Cultura e Spettacoli – Pagina 30 – Babboleo

Cultura e Spettacoli

Andrea Carlini ‘Cervello in fuga’ ma…in sicurezza!

Torna sul palcoscenico Andrea Carlini, protagonista dello spettacolo ‘Cervello in fuga’. Il comico genovese, che dal 2015 fa parte anche del collettivo dei Bruciabaracche, sarà in scena sabato 10 ottobre al Teatro Il Sipario Strappato di Arenzano.

‘Cervello in fuga’ è un viaggio esilarante tra matrimonio, figli, lavoro, televisione, ricchezza e povertà in un susseguirsi di personaggi e monologhi. I vizi, le debolezze e le paure di un uomo a metà tra i trenta e i quaranta chiamato ad affrontare le sfide dei giorni nostri: troppo vecchio per essere giovane e troppo giovane per essere già un nostalgico.

Ecco l’invito di Andrea al pubblico di Radio Babboleo

Lo spettacolo avrà inizio alle 21. I posti in sala saranno assegnati su prenotazione o tramite la compilazione di un modulo disponibile all’entrata o scaricabile dal sito ilsipariostrappato.it. All’ingresso verrà effettuata la misurazione della temperatura corporea e il pubblico avrà a disposizione gel sanificante.
I posti saranno distanziati ma i congiunti potranno stare vicini, gli spettatori dovranno obbligatoriamente indossare la mascherina.

Biglietto intero a 12 euro. Info e prenotazioni: 3396539121

Ecco Immaginare Genova, il nuovo museo diffuso di Cornigliano e Certosa

Com’è fatta la città che vorresti? Da questa domanda prende forma nelle giovani generazioni la necessità di pensare e creare un futuro per Genova, assumendo un ruolo attivo nel nuovo sviluppo dello spazio urbano. Con il progetto “Immaginare Genova” nasce così, nel capoluogo ligure, un museo diffuso a cielo aperto con opere di poster art e realtà aumentata, a cura dell’hub creativo BASE Milano, Arci Genova, Bepart e Associazione La Stanza, realizzato con il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito del Bando CivICa, progetti di Cultura e Innovazione Civica.

Il museo diffuso è stato inaugurato sabato 3 ottobre con due tour guidati nei quartieri di Cornigliano e Certosa. Obiettivo dell’iniziativa è quello di attivare un processo di immaginazione collettiva – a partire dai più giovani – che possa contribuire a riattivare la costruzione di immagini di futuro per Genova.

La prima parte del progetto ha coinvolto alcuni gruppi di ragazzi provenienti dalle scuole medie e superiori dei quartieri Certosa e Cornigliano in laboratori di immaginazione urbana, per creare contenuti attraverso l’utilizzo di linguaggi contemporanei della produzione artistica quali il collage, il video, l’animazione e la realtà aumentata. Partendo dai propri bisogni e dalle proprie paure, i ragazzi hanno definito ed analizzato le necessità della propria città, immaginando un profilo della Genova dei desideri. L’arte diventa quindi processo di apprendimento, elaborazione emotiva, sviluppo di nuove competenze, strumento di partecipazione e trasformazione dello spazio pubblico.

“In amministrazione non riusciamo a trovare il linguaggio per ingaggiare le generazioni più giovani. Voi avete esplorato la parte delle relazioni, avete aperto una breccia nel territorio. Avete costruito un messaggio con i ragazzi e ora quel messaggio è diventato del territorio, del quartiere e della città”, ha dichiarato Marialuisa Centofanti, assessora del Municipio 6 Medio Ponente.

L’esito di questo percorso, volto ad accrescere nei ragazzi la consapevolezza sul ruolo delle azioni individuali nel raggiungimento di obiettivi di sviluppo locale e globale, è la creazione di un museo diffuso a cielo aperto che riflette sul futuro della città, dove sogni e realtà s’incontrano, producendo animazioni che interagiscono con le architetture e gli spazi. Composto da opere di sticker art e realtà aumentata, il museo ripercorre i punti cruciali dei due quartieri genovesi come l’Ex Mercato coperto di Cornigliano, il Parco Urbano Valletta Rio S. Pietro, i Giardini Melis, l’Info Point Cornigliano e la Stazione della Metropolitana di Brin. Inquadrando con lo smartphone lo sticker attraverso attraverso l’app Bepart (disponibile gratuitamente su iOS e Android), l’opera si animerà mettendo in scena un’azione civica sognatrice ma importante. Si tratta di un’occasione di riflessione collettiva intorno alla capacità di immaginare un futuro e il ruolo che ciascun cittadino può avere in questa inversione di tendenza.

“Uno dei valori aggiunti del progetto è stato quello di mettere insieme operatori culturali di due città molto diverse sotto alcuni punti di vista ma per un progetto con finalità al contempo locali e universali: il potere dell’immaginazione che si trasforma in azioni di cittadinanza attiva”, ha affermato Marina Mussapi, BASE Milano.

Genova riceve così il testimone da Milano. Non è lontano il tempo in cui anche il capoluogo lombardo ha accolto la stessa sfida. Lo scorso luglio infatti, con “Immaginare Piazza Tirana”, 40 ragazze e ragazzi del Giambellino hanno trasformato il volto del quartiere della periferia sud-ovest della città creando un nuovo luogo di aggregazione e punto di partenza di future progettualità culturali. Il campo da basket di Piazza Tirana, colorata di street art, animazioni digitali e installazioni, è il frutto di un progetto partecipato che ora resta in eredità agli abitanti del quartiere e alla collettività. L’alleanza tra i cittadini e la comunità creativa ha generato una spinta propulsiva verso il ripensamento della città, che si è trasformata in una vera e propria azione di cittadinanza attiva. Partendo dall’esempio di Milano, “Immaginare Genova” scommette su una relazione virtuosa e generativa tra la comunità creativa milanese e gli operatori della città ligure, promuovendo un’alleanza per l’immaginazione.

Festa dei Mondi…in cucina, aspettando il 2021!

Si racconta già nel nome la Festa dei Mondi, manifestazione che dal 2015 colora la primavera nel Porto Antico di Genova: una settimana di incontro e conoscenza con le tradizioni, le danze, i costumi, l’artigianato e la gastronomia delle tante comunità straniere che vivono e lavorano nel territorio genovese per un evento che è arrivato a rappresentare 40 paesi, con un pubblico sempre più numeroso (circa 10.000 presenze nell’edizione del 2019) e che si articola attraverso laboratori per le scuole, workshop, spettacoli in piazza e l’immancabile festoso gran finale della Parata dei Mondi.

L’edizione 2020, rinviata al prossimo anno per l’emergenza Covid, propone una gustosa appendice dal 5 al 7 ottobre con una serie di laboratori enogastronomici, nello spazio didattico di Eataly Genova, un viaggio tra Europa, Africa ed America. Gli workshop sono a prenotazione obbligatoria, direttamente in negozio o sul sito di Eataly Genova.

“È per noi molto importante – dice la responsabile Ufficio Eventi e Comunicazione della Porto Antico SPA, Luisella Tealdiconfermare, anche se in maniera ridotta, la nostra Festa dei Mondi per dare continuità all’evento e non far affievolire lo spirito di collaborazione e comunicazione interculturale che si è creato in questi anni. Sono ammirevoli l’impegno e la passione con cui ogni anno le varie Associazioni che collaborano con noi raccontano le proprie tradizioni, ed è infatti grazie alla collaborazione di tutti che riusciamo a realizzare un evento che unisce culture, persone e tradizioni”.

La Festa dei Mondi torenrà nel 2021 con il tema Paesi, Storie e Costumi.

“Voci dall’Arca”, il direttore artistico Baldacci: “Il carcere sia luogo di riabilitazione attraverso il teatro”

Sei appuntamenti in musica per la prima parte della terza rassegna “Voci dall’Arca“. E’ la proposta autunnale del Teatro Necessario, associazione che ha l’obiettivo di reinserire in società i detenuti della casa circondariale di Genova Marassi attraverso la recitazione e la cultura. Una mission che prosegue anche nella stagione 2020/21, nonostante le difficoltà legate alla pandemia. Ne abbiamo parlato con il direttore artistico Sandro Baldacci.

Tutte le info sulla terza rassegna di musica e teatro civile “Voci dall’Arca“, organizzato da Teatro Necessario sotto la direzione artistica di Sandro Baldacci, al seguente link:

Torna “Voci dall’Arca”, la rassegna di musica e teatro civile di Teatro Necessario

La terza rassegna di musica e teatro civile “Voci dall’Arca“, organizzata dall’Associazione Teatro Necessario, torna sul palcoscenico del Teatro dell’Arca e del Teatro della Corte confermando la sua linea artistica e la sua articolazione nelle due oramai classiche sezioni: note d’autunno, con sei spettacoli di musica e danza multietnica, e parole di primavera, con sette spettacoli di teatro civile, per un totale complessivo di 13 eventi e 46 repliche. Ne abbiamo parlato con la presidente dell’Associazione Teatro Necessario Onlus, Mireya Cannata.

L’intervista integrale a Mirella Cannata

Torna ‘Genova per voi’, il grande talent degli autori di canzoni

Non poteva che nascere e crescere a Genova un talent davvero speciale dedicato agli autori di canzoni.

E’ ‘Genova per voi’, il primo talent italiano per autori che raggiunge la sua ottava edizione, confermandosi come una una realtà vitale e consolidata dell’industria dello spettacolo e che dà ai vincitori la ghiotta opportunità di ottenere un contratto editoriale con Universal Music Publishing Ricordi. Un concorso che ha scoperto grandi autori di canzoni come Federica Abbate, Emanuele Dabbono e molti altri e per la quale si sono aperte le iscrizioni, che si chiuderanno il 15 dicembre 2020. La scheda di iscrizione e il regolamento sono pubblicati sul sito www.genovapervoi.net

La Direzione Artistica è del cantautore e drammaturgo Gian Piero Alloisio, la Direzione Organizzativa è del giornalista musicale Franco Zanetti. Durante i laboratori, i finalisti saranno seguiti dal team di Universal Music Publishing diretto da Klaus Bonoldi.

Gian Piero Alloisio ci ha raccontato così questa nuova edizione

I SUCCESSI DI GENOVA PER VOI

Le precedenti edizioni hanno scoperto grandi talenti come Federica Abbate, l’autrice italiana più venduta di sempre. Ha firmato numerose hit (per Baby K. e Giusy Ferreri, Loredana Berté, Boomdabash, Michele Bravi, Fedez, Fiorella Mannoia, Francesca Michielin, Noemi, Marracash, Eros Ramazzotti..) che le sono valse decine di Dischi di Platino. Firma il singolo più venduto del 2019 “Una volta ancora” di Fred de Palma e Ana Mena conquistando 5 Dischi di Platino in Italia e 4 in Spagna. Nell’estate 2020 continua a dominare le classifiche italiane scrivendo brani come “Karaoke” di Alessandra Amoroso e Takagi e Ketra (3 Dischi di Platino), “Mediterranea” di Irama (3 Dischi di Platino), “A un passo dalla luna” di Rocco Hunt e Ana Mena (2 Dischi di Platino). Per il singolo «Roma-Bangkok» di Baby K. e Giusy Ferreri ha ottenuto il Disco di Diamante.

Non da meno è Emanuele Dabbono che ha scritto, con e per Tiziano Ferro, hit come “Incanto”, “Il Conforto”, “Valore Assoluto”, “Lento/Veloce”, “Buona (cattiva) sorte”, ottenendo vari Dischi di Platino.

Tra i vincitori delle scorse edizioni, segnaliamo Simone Cremonini, che ha scritto per Emma, Marco Mengoni, Francesco Renga, Benji e Fede, Michele Merlo, Elodie e Marco Masini, e Maria Luisa De Prisco, che ha firmato “Il peso del coraggio” (il brano che Fiorella Mannoia ha presentato al Festival di Sanremo del 2019). Una menzione particolare per Willie Peyote, rapper e cantautore torinese, ormai considerato una delle figure di spicco della scena rap/cantautorale italiana. Sempre in ambito rap-hip hop, vanno citati anche Claver Gold, Dutch Nazari e Murubutu.

A ottobre torna ‘L’Ornano Furioso’

Dopo il rinvio causa lockdown delle date previste a marzo Antonio Ornano torna al Politeama Genovese il 23 e 24 ottobre con ‘L’Ornano Furioso’ un “monologo cavalleresco” di stand up comedy, dalla comicità graffiante e sempre in evoluzione, sottotitolo Le donne, l’arte, gli amori, le scortesie, le audaci ipocrisie io canto.

Uno show che il comico genovese presenta così: ‘Dopo anni di patetica introspezione psicologica può comunque capitare di avere una rivelazione e capire le ragioni di una “furia” cieca ed indiscriminata. Tranquilli, trovare il motivo non risolve il problema, anzi, lo amplifica, soprattutto quando scopri che l’unico colpevole di questa collera sei tu. Una consapevolezza che è una condanna, perché ti priva dell’effimero quanto catartico piacere di prendertela sempre con qualcun altro. Puoi solo smetterla di essere altrove e obbligarti a vivere in un tempo a cui non siamo più abituati, il presente. Il tempo giusto per cancellare ogni alibi, per bearti dei sogni infranti e sguazzare nei tuoi fallimenti. Poi magari scopri che, nascosti da qualche parte, ci sono persino dei tuoi simili. E allora ti scappa da ridere’

I biglietti per lo spettacolo sono acquistabili sui circuiti TicketOne e HappyTicket o chiamando il teatro allo 010.8393589

Per i possessori dei biglietti delle date di marzo i ticket relativi a venerdì 27 marzo ore 21 sono validi mantenendo stessa fila e posto per venerdì 23 Ottobre 2020 ore 21, mentre i biglietti di sabato 28 marzo ore 21 sono validi mantenendo stessa fila e posto per sabato 24 Ottobre 2020 ore 21

Teatro Nazionale di Genova, si parte con ‘Elena’ dei record

Una stagione nuova in tutti i sensi quella del Teatro Nazionale di Genova che inaugura un cartellone ricco di proposte e modellato sull’emergenza Coronavirus. Sarà infatti un cartellone presentato in progress, a cadenza trimestrale, seguendo gli sviluppi della situazione Covid-19, mentre a teatro verranno applicate tutte le linee guida in merito alla sicurezza degli spettatori.

Lo spettacolo inaugurale è ‘Elena’ di Euripide, in un allestimento che unisce classicità e alta tecnologia contemporanea: il palcoscenico del Teatro Ivo Chiesa (ex Teatro della Corte) viene così trasformato in uno specchio d’acqua di oltre 400 metri quadri, da cui emerge il relitto di una nave. La scenografia si avvale inoltre di video ed effetti proiettati su uno schermo di sedici metri e di audio Dolby Surround.

Elena è stato lo spettacolo-evento del 2019 dell’Istituto Nazionale del Dramma Antico di Siracusa, visto da oltre 75mila spettatori, e sarà in scena a Genova sino al 12 ottobre. Sul palco un cast di 16 attori capitanati da Laura Marinoni, Sax Nicosia e Gianluca Cordiglia.

La regia è di Davide Livermore, direttore del Teatro Nazionale che ci ha raccontato le principali caratteristiche della nuova stagione

Arriva nei cinema liguri ‘Paolo Conte.Via con me’

Arriva per tre giorni nelle sale liguri il docufilm presentato all’ultimo Festival del cinema di Venezia e dedicato al viaggio musicale e poetico di uno straordinario artista. E’ Paolo Conte.Via con me di Giorgio Verdelli.

La voce narrante di Luca Zingaretti conduce lo spettatore dentro all’universo artistico e umano di Paolo Conte attraverso canzoni, concerti, passioni, riflessioni ed una carrellata di testimonianze tra le quali quelle di Roberto Benigni, Vinicio Capossela, Caterina Caselli, Francesco De Gregori, Stefano Bollani, , Pupi Avati, Renzo Arbore, Vincenzo Mollica, Isabella Rossellini, Guido Harari, Jovanotti.

Paolo Conte.Via con Me sarà visibile per tre giorni, il 28,29 e 30 settembre in diverse sale cinematografiche della nostra regione

  • Genova Corallo
  • Genova The Space Porto Antico
  • Genova UCI Cinemas Fiumara
  • Bordighera Olimpia
  • Albenga Multiplex
  • Chiavari Mignon
  • La Spezia Nuovo
  • Lerici Astoria
  • Sanremo Ariston
  • Savona Nuovo Filmstudio