Un piano del treno sempre chiuso “per sicurezza”, lo strano caso del Regionale 12326 – Babboleo

Un piano del treno sempre chiuso “per sicurezza”, lo strano caso del Regionale 12326

Condividi questo Post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email
Share on whatsapp

Un piano della prima carrozza del treno interamente interdetto ai passeggeri “per ragioni di sicurezza”. La curiosità avviene da qualche tempo a questa parte sul Regionale 12326 che parte da Sestri Levante e arriva a Savona. È un treno di pendolari, molto affollato:«Ma quando c’è soprattutto un capotreno in particolare – raccontano vari passeggeri – l’intero secondo piano della prima carrozza è interdetto al pubblico, cosa che non avviene, invece, quando cambia il personale di bordo». Negli ultimi tempi qualche discussione è anche nata. E a quanto riferiscono i passeggeri il capotreno ha alternato risposte tra il «ragioni di sicurezza» e «quando ci sono io si fa così».

Sostanzialmente, sempre in base al racconto dei pendolari, il capotreno vieterebbe l’accesso al secondo piano perché i passeggeri per accedervi dovrebbero transitare davanti ai quattro posti legittimamente riservati a lui. Stamattina l’unica deroga è stata concessa a «una collega fuori servizio». Resta il dubbio:«Con un treno di pendolari molto affollato, com’è possibile interdire l’accesso ad un intero piano di una carrozza togliendo di fatto una quarantina di posti ai passeggeri? Dove sta la sicurezza? Forse solo quella del capotreno…».

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Scopri di più...

Condividi questo Post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email
Share on whatsapp

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, abbigliamento, cura della casa e della persona, servizi di tutti i generi: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive.

Accedi alle offerte, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo