Route21 Chromosome on the Road fa tappa a Genova – Babboleo

Condividi questo Post

Ha fatto tappa a Genova la Route21 Chromosome on the Road, il giro l’Italia in Harley Davidson con i ragazzi con sindrome di down. Nata come un viaggio tra amici che vanno a trovare altri amici, l’iniziativa si è presto trasformata in qualcosa di più grande, in grado di arrivare non solo in ogni città ma soprattutto nel cuore di tanti che hanno incrociato il suo cammino.

Protagonisti del viaggio sono sei ragazzi che, a turno, salgono a bordo della Harley Davidson guidata da Gian Piero Papasodero, vicepresidente dell’associazione Diversa-Mente e organizzatore dell’iniziativa, percorrendo le strade d’Italia da Sud a Nord, dalla Sicilia al Veneto.
La Route 21 è una staffetta in cui i ragazzi si alternano percorrendo le varie tappe del viaggio e ritrovandosi tutti insieme alla partenza e all’arrivo del tour.
Giunta all’ottava edizione, la Route21 Chromosome on the Road ha preso ufficialmente il via nel 2015 con l’obiettivo di sfidare l’omologazione che spesso incasella i ragazzi con sindrome di down e lasciar emergere il carattere di ognuno, permettendo loro di stingere amicizia e rinsaldare un senso di appartenenza concreto. Emblematico il nome dell’iniziativa che richiama il mito americano della Route 66, la famosa autostrada che attraversa gli Stati Uniti da est a ovest, ma in questo caso c’è una connotazione peculiare, il 21, che fa riferimento a quel cromosoma in più della sindrome.

Quest’anno il viaggio è partito da Palermo il 3 settembre e terminerà a Roma il prossimo 5 ottobre, dopo aver toccato 33 città diverse.

«Genova è una tappa del cuore per la Route21 – ha rimarcato Gian Piero Papasodero – Il nostro viaggio non è fine a sé stesso ma ha l’obiettivo di mostrare a chiunque incontriamo la normalità dei ragazzi con sindrome di Down, affinché il modo di approcciarsi alla disabilità cambi a livello personale, associativo e istituzionale». 

Durante la sosta nel capoluogo ligure i ragazzi sono stati accolti a Palazzo Tursi per un momento di incontro e confronto su diversi temi con l’assessore alla Disabilità.

«Vi ringrazio per questo invito – ha dichiarato l’assessore alla Disabilità – perché è emozionante vedervi tutti qua. Già è emozionante vedere tutti quegli harleysti che arrivano con le loro moto con quel rombo inconfondibile. Un’opportunità per tutti, per voi, per noi tutti, portare in città questa testimonianza, con la grande solidarietà che si costruisce intorno a questo evento ed è davvero una grande opportunità per ognuno di noi: è una gioia avervi qui e spero di rivedervi anche l’anno prossimo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più...

Condividi questo Post

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, abbigliamento, cura della casa e della persona, servizi di tutti i generi: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive.

Accedi alle offerte, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo