Mercato immobiliare genovese: ribasso del 4,4% – Babboleo

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Il settore immobiliare a Genova ha subito diverse modifiche dal 2010 ad oggi, e con l’arrivo del lock-down molte sono state le problematiche nella richiesta di compravendita di case genovesi.

Tra le grandi città, Genova è quella che ha registrato la variazione negativa più accentuata e conferma la sua difficoltà nel recuperare quanto perso durante la crisi immobiliare degli anni scorsi, secondo l’analisi fatta da Tecnocasa.

La situazione immobiliare genovese varia in relazione alla diverse aree a cui si fa riferimento.

Un importante ribasso dei prezzi(-8,3%) ha interessato la macroarea di Certosa e Pontedecimo.
Tra i quartieri in diminuzione c’è quello di Bolzaneto dove, subito dopo il lock-down, si è registrata una maggiore domanda di immobili con spazi esterni (giardino e terrazzo o balcone abitabile) per le tipologie che ne sono prive. Esiste poi un’area collinare (Murta e Gemiano) con soluzioni indipendenti e semindipendenti i cui prezzi vanno da 600 a 1200 € al mq.

L’area di Marassi -Molassana – San Fruttuoso vede i prezzi contrarsi del 6,7%e, tra i quartieri in ribasso,si segnala Molassana.

I prezzi in discesa nei quartieri di San Martino e Borgoratti della macroarea di Castelletto – Foce –San Martino ( -4,0%).

In diminuzione del 2,6% i valori immobiliari nella macroarea di Voltri – Pegli – Sestri.
Nelle zone di Sestri Ponente, Voltri,Pegli e Prà il mercato immobiliare si è decisamente ripreso dopo il lockdown.

Si segnalano famiglie che realizzano acquisti di tipo migliorativo indirizzati verso immobili con due camere da letto e spazi esterni. Tanti i giovani che comprano la prima casa spinti dai mutui interessanti. La vista mare è sempre un must richiesto ed apprezzato.

La macroarea di Principe -Oregina ha segnalato un ribasso dei valori immobiliari del 10%. A determinarlo è stato il trend di Oregina.
Si tratta di un quartiere non lontano dal centro storico, caratterizzato da immobili costruiti tra gli anni ’50 e gli anni ’70. Acquistano coloro che già vivono nel quartiere e anche chi vuole stare vicino al centro ma ha una disponibilità di spesa più contenuta.

Stabili i valori delle case nell’area di Cornigliano – Sampierdarena. Nel quartiere di Cornigliano, dopo il lockdown, il mercato si è rimesso in moto con un’accelerazione sugli immobili dotati di spazi esterni, maggiormente apprezzati in questo momento. La restante offerta immobiliare è rappresentata da tipologie popolari prive di spazi esterni,più difficili da vendere.
I prezzi oscillano intorno a 800 € al mq per una casa in buono stato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più...

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, abbigliamento, cura della casa e della persona, servizi di tutti i generi: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive.

Accedi alle offerte, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo