La crisi della bilancia: dopo le festività 1 su 3 si è messo a dieta, circa due i chili presi tra zamponi e panettoni

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

SOS BILANCIA: 1 SU 3 A DIETA DOPO FESTE

Una bilancia che… scotta! Questo l’effetto post feste di Natale, soprattutto in periodo di covid e di conseguente lockdown. Una ricerca di Coldiretti evidenzia come, in questi giorni, un italiano su tre si sia messo a dieta, il motivo? Per tanti la bilancia ha giocato un brutto scherzo, marcando almeno un paio di chilogrammi in più rispetto a giorni precedenti le festività. Per questo, niente più scuse: finite le feste oltre un italiano su tre (36%) ha deciso di mettersi a dieta dopo il lungo periodo trascorso in casa. A livello nazionale, solamente tra il pranzo di Natale e i cenoni della vigilia e di Capodanno, dalle tavole degli italiani sono spariti 67 milioni di chili tra pandori e panettoni, 63 milioni di bottiglie di spumante, 20 mila tonnellate di pasta, 6 milioni di chili tra cotechini e zamponi e frutta secca, pane, carne, salumi, formaggi e dolci per un valore complessivo pari a 3,5 miliardi. L’effetto del maggior consumo di cibi calorici abbinato a bevande alcoliche è aggravato dal fatto che l’abbuffata per le festività è stata anche accompagnata, spesso, dalla sospensione delle attività sportive, con la chiusura di palestre e piscine, e da una maggiore sedentarietà che ha ridotto il movimento fisico e favorito l’accumulo di peso. Per questo alla fine si stima un aumento di peso fino a 2 chili per gli italiani, come emerge dall’analisi Coldiretti/Ixe’.

“Per rimettersi in forma, ma allo stesso tempo combattere il freddo e lo stress degli sbalzi termici – affermano il presidente di Coldiretti Liguria Gianluca Boeri e il delegato confederale Bruno Rivarossa – è fondamentale avere una dieta equilibrata a base di verdure di stagione, frutta, legumi, ma anche carne e pesce, che forniscono buona parte delle sostanze nutritive necessarie per mantenerci in salute. In questa stagione tra la frutta per disintossicare l’organismo e accompagnare il rientro in salute, ci sono arance, mele, pere e kiwi mentre per quanto riguarda le verdure quelle particolarmente indicate sono spinaci, cicoria, radicchio, zucche e zucchine, insalata, finocchi e carote. Tutte le insalate e le verdure è meglio se vengono condite con l’olio DOP Riviera ligure, un antiossidante naturale che combatte l’invecchiamento dell’organismo e favorisce l’eliminazione delle scorie metaboliche, e con abbondante succo di limone, che purifica l’organismo dalle tossine, fluidifica e pulisce il sangue. Inoltre non dimentichiamo che le arance sono una notevole fonte di vitamina C, che migliora il sistema immunitario, favorisce la circolazione, ossigena i tessuti e combatte i radicali liberi. Quindi invece di ricorrere a sostanze multivitaminiche per difendersi dai malanni di stagione o di diete estreme per rimettersi in forma, è meglio rivolgersi ai mercati di vendita diretta di Campagna Amica Liguria che possono fornire, tutti gli ingredienti per una dieta salutare e a km 0, da accompagnare con un po’ di movimento, in casa o all’aperto, sempre evitando assembramenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più...

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, abbigliamento, cura della casa e della persona, servizi di tutti i generi: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive.

Accedi alle offerte, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo