Anche le donne delle fiabe festeggiano l’8 marzo – Babboleo

Anche le donne delle fiabe festeggiano l’8 marzo

Condividi questo Post

L’appuntamento “Bambine, donne e principesse nelle fiabe di ieri e oggi” per domani ore 17:00 all’Auditorium San Francesco di Chiavari

CHIAVARI – “Le fiabe popolari veicolano valori, credenze, mentalità e stereotipi della cultura che le ha generate, oggi alla luce di una differente sensibilità e concezione della donna si tende a decostruire i pregiudizi” – e così dalla Cenerentola degli anni ’50, affaccendata nei lavori domestici e desiderosa di trovar marito, si passa a Belle del ’94, di “La bella e la bestia”, principessa ancora vezzosa e bramosa del “vero amore”, ma stavolta anche istruita. Poi l’ironica e sgraziata Fiona, la principessa-orco esperta di arti marziali del film “Shrek” del 2001.

Ne abbiamo parlato a Radio Babboleo con Angelo Nobile, docente di Letteratura per l’Infanzia all’Università di Parma, che sarà ospite assieme a Carla Ida Salviati, giornalista e studiosa della fiaba, domani, venerdì 8 marzo alle 17:00 presso l’Auditorium San Francesco di Chiavari, per ripercorrere le vesti che la “figura femminile” ha portato in decenni di “fiabe, lungometraggi e filmografia” fino ad arrivare ad oggi.

La fiaba si è ribaltata: c’è chi dice che il “politically correct” l’abbia messa sotto accusa. I lupi non mangiano i bambini, la bella e la bestia è sessista, lo scopo della vita non è trovare il principe azzurro e il film “Mary Poppins” contiene un “linguaggio discriminatorio”. Questo non esclude però le insidie della “vecchia scuola” delle fiabe: “più che la passività e subalternità della fiaba nelle narrazioni del passato” – puntualizza Nobile – “è da lamentare il motivo misogino: basti pensare alla matrigna”.

Le odierne riscritture rappresentano eroine intraprendenti, ribelli a convenzioni e consuetudini, arbitre del loro destino. Dall’altra parte, la figura maschile è apostrofata con epiteti inferiorizzanti” – spiega Nobile – “Invece, servirebbe un equilibrio”.

Ascolta qui l’intervista integrale al professor Angelo Nobile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più...

Condividi questo Post

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, abbigliamento, cura della casa e della persona, servizi di tutti i generi: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive.

Accedi alle offerte, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo