movimento calcistico di andare avanti grazie ai rapporti di amicizia che si instaurano tra tanti volontari appassionati. Un circolo virtuoso che mi auguro possa rinnovarsi per molti anni”.

“Una kermesse che abbraccia davvero tanti ragazzi di tutte le età e conferma la grande vitalità del nostro movimento grazie all’impegno di società, dirigenti e volontari che diffondono e tramandano ai più giovani la cultura dello sport – aggiunge l’assessore allo Sport del Comune di Genova Alessandra Bianchi. – La Coppa Grondona e il Minitrofeo sono tornei iconici della nostra città e gli stessi Memorial, di recente nascita, sono dedicati proprio a chi contribuì attivamente allo sviluppo del calcio giovanile genovese. Ricordo con grande affetto Mario Penzo, che fu il mio allenatore fin da bambina, ai tempi del Cosmos”.

“È sempre un onore prendere parte a giornate come questa, in cui le società presentano il frutto di uno straordinario lavoro che dura mesi e coinvolge decine di volontari che operano nel settore giovanile – conclude il presidente del comitato regionale della FIGC Giulio Ivaldi. – I giovani e il movimento dilettantistico sono un binomio inscindibile su cui è necessario investire sempre di più. Sono orgoglioso di tutte quelle squadre liguri che, pur tra tante difficoltà, portano avanti questa importante missione”.

Hanno preso parte alla presentazione anche Stella Frascà, membro della giunta regionale del CONI e consigliere nazionale della FIGC e Christian Puggioni, coordinatore degli eventi calcistici per Genova 2024.

Di seguito una breve descrizione delle manifestazioni:

– 23ª Coppa Grondona, riservata alle categorie Pulcini ed Esordienti (bambini dai nove ai tredici anni) che si svolgerà dal 12 maggio al 16 giugno, e vedrà impegnate circa 100 squadre di Pulcini e di Esordienti appartenenti a società della provincia di Genova, per un totale di quasi 1.500 ragazzi.

– 50° Minitrofeo Albaro, una delle più antiche manifestazioni giovanili, riservata tradizionalmente ai calciatori più piccoli, di sei e sette anni. Il Minitrofeo verrà disputato il 9 giugno.

– 7° Memorial Renato Papi, dedicato a uno dei fondatori dell’U.S. Albaro, dirigente notissimo nel mondo del calcio giovanile non solo genovese, recentemente scomparso. Le giornate dedicate al Memorial Papi saranno il 15 e 16 giugno, con la partecipazione di squadre di Primi Calci (8-9 anni) provenienti da tutta la Liguria.

– 9° Memorial Gianni Filippini, organizzato per ricordare un dirigente prematuramente scomparso che animava con la sua presenza le manifestazioni organizzate ogni anno. Il torneo è riservato quest’anno alla categoria Giovanissimi (leva 2009 e 2010) e si svolgerà il 19 e il 26 maggio.

– 2° Memorial Mario Penzo, dedicato a uno dei più noti istruttori di calcio giovanile genovese. Il Memorial Mario Penzo si disputerà l’11 e il 12 maggio, riservato alla categoria Under 18.

A Casarza Ligure l’edizione 2024 del Festival letterario Umberto Fracchia

Conto alla rovescia per la quarta edizione del Festival Fracchia di Casarza Ligure: da martedì 28 maggio a sabato 1° giugno 2024 l’auditorium di Villa Sottanis darà voce a personaggi di spicco del mondo della comunicazione, televisione e teatro ma anche della saggistica e dell’editoria.

Il programma

Martedì 28 maggio alle 19 è previsto l’appuntamento, in anteprima nazionale, con Micole Sarfatti, moderato da Marta Perego, curatrice degli incontri letterari. Con i suoi reportage e servizi dall’Italia e dal mondo, ha lavorato anche a Rai 3, Mediaset, Huffington Post, GQ. Insegna Giornalismo e Social Media all’Università degli Studi di Milano. Parlerà al pubblico del suo libro, “Margherita Sarfatti. La signora del futuro”.

Mercoledì 29 alle 18.30 incontro letterario con Gian Andrea Cerone. Modera Marta Perego. Savonese, classe 1964, milanese d’adozione, nel 2018 ha fondato la piattaforma editoriale di podcast Storielibere. Nel 2022 ha pubblicato con Guanda il suo libro d’esordio, “Le notti senza sonno”, primo romanzo della serie che vede in azione la squadra investigativa dell’Unità di Analisi del Crimine Violento di Milano, finalista al Premio Scerbanenco, vincitore del Premio Franco Fedeli dedicato alla narrativa poliziesca, a cui è seguito “Il trattamento del silenzio” nel 2023, anch’esso finalista al Premio Scerbanenco e vincitore del Premio Franco Fedeli.

Venerdì 31 maggio alle 19 e alle 21, in piazza Unicef, spettacolo teatrale “Romeo e Giulietta” con gli studenti delle classi quinte dell’Istituto Comprensivo Fabrizio da Andre’ che propongono il capolavoro di Shakespeare in una versione ovviamente ridotta, rielaborata dal regista Paolo Gaio.

Sabato 1° giugno alle 21 in piazza Unicef gran finale con lo spettacolo di chiusura del Festival di Alice Mangione.

“Cosa volete da me”:Vi siete mai chiesti quale sia il migliore mezzo di trasporto per fare un viaggio dentro se stessi? Alice Mangione, nel suo primo show da solista, sceglie la metropolitana per girare tra aspettative disattese con orgoglio, vecchi traumi, ricordi felicissimi e vasi che assolutamente era meglio non scoperchiare. Lo fa con il suo stile unico, arguto e originale, senza risparmiare nulla a se stessa e agli altri. Il pubblico si trova travolto dal conflitto tra Alice e la sua voce interiore che la avvisa di stare alla larga dai borseggiatori di speranze e le intima di non superare la linea gialla del suo inconscio. La storia di Alice è un viaggio imperdibile, fatto di monologhi in puro stile stand up ma anche musica e dinamismo, introspezione e racconto poetico.
Fermata dopo fermata avviene una sorta di catarsi e lo spettatore si ritrova a bordo di questo vagone della metropolitana sui generis a rivivere le prime volte di Alice ma anche le sue, le relazioni, i desideri e altri cimeli emotivi che erano stati sepolti sotto il mantello della decenza. Questo spettacolo è Il racconto di una delle protagoniste più originali della comicità contemporanea, a bordo di un vagone della metro che attraversa il subconscio per un’ora e mezza ricordandoci che la vita è un viaggio straordinario, ma non rilassatevi troppo perché prima o poi un controllore sale.

Parco dell’Aveto, un mercatino del riuso e del baratto solo per i ragazzi delle scuole: nuova vita per fumetti, videogiochi, libri e giocattoli

Coinvolti 130 studenti delle scuole medie,la presidente del Parco dell’Aveto Ostiensi:”Promuoviamo la regola delle 5R”

Fumetti, videogiochi, libri ma anche giocattoli. Sono alcune delle “merci” che gli alunni delle scuole secondarie di primo grado di Borzonasca hanno messo a disposizione sui banchetti del Teatro Comunale “De André”, che oggi ospita il “Mercatino del riuso e baratto“. L’iniziativa, promossa dal Parco dell’Aveto, insegna ai ragazzi il senso della sostenibilità: scambiare ciò che non si vuole più e dar nuova linfa a qualcos’altro. “Sono coinvolti 130 ragazzi” – spiega la presidente dellEnte Parco dell’Aveto Tiziana Ostiensi – “Il progetto è regionale e segue la regola delle 5R: riduzione, riuso, riciclo, raccolta e recupero. Bisogna far capire come nell’ambito dell’educazione si possano non creare rifiuti ma scambiare oggetti“.

Ascolta qui l’intervista.

La Liguria celebra la giornata della Polizia Locale, Gambino: “Sicurezza, Genova tra le città migliori del nord Italia”

Picchetto d’onore della Polizia Locale a Genova per celebrare la giornata regionale della Polizia Locale.
In Piazza de Ferrari istituzioni e gazebo dedicati alle tre grandi tematiche legate alla sicurezza: utilizzo dei droni, sicurezza ed educazione stradale e pericoli dell’alcool.

“La sicurezza della nostra città è un requisito per la crescita lo sviluppo e la convivenza civile” – dice il Presidente di Regione Liguria Giovanni Toti – “il lavoro fatto in questi anni per costruire un sistema di sicurezza nelle nostre città, che va dalla video sorveglianza alle pattuglie congiunte è un lavoro che troppo spesso si da scontato l’impegno, ovviamente in Liguria è molto più difficile con gli spazi piccoli”.

Una giornata per celebrare la Polizia Locale, la forza di prossimità della sicurezza sia in ambito urbano che il presidio fondamentale per l’entroterra” – commenta l’assessore alla sicurezza di Regione Liguria Alessio Piana – “un corpo vicino al cittadino che da un contributo fondamentale per gli aspetti di sicurezza legati all’ordine pubblico di contrasto alla criminalità ma anche un ruolo fondamentale che accompagna le attività quotidiane come la viabilità, il commercio e tanti altri servizi svolti”.

“La polizia locale ha un ruolo di prossimità di eccellenza che ci impone delle sfide sempre maggiori per essere più efficienti nel dare risposte ai nostri cittadini”- dice l’assessore alla sicurezza e alla Polizia Locale del Comune di Genova Sergio Gambinoè estremamente positivo da parte della cittadinanza far si che gli agenti siano un punto di riferimento su determinate zone, la polizia locale prende l’incarico queste segnalazioni e abbiamo molti feedback positivi”