Eventi – Babboleo

Eventi

Gli Animaux Formidables domani al Mep di Calvari: “Una serata di aggregazione per vivere ogni aspetto della musica in un modo artistico”

Sabato 24 febbraio 2024, al Royal Mep di Calvari, in programma una delle tappe del Glitter Tour degli Animaux Formidables, usciti da X Factor nel 2023, che si esibiranno in uno stile prettamente garage/fuzz/glam rock.

A curare l’organizzazione è stata la music blogger Linda Dell, produttrice e conduttrice della trasmissione musicale “Sopra un’ottava”.

Una serata che, ai nostri microfoni, Dell definisce “inclusiva”, che si aprirà con gli LSDP – La Società della Paralisi -, band ispirata alla nuova scena post punk britannica e post rock, continuerà con l’esibizione degli Animaux Formidables e si concluderà con un dj set a cura di Officina musicale n.7, a partire dalla mezzanotte.

L’ingresso costerà 15€ compresa una consumazione.

Ascolta intervista con l’organizzatrice Linda Dell

Al Teatro della Tosse “Giovinette, le calciatrici che sfidarono il Duce”: la vera storia della prima squadra di calcio femminile.

Una storia poco conosciuta che racconta lo sport come bandiera di libertà e diritti, qualla raccontata dallo spettacolo, tratto dal romanzo della giornalista genovese federica Seneghini e dai saggi di Marco Giani “Giovinette, le calciatrici che sfidarono il Duce”, in scena da giovedì 22 a domenica 25 febbraio alla Sala campana del Teatro della Tosse di Genova.

1932. Decimo anno dell’era fascista. Sulla panchina di un parco di Milano un gruppo di ragazze lancia, per gioco, quasi per sfida, un’idea: giocare a calcio.

Con la condizione di non giocare in pubblico, di indossare le gonne e non i pantaloncini e tante altre bizzarre limitazioni volte a preservare le capacità riproduttive delle giocatrici, nasce così la prima squadra italiana di calcio femminile e, con essa, ha inizio una piccola epopea raccontata con ironia e leggerezza da un trio di attrici, Federica Fabiani, Rossana Mola, Rita Pelusio, pronte a mostrarci come lo sport possa diventare uno strumento efficace nella lotta per la libertà e i propri diritti.

Tra amicizia, gioco, vittorie, umiliazioni, alleati inaspettati e nemici irriducibili, le avvenure delle tre coraggiose “giovinette” ci regalano la storia di una sfida del loro tempo, uno sguardo sul nostro passato che diventa riflessione attualissima su pregiudizi e ingiustizie ancora pericolosamnete presenti.

Oltre allo spettacolo ci saranno due momenti di approfondimento:

Giovedì 22 febbraio dopo lo spettacolo, in sala Dino Campana,
la compagnia incontra il pubblico con MASSIMO BISCA Presidente ANPI GENOVA, Segreteria e Comitato Nazionale ANPI, ARIANNA CESARONE Vicepresidente ANPI GENOVA, referente per il coordinamento Donne ANPI Genova, membro del Comitato Nazionale ANPI.
Conduce l’incontro DOMENICO FERRARI autore del libro su Armando Vezzelli (ARMANDO – a cura di Audrey Edizioni Resistenti) e drammaturgo dello spettacolo.

Venerdì 23 febbraio, ore 18, foyer Tonino Conte, la compagnia incontra il pubblico con MARA MORIN delegata regionale attività femminile FIGC MAURA FABBRI Nazionale italiana calcio, EMILIA BEANI presidentessa ZONTA CLUB, FEDERICA SENEGHINI autrice del libro “Giovinette. Le calciatrici che sfidarono il Duce”, MARCO GIANI storico, membro della Società italiana di Storia dello Sport e autore del saggio storico in calce al libro di Federica Seneghini.
Conduce l’incontro CATERINA GRISANZIO di UDI Genova.

INGRESSO LIBERO

Tutte le informazioni su date e orari dello spettacolo e per l’acquisto dei biglietti sono reperibili sul sito del Teatro Della Tosse: teatrodellatosse.it

NEL CUORE DEL CENTRO STORICO IL PRIMO MERCATO CONTADINO AL COPERTO DELLA LIGURIA

Un mercato contadino nel cuore della città per scoprire le eccellenze del territorio ligure e promuovere la riqualificazione del centro storico.

Mancano ormai pochi giorni all’apertura ufficiale del Mercato Campagna Amica di Via del Campo. Il percorso, lungo oltre un anno, portato avanti da Coldiretti e sostenuto dal Comune di Genova e da Città Metropolitana, raggiungerà il traguardo dell’inaugurazione venerdì 2 febbraio in Via del Campo 9 rosso, con il taglio del nastro insieme all’Assessore Paola Bordilli, la benedizione dell’Arcivescovo di Genova Marco Tasca, e la conferenza stampa con annesso aperitivo contadino.

Sabato 3 febbraio, invece, Via del Campo si vestirà a festa per una giornata dedicata alla cittadinanza con apertura straordinaria del mercato sino alle 18:30.

Street Food, musica, dj set, degustazioni e la speciale partecipazione del Birrificio Altavia, per una giornata all’insegna del divertimento e del buon cibo.

Sarà solo l’inizio,” commenta il Presidente di Coldiretti Genova, Luca Dalpian. “Si tratta del primo mercato coperto contadino di tutta la Liguria in cui piccoli produttori locali si riuniscono per offrire in vendita diretta le proprie eccellenze, in una cornice simbolica e unica nel suo genere: Via del Campo.

Dal pescato del mar Ligure alla verdura di stagione, dai formaggi delle nostre valli ai migliori tagli di carne, dall’olio taggiasco al vino artigianale; passando per il pesto fresco, lo zafferano, il miele, le uova, la frutta e il basilico genovese DOP. “Nelle otto vetrine di Via del Campo hanno trovato casa una decina di produttori, tutti rientranti nel circuito di Campagna Amica. Da questo weekend in poi, tutti i venerdì e sabato la cittadinanza potrà scoprire le eccellenze della regione Liguria in un unico spazio coperto”, commenta Dalpian.

Il progetto a tema food rientra in una rete di azioni volte alla riqualificazione del centro storico e dei suoi più caratteristici caruggi. “L’obiettivo è unire al commercio l’informazione e la cultura,” commenta Paolo Campocci, Direttore di Coldiretti Genova. “Per questo per noi è fondamentale il dialogo con le associazioni che operano nel territorio; organizzeremo eventi culturali che promuovano l’educazione al buon cibo e una didattica all’alimentazione, alla sostenibilità e all’importanza di una filiera corta e controllata,” spiega.

Il Mercato di Campagna Amica è il primo nel suo genere in Liguria, sarà gestito direttamente dai produttori che si alterneranno ai banchi e sarà aperto tutti i venerdì e sabato dalle 8 alle 15.

La Lanterna si tingerà di blu nella Giornata della Memoria

In occasione della Giornata della Memoria 2024, il Complesso della Lanterna di Genova si unisce al commosso ricordo delle vittime dell’Olocausto. Sabato 27 Gennaio il faro simbolo di Genova si illuminerà di blu per commemorare le vittime della Shoah.

Il monumento simbolo di Genova, con i suoi 77 metri d’altezza, è il faro più alto del mediterraneo e  cambia il colore della sua illuminazione per attirare l’attenzione dell’opinione pubblica sui temi più importanti recuperando la sua antica funzione di comunicazione in dialogo costante con la città. Si trova all’interno di un complesso monumentale affascinante e articolato, testimone di secoli di vita della città e dei suoi abitanti ed è stata proclamata FARO DELL’ANNO 2024 per l’Associazione Internazionale delle Autorità per i Fari.

La visita al complesso monumentale della Lanterna inizia dalla passeggiata che conduce all’antico faro, affacciata sul Porto di Genova. Si prosegue nell’Open Air Museum del parco, che si snoda adiacente alle fortificazioni secentesche e la Porta Nuova della Lanterna, l’antico portale occidentale di accesso a Genova. Alla base del faro, all’interno delle antiche fortificazioni, si trova il Museo della Lanterna: nelle prime sale, si racconta la storia della Lanterna; le ultime sale, dette dei “Cannoni”, ospitano il museo dei fari e fanali.

All’uscita del museo si prosegue verso il faro, all’interno del quale il visitatore ha la possibilità di salire 172 gradini fino alla prima terrazza panoramica per ammirare una vista affascinante e inedita sulla città e il suo porto.

Il complesso monumentale della Lanterna di Genova fa parte del Mu.MA – Istituzione Musei del Mare e delle Migrazioni insieme a Galata Museo del Mare, Commenda di Prè e Museo Navale di Pegli, ed è animato da un ricco programma di eventi, organizzati per la sua massima valorizzazione da APS Amici della Lanterna e PHAROS light for heritage.

Tutte le informazioni utili sul sito: https://www.lanternadigenova.it/informazioni/

Winter Park a Ponte Parodi: il bilancio per la nuova location

Si è chiusa ieri l’edizione 2023-2024 del Winter Park a Ponte Parodi, il Luna Park mobile più grande d’Europa nella suggestiva area del Porto Antico di Genova.

Ai microfoni di Radio Babboleo, il portavoce dello staff organizzativo del Winter Park Mattia Gutris si è detto soddisfatto: “E’ stata un’ottima edizione. Nonostante il periodo ristretto rispetto all’anno scorso abbiamo avuto lo stesso numero di frequenze, attestandoci sui 280mila visitatori

A coronare il successo del Winter Park, il Comune di Genova ha lanciato un contest che premierà le migliori fotografie scattate. “Fin dai primi giorni siamo stati sommersi da fotografie meravigliose – spiega Cutris – da lì è nata l’idea dell’assessore Bordilli. Le foto più suggestive verranno esposte in una mostra al Museo Galata”

L’intervista integrale a Mattia Gutris su Radio Babboleo:

Il Winter Park prolunga l’apertura

Genova – Da venerdì 19 a domenica 21 gennaio 2024 ancora tre giorni di festa e allegria al Luna Park di Ponte Prodi che prolunga la sua apertura, con sconti a discrezione del singolo operatore. 

Il luna park è aperto dalle 15 a mezzanotte di oggi, venerdì 19 gennaio.

Sabato 20 e domenica 21 gennaio accoglierà i visitatori a partire, invece, dalle 10:30.

«Fin dalle prime ore di apertura – spiega Mattia Gutris, portavoce dello staff organizzativo del Winter Park – abbiamo ricevuto un’accoglienza incredibile da parte del pubblico, proveniente sia da Genova, sia da fuori. Ponte Parodi si è rivelata un’ottima location e, proprio per questo, siamo molto contenti di poter prolungare la presenza delle attrazioni anche da venerdì 19 a domenica 21 gennaio 2024».


«Sono lieta di annunciare il prolungamento del Winter Park – dichiara l’assessore alle Tradizioni e Commercio Paola Bordilli – per un ulteriore fine settimana consentendo quindi ancora una visita alle attrazioni da parte di tantissime famiglie, giovani e non solo. Il grande successo registrato in questa edizione dimostra l’apprezzamento da parte degli utenti e di tutti i genovesi e premia il lavoro sinergico e collaborativo su cui col collega Piciocchi abbiamo puntato: Comune, ASTer, Operatori dello Spettacolo Viaggiante e tutti i soggetti istituzionali coinvolti in un importante risultato per la città, un risultato che premia la volontà di perseguire obbiettivi di interesse pubblico, di valorizzazione di aree da troppo tempo non utilizzate e di tutela occupazionale. Un fine settimana in più che darà anche la possibilità, a chi ancora non l’avesse fatto, di scattare una foto e partecipare al primo contest “Winter Park a Ponte Parodi”».

