Caso Anidra, venerdì la sentenza. La famiglia di Roberta Repetto lancia una raccolta fondi e apre una pagina Instagram – Babboleo

Caso Anidra, venerdì la sentenza. La famiglia di Roberta Repetto lancia una raccolta fondi e apre una pagina Instagram

Condividi questo Post

Venerdì sarà una giornata importante per capire se la quarantenne Roberta Repetto, volontaria del centro Anidra, sia morta o meno per colpa del santone del centro Anidra di Borzonasca Paolo Bendinelli, del chirurgo Paolo Oneda e della psicologa Paola Dora. Il 23 Settembre infatti il Tribunale di Genova si esprimerà sulla loro sorte. Tutti sono accusati di omicidio volontario in concorso. Il pubblico ministero Gabriella Dotto ha chiesto 16 anni per Bendinelli, 14 per Oneda e 10 per Dora sulla base di un impianto accusatorio molto dettagliato proveniente da mail e messaggi whatsapp con le conversazioni di Roberta, con i tre e anche diari della stessa Repetto.

La storia di Roberta Repetto (nella foto) è nota: Oneda avrebbe “operato” Roberta per un neo alla schiena su un tavolo della cucina del centro Anidra senza anestesia e senza nessun esame istologico. Nei mesi successivi Roberta avrebbe iniziato ad avvertire malesseri e dolori. Alle sue richieste di aiuto, sempre secondo l’accusa, i tre avrebbero risposto consigliando «tisane e meditazioni». Il tutto fino al tragico epilogo: i primi di ottobre del 2020 Roberta veniva raggiunta al centro dai famigliari che la trasportavano, ormai in condizioni disperate a causa delle metastasi da melanoma, presso l’ospedale San Martino di Genova dove morirà il 9 ottobre.

In vista del secondo anniversario della scomparsa, il 9 ottobre, la sorella Rita ha promosso una raccolta fondi a favore dell’associazione Melanoma Day, associazione che si occupa di prevenzione, formazione, screening gratuiti che aiutano ad individuare precocemente un melanoma. La raccolta fondi si trova sulla piattaforma GoFundMe e ha già superato i 1.000 euro. L’anno precedente erano stati raccolti e donati oltre 7.000 euro all’associazione. Rita Repetto, tra l’altro, ha da poco aperto una pagina Instagram che si chiama @la_pulcenellorecchio con lo scopo di informare le persone sul pericolo di cadere in casi come quelli accaduti alla sorella .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri di più...

Condividi questo Post

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, abbigliamento, cura della casa e della persona, servizi di tutti i generi: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive.

Accedi alle offerte, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo