Vaccino in Liguria, Garibaldi (PD): “Fase 2 tra luci e (tante) ombre” – Babboleo

Vaccino in Liguria, Garibaldi (PD): “Fase 2 tra luci e (tante) ombre”

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Il consigliere regionale Luca Garibaldi ha fatto il punto delle criticità emerse in questa prima settimana di “fase 2”, la vaccinazione anti covid a ultra ottantenni della nostra regione, entrata nel vivo con la campagna di prenotazione approvata da Alisa il 15 febbraio. “Una settimana di luci e (tante) ombre” spiega il consigliere del PD.

Queste sono le principali criticità individuate da Garibaldi e dall’opposizione:

La lista d’attesa delle vaccinazioni – che originariamente doveva completarsi entro metà maggio – è andata lunga fino a giugno.

Mentre si aprivano le liste di prenotazione non erano ancora chiari e definiti i punti di vaccinazione – anche quelli Comunali – che stanno componendosi ancora in questi giorni: un aspetto che ha intasato alcuni centri a scapito di altri.

Si aprono una serie di centri nei vari Comuni e nei municipi ma non è chiaro come Regione intenda supportarli e tenerli aperti dal punto di vista del personale messo a disposizione.

Il piano distingue tra chi – impossibilitato a muoversi – può fare il vaccino a casa e chi deve prenotare. Chi si trova nella prima situazione ad oggi in gran parte non sa quando potrà farlo.

I medici di medicina generale e i farmacisti sono stati coinvolti solo dopo l’inizio delle prenotazioni, con una perdita del ruolo e della possibilità di attivazione che potevano avere in questa fase. Stessa cosa le organizzazioni di  volontariato e le Pubbliche Assistenze.

Proprio per far fronte a questa problematica, dall’opposizione arriva una propost: “Visto che molte persone non si muovono con facilità, nonostante possano andare a ricevere il vaccino nei punti dedicati, perchè non prevedere – invece che i mezzi pubblici – che al momento della prenotazione ci sia anche la possibilità di usufruire di trasporti dedicati – come per le visite mediche – direttamente in convenzione con le pubbliche assistente, il cui personale è già stato vaccinato? E’ una proposta semplice, ma importante” conclude Garibaldi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più...

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, abbigliamento, cura della casa e della persona, servizi di tutti i generi: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive.

Accedi alle offerte, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo