Cultura e Spettacoli – Babboleo

Cultura e Spettacoli

ArteGenova, torna la mostra d’arte moderna e contemporanea

Da oggi fino al 18 febbraio torna la 18^ edizione di ArteGenova al Padiglione Jean Nouvel della Fiera di Genova presentata da Nord Est Fair, società leader nell’organizzazione di fiere d’arte e d’antiquariato in diverse città italiane. Genova si è sempre dimostrata sensibile all’arte moderna e contemporanea, a dimostrarlo la presenza nel capoluogo ligure di numerose gallerie d’arte.

ArteGenova rappresenta una vetrina internazionale in cui spiccano le grandi firme che hanno fatto la storia dell’arte del Novecento, portate da 85 gallerie di altissimo livello giunte da quasi tutte le regioni italiane, fino ad approdare all’arte di attualità e alle inedite sperimentazioni degli artisti contemporanei. I giorni della mostra saranno all’insegna della cultura e dell’investimento nell’arte attesi ogni anno da un numero considerevole di operatori, visitatori, investitori e collezionisti provenienti da tutta Italia e dall’estero.

“ArteGenova si ripropone al pubblico sempre con interessanti opere d’arte di artisti importanti che non rappresentano una galleria d’arte moderna e contemporanea ma più gallerie d’arte moderne e contemporanee” ha dichiarato l’ideatore e curatore della mostra Nicola Rossi.

Ecco le sue parole ai microfoni di Radio Babboleo:

Orari per il pubblico: tutti i giorni dalle ore 10 alle 20. Biglietti e informazioni sul sito www.artegenova.com.

A Genova la dedica al Mozart argentino sulle note del tenore Fabio Armilato

Giovedì 15 febbraio, presso la biblioteca universitaria, l’anteprima nazionale del film dedicato al maestro Rodolfo Zanni e il concerto di Fabio Armilato. Appuntamento alle ore 19:30 per assistere alla proiezione di “Enigma in tempo rubato”, film in cui il protagonista, un musicista di origini genovesi, non ha la possibilità di esprimere adeguatamente la sua musica. Successivamente, le note di Fabio Armiliato, da oltre trent’anni uno dei tenori genovesi più importanti della scena lirica internazionale, accompagnate al pianoforte da Fabrizio Mocata.

Ai microfoni di Radio Babboleo, il tenore dichiara: ” il valore di una composizione artistica è un bene per tutta l’umanità, bisogna sempre operarsi affinché l’artista possa esprimersi, comporre e divulgare il proprio pensiero”.

Fabio Armiliato, nato a Genova, studiò al Conservatorio Niccolò Paganini della sua città e qui debuttò giovanissimo cominciando così una rapida carriera che lo ha portato ad affrontare i ruoli più importanti del suo registro nei più prestigiosi teatri del mondo. Attualmente, è uno dei tenori più importanti della scena lirica internazionale, acclamato dal pubblico grazie alla sua particolare vocalità, al suo impressionante registro acuto e alla sua innata musicalità.

Radio Babboleo farà parte della giuria radio del Festival di Sanremo

Stasera partirà ufficialmente la 74esima edizione del Festival di Sanremo, con una novità importante per quanto riguarda i metodi di votazione. Rispetto agli anni passati perderà infatti il proprio ruolo la giuria demoscopica, e verrà sostituita da una giuria composta da emittenti radiofoniche selezionate attraverso criteri di massima rappresentanza del territorio italiano, di cui farà parte anche Radio Babboleo.

La giuria delle radio entrerà in azione a partire dalla seconda serata. Mercoledì 7 e giovedì 8 febbraio la giuria delle emittenti radiofoniche avrà un peso pari al 50% della votazione totale, divisa equamente con il televoto.

Venerdì sera, nella puntata dei duetti e delle cover, rappresenterà il 33% del totale, diviso insieme a televoto (34%) e tv e web (33%). Le stesse percentuali verranno riproposte nell’ultima votazione della finale di sabato sera, quella decisiva per decretare il vincitore tra i primi 5 classificati scelti dal televoto.

La canzone con la percentuale di voto complessiva più elevata ottenuta in quest’ultima votazione verrà proclamata vincitrice di Sanremo 2024.

Successo per la V edizione del Genoa International Music Youth Festival; Il direttore artistico Tazzieri: “Sold out tutti gli spettacoli”

Si è conclusa ieri la quinta edizione del Genoa International Music Youth Festival, il prestigioso festival giovanile di musica classica organizzato dal Comune di Genova e dall’Associazione Italiana Culture Unite (AICU).

Ai microfoni di Radio Babboleo, il direttore artistico del festival Lorenzo Tazzieri ha fatto un bilancio dell’edizione: “E’ stata particolarmente di successo – ha spiegato – Il pubblico genovese ha risposto bene e abbiamo praticamente raggiunto il sold out in tutti gli spettacoli. La tematica della musica vocale ha creato un interesse maggiore“.

Non è finita qui per i giovani partecipanti all’evento che avranno a disposizione sbocchi interessanti per il futuro. “Come sempre – aggiunge Tazzieri – l’AICU si occupa di creare relazioni attraverso la musica con altre Nazioni. Le attività che vengono fatte all’estero creano indubbiamente opportunità per i giovani artisti che partecipano alle edizioni del festival genovese“.

L’ultimo spettacolo del festival, andato in scena ieri sera nel Salone del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale, ha inaugurato l’anno pucciniano, in occasione della ricorrenza dei 100 anni dalla scomparsa di Giacomo Puccini. “Durante il 2024 – conclude Tazzieri – sono previsti molti concerti in onore di Puccini. Oltre all’Europa, le produzioni si svolgeranno in America e in Asia”.

Ascolta l’intervista integrale a Lorenzo Tazzieri sul nostro sito.

“Histérico duo”, il Concerto di Natale dell’Associazione Anfossi

Sulle note delle più belle musiche per il cinema si conclude la Stagione Autunnale 2023 dell’Associazione Anfossi che porterà sabato 2 dicembre alle ore 17 presso il Museo d’Arte Orientale E. Chiossone il Concerto di Natale.

Un insolito connubio, quello tra due strumenti musicali agli antipodi. Tanto particolare quanto il nome che questo Duo protagonista ha scelto: “Histérico”, dall’omonimo movimento contenuto nella “Suite no. 1” che il compositore Raffaele Bellafronte ha deciso di elaborare per questo atipico insieme.

“Histérico” non nell’atteggiamento, non nella frenesia dell’esecuzione, ma nell’urgenza pressante di ricercare, di scoprire formule inedite e affascinanti per far sì che la Chitarra, strumento nobile e delicato, possa unirsi al Sassofono, potente e massiccio. Questo peculiare approccio dei due giovani musicisti, Davide Di Ienno e Michele Paolino, genera intriganti idee che traggono nutrimento anche dalle loro precoci esperienze nel concertismo internazionale. Il loro repertorio di ampio respiro ha permesso collaborazioni con importanti istituzioni in Italia e all’estero: gli Istituti Italiani di Cultura di Lione, Parigi e Dublino, la Rassegna Musicale d’Autunno di San Marino, i “Concerti in Villa” di Mestre (Dir. Artistica Mario Brunello).

Entrata a pagamento all’Associazione Anfossi, in loco prima del concerto, solo in contanti:

Biglietto al concerto € 5 per i soci Anfossi
Biglietto al concerto € 10 per i non soci
Biglietto ridotto € 5 Universitari 18/25 anni, gratuito sotto i 18 anni

Prenotazione obbligatoria dati i posti limitati in sala.
Per info e prenotazioni scrivere a: info.associazionepan@gmail.com

“Il Talento della Malattia” al Teatro Eleonora Duse: Uno Spettacolo Emozionante a Sostegno della Ricerca sul Tumore al Seno

Venerdì 6 ottobre, alle 20.30, al Teatro Eleonora Duse di Genova, andrà in scena “Il Talento della Malattia”, una produzione di Franco Albini Academy in collaborazione con la Fondazione AIRC.

Lo spettacolo, scritto e diretto da Paola Albini e Natalia Piana, si basa sulle testimonianze di quindici donne pazienti oncologiche dell’associazione C6 Siloku e rientra nel ricco programma del Nastro Rosa AIRC, una campagna che dedica l’intero mese di ottobre alla sensibilizzazione sul tumore al seno, promuovendo l’importanza della prevenzione e della ricerca per la cura di tutte le pazienti.

“Il Talento della Malattia” non è un’opera teatrale tradizionale, ma un progetto multidisciplinare che si avvale di parole, immagini, musica e voci fuori campo e che si sviluppa come un percorso di autobiografia narrativa con lo scopo di rompere l’isolamento e la solitudine che la malattia porta con sé.

Attraverso un dialogo aperto con il pubblico, gli autori intendono portare consapevolezza sull’approccio più efficace per sostenere il paziente nel percorso di cura e l’importanza di dare voce alla malattia, raccontandola e condividendola per superare l’isolamento e la solitudine che spesso accompagna questa esperienza.

Il progetto servirà anche a raccogliere fondi da destinare alla ricerca sulla lotta al tumore al seno della Fondazione AIRC.

I biglietti per assistere a “ Il Talento della Malattia” e contribuire al sostegno dei ricercatori AIRC, sono disponibili online sul circuito Teatro Nazionale Genova e presso la biglietteria del Teatro.

Per ulteriori informazioni è possibile scrivere a: com.liguria@airc.it o visitare il sito ufficiale della Fondazione AIRC all’indirizzo AIRC.IT/area-stampa.

“Sogno di una notte di mezza estate”, lo spettacolo della Scuola LiguriAttori

Sabato 10 e lunedì 12 giugno 2023, alle ore 20, al Tiqu Teatro di Piazzetta Cambiaso, nel centro storico di Genova, è in programma lo spettacolo “Sogno di una notte di mezza estate”, portato in scena dagli allievi del laboratorio della Scuola di Recitazione e Comunicazione LiguriAttori di Sturla, diretta da Federica Ruggero e Luigi Marangoni. La regia dello spettacolo, a ingresso gratuito, è di Raffaele Casagrande, attore e docente stabile di LiguriAttori.

Come da tradizione, al termine dell’anno accademico di LiguriAttori è in programma uno spettacolo portato in scena dagli aspiranti attori in un teatro cittadino. Quest’anno, i protagonisti sono gli allievi del nuovo laboratorio di cinema e teatro introdotto lo scorso settembre e la scelta è ricaduta su un classico di William Shakespeare. «La grande novità dell’anno accademico 2022/23 – spiega Federica Ruggero – è stata la creazione di un corso avanzato che abbiamo chiamato LA-B, che nasce dall’esigenza dei nostri allievi, che hanno terminato il percorso di recitazione triennale, di vivere un’esperienza ancora più sfidante e immersiva. Abbiamo deciso di affiancare alla recitazione teatrale quella cinematografica che ha portato, nella prima parte dell’anno, alla realizzazione di un cortometraggio».

Aggiunge il codirettore Luigi Marangoni: «Quello in cui crediamo fortemente è la formazione continua, per questo stimoliamo i nostri allievi a fare esperienze in compagnie anche al di fuori di LiguriAttori, e nello stesso tempo creiamo nuove opportunità per formarsi lavorando a stretto contatto con professionisti di alto livello». Oltre ai due direttori, infatti, nel team di insegnanti ci sono attori e registi molto apprezzati come Cristina Pasino, Marco Taddei, Pier Luigi Pasino e Raffaele Casagrande.

Quest’anno, i 12 partecipanti del LA-B porteranno in scena un grande autore come Shakespeare, con un testo dal sapore estivo e divertente come “Sogno di una notte di mezza estate”. «Siamo felici di portare questo spettacolo al Tiqu – Teatro Internazionale di Quartiere – continua Luigi Marangoni – perché è un luogo teatrale magico, che svolge un ruolo importante sia per la nostra città sia a livello internazionale». L’ingresso alle due serate è gratuito ma è consigliata la prenotazione al numero 370 3286487 o via email a liguriattori@gmail.com.

L’intervista integrale a Federica Ruggero, direttrice di LiguriAttori, su Babboleo News.

Claudio Pozzani, dal nuovo romanzo “Confessioni di un misantropo” al Festival Internazionale di Poesia

Due sono stati i temi che abbiamo affrontato con Claudio Pozzani, poeta, scrittore e musicista, nell’intervista ai microfoni di Babboleo News. Il suo nuovo romanzo “Confessioni di un misantropo” e la 29esima edizione del Festival Internazionale di Poesia di Genova.

“Confessioni di un misantropo” parla di Athos Rossini di un ex artista, giornalista, terrorista ed ergastolano, arrivato a 103 anni, membro del Quadrumvirato che per quasi un decennio ha retto una “dittatura dei creativi” a cavallo del 2030, ripercorre la propria parabola umana, artistica e politica durante un’intervista-fiume in uno studio televisivo. Difende a spada tratta la sua rivoluzione, basata sul rilancio della cultura, dell’arte e della ricerca, sul superamento del lavoro tramite l’automazione, la nazionalizzazione di banche e finanza ma anche sull’eliminazione fisica degli oppositori interni. Dopo la trasmissione, Athos decide di pubblicare un memoriale ricco di sconvolgenti rivelazioni sui vertici politici ed economici, scatenando un terremoto che getta il Paese nell’anarchia della guerra civile.

Con uno stile frizzante e vivace, Pozzani dà vita a un personaggio narcisista e incendiario, che tra le pagine di questo romanzo mette a ferro e fuoco i valori democratici, distruggendo il politicamente corretto con un sarcasmo corrosivo e travolgente.

Il romanzo di Pozzani uscirà in libreria oggi sabato 3 giugno; mentre giovedì 8 giugno, ci sarà la presentazione alla Libreria Feltrinelli a Genova.

Il 29esimo Festival Internazionale di Poesia, dal nome PAROLE SPALANCATE, si terrà dall’8 al 18 giugno. Anche quest’anno ritorna con oltre 100 eventi gratuiti con autori da tutto il mondo.

Letture, concerti, proiezioni, visite guidate, mostre, installazioni, conferenze, performance, spettacoli multimediali, si alterneranno per 11 giorni consecutivi di programmazione.

I macro-temi di quest’anno sono Eros e Mare, che saranno declinati in Poesia e in altre forme espressive, a cominciare dalla mostra “I Giardini dell’Eros” di Bruno Cattani, Gianluigi Colin e Silvio Monti.

L’intervista integrale a Claudio Pozzani su Babboleo News.

“Insieme”, il teatro come strumento per l’inclusione sociale

Il progetto nazionale “Insieme”, ideato da F.I.T.A. – Federazione Italiana Teatro Amatoriale, si conclude il 31 marzo 2023 a Genova con il convegno “Il teatro strumento per l’inclusione sociale. Il ruolo dell’associazionismo del Terzo Settore nel futuro delle comunità” (dalle ore 10 presso Bi. Bi. Service in via XX Settembre 41, terzo piano) e lo spettacolo “Il battito del sole” (ore 20.30 al Teatro Verdi di Sestri Ponente) con la Compagnia Musicalmente e i ragazzi della Consulta Diocesana di Genova. La F.I.T.A., riconosciuta Rete Associativa del Terzo Settore, ha realizzato questa iniziativa con il finanziamento del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, la collaborazione della Consulta Diocesana di Genova, la partnership dell’associazione La Rotonda, e ha ottenuto il patrocinio del Comune di Genova e della Regione Liguria.

L’obiettivo di “Insieme” è promuovere l’attività teatrale nella sua funzione sociale, non solo come forma di spettacolo ma come strumento educativo che favorisce la crescita individuale e sociale, creando una concreta occasione di conoscenza che sviluppa in maniera naturale l’inclusione. Il mezzo è il teatro svolto non in forma professionistica, ma con alta professionalità e competenza. Nel corso dei ventuno laboratori che hanno attraversato tutta l’Italia, è stata offerta a giovani dai 18 ai 30 anni un’esperienza di teatro amatoriale come occasione di incontro con coetanei e persone in situazioni di disagio o di fragilità, allo scopo di intraprendere insieme delle attività ludico-ricreative e artistiche. Con la guida di formatori e docenti esperti, essi hanno intrapreso una formazione, tramite laboratori pratici, sui linguaggi del teatro d’attore e di figura, insieme ai giovani ospiti delle comunità educative e di accoglienza per minori, con l’obiettivo di raccontare e rappresentare in una performance pubblica finale una fiaba, mito o leggenda del territorio di appartenenza, anche attraverso la costruzione e l’utilizzo di burattini, teatrini, maschere, oggetti e costumi di scena, canzoni e melodie del repertorio popolare.

“L’obiettivo è quello di far comprendere l’importanza del teatro come inclusione sociale – ha dichiarato Carmelo Pace, presidente nazionale FITA, ai microfoni di Babboleo News – i risultati che abbiamo avuto sono molti positivi, ma la cosa più bella è che questi ragazzi meno fortunati si incontrano con altri ragazzi, che normalmente fanno teatro”.

“Utilizzare il teatro verso giovani e ragazzi che sono esclusi dalla nascita, avendo avuto un percorso di vita ad ostacoli – commenta a Babboleo News il direttore Consulta Diocesana, Fabio Gerosa – il teatro è un grandissimo agevolatore sia in senso psicologico, perchè restituisce benessere al ragazzo, sia in senso di presa di coscienza di quello che il ragazzo ha nella propria vita”

La giornata si concluderà al Teatro Verdi di Genova (piazza Oriani), alle ore 20,30 con lo spettacolo “Il battito del sole”, in cui si combinano danza, canto e recitazione, poesie, canzoni e storie vere. Gli artisti coinvolti sono ragazzi appartenenti a strutture della Consulta Dicesana alla loro prima esperienza di palco e la Compagnia Musicalmente APS della F.I.T.A. di Genova, che hanno lavorato uniti per creare uno spettacolo che esplora le esperienze e le sfide della vita attraverso l’espressione artistica. Nella consapevolezza che stare insieme e unire le proprie forze, crea sempre valore.

I tetti di Genova nei dipinti di Giorgio Spano per il Centro per non subire violenza

Anche quest’anno il pittore Giorgio Spano per sostenere il Centro Per Non Subire Violenza con sede in Via Cairoli 14/7 offre il suo stupendo calendario.
Il Centro Per Non Subire Violenza per sostenere la Casa Rifugio a indirizzo segreto propone come dono natalizio il calendario 2023 di Giorgio Spano pittore genovese, che da anni, con le sue opere sostiene il Centro Antiviolenza.
Con una donazione minima di 10€ potrete contribuire alle “card regalo” utilizzate per acquisto di abbigliamento, giocattoli e decorazioni natalizie per la Casa. I minori ospiti nella Casa Rifugio a indirizzo segreto hanno spesso sperimentato le festività come momenti nei quali hanno assistito a episodi di violenza del papà nei confronti della mamma, quindi nel loro percorso in Casa Rifugio è molto importante poter vivere le festività come il Natale in un’atmosfera calda per un Natale magico e speciale.
Il pittore Giorgio Spano anche quest’anno ci ha regalato il suo calendario. La sua saggezza e sensibilità scaturisce dai suoi quadri, dallo sguardo sempre positivo e colorato che propone: i tetti di Genova in tutte le loro varietà. Ogni mese una immagine diversa e una sua visione, sempre costruttiva, del mondo.


Per informazioni sulle modalità del ritiro del calendario e su come effettuare la donazione potete contattare il numero del Centro Antiviolenza 010/2461716 o inviare una email a eventipernonsubire@libero.it

Il ricavato delle vendita del calendario sosterrà a Genova, oltre alle attività del Centro Per non subire violenza- via Cairoli, anche l’Associazione Gigi Ghirotti Onlus, il Fondo Tumori e Leucemie del Bambino e una esperienza di solidarietà gestita dal Prof. UMBERTO Valente in Madagascar, ONG NEXT Onlus, Polo
Sanitario.