A Genova il nucleo codice rosso della Polizia Locale contro la violenza di genere – Babboleo

A Genova il nucleo codice rosso della Polizia Locale contro la violenza di genere

Condividi questo Post

Genova in prima linea nella lotta contro la violenza sulle donne. “In passato c’era paura di denunciare e le istituzioni fino a qualche anno fa non avevano strumenti idonei per aiutare e supportare chi aveva il coraggio di denunciare. Oggi grazie al codice rosso le istituzioni possono rispondere al grido d’allarme e d’aiuto di molte persone” – racconta l’assessore a Sicurezza e Polizia Locale Sergio Gambino. Da questa esigenza nasce il nucleo codice rosso della Polizia Locale, collegato al numero unificato 112. “Un supporto perchè le forze dell’ordine non riuscivano a far fronte alla mole di richieste emerse“.

Come reparto di Polizia Giudiziaria abbiamo istituito il nucleo fasce deboli, partito lo scorso anno e che ha avuto un’esponenziale richiesta da parte dell’utenza” – spiega Emiliano Anania, primo commissario responsabile Polizia Giudiziaria della Polizia Locale di Genova in un anno e mezzo trattati più di 320 fascicoli, dei quali molti hanno portato ad assicurare la giustizia ad alcuni soggetti violenti, virando così verso una polizia di sicurezza percepita dai cittadini come tale”.

Così la Polizia Locale di Genova presente su tutto il territorio tramite il numero unificato 112. “Non ci sono solo le forze della polizia per le donne vittime di violenza, ma anche i centro sociali, centri antiviolenza. Nessuna donna viene lasciata a se stessa, quindi il primo passo è sempre parlarne con qualcuno” – spiega il Commissario responsabile del nucleo codici rossi della polizia locale di Genova Elisa Frau – “si può messaggiare o chiamare il 112, anche tramite chiamata muta che consente di localizzare immediatamente la persona e far scattare i soccorsi“.

Più frequenti e denunciati negli ultimi tempi i maltrattamenti in famiglia” racconta il vicecommissario della Polizia Locale del Comune di Genova Sonia Gazzolo “molto spesso quando la donna vuole conquistare la propria indipendenza e libertà subisce forme di violenza. Frequenti i casi di donne con figli piccoli, che possono subire anche loro danni fisici e psicologici“.

L’intervista integrale ai microfoni di Radio Babboleo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più...

Condividi questo Post

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, abbigliamento, cura della casa e della persona, servizi di tutti i generi: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive.

Accedi alle offerte, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo