Trasporti pubblici a Genova, calano gli incassi: servono fondi dal Governo

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Il mega progetto da 470 milioni di euro voluto dal Sindaco di Genova Marco Bucci per la realizzazione della nuova rete di trasporto pubblico locale via filobus sarà pronto entro il 2025.

Un futuro che si prospetta più agevole e green per la nostra città metropolitana, ma che non cancella uno scenario, quello attuale, che come nel resto d’Italia vede un servizio di trasporto pubblico insufficiente a garantire la sicurezza dei passeggeri in epoca covid.

Se da un lato chi si muove sui mezzi pubblici lamenta la continua esposizione al rischio di contagio, anche le aziende di trasporto pubblico locale non se la passano benissimo. AMT e ATP hanno dovuto fare i conti con i mancati introiti da biglietti causati dal lockdown e dal successivo taglio alla capienza massima prevista: -20 milioni per l’azienda di trasporto urbano (AMT), mentre ATP registra una perdita di 8 milioni.

Il Governo ha promesso di stanziare, a sostegno del trasporto pubblico locale, 1 miliardo e 600 milioni di euro. A inizio agosto, i fondi stanziati erano 500 milioni, meno di un terzo della somma totale. Genova, nello specifico, ha beneficiato di 5 milioni di euro, l’equivalente dell’1% della cifra totale.

L’arrivo della seconda tranche di finanziamenti è di fondamentale importanza per l’adeguamento di un sistema di trasporto pubblico locale inadeguato alle esigenze sanitarie richieste dall’emergenza covid.

“Per quest’anno riusciremo a chiudere i bilanci usando altri fondi” ha commentato il Sindaco di Genova Marco Bucci, che ha sottolineato come l’arrivo dei fondi mancanti sarebbe di fondamentale importanza per migliorare il trasporto pubblico cittadino, anche attraverso l’impiego del trasporto con NCC (noleggio con conducente).

Resta da capire quando e se arriveranno questi finanziamenti, in attesa di vedere se la percentuale di fondi riservati alla città di Genova passerà dall’1% all’1,86%, come auspicato dallo stesso Bucci in consiglio regionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più...

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, eventi, spettacoli: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive solo per gli iscritti alla Newsletter Babboleo!

Iscriviti Ora, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo