Eventi – Babboleo

Eventi

“Mare&Mosto – le vigne sospese”, l’evento che va alla scoperta dei vini e dei sapori della Liguria

Il 22 e il 23 maggio torna, dopo due anni di assenza, a Sestri Levante nell’ex Convento dell’Annunziata, “Mare&Mosto” l’evento dedicato al vino, l’olio e tanti altri prodotti liguri nato della collaborazione con Ais Liguria, Comune di Sestri Levante e Regione Liguria. Oltre 100 produttori vitivinicoli a rappresentare le 8 Denominazioni di Origine controllata presenti in Liguria: Rossese di Dolceacqua, Ormeasco di Pornassio, Riviera Ligure di Ponente, Val Polcevera, Golfo del Tiglio-Portofino, Colline di Levanto, Cinque Terre e Colli di Luni.

L’evento è stato anticipato da “Calici in Baia” che finirà lunedì 23 maggio, un evento che ha messo in mostra i locali di Sestri Levante che hanno proposto alla loro clientela aperitivi e abbinamenti gastronomici con vini liguri, valorizzando al contempo olio DOP e basilico nei loro menù. “Calici in Baia” finora ha avuto molto successo come ha spiegato ai microfoni di Babboleo News Marco Rezzano, delegato Ais Genova “Ha avuto un’ottima partecipazione e continuerà ad averla nei prossimi giorni. Vedo molto entusiasmo da parte dei visitatori”

“Mare&Mosto” torna con la sua formula tradizionale, oltre alle degustazione dei vini e dei prodotti tipici liguri si terrà anche un concorso per eleggere il Miglior Sommelier Liguria 2022. Verranno forniti durante l’evento approfondimenti sui mercati del vino ligure e le prospettive di mercato e di sviluppo per il settore. “Infine le degustazioni, andremo a tastare come stanno procedendo i lavori in Liguria per quanto riguarda la tendenza di produrre vini tradizionali.” racconta Rezzano “Avremo come ospite il Consorzio Vini del Collio, quindi faremo un approfondimento con i loro vini”

Tutto pronto per la 3° edizione della Genova BeDesign Week

Al via dal 18 al 22 maggio 2022 torna la Genova BeDesign week, la manifestazione organizzata dal Dide – Distretto del Design di Genova nel centro storico di Genova: esposizioni, installazioni, conferenze, talk, mostre, eventi e ospiti internazionali che ruotano intorno al tema de “l’interpretazione del concetto di tempo”, riflessioni e proposte sulla sostenibilità produttiva e il benessere dell’individuo.

Giunta alla sua terza edizione, ideata, progettata e realizzata da un gruppo di professionisti che gravitano attorno a Piazza dei Giustiniani, cuore pulsante del DiDe, la manifestazione anima e rigenera una parte della città, portando all’attenzione del pubblico il valore del design nell’uso quotidiano. Oltre 70 location espositive, 120 eventi, confini allargati fino a Santa Maria di Castello e al Sestiere del Molo e un nuovo tema: il tempo.

I visitatori avranno la possibilità di scoprire una Genova nascosta, che però in realtà è uno dei nostri valori” ha spiegato il presidente del DiDe Elisabetta RossettiGenova ha un grande potenziale e speriamo che questi facciano risaltare la sua bellezza al pubblico”

La manifestazione sostenuta da Comune di Genova, Camera di Commercio, Confcommercio Genova, Regione Liguria e Università di Genova propone un nuovo tema idealmente legato al momento storico che stiamo vivendo: il tempo inteso come qualità e benessere dell’individuo e di sostenibilità. “Ci è sembrata necessaria una riflessione
sulla mancanza di tempo, una sorta di elogio alla pausa per cercare di scegliere con più attenzione
tutto quanto possa migliorare il benessere delle comunità
” – racconta il presidente Elisabetta Rossetti – “il
design nasce da una lunga ed elaborata riflessione, che prende in considerazione il modo di produrre e di usare un oggetto, di arredare e abitare una casa, una riflessione creativa che cambia il mondo. Il tema del tempo ci ha permesso di sviluppare il percorso degli “oggetti senza tempo” e “le piazze dei 5 sensi” proprio per stimolare i sensi accompagnando il visitatore in un percorso, lento, tra design, tradizione, arte e cultura
“.

Da quest’anno la GBDW al comparto del design integra il mondo del design nautico con la collaborazione di Confindustria Nautica, acquisendo anche una dimensione internazionale grazie al gemellaggio nato con l’Università di Edimburgo, che lavorerà ad un’installazione segreta che parlerà di riuso in un cortile segreto di un Palazzo dei Rolli.

Al Liceo Gobetti la Notte Bianca dedicata all’ambiente

Un viaggio multimediale nelle più urgenti criticità ambientali e climatiche alternato e momenti di musica, balletti e convivialità. Torna la Notte Bianca del Liceo delle Scienze Umane Gobetti di Genova, lunedì 9 maggio dalle ore 18.00 alle 21.30 con gli studenti del liceo delle Scienze umane, indirizzo ordinario, che daranno vita ad una serata che avrà come tema l’Antropocene, ossia la nostra epoca di profondi cambiamenti sul pianeta legati all’impatto delle attività umane.

Durante la serata il pubblico potrà seguire esposizioni- laboratori sul tema dei cambiamenti climatici e geologici dovuti all’azione dell’uomo attraverso quattro aree di comunicazione: l’ambiente, la società, l’economia, il diritto e l’etica. Non mancheranno momenti musicali e conviviali con esibizioni di docenti e studenti, coreografie inedite dell’indirizzo coreutico curate e DJ set.

https://www.gobetti.edu.it/pagine/notte-bianca-liceo-delle-scienze-umane

Euroflora, domani in piazza De Ferrari spettacolo di luci, fuochi e musica

La notizia, raccontata da noi

Venerdì 6 maggio a partire dalle 20.30 circa, in piazza De Ferrari a Genova, al via lo spettacolo multimediale di immagini, musica e fuochi d’artificio, organizzato da Regione Liguria in collaborazione con Comune di Genova e teatro Carlo Felice: un evento in onore di Euroflora, la grande manifestazione dedicata al mondo delle piante e dei fiori in programma ai Parchi di Nervi fino all’8 maggio prossimo.

Si tratta di uno spettacolo piromusicale tematico multimediale, una novità assoluta per la Regione Liguria, un programma di pirotecnica armonizzata con musiche e immagini ad alta qualità: si partirà con alcuni musicisti del Carlo Felice che, affacciati dalle finestre del palazzo di Regione Liguria, eseguiranno La Toccata dall’Orfeo di Claudio Monteverdi.

Nel mentre partirà lo spettacolo di giochi di luce a tema floreale e della primavera a ritmo di musica con Radio Babboleo. Infine, in un crescendo, sempre assieme al videomapping sulla facciata del palazzo di Regione Liguria, via ai fuochi d’artificio dal tetto del palazzo, ancora una volta a tempo di musica.

Sestri Levante, presentato il Riviera International Film Festival 2022

Dieci film di registi under 35 e altrettanti documentari in concorso, in arrivo da Europa, America, Asia e Oceania per un giro del mondo sul grande schermo che, includendo anche nove tra film e documentari fuori concorso, getta perfino un ponte tra Russia e Ucraina; sedici ospiti internazionali e decine di eventi tra masterclass, talk, presentazioni e laboratori in ciascuno dei sei giorni che, dal 10 al 15 maggio, vedranno darsi appuntamento a Sestri Levante le star del cinema, i protagonisti del jet set e attivisti impegnati nella difesa dell’ambiente e dei diritti civili.

Sono questi i numeri e gli ingredienti del Riviera International Film Festival 2022, il cui programma è stato ufficialmente svelato nella cornice di Palazzo Fascie. Tre le location principali della rassegna, giunta alla sua sesta edizione: il Riff Lounge che verrà allestito in piazza Matteotti, l’ex Convento dell’Annunziata e, naturalmente, il Cinema Ariston.

Tra i tantissimi big attesi in riviera c’è Alessandro Gassmann che, nella doppia veste di scrittore e regista, presenterà al pubblico il suo libro Io e i #GreenHeroes. Perché ho deciso di pensare verde e l’ultimo film da lui diretto, Il silenzio grande, vincitore di due Ciak d’Oro. 

Saliranno sul palco del Riff per raccontarsi agli spettatori anche un altro peso massimo tra gli attori italiani, Luca Zingaretti, e ancora, Paolo Ruffini, che presenterà in anteprima il suo ultimo film da regista Ragazzaccio e l’istrionica Chiara Francini, protagonista del grande schermo come del teatro e della tv. Nils Hartmann, evp Sky Studios Germany & Italy, intervisterà Gabriele Muccino, svelando tutto quello che c’è dietro la serie tv di successo A casa tutti bene, tratta dall’omonimo film. 

Con Benedetto Habib, ceo di Indiana Production, si parlerà della situazione della produzione cinematografica in Italia. Seppur non direttamente coinvolta, non si potrà non pensare per un attimo al dramma della guerra in atto con Anna Safroncik, attrice originaria di Kiev che grande successo ha avuto in Italia. Così come con la regista ucraina Masha Kondalova, che arriverà a Sestri Levante per presentare, fuori concorso il suo documentario Inner Wars, che racconta la storia di tre donne soldato al fronte contro i separatisti russi. Da segnalare, anche il documentario prodotto da Alfonso Cuarón e diretto dall’italiano Riccardo Romani, Hands of God, la vera storia della squadra nazionale di box irachena.

Sarà per molti un tuffo negli anni ’90 quello con Donna D’Errico, interprete di una delle serie più cult di quegli anni: Baywatch. L’attrice americana sbarcherà al Riff per presentare, fuori concorso e in anteprima mondiale, il suo ultimo film, Frank & Penelope. Insieme a lei, Caylee Cowan una delle giovani attrici emergenti più quotate di Hollywood.

Non solo cinema a Sestri Levante: appuntamento con il leggendario attivista per l’ambiente e fondatore di Tree People Organization Andy Lipkis che, nel suo talk, parlerà di come rendere le città sostenibili per il futuro. Attesissimo anche l’incontro con la giornalista e scrittrice Rula Jebreal dal titolo “Democrazie e Diritti Umani: le guerre e i dittatori sono la minaccia esistenziale per il nostro futuro”.

Ad animare la manifestazione anche 130 studenti della Accademia09 che seguiranno tutto il festival, partecipando a proiezioni, incontri, talk e masterclass. Proprio tra di loro – attraverso un concorso su Instagram in cui dovevano creare delle stories sul tema “Find your magic. Change the world”, lead line del Festival – è stata selezionata una Giuria di cinque studenti, che assegnerà il premio speciale Student Award.

Confermate tre Masterclass di assoluto prestigio, ospitate nell’ex Convento dell’Annunziata per venire incontro all’enorme risposta del pubblico. Si parte con quella tenuta dal Maestro Dante Spinotti, direttore della fotografia pluricandidato agli Oscar®, per una riflessione sul linguaggio visivo del cinema che corrisponde alla grammatica di un film. La seconda vede protagonista Joan Bergin, tra le più importanti costume designer al mondo, vincitrice di 3 Emmy Awards® per la serie cult The Tudors, durante la quale saranno anche presentati dal vivo alcuni costumi di scena tra i più significativi della sua carriera e mostrato il modo in cui sono stati confezionatiSi conclude con il regista e attore Premio Oscar® Casey Affleck. Nella sua masterclass, dal titolo “Arrendersi: mai arrendersi”, parlerà del personale e particolarissimo approccio alla recitazione, vista come un processo di autolesionismo ma anche di autoguarigione personale.

«Quest’anno il Riff si ripresenta dal vivo con film e documentari provenienti da 18 paesi e con un cast eccezionale. Siamo consapevoli del momento turbolento che stanno passando l’Europa e in particolare l’Ucraina, che ricorderemo con un bellissimo documentario al quale interverrà la regista stessa, Masha Kondakova. Il nostro è un evento culturale internazionale e la cultura è il motore di civiltà di cui il mondo ha bisogno, soprattutto in un contesto storico delicato come questo: perché senza cultura non si potrà mai aspirare ad un futuro migliore, e vengono meno la speranza e la magia da cui derivano la scintilla dell’ispirazione in tutti noi. Abbiamo anche bisogno di un po’ di leggerezza, dopo quasi due anni di pandemia e di grandi sacrifici da parte di tutti. A nome di tutto il team organizzativo del Festival, sono felice di accendere i motori del Riff 2022», dichiara il Presidente del Riviera International Film Festival, Stefano Gallini Durante.

«Il Riff si conferma, anche quest’anno, come uno strumento essenziale per far scoprire al pubblico nuovi registi talentuosi provenienti da tutto il mondo: i loro film offrono la visione del presente e del futuro delle nuove generazioni e, a giudicarli, saranno ancora una volta personalità eccellenti del mondo cinematografico e non solo. Un appuntamento straordinario per far incontrare in modo informale, nella meravigliosa cornice di Sestri Levante, gli esordienti con i protagonisti dello star system, una formula che permette anche al pubblico in presenza di poter colloquiare con i grandi del cinema», aggiunge Vito D’Onghia, direttore esecutivo del Riff.

GLI OSPITI CONFERMATI

Casey Affleck, Gabriele Muccino, Alessandro Gassmann, Dante Spinotti, Rula Jebreal, Chiara Francini, Luca Zingaretti, Donna D’Errico, Caylee Cowan, Anna Safroncik, Paolo Ruffini, Joan Bergin, Barbara Schiavulli, Benedetto Habib, Roberto Pisoni, Greta Ferro.

I FILM IN CONCORSO

“The Braves” di Anaïs Volpé (Francia, 2021, Drammatico, 99 min., con Déborah Lukumuena, Souhelia Yacoub; “Wild Roots” di Hajni Kis (Ungheria/Slovacchia, 2021, drammatico, 98 min, con Gusztáv Dietz, Zorka Horváth); “Things Worth Weeping For” di Cristina Grosan (Ungheria, 2021, commedia (83 m.), con Nòra Rainer-Micsinyei, Jùlia Huzella, Judit Hernàdi); “Unwanted” di Lena Lanskih (Russia, 2021, drammatico, 109 min., con Olga Malahova, Vladimir Shabelnikov, Tatiana Tihmeneva); “Youth Topia” di Dennis Stormer (Svizzera, 2021, dramedy 85 min., con Lia von Blarer, Elsa Langnäse, Lou Haltinner); “A Feature Film About Life” di Dovile Sarutyte (Lituania, 2021, Dramedy, 100 min., con Agnė Misiūnaitė, Nelė Savičenko, Kęstutis Jakštas); “Sisterhood” di Dina Duma (Macedonia del Nord, 2021, drammatico, 90 min., con Antonija Belazelkoska, Mia Giraud, Marija Jencevska); “Somewhere Over the Chemtrails” di Adam Rybansky (Repubblica Ceca, 2022, commedia, 84 min., con Michal Isteník, Miroslav Krobot, Anna Polívková; “Leonor Will Never Die” di Martika Ramirez Escobar (Filippine, commedia, 2022, 101 min., con Sheila Francisco, Bong Cabrera); “The Cow Who Sang a Song Into the Future” di Francisca Alegria (Cile/Usa, drammatico, 2022, 98 min., con Mia Maestro, Leonor Varela, Enzo Ferrari Rosati).

I DOCUMENTARI IN CONCORSO

“12th Hour” di Susan Kucera (Usa, 2021, 52 min.); “Desert X – The Film” di Dylan Robertson (Usa, 2021, 56 min.); “Amuka” di Antonio Spanò (Belgio, 2021, 71 min.); “How to Kill a Cloud” di Tuija Halttunen (Finlandia/Danimarca, 2021, 80 min.); “Vedette” di Claudine Bories, Patrice Chagnard (Francia, 2021, 100 min.); “Dead Sea Guardians” di Ido Glass, Yoav Kleinman (Israele, 2021, documentario, 75 min.); “A Fire Inside” di Justin Krook, Luke Mazzaferro (Australia, 91 min.); “Icarus Balance” di Patric Jean (Francia, 91 min.); “Ride the Wave” di Martyn Robertson (Regno Unito, 84 min.); “Kwando” di Kaya Ensor (Usa, 2021, 46 min.).

FUORI CONCORSO

“Il Silenzio Grande” di Alessandro Gassman (Italia/Polonia 2021, drammatico, 106 min., con Massimiliano Gallo, Margherita Buy, Marina Confalone); “The Son of Chain” di Keti Stamo (Albania, documentario, 2021 68 min.); “Hands Of God” di Riccardo Romani, prodotto da Alfonso Cuarón (Italia, documentario, 2021, 85 min.); “Frank & Penelope” di Sean Patrick Flanery (Usa, crime/thriller, 2022, 113 min.), con Billy Budinich, Caylee Cowan, Donna D’Errico, Kevin Dillon; “The Art of Making It” di Kelcey Edwards (Usa, documentario 2021, 94 m.); “The Mountain Man” di Davide Demichelis (Italia, documentario, 2022, 57 min.); “Made in Italy” di Gabriele Lupo (Italia, documentario, 2021, 11 min.); “Bhaktapur / A Human story” di Nicola Bozzo (Italia, documentario, 2022, 15 min.); “Inner Wars” di Masha Kondakova (Ucraina, documentario, 2020, 66 min.).

Di seguito il programma completo:

La Festa di San Giorgio sarà il 23 aprile. Il programma a Genova

Nella giornata di San Giorgio, il 23 aprile,  la città di Genova si prepara a celebrare per il quarto anno la Festa della Bandiera, che torna in presenza dopo due anni di limitazioni causate dalla pandemia. Genova si colorerà di bianco e rosso  grazie ai vessilli che sventoleranno in ogni quartiere.  
“Un modo per celebrare il nostro essere genovesi” – racconta il Sindaco Marco Bucci – “La croce di San Giorgio è simbolo di unità, identità e qualsiasi sfida. 
“Una grande festa in piazza per celebrare la primavera e la ripartenza di Genova e della Liguria” – commenta il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti – una festa che coincide con l’avvio della grande manifestazione di Euroflora”.

A partire dal 20 aprile partirà in occasione un concorso fotografico che premierà il migliore scatto del proprio balcone genovese con esposto il vessillo rossocrociato. Una call dedicata anche ai commercianti che potranno inviare al Comune di Genova le foto della propria vetrina allestita a festa. Alle foto vincitrici saranno regalati due biglietti per Euroflora e mostre in corso a Genova. “Invito tutti i genovesi a esporre con orgoglio le proprie bandiere e pensare al vero significato della bandiera di San Giorgio: segno di unione e appartenenza alla nostra comunità” 

La Festa coinvolgerà tutto il centro cittadino: cinque bande genovesi, provenienti da altrettanti quartieri, percorreranno ognuna un itinerario diverso tra centro storico, via Venti Settembre, zona Brignole per radunarsi alle 17.30 in piazza De Ferrari dove, al termine della cerimonia ufficiale di Palazzo Ducale, si esibiranno i migliori pattinatori e pattinatrici genovesi, che gareggiano a livello nazionale, in uno spettacolo di pattinaggio creativo e gruppi storici di sbandieratori e musici.

Al termine della cerimonia a palazzo Ducale, a partire dalle 18 animazione musicale in piazza De Ferrari e a seguire lo spettacolo multimediale di immagini, musica e fuochi d’artificio, organizzato da Regione Liguria in collaborazione con Comune e il Teatro Carlo Felice: un evento in onore di Euroflora 2022 ai Parchi di Nervi che apriranno al pubblico proprio il giorno della Festa della Bandiera, il 23 aprile. A partire dalle 20.30 al via lo spettacolo piromusicale tematico multimediale, una novità assoluta per la Regione Liguria. Si tratta di un programma di pirotecnica armonizzata con musiche e immagini ad alta qualità: si partirà con alcuni musicisti del Carlo Felice che, affacciati dalle finestre del palazzo di Regione Liguria, eseguiranno La Toccata dall’Orfeo di Claudio Monteverdi. In contemporanea partirà lo spettacolo di giochi di luce a tema floreale e della primavera a ritmo di musica. Infine, in un crescendo, sempre assieme al videomapping, via ai fuochi d’artificio dal tetto del palazzo, ancora una volta a tempo di musica.

In occasione della Festa della Bandiera di San Giorgio, è intervenuto anche il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti: “E’ una bella festa, che quest’anno segna il ritorno alla primavera di libertà dopo la pandemia e coincide con un grande manifestazione a livello internazionale come l’Euroflora. Ci sarà una splendida serata – ha commentato Toti – con fuochi d’artificio dal palazzo della Regione, che saranno un qualcosa di inedito, con musica in collaborazione con il Carlo Felice”.

“La Festa della Bandiera sta diventando una caratteristica di Genova e siamo molto contenti; il fatto che la città si riunisca attorno alla bandiera è molto positivo” conclude il sindaco della città di Genova. “Una cosa è certa che noi i soldi li spendiamo e in questi 5 anni ne abbiamo spesi il doppio rispetto alla gestione precedente – risponde così il sindaco alle polemiche – quindi vuol dire capacità di trovare i soldi e capacità di spenderli, due aspetti per niente banali”.

Verso il 25 aprile, passeggiate resistenti e una mostra su Bisagno

Da un lato la prosecuzione di un progetto inaugurato a novembre 2021 e frutto della collaborazione tra le Anpi del territorio (“Martiri del Turchino” del Campasso, “Cioncolini-Musso” Sampierdarena e “Assone E. e i ragazzi della Lattanzi”di San Teodoro) e il Municipio Centro Ovest, dall’altro una mostra significativa allestita negli spazi dei voltini del Centro Civico Buranello. Nella marcia d’avvicinamento al 25 aprile, i quartieri di Sampierdarena e San Teodoro si preparano a vivere un vero e proprio viaggio attraverso la memoria della Resistenza con due appuntamenti itineranti, caratterizzati dalle “Passeggiate Resistenti”, e un’esposizione gratuita di dieci giorni dedicata al partigiano Bisagno.

Si parte martedì 19 aprile con l’inaugurazione, presso i voltini del Centro Civico Buranello di Sampierdarena, della mostra “La scelta di Bisagno” a cura della sezione Anpi “Cioncolini-Musso”. L’esposizione, gratuita e aperta al pubblico fino a venerdì 29 aprile, intende celebrare Aldo Gastaldi, nome di battaglia Bisagno, il maggior esponente del movimento della Resistenza italiana operante a Genova e una delle figure più fulgide della lotta di liberazione, primo partigiano d’Italia.

A completamento della mostra, giovedì 28 aprile alle 19 sarà proiettato il film di Diego Venezia “Marzo: Cronache di una vita” al Club Amici del Cinema, in via Carlo Rolando 15.

Il 21 e 22 aprile la riscoperta della memoria partigiana si sposterà invece sulle strade dei quartieri con il doppio appuntamento delle “Passeggiate Resistenti”. Un’iniziativa molto particolare che rientra nell’ampio progetto dei “Luoghi della Resistenza”: un percorso articolato, partito da oltre un anno, in cui le Anpi del territorio hanno prima mappato più di 60 luoghi nei quartieri legati alla Resistenza e successivamente, anche attraverso il coinvolgimento dei ragazzi delle scuole, ne stanno sintetizzato la storia creando una documentazione fruibile in digitale attraverso la scannerizzazione di appositi QR codes. I codici, leggibili attraverso lo smartphone, sono stati stampati sia su delle mappe cartacee sia su delle targhe installate nei percorsi individuati.

“La Passeggiata Resistente è così di fatto l’ultimo atto di un grande lavoro sinergico portato avanti da tempo – sottolinea Anna Prini, presidente Anpi sezione Cioncolini-Musso – Il progetto negli ultimi mesi ha riscosso un grande successo e una costante partecipazione da parte di giovani, famiglie e cittadini. L’auspicio e l’obiettivo legati al futuro sono sempre gli stessi: allargare la mappatura a più quartieri possibili e, perché no, a tutta la città”.

“Socialità, riscoperta di luoghi simbolo dei nostri quartieri, cittadinanza attiva e custodia della memoria storica: c’è tantissimo contenuto all’interno del progetto e delle Passeggiate e come Municipio siamo felici di aver creduto sin da subito in questo percorso ideato dall’Anpi che stimola la cittadinanza attiva – commenta Monica Russo, assessore alla Cultura del Municipio Centro Ovest – La sinergia tra associazioni, volontari, cittadini e giovani è stato il mix vincente di un progetto che continueremo a supportare”.

Date e orari da segnare sul calendario (partecipazione gratuita): giovedì 21 aprile spazio alla “Passeggiata nella Resistenza a San Teodoro”, con partenza alle 9.30 da Piazza Pestarino a Piazza Dinegro; venerdì 22 aprile è invece in programma, con partenza alle 16dalla Chiesa di San Giovanni Bosco e San Gaetano, in via Carlo Rolando 15 a Sampierdarena, la “Passeggiata partigiana” in compagnia dell’associazione “Cercamemoria”.

‘Insieme per Sara’, spettacolo e comicità al Politeama Genovese in una serata a favore del Guscio dei Bimbi

Il Centro di Formazione Artistica di Luca Bizzarri, con la direttrice Lisa Galantini insieme all’associazione culturale Tecniche di Scena, vuole ricordare un’allieva speciale, Sara Canu, in occasione del primo anniversario della scomparsa.

Mercoledì 6 aprile, alle ore 21, allievi e maestri del CFA, insieme a tanti ospiti famosi, saliranno sul palcoscenico del Politeama Genovese per una serata di spettacolo e comicità, “Insieme per Sara”, per raccogliere fondi a favore dell’Associazione Maruzza, nata per sensibilizzare istituzioni e gente comune sull’importanza delle cure palliative e il valore dell’assistenza a domicilio o in hospice.

L’Associazione devolverà la somma raccolta a Il Guscio dei Bimbi, la realtà dell’ospedale pediatrico Gaslini di Genova, che accoglie bimbi e famiglie in appartamenti a loro dedicati.
“Insieme per Sara” è una serata di musica, danza, canto e comicità. Tra gli ospiti I pirati dei Caruggi, Andrea Di Marco, Soggetti Smarriti, Giua, Senso d’Oppio, Andrea Carlini e Alessandro Bergallo. E tanti altri ospiti a sorpresa.

L’invito al pubblico di Radio Babboleo dell’attrice e direttrice del CFA, Lisa Galantini:


I biglietti sono acquistabili presso il CFA in Salita Pallavicini 4 (tra via XXV Aprile e Via Luccoli) dal lunedì al venerdì dalle 14-20 e il sabato dalle 10 alle 16.
E’ possibile pagare in contanti oppure con carta/bancomat. E’ anche possibile effettuare il pagamento tramite bonifico intestato a “Tecniche di Scena” IBAN: IT17L0306909606100000177852 Banca Intesa San Paolo. In quel caso è necessario specificare nella causale i nominativi dei partecipanti e un numero di cellulare di riferimento. I biglietti pagati con bonifico possono essere ritirati la sera stessa dello spettacolo presso la biglietteria del Politeama Genovese.
È possibile acquistare i biglietti anche in teatro la sera stessa dello spettacolo solo in contanti e a partire dalle ore 20.
L’acquisto del biglietto è a offerta libera, a partire da un minimo di 20 euro per adulti, 5 euro per i
bambini dai 6 ai 12 anni (gratuito per i bambini da zero a 5 anni).

“Non è uno scherzo”, ridere è una cosa seria. L’evento benefico al Teatro Duse con Daniele Raco

Nonostante la data prescelta, quella del 1° aprile, e il tenore comico della serata, c’è tanto di importante e solidale nello spettacolo “Non è uno scherzo”, di cui sarà protagonista lo stand-up comedian ligure Daniele Raco sul palcoscenico del Teatro Eleonora Duse di Genova nel giorno dei classici ‘pesci d’aprile’, alle ore 20.30. Lo show è organizzato dal Lions Club Genova Ducale per raccogliere fondi da devolvere all’Associazione Gigi Ghirotti, alla Fondazione Banca degli Occhi e alla Fondazione Lions LCIF.

È la prima volta che profano un tempio della prosa come il Teatro Duse – racconta Daniele Raco – “Sarà uno spettacolo con tanta improvvisazione, un ‘meglio di’ ispirato dalle sensazioni del momento e dal pubblico che avrò davanti. Una sorta di excursus dei miei 30 anni di carriera, in cui sarà sicuramente presente un po’ di tutti i miei spettacoli, accompagnato da qualche piccola riflessione, perché il focus dello spettacolo è sempre il motivo per cui si compra il biglietto“.

L’invito di Daniele Raco al pubblico di Radio Babboleo

«L’intero incasso della serata – conferma Francesco Lorenzo Ricci, presidente pro-tempore del Lions Club Genova Ducale – verrà devoluto in favore dell’Associazione Gigi Ghirotti, Fondazione Banca degli Occhi e Fondazione Lions LCIF. La Gigi Ghirotti sta allargando il proprio operato anche all’entroterra genovese, e il Lions Club Genova Ducale vuole mostrare il proprio aiuto concreto per la realizzazione e il perfezionamento delle nuove strutture. Siamo da sempre molto vicini all’Associazione e intendiamo dimostrarlo ancora una volta in questa occasione, soprattutto dopo i due anni di pandemia, nel periodo di sconvolgimento che stiamo vivendo anche a livello internazionale. In questo senso, uno spettacolo comico può far del bene e figurare anche come momento di distrazione”.

“Non è uno scherzo” andrà in scena al Teatro Eleonora Duse venerdì 1° aprile alle 20.30. Biglietti disponibili allo 0105342400, su www.danielraco.com, sul sito del Teatro Nazionale di Genova e alle biglietterie del Teatro Ivo Chiesa e del Teatro Modena.