Cristina Capacci – Babboleo

Cristina Capacci

Cristina Capacci è una giornalista Pubblicista da quasi vent’anni e ama ascoltare e raccontare tutto ciò che accade in liguria. Dopo una vita davanti alle telecamere ora indossa le cuffie per fare quello che lei definisce il lavoro più bello del mondo e... lo fa sempre con il sorriso!

Verso il 25 novembre, Alessia Cotta Ramusino presenta il suo nuovo libro “100 Donne vestite di rosso”.

E’ in corso a Genova la XIX edizione del Festival dell’Eccellenza al Femminile che proseguirà fino al 9/12 e che affronta quest’ anno il tema dell’Identità attraverso spettacoli teatrali, presentazioni di libri, convegni, proiezioni e dibattiti.

“L’identità ha diverse sfaccettature e, mai come in questo momento, è un tema molto sentito dalle donne”, racconta ai nostri microfoni Alessia Cotta Ramusino, musicista e scrittrice che nel corso di questa edizione del festival e in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne si racconterà attraverso le pagine del suo libro “100 donne vestite di rosso“, pubblicato ad ottobre di quest’anno da Erga Editore.

La presentazione si terrà il 25 novembre alle 16 nel Salone di Rappresentanza della Città Metropolitana, a Genova.

“Un testo motivazionale e ispirazionale dove non si parla di violenza, ma di cultura, di bellezza e di modelli a cui ispirarsi, a livello femminile e non”, racconta Ramusino.

Qui l’ intervista integrale all’autrice.

Oggi penultimo concerto dell’Associazione Anfossi: Canti dal Silenzio

Oggi, Domenica 19 novembre, alle ore 17, nel Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi, il penultimo concerto dell’Associazione Anfossi: Canti dal Silenzio, con Marcello Fera al violino.

Un ciclo di brani che il poliedrico musicista, il quale è anche compositore e direttore d’orchestra, ha voluto dedicare per la prima volta al violino solo. Marcello Fera allude al silenzio, al vuoto da cui a poco, a poco si traggono le idee e inizia il processo della creazione artistica. Un concerto che sara’ di suoni e parole per raccontarsi al pubblico e dare un ritratto di se’ il più possibile vicino alla verita’, tra confessione e seduzione.

Ai microfoni di Radio Babboleo Marcello Fera, violinista, compositore e direttore d’orchestra ha raccontato qualcosa in più del concerto di questo pomeriggio

Concerto gratuito per i soci Anfossi
Biglietto al concerto € 10; biglietto ridotto € 5 Universitari 18/25 anni, gratuito sotto i 18 anni
Per info e prenotazioni scrivere a: info.associazionepan@gmail.com

Oggi 8 Ottobre si celebra la 73esima Giornata nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro

Cade oggi, 8 ottobre, la Giornata nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro. La ricorrenza – che si celebra la seconda domenica di ogni ottobre – è nata nel 1998, quando fu istituita con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri e sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, su richiesta dell’ANMIL (’Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro).

I numeri in Italia sono sempre alti, e la Liguria non è da meno purtroppo. Nei primi otto mesi dell’anno, stando ai dati Inail, sono state denunciate 657 vittime sul luogo di lavoro o in itinere.

Ai microfoni di Radio Babboleo abbiamo sentito Andrea Tafaria segretario generale Filca cisl che ci ha fatto il quadro della situazione regionale e quello che il sindacato prova a fare per fermare questo fenomeno.

Giornata internazionale della Podologia: i Podologi a tutela della salute del piede nello sport.

L’8 ottobre si celebra la Giornata internazionale della Podologia e il tema scelto per quest’anno – “Il piede come punto di partenza della maggior parte dei gesti sportivi”.

La Commissione di albo dei Podologi dell’Ordine TSRM e PSTRP di Genova, Imperia e Savona, presieduta da Daniela Risso, celebra questa ricorrenza – istituita nel 1947 dalla International Federation of Podiatrists – per promuovere la podologia attraverso l’educazione, la difesa, le alleanze strategiche a beneficio di chi soffre dei disturbi del piede della caviglia, oltre che sensibilizzare i cittadini circa lavoro del Podologo in qualsiasi campo di applicazione. 

Il Podologo quindi nella sua pratica professionale si avvale di diverse strategie per aiutare lo sportivo, per far fronte alla gestione dei carichi. Senza assecondare una corretta biomeccanica del gesto atletico, si predispone il piede nella condizione per cui la ripetitività e l’intensità del gesto, comportano il sovraccarico tissutale delle strutture muscolo – tendinee e osteo – articolari. Solitamente, le patologie che colpiscono gli sportivi  a livello del piede sono: metatarsalgie, fasciti plantari, tendinopatie ecc.

Il Podologo si adopera non solo in casi di atleti con patologie già conclamate, ma anche per tutelare i periodi di recupero successivo allo sforzo fisico o addirittura durante la stessa prestazione. Le modalità e i dispositivi da utilizzare sono a discrezione del professionista, oltre che subordinate all’esigenza dello sportivo; le soluzioni adottate possono andare da feltraggi  temporanei, ortesi siliconiche digitali, , tutori notturni o  terapia ortesico plantare mediante  solette in carbonio, polipropilene o altri materiali innovativi, applicazioni di kinesiotaping o eventualmente bendaggi funzionali.

Inevitabilmente, il Podologo ha l’occasione di perfezionare le ambizioni dell’atleta; se solo si pensasse che una miglior gestione di distribuzione delle pressioni, permetta il risparmio energetico impiegato nel gesto sportivo, ecco che lo sforzo dell’atleta può focalizzarsi in movimenti mirati al successo della sua prestazione.

Lo studio e il trattamento del piede è volto alla gestione delle patologie podaliche nello sportivo, attraverso quelli che sono gli ambiti di intervento professionale specifici del Podologo quali l’ortesiologia e i trattamenti conservativi.

 La valutazione funzionale e biomeccanica del piede, unitamente alla comprensione del modello prestativo e biomeccanico delle principali discipline sportive, consente al Podologo dello Sport di operare nel proprio ambito di intervento sia a carattere preventivo, sia per il trattamento del piede doloroso dello sportivo. 

Ai microfoni di Radio Babboleo abbiamo sentito Daniela Risso Presidente della commissione di albo dei podologi dell’Ordine TSRM e PSTRP di Genova, Imperia e Savona che ci ha spiegato meglio la figura del podologo

Associazione Anfossi: inizia la stagione autunnale …in Jeans

Si parte con la nuova programmazione autunnale dell’Associazione Anfossi, dall’8 ottobre a dicembre 2023, ricca di stimoli e novità musicali.

Un programma che permette un viaggio musicale dagli anni nostri a ritroso nel tempo, in bellissime sedi museali e chiese e in occasione di eventi importanti, tra i quali i Rolli Days di ottobre e il Festival della Scienza 2023.

E domenica 8 ottobre la data d’inizio e avverrà…in Jeans!Alle ore 18 all’Auditorium del Galata, Museo del Mare, Calata Ansaldo De Mari; uno spettacolo unico, inserito nella programmazione di GenovaJeans https://genovajeans.it: THEATRE PIECE di JOHN CAGE Spettacolo interattivoRegista e attore per un giorno Patchwork&Performance 
Uno spettacolo per attori e pubblico presente, con i bravissimi performers Dario Buccino, Giulia Gaudenzi e Francesca Pinna e il nostro pubblico. Lo spettacolo scritto da John Cage nel 1960, dimostra di essere ancora fresco e attualissimo, perche’ costruito e animato anche dal pubblico come un patchwork di eventi, senza sapere in anticipo di cosa si trattera’.

Ai microfoni di Radio Babboleo Carla Magnan, presidente dell’Associazione Anfossi ci ha anticipato qualcosa sull’evento dell’8 ottobre e sul programma.

Istituto Marsano di Genova: problemi strutturali

Nonostante siano da poco terminati i lavori di ristrutturazione dell’ Istituto Marsano nel quartiere genovese di Sant’Ilario, realizzati con fondi Pnrr, la scuola dopo le prime piogge della scorsa settimana versa in pessime condizioni. Gli studenti dopo aver fatto giorni di scuola in strutture al limite del fatiscente questa mattina hanno deciso di non entrare nella aule, come ci racconta ai microfoni di Radio Babboleo Raffaella, mamma di un alunno del Marsano.

Il primo festival dedicato all’ostrica italiana a La Spezia dal 6 all’8 Ottobre

Gli spazi di Calata Paita alla Spezia accolgono l’Italian Oyster Fest: il primo festival dedicato all’ostrica “made in Italy”. Sostenibilità, gusto e accessibilità sono le parole chiave della manifestazione – prima del suo genere in Italia – con un ricco programma di eventi, per approfondire, conoscere e degustare con consapevolezza. La manifestazione porta alla Spezia aziende produttrici da tutta Italia incluso un ospite francese. Oltre alla Liguria, sono rappresentate le produzioni provenienti da Sardegna, Puglia, Veneto, Emilia-Romagna. Il 6, 7 e 8 ottobre si svolgerà un’anteprima di un evento che punta a consolidarsi a partire già dalla prossima primavera.
L’evento nasce dalla collaborazione tra Camera di Commercio Riviere di Liguria, Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale, Legacoop Liguria e cooperativa Mitilicoltori spezzini. La manifestazione rappresenta una prima occasioni d’apertura al pubblico degli spazi di Calata Paita, recentemente rinnovati e restituiti alla città dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale. L’evento gode anche del patrocinio del Ministero dell’Agricoltura, della sovranità
alimentare e delle foreste, oltre che di Regione Liguria e Comune della Spezia.

Ai microfoni di Radio Babboleo abbiamo intervistato Paolo Varella presidente miticoltori spezzini che ci ha dato qualche anticipazione sull’evento che si terrà a La Spezia

Come degustare le ostriche:
Nello stand istituzionale si potranno acquistare, dalle ore 11 alle 22, i ticket per degustare le ostriche. Ticket per ogni degustazione: 5 euro (ostrica + vino).
Gli stand saranno aperti dalle 11 alle ore 22 a partire dalla mattina di venerdì 6 ottobre; l’inaugurazione, con la partecipazione delle istituzioni, si svolgerà venerdì 6 ottobre alle ore 18.30. Saranno presenti con propri stand e proprie tariffe: Muscoli Spezia, Tuttifrutti e Barbarasa Gin.
Le cantine in abbinamento alle ostriche sono: Cantina Cinque Terre, azienda agricola Zangani sarl, Cà du Ferrà Wine & Tasting, Cantine Lunae, az. agr. Ottaviano Lambruschi & C. s.s., cooperativa agricoltori Vallata di Levanto, azienda agricola Spagnoli Andrea, soc. agraria Buranco srl, azienda agricola agriturismo La Sarticola, società cooperativa “I Castelli” srl e Cantina Sassarini.
Sito dedicato: https://italianoysterfest.it

Per il programma completo clicca qui