20 Maggio 2024 – Babboleo

20 Maggio 2024

taxi, city, transport-7856666.jpg

TAXI, SCIOPERO ANCHE A GENOVA DALLE 8 ALLE 22 PER LA MOBILITAZIONE NAZIONALE DELLA CATEGORIA

Sciopero dei taxi in tutta Italia domani, martedì 21 maggio, dalle 8 alle 22 il fermo nazionale indetto dai sindacati per “l’indipendenza della categoria da multinazionali” e da una deregolamentazione che a cascata rischia di mettere in crisi il sistema, che ancora aspetta i decreti attuativi per la riforma del settore da oltre 5 anni. La protesta riguarderà anche Genova ed è a ‘tutela anche degli utenti’ come sottolinea Valter Centanaro, presidente della Cooperativa Radiotaxi di Genova. Ascolta l’intervista sul nostro sito.

Giornata mondiale delle api, tutela della biodiversità e attività in crescita anche a Genova legate a settore

Oggi si celebra la giornata mondiale delle api, un’occasione che ricorre ogni 20 maggio per riflettere sull’importanza che questi insetti hanno nella tutela dell’ecosistema. Sono diverse le iniziative per promuovere la salvaguardia delle api e l’apicoltura urbana, attività in crescita anche a Genova dove sono sempre più numerosi gli appassionati.

Tra loro c’è la storia di Marta che dalla sua adolescenza ha sviluppato una passione per il mondo delle api, si è avvicinata negli anni al settore e ha deciso di trasferire due alveari dalla campagna al suo terrazzo nel cuore di Genova, che si è rivelata un’ottima scelta per la crescita degli insetti.

Chiunque può diventare apicoltore, ma è necessario seguire un iter specifico: “Ho fatto un corso per diventare apicoltrice, grazie al quale ho ottenuto un numero apistico – spiega Marta, apicoltrice urbana per passione. Sono iscritta all’Associazione Api Liguria, e ho un numero con cui sono registrata. Ho deciso con il tempo di creare un ulteriore apiario portando alcuni sciami del mio terrazzo, ed è nato un gruppo di appassionati di api con cui mi incontro regolarmente”.

Le api svolgono un ruolo fondamentale per il nostro ecosistema, impollinando circa il 75% delle colture alimentari del mondo. La loro complessa organizzazione sociale e la produzione di miele sono solo alcuni degli aspetti affascinanti del loro mondo. Marta, a tal proposito, racconta il fenomeno della sciamatura: “È una nuvola di api che si crea quando sta per nascere una regina nuova in un alveare, e la regina vecchia parte con tutte le sue fedeli. Dentro all’alveare deve rimanere una sola regina con il suo odore, che tiene tranquille le altre api. Quando le api escono dall’alveare, si forma una vera e propria nuvola che può dare preoccupazione ai vicini, ma è da sapere che in queste condizioni le api sono del tutto innocue, pensano solamente a cercarsi una nuova casa. Nel mio caso si riuniscono su un albero davanti a casa, e se ho la fortuna di vederle, le marco e provo a recuperarle. Solitamente uno sciame può pesare anche un chilo e mezzo o due chili, perché le api prima di partire si riempiono la bocca di miele, così quando trovano un posto definitivo sono già pronte per costruire un nuovo favo. Sono totalmente innocue. Bisogna farle entrare in una scatola insieme alla regina, che si trova perfettamente al centro, e perciò risulta facile tagliando il ramo. A questo punto possono essere trasportate”.

Ascolta l’intervista a Marta sull’apicoltura urbana su Radio Babboleo.

“Lo sport è un’opera d’arte”, dal 24 al 26 maggio a Genova torna la Festa dello Sport

Porto Antico di Genova pronto a trasformarsi nella più grande palestra a cielo aperto d’Italia per la 20esima edizione della Festa dello Sport

132 differenti attività gratuite con assistenza di istruttori e insegnanti in uno spazio di oltre 140mila metri quadrati, frutto del lavoro sinergico con oltre 200 tra Associazioni ed Enti sportivi, ma anche tecnici, istruttori qualificati e tante “stelle sportive” pronte ad incontrare e giocare con i più giovani.

Molto attesa l’Olimpiade delle Scuole, venerdì 24 maggio, che coinvolge 2mila studenti di oltre 100 classi in arrivo da tutta la Liguria, pronti a cimentarsi nelle più svariate discipline sportive. Il tutto ne “Le Village Paris/Genova 2024”, realizzato da Alliance Francaise de Genes e Ambasciata di Francia in Italia per celebrale Les Jeux Olympiques et Paralympiques Paris 2024. Tutta l’area di Calata Gadda verrà trasformata in un inedito villaggio olimpico nel quale si potranno fare giochi, gare, quiz, tutto ispirato ai giochi olimpici.

Evento emblematico del valore dello sport nella nostra città” – spiega il Presidente di Porto Antico di Genova Spa Mauro Ferrando – “nonché riconoscimento delle tradizioni sportive e dei risultati delle nostre società sportive“.

Il segreto della Festa dello Sport non è più un segreto per nessuno” – dice la responsabile eventi di Porto Antico di Genova Spa Luisella Tealdi“è la passione, che muove tutti noi a organizzare questo evento sempre più grande, sempre più affollato e sempre più amato”.

Occasione unica per migliaia di giovani liguri, che grazie alla presentazione di società e federazioni possono conoscere nuove discipline e imparare i valori dello sport” – commenta l’assessore allo sport di Regione Liguria Simona Ferro – “Evento che cresce di anno in anno diventando sempre più inclusivo e attrattivo”.

“Dopo aver festeggiato i 25 anni di Stelle nello Sport, nell’anno di Genova 2024 Capitale europea dello Sport, un altro traguardo prestigioso” – dichiara l’assessore allo sport del Comune di Genova Alessandra Bianchi – “Una festa all’insegna della condivisione, dell’entusiasmo e dell’inclusione”.

Un momento magico in cui tutto il mondo sportivo genovese e ligure si ritrova per promuovere lo sport e i suoi valori” – racconta il Presidente di Stelle nello sport Michele Corti – “per migliaia di giovani sarà emozionante poter incontrare le grandi ‘stelle sportive’ che anche quest’anno scenderanno in campo”.

Ad anticipare la tre giorni di sport, giovedì 23 maggio la Baby Maratone e il Galà delle Stelle nello Sport, che compie 25anni e celebra i migliori sportivi liguri a livello internazionale: dai “big” Gudmundsson, Fondelli e Corradino, fino ad arrivare ai giovanissimi talenti che saranno premiati dalle legende dello sport internazionale.

Venerdì poi la giornata delle Olimpiadi delle Scuole, poi nel pomeriggio la Festa dei 15 anni dei Rookies e alle 18 il Gala della Danza UISP.
Sabato e domenica dalle 10 alle 19 migliaia di sportivi di tutte le età si potranno cimentare nelle discipline più tradizionali e innovative: dal calcio, all’atletica leggera, tennis e padel, ciclismo, golf, il football americano e il simulatore di volo dell’Areonautica Militare.

Programmi, orari e info su: https://portoantico.it/events/festa-dello-sport-2024

Giornata Mondiale delle Api, “Il miele non è l’obiettivo ma la conseguenza” – Prezzi, clima e la Velutina minacciano il settore

Poco più di un mese fa si chiudeva il Concorso Mieli dei Parchi della Liguria, un banco di prova che ogni anno dà l’opportunità ai produttori liguri di raccontare il nostro territorio attraverso una cucchiaiata di “oro giallo”. Nella Giornata Mondiale delle Api, un pensiero alla specie animale a cui l’essere umano deve la propria sopravvivenza diventa ancora più necessario, anche dalla Liguria.

L’anno passato non è stato molto produttivo” – racconta Sarah Ceccotto, titolare di un’azienda apistica e sommelier di miele – “Diverse fioriture primaverili hanno riportato sofferenza a causa della siccità, impedendo il raccolto da parte delle api. Un esempio? La fioritura della robinia ha subito grossi danni a causa del freddo e delle piogge, provocando il alcune zone l’azzeramento del miele raccolto“. In casi come questo, le api riescono a produrre solo il miele necessario alla loro sopravvivenza. A volte, è necessario addirittura ricorrere ad una nutrizione di soccorso per poterle supportare.

Ma il cambiamento climatico e le brusche variazioni di temperatura non solo le uniche spade di Damocle a pendere sull’esistenza di questi insetti vitali: “Credo che molti apicoltori siano d’accordo se dico che anche l’aumento sensibile dei prezzi e l’espansione della vespa Velutina siano i principali motivi che generano preoccupanti incertezze” – commenta l’imprenditrice – “Oggi sembra doveroso non solo considerando la mera parte economica ma anche valorizzare la funzione ecologica-ambientale riconoscendo le api come indicatori universali per la sopravvivenza di moltissime specie botaniche. Il miele non è l’obiettivo ma una conseguenza” – conclude Ceccotto – “Rispetta le api, loro troveranno il modo di ricambiare“.