Una serata da favola. A Villa Bombrini c’è il Gran Ballo Ottocentesco

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

In un’epoca frenetica e digitale la possibilità di riscoprire le emozioni di un grande ballo ottocentesco in costume d’epoca. Succederà nei grandi saloni di Villa Durazzo Bombrini a Genova Cornigliano sabato 5 giugno grazie alla Compagnia Italiana di Teatro e Danza che – in collaborazione con Genova Liguria Film Commission, il Centro Studi Amadeo Peter Giannini e Società per Cornigliano – restituirà per una notte la dimora storica di Cornigliano agli antichi fasti.

Alle ore 18 prenderà il via il Gran ballo Ottocentesco che ricostruirà gli sfarzosi ambienti delle corti austriaca, russa, francese e inglese attraverso l’esecuzione di quadriglie, polke, mazurke, valzer e danze corali. Particolari accorgimenti coreografici consentiranno ai danzatori di ballare mantenendo un adeguato distanziamento in ottemperanza alle regole anti Covid-19.

Gli abiti indossati dai danzatori sono stati realizzati seguendo sui modelli delle epoche di riferimento e riproducono anche alcuni autentici abiti dell’epoca creati degli stilisti di corte e realizzati dallo stilista genovese Francesco Bogetti.

Ad anticipare l’evento venerdì 4 giugno, alle ore 16.30,  A Tea with Jane Austen, un vero e proprio tè danzante sul modello della buona società dell’Ottocento.

 Info e prenotazioni: 328 8743223 / 347 3760200 o con e-mail a compagniateatrodanza@libero.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più...

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, abbigliamento, cura della casa e della persona, servizi di tutti i generi: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive.

Accedi alle offerte, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo