8 marzo, la campagna #nonseisola del “Centro per non subire violenza” sui Taxi genovesi – Babboleo

8 marzo, la campagna #nonseisola del “Centro per non subire violenza” sui Taxi genovesi

Condividi questo Post

Per tutto il mese di marzo oltre 200 taxi genovesi con vetrofanie riportanti il contatto telefonico del Centro per non subire violenza di Genova al quale potersi rivolgere. “Un’iniziativa tangibile per aiutare le donne a rivolgersi al nostro centro, per non abbassare mai l’attenzione, ma anzi dare sempre più strumenti per mettersi in contatto tra noi” – ha detto ai microfoni di Radio Babboleo la Coordinatrice casa rifugio del Centro per non subire violenza Chiara Panero.

Questa la nuova campagna #Nonseisola #Noicisiamo promossa del centro in collaborazione con la Cooperativa Radio Taxi 5966 in occasione della Giornata internazionale dei diritti delle donne.

Oltre 400 le richieste d’aiuto al Centro per non subire violenza. “Stanno aumentando sempre di più le richieste da parte delle ragazze. Cosa che da una parte ci fa ben sperare perché pensiamo che ci sia più consapevolezza dell’essere all’interno di una relazione violenta e quindi il passo di chiedere aiuto. Dall’altra parte però evidenzia che questo modello di relazioni violente nelle nuove generazioni c’è ancora ed è ancora ben radicato“.

Una giornata per sensibilizzare ma anche per porre l’attenzione sulla forza delle donne che riescono ad uscire dalla violenza. “Abbiamo curato un libro, una raccolta di 15 testimonianze di donne che si sono rivolte al nostro centro e che sono effettivamente riuscite a riprendersi la loro vita” – continua Chiara Panero – “Le donne volevano fare qualcosa per le altre donne e attraverso le loro parole testimoniare che dalla violenza si può uscire. Sicuramente un percorso lungo, occorre avere accanto a se tanti professionisti perchè la situazione è complessa ma ce la possono fare”. Oggi alle 17 la presentazione del libro “Riprendo la mia vita” all’oratorio Sant’Erasmo di Genova Quinto.

Per la giornata dell’8 marzo alle 18,30 una raccolta fondi a favore del centro organizzata in collaborazione con l’associazione “Le donne della birra” all’hub culinario Sapida di Piazza de Ferrari a Genova.

Il cuore nevralgico del Centro Per non subire Violenza in via Cairoli 14/7 a Genova, poi il “Centro antiviolenza Martina Rossi” in Via XXV Aprile 13/4 a Recco, lo sportello antiviolenza di Arenzano in via Sauli Pallavicino o di Cogoleto in via Isorella 1B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più...

Condividi questo Post

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, abbigliamento, cura della casa e della persona, servizi di tutti i generi: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive.

Accedi alle offerte, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo