Recupero vecchi sentieri: interventi di pulizia su percorsi escursionistici che collegano il sito Unesco alla sua zona cuscinetto.

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Sempre più semplice raggiungere nella zona delle Cinque Terre i sentieri che portano all’Alta Via grazie alla pulizia di oltre 30 chilometri di percorsi escursionistici. Il sito Unesco Cinque Terre, Porto Venere e isole (Palmaria, Tino e Tinetto) vanta una vasta rete di sentieri dove si può attraversare e conoscere il territorio ed il suo mosaico di valori culturali e naturalistici.
Per meglio accedervi ,il sito Unesco ,ha portato a compimento un progetto di riqualificazione dei principali itinerari escursionistici di collegamento con l’Alta Via: sono stati realizzati interventi diffusi di pulizia e sfalcio anche nella prospettiva di promuovere un fruizione alternativa ai percorsi di costa, oggetto di flussi turistici importanti.
Grazie ai lavori di manutenzione i percorsi perpendicolari al sentiero Alta Via della Cinque Terre, permettono di raggiungere tutti i Comuni delle Cinque Terre e quelli della buffer zone.
“Il sentiero rappresenta il più importante elemento di connessione tra i territori appartenenti al Sito Unesco e alla sua Buffer zone che, insieme, concorrono alla salvaguardia di questo straordinario patrimonio paesaggistico ” dichiara Donatella Bianchi, Site manager del sito Unesco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più...

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, abbigliamento, cura della casa e della persona, servizi di tutti i generi: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive.

Accedi alle offerte, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo