“Giocare al futuro”, a Sestri Levante torna l’Andersen Festival: “perchè giocare è una cosa seria” – Babboleo

“Giocare al futuro”, a Sestri Levante torna l’Andersen Festival: “perchè giocare è una cosa seria”

Condividi questo Post

Dal 5 al 9 giugno alla Baia del Silenzio di Sestri Levante la 27esima edizione di Andersen Festival. Manifestazione nata come cornice del Premio che celebra le fiabe inedite e che il Comune dal 1998 dedica al celebre scrittore, dal 2022 diventa Festival Multidisciplinare consolidando una programmazione culturale trasversale e adatta a tutte le fasce di età.

Spettacolo, concerti, riflessione, tematiche quali educazione di qualità e diritti dei bambini, ma anche attività che coinvolgono tutto il territorio.
Il Festival inaugura il 6 giugno con il tradizionale corteo delle bambine e dei bambini, circa un migliaio, che sfileranno per le vie del centro fino a giungere alla piazza del Comune, dove il Sindaco consegnerà loro le chiavi della città, passaggio simbolico per dare inizio alla festa. “Un gesto simbolico di rispetto delle grandi tematiche” – dice il Vicepresidente di Regione Liguria Alessandro Piana – “per traghettarli verso il futuro, sperando di migliorare il mondo che lasciamo alle nuove generazioni”.

Giocare al futuro, perchè giocare è una cosa seria. Fare educazione di qualità significa investire sulle persone e nella loro crescita di cittadini consapevoli e capaci di costruire una società più giusta e sostenibile” – racconta la direttrice artistica di Andersen Festival Marina Petrillo – “Proviamo a creare insieme un futuro che metta al centro la gentilezza, un futuro in cui la cura, per le persone e per il pianeta, sia al primo posto”.

Il tema centrale del Festival, promosso dal Comune di Sestri Levante e organizzato da Mediaterraneo Servizi, coincide con l’obiettivo 4 dell’agenda 2030 per lo Sviluppo sostenibile, il programma d’azione sottoscritto dai governi di 193 Paesi membri delle Nazioni Unite e approvata dall’Onu, che invita a promuovere un’educazione di qualità, volta ad uno sviluppo e uno stile di vita rispettoso dell’ambiente e dei diritti umani per un futuro migliore.

“Una doppia veste, rinnovata e legata alla tradizione” – spiega il Direttore Operativo di Mediterraneo Servizi Camilla Capozzi – “eventi accomunati dal filo conduttore della fiaba, dello stupore e del gioco, tematica di questa 27esima edizione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più...

Condividi questo Post

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, abbigliamento, cura della casa e della persona, servizi di tutti i generi: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive.

Accedi alle offerte, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo