“Visioni Emergenti”, l’arte incontra la storia (e la cucina) di Genova a Villa Migone – Babboleo

“Visioni Emergenti”, l’arte incontra la storia (e la cucina) di Genova a Villa Migone

Condividi questo Post

Celebrare Genova attraverso eventi artistici nei suoi luoghi storici. Riscoprire il passato per scoprire il futuro, creando un ponte tra l’arte che è stata e quella che sta nascendo. Si terrà sabato 1 giugno nell’antica sede di Villa Migone, simbolo della storia di Genova, l’evento “Visioni Emergenti”, durante il quale 20 giovani artisti avranno la possibilità di esporre gratuitamente i propri lavori. A pensare a dare una vetrina medievale all’arte contemporanea è LineOut, galleria virtuale fondata dalla giovane artista Elisa Nicolini per offrire agli emergenti uno spazio, per ora online ma presto anche fisico, nel quale avere visibilità gratuitamente.

Dalle 10 alle 18, nel suggestivo palazzo che il 25 aprile 1945 fu teatro della firma del trattato di pace tra il Comitato Nazionale di Liberazione Ligure e le truppe tedesche, si potranno ammirare le opere i cui autori saranno presenti per dialogare con il pubblico, accompagnati dalle note della scuola di musica GuitarLab, assaggiando i piatti della tradizione genovese offerti dal panificio Al Forno Sonia e Fabrizio, dalla pizzeria Da Giuli e da Delizie del Mulino. A credere nel progetto anche uno sponsor “foresto” come l’azienda agricola pavese Gravanago, che offrirà i propri vini.
“Abbiamo scelto villa Migone perché si tratta di un luogo storicamente e culturalmente rilevante, che ha ospitato nel tempo grandi artisti – spiega Nicolini – Giuseppe Verdi era un amico della famiglia Migone e ricambiava spesso l’ospitalità suonando il pianoforte Erard che ancora oggi si trova all’interno. Niccolò Paganini frequentava la villa in quanto cliente della banca della famiglia Migone. All’interno della villa si trovano inoltre alcune opere di un membro contemporaneo della famiglia: il pittore Seboo Migone”.
Si tratta solo del primo di una serie di appuntamenti: “Il progetto è portare avanti questo connubio, utilizzando palazzi storici, piazze e altri spazi culturali. Ogni evento avrà un tema specifico legato alla storia o all’identità di Genova. Inoltre, organizzeremo workshop in collaborazione con istituti d’arte, invitando i ristoratori locali a partecipare come sponsor, affiancando così la tradizione culinaria a quella culturale”. La sinergia non può non riguardare la musica: “Abbiamo stretto partnership con scuole di musica locali per integrare esibizioni dal vivo durante le mostre. Ogni evento sarà un’occasione per esplorare come la musica possa interagire con le opere visive, creando un’esperienza immersiva per i visitatori”.

Elisa Nicolini è nata a Genova il 21 marzo 1997, modella, pittrice, è un’artista che ha trasformato la sua passione per l’arte in una carriera di successo.
Nel 2021 la sua opera “Abbandono” è stata premiata e pubblicata dalla rivista “Art Now”. Nel 2022 ha partecipato a una mostra collettiva a Roma, in Via Margutta, dove il critico Vittorio Sgarbi ha visto e commentato positivamente il suo lavoro. Il suo talento ha oltrepassato i confini nazionali, portandola a partecipare nel 2023 al “Premio Artisti Italiani a Londra” presso l’Espacio Gallery.

Prima di immergersi completamente nel mondo dell’arte, Elisa ha avuto una brillante carriera nel settore della moda, lavorando come modella e pubblicitaria per marche di prestigio a Genova e a Milano. Questa esperienza le ha permesso di sviluppare un senso estetico raffinato che si riflette nelle sue opere pittoriche. Oggi, Elisa Nicolini è un nome riconosciuto nell’ambito artistico, conosciuta per la sua capacità di catturare emozioni profonde e per la sua dedizione alla pittura. Nel marzo 2024 fonda LineOut Gallery (Lineoutgallery.it) sulla cui vetrina virtuale espongono le proprie opere artisti di ogni estrazione, competenza e provenienza.

L’intervista integrale ad Elisa Nicolini su Radio Babboleo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più...

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo