Max Repetto – Babboleo

Max Repetto

Max Repetto è un conduttore e autore radiofonico di lungo corso, si occupa dell' ideazione e direzione artistica di eventi musicali e di spettacolo. Appassionato di dischi e libri, scrive di musica e spettacoli in Liguria e si dedica ad altri progetti editoriali.

Distinguished Gentleman’s Ride, anche a Genova il grande evento mondiale di solidarietà e stile

Motociclette vintage, eleganza e solidarietà: l’appuntamento è per domenica 22 maggio quando centinaia di motociclisti indosseranno i loro abiti migliori e saliranno in sella per raccogliere fondi per la ricerca contro il cancro alla prostata partecipando alla sfilata del “Distinguished Gentleman’s Ride”, evento benefico che ogni anno vede impegnati centauri in tutto il mondo in una corsa che in realtà è una gara di solidarietà e di stile. In Italia le città che prendono parte all’evento sono 48, ma nel mondo sono più di 700 con oltre 100mila motociclisti impegnati in una raccolta che in dieci anni ha superato 31 milioni di dollari. Genova, dal 2014 primo anno in cui Cafe Racer Genova ha organizzato l’evento, ha raccolto 15 mila dollari. 

I partecipanti per l’occasione devono sfoggiare abiti eleganti possibilmente vintage, per i gentiluomini baffi e barbe sono particolarmente graditi (anche finti). Il look si dovrà ispirare agli anni Cinquanta e Sessanta così come le moto, le vespe e le lambrette che saranno protagoniste.

Il raduno genovese sarà come tutti gli anni alle 9,30 in via Diaz (lato Caravelle Piazza della Vittoria) e partenza alle 10,30. Il corteo di moto andrà verso levante per poi tornare verso il centro e sfilare in via XX Settembre per arrivare alle 11,30 circa in piazza Colombo dove insieme al Civ Colombo/Galata e Confcommercio, Cafe Racer Genova ha organizzato una grande festa a base di musica, drink&food e tanti tanti motori. Le moto potranno posteggiare in Piazza Colombo – per l’occasione chiusa alle macchine – e lungo tutta via Galata. Per conoscere i dettagli dell’itinerario è necessario iscriversi sul sito: www.gentlemansride.com

Ludovica Schiaroli di Cafè Racer presenta l’edizione 2022

Cosa è il Distinguished Gentleman’s Ride: Il Distinguished Gentleman’s Ride è stato fondato a Sidney, in Australia, da Mark Hawwa che si è ispirato ad una foto di Don Draper, protagonista di Mad Men, a cavallo di una moto classica con addosso il suo abito migliore. Mark decise che un giro in moto a tema sarebbe stato un ottimo modo per combattere lo stereotipo, spesso negativo, dei motociclisti e, allo stesso tempo, per connettere le comunità motociclistiche. Nel 2012 – primo anno – si registrano 3mila partecipanti in 64 città; l’anno successivo nasce l’idea di raccogliere fondi per una buona causa: la ricerca contro il cancro alla prostata, i partecipanti sono 11mila in 147 città e si raccolgono 277mila dollari. Il 2014 è l’anno in cui l’evento diventa mondiale: 20mila partecipanti in 257 città di 58 paesi e vengono raccolti 1,5 milioni di dollari. Da allora, la terza domenica di maggio, in tutto il mondo dall’Albania al Venezuela, dalle Filippine all’Uruguay, fino a Sydney in Australia c’è un gentiluomo e una gentildonna che si prepara per partecipare al Distinguished Gentleman’s Ride!

Come partecipare: per iscriversi basta possedere una moto classica o classica moderna (café racer, scrambler, bobber, custom), vespe o lambrette e sfoggiare un abito elegante. Ci si iscrive sul sito www.gentlemansride.com, si seleziona il “ride” di Genova e si fa una donazione. Chi non partecipa alla sfilata in moto è comunque il benvenuto in piazza Colombo dove si svolgerà la festa dalle 11,30 in collaborazione con il Civ Colombo/Galata.

Cafe Racer Genova è un gruppo di appassionati di motociclette classiche e modern classic nato a Genova nel 2010 con la fissa dei motori e delle moto vintage anni Sessanta. La pagina facebook conta oltre 3600 iscritti, per lo più guidano Triumph Bonneville bicilindriche rigorosamente customizzate. Dal 2014 organizzano a Genova il Distinguished Gentleman’s Ride.

Beppe Gambetta “Vi racconto l’Acoustic Night 2022”. Ascolta l’intervista

E’ una sontuosa ventiduesima edizione della Acoustic Night, l’evento che ruota attorno all’arte musicale di Beppe Gambetta e dei suoi ospiti internazionali, quella che andrà in scena sul palcoscenico del Teatro Ivo Chiesa di Genova  da giovedì 19 a domenica 22 maggio.

Il grande compositore e musicista genovese racconta il nuovo spettacolo e le sue ultime vicende artistiche nell’intervista realizzata da Tommaso Imperato

L’Acoustic Night si rinnova nel segno della Bellezza senza confini: in questa ventiduesima edizione tutti gli artisti ospitati sul palcoscenico del Teatro Ivo Chiesa condividono un percorso “transnazionale”.

Harry Manx è un bluesman canadese che, innamoratosi della cultura indiana, ha deciso di andare a vivere per molti anni sulle sponde del Gange per studiare la musica e gli strumenti tradizionali fino a diventare un virtuoso del Mohan Veena (chitarra indiana) inventando un sound ibrido ribattezzato Mysticssippi.  Richard Shindell è un cantautore e musicista folk nato e cresciuto nella Grande Mela che, da sempre affascinato dall’America Latina, si è trasferito nel cuore della Pampa argentina, intorno a Buenos Aires. Casey Driessen, istrionico e magistrale interprete del violino progressivo a cinque corde, per cui è stato più volte nominato ai GRAMMY, che dal Minnesota si è spostato nella Berkeley School di Valencia dove insegna e produce acclamati progetti multiculturali.

Musicisti straordinari e cosmopoliti che hanno costruito la loro arte immergendosi in culture “altre”, partecipando ad esse in prima persona e assimilandone gli elementi con curiosità e sensibilità, proprio come il “padrone di casa” Beppe Gambetta, che da sempre crea le proprie composizioni ed elabora il proprio sound coniugando gli stili popolari di entrambe le sponde dell’Atlantico. Anche in questa edizione si alternano raffinati assoli, inediti duetti e scatenati ensemble dove i quattro fuoriclasse della musica acustica mescolano i loro stili differenti, fondendo maestria tecnica ed espressività, per dire col linguaggio universale delle sette note che la bellezza non ha e non avrà mai confini.

Oscar Prudente, concerto-spettacolo al Museo Viadelcampo29rosso nel weekend dei Rolli

Protagonista di stagioni musicali straordinarie e di collaborazioni indimenticabili con grandi artisti genovesi (e non), torna con un nuovo album interamente in lingua genovese e in chiave bossa nova Oscar Prudente. Cantautore, musicista e compositore, nel corso della sua lunga carriera Prudente ha lavorato tra gli altri con Fabrizio De André, Bruno Lauzi e Ivano Fossati e vanta collaborazioni con Dario Fo, Mogol, Lucio Battisti, Gianni Morandi, Francesco Baccini e molti altri.

Sabato 14 maggio , alle ore 17, al Museo Viadelcampo29rosso, Prudente presenterà il nuovo album  Quésto nòstro amô, un concerto – spettacolo ad ingresso libero dove  il cantautore proporrà le sue nuove canzoni e si racconterà al pubblico.

Laura Monferdini, responsabile del Museo Viadelcampo29rosso, presenta l’evento a Babboleo.it

Info e dettagli sulla pagina Facebook di Via del Campo 29rosso. 

Dopo ‘Pessimismo e fastidio’ arrivano le “12 STORIE TRISTI” (tutte da ridere) di Fabrizio Lamberti

Si intitola 12 Storie Tristi , il nuovo spettacolo di Fabrizio ‘Pippo’ Lamberti, il teorico del ‘pessimismo e fastidio’, in scena a La Claque del Teatro della Tosse di Genova sabato 14 maggio (h. 22.00).

Nello show ci sono tutte le arti di Pippo Lamberti, le parole, la musica e la comicità attraverso un percorso di 12 racconti: storie vere che sarebbero potute andare bene ma…non l’hanno fatto, vicende legate a grandi artisti da Puccini a Toscanini da Ritchie Blackmore a Jimmy Page.

L’invito di Pippo Lamberti al pubblico di Radio Babboleo

E’ possibile prenotare telefonando al botteghino del Teatro della Tosse 010/2470793 dal martedì al sabato dalle 15 alle 19, oppure acquistare i biglietti sul sito www.teatrodellatosse.it

Nel rispetto delle nuove disposizioni per il contenimento dell’epidemia da Covid-19 per accedere agli  spettacoli è obbligatorio indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2.

Informazioni Botteghino tel.  010.2470793 dal lun al ven dalle 15 alle 19 o promozione@teatrodellatosse.it

Teatro del Ponente, weekend di danza (partecipata) e crowfunding

Sabato 14 e domenica 15 maggio al Teatro del Ponente di Genova-Voltri apre…il Dancing Bruno, una cavalcata nel ballo popolare dai primi del ‘900 agli anni ’70 dove non c’è barriera tra platea e palco e così pubblico e performer diventano co-protagonisti dello stesso gioco teatrale. Dancing Bruno è una coproduzione Sanpapiè e Fondazione Luzzati-Teatro della Tosse e andrà in scena sabato 15 maggio alle 20.30 e domenica 16 maggio alle 18.

Lara Guidetti, ideatrice e direttrice artistica dello spettacolo a Babboleo.it

Dal 14 maggio prende anche il via l’operazione di crowfunding ‘AFFACCIO A PONENTE’ per lanciare il restyling della facciata del Teatro del Ponente. Marina Petrillo, Fondazione Luzzati – Teatro della Tosse

DANCING BRUNO

ideazione Lara Guidetti, Saverio Bari
con i contributi di Marco De Meo, Marcello Gori, Susanna Gozzetti, Cecilia Vecchio
coreografie e regia Lara Guidetti
testi Saverio Bari
musiche originali e fonica Marcello Gori
musica dal vivo Dino Stellini
costumi Daniela De Blasio
con Saverio Bari, Caterina Cescotti, Luis Fernando Colombo, Gioele Cosentino, Marco De Meo, Marcello Gori, Susanna Gozzetti, Lara Guidetti, Matteo Sacco, Cecilia Vecchio

Con la partecipazione degli allievi di DEOS – Danse Ensemble Opera Studio diretta da Giovanni Di Cicco

Coproduzione Sanpapié e Fondazione Luzzati – Teatro della Tosse

Giovanni Allevi in concerto a Genova. L’intervista a Radio Babboleo

La necessità e il senso di fare musica mentre infuria la guerra, il percorso nelle emozioni attraverso la magia delle note, lo scambio emotivo con il pubblico: c’è tutto questo, e molto altro, nelle parole di Giovanni Allevi che torna in concerto a Genova. L’Estasi Piano Solo Tour approda al Politeama Genovese martedì 17 maggio.

Giovanni Allevi si racconta al microfono di Tommaso Imperato.

Iniziato a gennaio con il doppio sold out di Roma e Milano, continua il tour europeo del Maestro Giovanni Allevi, impegnato al suo amato pianoforte con le composizioni del suo ultimo progetto discografico “Estasi”.
Le coinvolgenti note del nuovo lavoro discografico del compositore filosofo, saranno l’occasione per il pubblico di avvicinarsi all’esperienza meravigliosa dell’estasi. In sala lo spettatore potrà viaggiare tra le luminose suggestioni di “Kiss me again”, l’esplosiva ritmica di “Prog me”, la sussurrata preghiera di “My Angel”, il tormento terreno di “Lucifer” e alcuni dei brani che negli anni hanno reso il Maestro Allevi uno degli artisti più apprezzati al mondo, da “Aria” a “Come sei veramente” a “Back to Life”.
In scaletta non mancheranno momenti di riflessione importanti come quello sul destino della Terra, attraverso le note di “Our Future” – brano presentato in anteprima da Earth Day European Network (di cui Allevi è Ambassador) a Glasgow in occasione della COP26 e l’ultimo singolo dedicato alla Madre Terra: THE FIRST EMBRACE.
“THE FIRST EMBRACE”, il primo abbraccio, è il nuovo singolo per pianoforte solo che celebra e reclama l’amore e il rispetto per il nostro Pianeta. IL brano è già disponibile per il download e streaming su tutte le piattaforme e store digitali (https://giovanniallevi.lnk.to/THEFIRSTEMBRACE).
Un concerto pulsante e allo stesso tempo incantato, che guiderà lo spettatore in un viaggio sonoro unico.

Al Liceo Gobetti la Notte Bianca dedicata all’ambiente

Un viaggio multimediale nelle più urgenti criticità ambientali e climatiche alternato e momenti di musica, balletti e convivialità. Torna la Notte Bianca del Liceo delle Scienze Umane Gobetti di Genova, lunedì 9 maggio dalle ore 18.00 alle 21.30 con gli studenti del liceo delle Scienze umane, indirizzo ordinario, che daranno vita ad una serata che avrà come tema l’Antropocene, ossia la nostra epoca di profondi cambiamenti sul pianeta legati all’impatto delle attività umane.

Durante la serata il pubblico potrà seguire esposizioni- laboratori sul tema dei cambiamenti climatici e geologici dovuti all’azione dell’uomo attraverso quattro aree di comunicazione: l’ambiente, la società, l’economia, il diritto e l’etica. Non mancheranno momenti musicali e conviviali con esibizioni di docenti e studenti, coreografie inedite dell’indirizzo coreutico curate e DJ set.

https://www.gobetti.edu.it/pagine/notte-bianca-liceo-delle-scienze-umane