Giornata mondiale dell’autismo, prospettive e sfide per una riabilitazione consapevole – Babboleo

Giornata mondiale dell’autismo, prospettive e sfide per una riabilitazione consapevole

Condividi questo Post

Si celebra oggi la giornata mondiale sulla consapevolezza dell’autismo, ricorrenza per sensibilizzare la cittadinanza su un fenomeno sempre più diffuso.

In Liguria 2 mila le persone con diagnosi dello spettro autistico. Le principali professioni sanitarie coinvolte sono gli Educatori professionali, i Tecnici della riabilitazione psichiatrica, i Terapisti della neuro e psicomotricità della età evolutiva e Logopedisti. “Purtroppo il fenomeno è in aumento, quindi anche i servizi si sono dovuti adattare a cercare di dare risposte di carattere riabilitativo ai bisogni di salute che questo tipo di popolazione presenta” – racconta ai microfoni di Radio Babboleo Mario Saiano, Presidente della Commissione di albo degli Educatori professionali – “Spettro che si divide in alto o basso funzionamento, ossia persone con quoziente intellettivo molto alto ma con difficoltà in capacità adattive o con quoziente meno elevato ma che riescono ad avere un buon livello di autonomia rispetto ad una vita gratificante”.

Sul tema sono intervenuti i professionisti sanitari dell’Ordine TSRM e PSTRP di Genova, Imperia e Savona.

“La Giornata sulla consapevolezza dell’autismo quest’anno assume una connotazione particolare” – continua Saiano – “siamo a meno di cinque mesi dalla pubblicazione delle nuove linee guida sulla diagnosi e il trattamento dell’autismo e nel pieno di una bufera politica sul tema. Istituito un gruppo di lavoro, in seno al Ministero della salute, che ha come obiettivo un’indagine rispetto all’utilizzo e all’applicazione dell’intervento comportamentale personalizzato basato sui principi ABA – ‘analisi applicata del comportamento’. Questa scelta ministeriale ha trovato una dura replica nelle Associazioni tecnico scientifiche pertinenti alla materia, che hanno ricordato l’importanza di osservare e valutare stanziamenti funzionali proporzionati per tutti gli interventi che, secondo le linee guida, dimostrino una efficacia riabilitativa. Se così non fosse, perderebbe di potenza e utilità il costoso meccanismo delle linee guida: una macchina complessa, a livello di tempo e professionalità, che costituisce di fatto la garanzia dell’imparzialità nella definizione dei percorsi di cura del nostro paese, il frutto della preziosissima Legge Gelli”.

Ascolta qui l’intervista integrale a Mario Saiano

Per l’occasione a Genova la fontana di piazza De Ferrari si illuminerà di blu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più...

Condividi questo Post

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, abbigliamento, cura della casa e della persona, servizi di tutti i generi: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive.

Accedi alle offerte, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo