Sorpresa all’ospedale Gaslini, motociclisti intrattengono dalle finestre i bambini ricoverati – Babboleo

Sorpresa all’ospedale Gaslini, motociclisti intrattengono dalle finestre i bambini ricoverati

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Neanche il covid19 è riuscito a tenere Vanni Oddera lontano dai bambini ricoverati in Oncologia all’ospedale Gaslini. A causa della pandemia l’ospedale è stato costretto a sospendere le visite di intrattenimento che allietavano i piccoli ricoverati all’interno dei reparti. Nonostante ciò, Vanni Oddera, non ha interrotto il suo intento: regalare un sorriso ai bambini meno fortunati. Il motociclista, accompagnato dal suo collega Maurizio Gerini e dallo “spiderman savonese” Mattia Villardita, si è travestito da supereroe e ha fatto visita ai pazienti dei reparti della clinica pediatrica, nefrologia, ematologia e oncologia, direttamente dalle finestre. Il tutto calandosi da un enorme gru.

Uno spettacolo inaspettato e coinvolgente per i bambini che hanno passato una giornata diversa, con i loro beniamini, ricevendo anche regali e gadget (maglie, cappellini, album da disegno) consegnati dal personale del reparto, il tutto nel pieno rispetto delle norme anti covid19. Grande entusiasmo anche da parte del personale ospedaliero che ha apprezzato la visita inaspettata dei tre sportivi benefattori, salutati e ringraziati per questo dono inusuale anche dai vertici dell’Istituto. Vanni Oddera, campione di motocross originario di Pontinvrea (SV) ha scelto di donare la propria passione per aiutare gli altri con la mototerapia, permettendo ai bambini in ospedale e ai disabili di salire in sella. All’età di soli 12 anni gli viene diagnosticato il situs viscerum iversus, una patologia molto rara ma, davanti ai consigli dei vari medici di smettere con lo sport estremo, Oddera non si ferma e continua a fare ciò che più gli piace: rendere la vita migliore alle persone. Da 6 anni il campione porta in tutta Italia l’attività “Freestyle Hospital” che prevede di percorrere le corsie degli ospedali, in sella alla moto trasportando i bambini ricoverati.

Nell’aprile del 2020 in pieno lockdown Oddera ha pensato a tutte le famiglie con ragazzi disabili e con la collaborazione dell’amico Gianpietro Da Re, cittadino di Conegliano, ha adattato la sua attività, inventando “Mototerapia Take-away” che permette di portare le moto direttamente a casa dei ragazzi speciali. In un anno oltre 50.000 disabili riceveranno la visita del campione del mondo, con attività sempre più coinvolgenti e con tutte le attenzioni del caso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più...

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, abbigliamento, cura della casa e della persona, servizi di tutti i generi: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive.

Accedi alle offerte, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo