16 Maggio 2024 – Babboleo

16 Maggio 2024

earthquake, fracture, asphalt-1665892.jpg

TERREMOTO IN LIGURIA, QUESTA VOLTA NON IN POLITICA MA UN SISMA VERO E PROPRIO DAVANTI ALLE COSTE DI SAVONA.

Un altro terremoto in Liguria: dopo quello che ha scoperchiato la bolla della corruzione in Liguria ora arrivano anche le scosse vere e proprie, come quelle registrate mercoledì sera nel savonese, davanti alle coste. Una lieve scossa è stata registrata dall’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia al largo di Savona ad una profondità di 9 km. Ma la Liguria non era considerata terra dal basso rischio sismico? Ne abbiamo parlato con un esperto, Daniele Spallarossa, docente di sismologia dell’Università di Genova e responsabile della rete sismica.

Coppa del Mondo del Panettone Summer Edition, sabato 18 maggio al Porto Antico di Genova

Il panettone anche d’estate? La voglia del dolce lievitato non finisce mai e diventa protagonista della bella stagione. Dopo il grande successo del 2023 a Peschiera del Garda, Coppa del Mondo del Panettone presenta, con la collaborazione del Comune di Genova, la seconda edizione del primo concorso estivo che unisce la fragranza del panettone con la cremosità del gelato. “Coppa del Mondo del Panettone Summer Edition” si svolgerà sabato 18 maggio 2024, al Porto Antico di Genova, con la collaborazione del maestro Eugenio Morrone campione del “Gelato World Cup” edizione 2020. Il tutto in attesa della finale mondiale, che si terrà a Milano dal 8 al 10 novembre, con l’obiettivo di proseguire il lavoro di promozione e conoscenza del panettone, attraverso eventi e momenti formativi. Occasione, dove sarà dato spazio ai pasticceri genovesi con un corner dedicato a un dolce della tradizione, il pandolce basso genovese.

I pasticceri gelatieri presenteranno due panettoni, o di loro produzione o in collaborazione con un pasticcere: uno dovrà essere farcito con il gelato, sorbetto e semifreddo, l’altro decorato a tema sportivo, in occasione di Genova Capitale Europea dello Sport 2024. L’evento si propone di portare l’attenzione alla destagionalizzazione del panettone, abbinandolo al dolce estivo per antonomasia, per renderlo una cremosa idea per la stagione più calda ed esaltare la tipicità di due prodotti di eccellenza della gastronomia italiana: il panettone e il gelato, nelle loro versioni più tradizionali.

A decretare il miglior panettone “summer edition” sarà una giuria di prestigio, composta da Onofrio Vitti, ambasciatore del “Gelato artigianale italiano nel mondo”; Angelo Grasso, maestro gelatiere e tecnico Bravo spa; Giuseppe Zerbato, vincitore dell’edizione 2023; Luciana Poliotti, storica del gelato fondatrice dell’evento “Coppa del mondo della gelateria”; l’assessore al Commercio e Artigianato del Comune di GenovaFilippo Tagliafico, presidente associazione pasticcerie Fipe-Confcommercio Genova, Massimiliano Spigno, presidente Confesercenti Genova gelatiere, Francesco Mastroianni maestro gelatiere APEI; Maurizio Caviglia segretario generale della Camera di commercio di Genova. La giuria decreterà il miglior abbinamento e valuterà l’estetica del prodotto, la corretta temperatura di degustazione combinata con il panettone e la farcitura, la pulizia del taglio e la struttura interna oltre che il gusto.

«Genova e la Liguria, insieme ai loro prodotti, diventano palcoscenico per altri due prodotti tipici della tradizione dolciaria italiana: il panettone e il gelato – dice l’assessore al Commercio, alle Tradizioni e alle Pro Loco del Comune di Genova, Paola Bordilli -. Ho accolto con piacere la proposta di fare a Genova questa seconda edizione della Summer Edition della Coppa del mondo del panettone chiedendo che la si potesse “rendere molto genovese” : ecco così che, assieme al sistema camerale,  i gelatieri genovesi, in collaborazione coi pasticcieri, si cimenteranno nella realizzazione di un gusto di gelato al pandolce, proprio per ricordare il campionato del pandolce nato a Genova l’anno scorso».

«Un’iniziativa che  promuove l’arte dei pasticceri e quella dei gelatieri e punta a sdoganare un prodotto che può essere gustato tutto l’anno, in sintonia con le politiche turistiche di promozione del territorio e di destagionalizzazione dei prodotti simbolo – dichiara il segretario generale di Camera di Commercio di Genova, Maurizio Caviglia – . Da parte nostra, abbiamo colto  l’occasione per lanciare la seconda edizione dal campionato mondiale di pandolce basso genovese: i maestri pasticceri e gelatieri di Genova sono pronti per presentare al pubblico il nuovo gusto di gelato al pandolce, in perfetta sinergia con la manifestazione in corso».

«La stagione estiva non poteva cominciare in modo più dolce – afferma il presidente di Porto Antico di Genova Spa, Mauro Ferrando La scenografia di piazza delle Feste, affacciata sul mare, è stata una scelta particolarmente felice che dimostra ancora una volta le potenzialità della struttura, in questa occasione teatro di una manifestazione che a Genova trova terreno fertile nella rinomata tradizione artigianale dei nostri pasticceri e dei nostri gelatieri».

«Le maggiori difficoltà saranno quelle ovviamente riuscire ad abbinare i 3 sapori, semifreddo, gelato e sorbetto, che dovranno colpire prima la giuria e in seguito il consumatore. La cosa più importante sarà il taglio e sarà gestire bene le temperature per poter servire un prodotto, perfetto al taglio e perfetto alla degustazione – ha dichiarato Massimiliano Spigno, presidente di Confesercenti Genova, Membro di Giunta della Camera di Commercio e gelatiere di professione -. Verranno valutati sull’aspetto estetico, quello della decorazione, la pulizia del taglio e ovviamente il gusto perché quello non può essere lasciato in secondo piano».

«Normalmente noi un panettone lo consumiamo a temperatura ambiente, in questo caso invece sarà un panettone che verrà consumato a temperatura gelato, quindi dovrà avere delle caratteristiche un po’ diverse, in modo che ad una temperatura più bassa non abbia una consistenza dura – ha affermato Filippo Tagliafico, presidente associazione pasticcerie Fipe-Confcommercio Genova ai microfoni di Radio Babboleo -. I partecipanti dovranno fare in modo che il panettone abbia degli accorgimenti in ricetta in modo che si sentano comunque i gusti tradizionali».

L’evento è gratuito ed aperto al pubblico. La serata inizierà alle 18 e fino alle 23 sarà possibile degustare gratuitamente il gelato e il Pandolce genovese, assistere ai lavori della giuria e allo spettacolo live di sculture di ghiaccio e decorazione con la frutta. Sarà anche la perfetta occasione per poter ascoltare i giurati in un talk di confronto sulla tradizione del panettone e del gelato.

Tutte le info e il programma sul sito www.coppadelmondodelpanettone.com.

Festa dello Sport 2024: dal 24 al 26 maggio, il villaggio sportivo più grande d’Italia al Porto Antico di Genova

Manca sempre meno alla Festa dello Sport, dal 24 al 26 maggio 2024 al Porto Antico di Genova, un evento che ogni anno raccoglie migliaia di persone. Tre giornate di festa nel più grande villaggio sportivo d’Italia. La Festa dello Sport è l’evento che promuove lo sport e i suoi valori fondamentali a Genova e in Liguria. Quello del 2024, anno in cui Genova sarà Capitale europea dello sport, è un compleanno speciale. La Festa dello Sport compie 20 anni e il progetto Stelle nello Sport celebra 25 anni di impegno nella promozione dello sport e dei suoi valori tra i giovani.

“Quest’anno in occasione di Genova Capitale Europea dello Sport, questa manifestazione che diventa sempre più partecipata, più amata ogni anno organizzata da Porto Antico di Genova e da Stelle nello Sport, si presenta ancora più grande – ha dichiarato Luisella Tealdi, responsabile eventi del Porto Antico. Per i 20 anni della Festa dello Sport, ci saranno ben 132 attività. Abbiamo dovuto ampliare gli spazi e le giornate, perché ci saranno anche due gustose anteprime giovedì 23 maggio”.

L’intervista integrale a Luisella Tealdi, responsabile eventi del Porto Antico di Genova, su Radio Babboleo.

“Un Occhio al Benessere Visivo”: a Genova visite gratuite per prevenire la Maculopatia

Un Poliambulatorio mobile per effettuare visite oculistiche gratuite, questa la nuova iniziativa promossa dal Comitato Macula, per la prima volta in collaborazione con la IAPB Italia, l’Unione Nazionale Ciechi e Ipovedenti. Appuntamento sabato 18 maggio dalle 9 alle 17 in Piazza de Ferrari per screening gratuiti.

L’associazione Macula nasce per dare voce ai pazienti con affetti da maculopatia, una patologia che interessa la parte centrale della retina, detta macula. I soggetti colpiti da questa condizione hanno una visione centrale sfocata e distorta, riscontrando particolari difficoltà in alcune azioni quotidiane che richiedono un certo grado di concentrazione, come la lettura, il disegno o il cucito. Anche i colori possono essere percepiti in maniera sbiadita.

L’iniziativa “Un Occhio al Benessere Visivo” nasce per sensibilizzare su un argomento purtroppo ancora poco noto, e prevenire la degenerazione della malattia. Se trascurate, alcune malattie come la Maculopatia possono infatti portare alla cecità. “È necessario che i cittadini capiscano che il controllo dell’occhio avviene con strumenti specifici. Non è sufficiente andare dall’ottico, alcune malattie non danno cenni o dolori tranne quando ormai è troppo tardi” – dichiara Massimo Ligustro, presidente del Comitato Macula – In questi momenti di disagio, sia dal punto di vista economico che per le liste d’attesa, riteniamo che offrire gratuitamente tali servizi rappresenti la reale prevenzione di situazioni future più complesse”. Le persone che risulteranno positive verranno prese in carico dal Sistema Sanitario Nazionale.

“Eseguiremo gli esami OCT, fondamentali per la diagnostica e individuazione precoce di problematiche che interessano il centro della retina, cioè la macula” – spiega il Professor Massimo Nicolò, oculista retinolgo della Clinica Oculistica Universitaria – “In Liguria le maculopatie sono gestite e seguite molto bene da ponente a levante, a Genova come Clinica Oculistica Universitaria abbiamo il numero maggiore dei pazienti: circa 7mila pazienti all’anno solo per chi effettua trattamenti intervitreali, ma che se curate per tempo permettono ottime reazioni”.

Tre giorni dedicati al giardino mediterraneo, a Genova torna Yacht & Garden

Dal 17 al 19 maggio incontri, mostre, spettacoli e novità gourmet all’insegna della cultura del verde e del mare alla Marina di Genova: torna uno dei più moderni poli internazionali per la grande nautica da diporto, Yacht & Garden, la mostra-mercato di fiori e piante del giardino mediterraneo, giunta quest’anno alla sedicesima edizione.

Tra i moli e le banchine fiorite di Marina Genova, dove per l’occasione saranno ormeggiate imbarcazioni classiche e d’epoca, a vela e a motore, di particolare prestigio, grazie alla seconda edizione del Classic Boat Show, sono attesi oltre 150 espositori provenienti da tutta Italia. Chi ama il  mare, la natura e il giardinaggio potrà scoprire così piante e fiori adatti al giardino mediterraneo, ma anche arredo e antiquariato, attrezzatura da giardino, vasi e cesteria, stampe botaniche ed erbari antichi, tessuti, borse e cappelli, gioielleria e bigiotteria, alimenti e cosmetici bio, libri, riviste e tanto altro ancora, comprese le proposte di artisti e artigiani legati alla marineria.

Alla passeggiata tra i colori e i profumi mediterranei, alla ricerca delle novità e dei migliori acquisti green, si unisce inoltre, anche quest’anno, un ricco programma di eventi collaterali, organizzati in collaborazione con importanti partner e istituzioni, con l’obiettivo di valorizzare e divulgare la cultura del verde e del mare: incontri con esperti, consigli di giardinaggio, laboratori, dimostrazioni, mostre, musica e danza senza dimenticare una serie di appuntamenti dedicati ai bambini, tra spettacoli, animazioni e attività marinaresche.

Oltre 150 espositori provenienti da tutta Italia, che conferma l’evento come punto di riferimento per il verde e per il mare” – racconta ai microfoni Giuseppe Pappalardo, amministratore delegato di Marina Genova – “con uno sguardo sempre attento alla sostenibilità”.

L’ingresso alla manifestazione e tutti gli eventi collaterali sono gratuiti.
L’intero programma è visitabile su www.yachtandgarden.it.

In scena “La battaglia della Meloria” in genovese: appuntamento al Teatro Eleonora Duse il 18 maggio

“La battaglia della Meloria”: gli studenti della Scuola Secondaria Statale di primo grado Virginia Centurione portano in scena lo scontro tra la Repubblica di Genova e la Repubblica marinara di Pisa al Teatro Duse il 18 maggio alle 20:00. L’ingresso è gratuito.

Una storica battaglia navale che vide coinvolte la Repubblica di Genova e la Repubblica marinara di Pisa. Siamo nel 1284, quando a largo delle coste del Porto Pisano, e oltre 49 galere della flotta pisana s’inabissarono nelle acque della Meloria. Così la Repubblica di Genova ottenne la tanta agognata supremazia sul Mar Tirreno, a discapito di circa 5000 mila morti. Oltre 11mila prigionieri: alcuni di questi persero la vita e furono sepolti in un quartiere genovese che porta ancora il loro nome: Campopisano.

I ragazzi dell’Istituto Comprensivo “San Giovanni Battista” di Genova portano a teatro un episodio centrale della storia della città del Medioevo, nell’ambito del progetto Il Genovese in scena: “La battaglia della Meloria – Esploriamo la nostra cultura locale attraverso il teatro”. Lo spettacolo è un adattamento del libro di Antonio Musarra “La battaglia della Meloria” (Laterza 2018).

Il direttore artistico Bruno Gattorno racconta come è nata l’idea: “Ho letto il libro del professor Musarra. Mi è piaciuto così tanto che ho iniziato a spargere bigliettini con appunti per tutta casa. Magicamente si sono messi insieme e hanno formato la trama. Poi è stato un caso che la professoressa dell’Istituto San Giovanni Battista ha chiamato per chiedermi di tenere un corso di genovese a scuola. Io ho invece proposto di dare ai ragazzi la possibilità di imparare bene anche la storia, con la battaglia della Meloria“. Il progetto, nato dalla spontaneità delle proprie mura di casa, si è sviluppato in qualcosa di più: “Inizialmente si pensava a un teatrino scolastico. Ma poi ho contattato il professor Musarra che ne è rimasto entusiasta, e così anche il sindaco, che ci ha dato il teatro Duse per un’intera giornata”.

La particolarità di questo spettacolo è che sarà utilizzato parzialmente il dialetto genovese. In una mescolanza tra italiano antico, toscano e genovese, i giovani attori si cimenteranno alla riscoperta delle tradizioni linguistiche della nostra città, ormai perdute da qualche generazione. Con qualche “ripetizione” di genovese e tanto impegno, i ragazzi hanno avuto la possibilità di imparare “con la storia e il divertimento. Sono riusciti a scoprire il loro talento allontanando la timidezza. Anche se per loro è un’altra lingua, hanno vinto la creatività e l’immaginazione, riuscendo ad aumentare anche l’autostima”.

Lo spettacolo è dunque un’occasione per avvicinare i ragazzi al dialetto della nostra città, una lingua parlata ormai solo da alcuni dei loro nonni. La scelta dell’argomento dello spettacolo è una inserito nella cornice del progetto Genova nel Medioevo.

Ascolta l’intervista integrale su Radio Babboleo a Bruno Gattorno, direttore artistico dello spettacolo.