Al Luna Park, fresco vincitore del Luna Park Award 2023, si accede unicamente dalla Darsena, in calata Ansaldo De Mari.

Per ulteriori informazioni è inoltre attivo il centralino 340 3554757.

Ultimo fine settima del Winter Park

Genova – Sabato 13 e domenica 14 Gennaio 2024 ultimo weekend di divertimento al Winter Park che, con le sue centro attrazioni, accoglierà i visitatori dalle 10.30 a mezzanotte e, contrariamente alle ipotesi di un ulteriore prolungamento della sua presenza a Ponte Parodi, chiuderà definitivamente questa fortunata edizione che ha superato l’affluenza delle precedenti.

Promossa, da organizzatori e pubblico, la nuova suggestiva location, immortalata da una rilevante quantità di scatti da parte dei visitatori che, sino al 21 gennaio, possono partecipare al contest fotografico, “Winter Park a Ponte Parodi“: i 30 scatti migliori andranno poi a comporre un’esposizione al Galata Museo del Mare. Le regole per partecipare al contest sono disponibili al link https://smart.comune.genova.it/fotowinterpark.

«Oltre a essere una location centrale e ampia – spiega Mattia Gutris, portavoce dello staff organizzativo del Winter Park – Ponte Parodi si è dimostrata anche molto suggestiva esteticamente. Sia dall’alto, in cui le luci del Winter Park colorano ulteriormente il panorama del Porto Antico di Genova, sia dall’interno, con le nostre attrazioni affiancate alla Lanterna, al mare e allo skyline di Genova.

Proprio per questo, abbiamo ricevuto tantissime foto sia da visitatori, sia da fotografi professionisti e, insieme all’assessore Bordilli, abbiamo pensato di dar ulteriore valore a questi scatti con un contest e una mostra al Galata Museo del Mare».

«Il Winter Park a Ponte Parodi si è rivelato un vero successo – aggiunge l’assessore alle Tradizioni e Commercio Paola Bordilli – e sono rimasta positivamente colpita dalle tantissime foto scattate e dalla loro spettacolarità. Ho pensato così, sentiti gli organizzatori del Winter Park, di attivare una selezione degli scatti più significativi, attraverso un contest, e di dare ai vincitori una vetrina importante come il Museo Galata, che ringrazio nella persona del presidente Nicoletta Viziano per la disponibilità e per aver accolto con entusiasmo l’iniziativa. La finalità è soprattutto quella di dare forte visibilità alla nostra città e a una zona, Ponte Parodi, che genovesi e non solo, grazie al Winter Park, hanno potuto scoprire».

Il contest “Winter Park a Ponte Parodi” premierà le migliori fotografie scattate durante questa edizione, offrendo la possibilità alle fotografie vincitrici di essere esposte al Museo Galata.

La selezione dei concorrenti avverrà tramite valutazione di una giuria composta da: due rappresentanti della categoria Fotografi di, rispettivamente, Cna e Confartigianato; due rappresentanti del Comune di Genova; un rappresentante del Winter Park.

Verranno selezionati i migliori 30 scatti presentati. Ai vincitori saranno conferiti premi inerenti ingressi al prossimo Winter Park Genova, ai Musei Comunali, sistema MuMA (Galata, Mei e Lanterna), Palazzo Ducale e Acquario di Genova.

Il Winter Park Genova, fresco vincitore del Lunapark Award 2023, è a Ponte Parodi fino a domenica 14 gennaio 2024.

All’area si accede unicamente dalla Darsena, in calata Ansaldo De Mari.

Per ulteriori informazioni è inoltre attivo il centralino 3403554757. 

“SHEROCKS” al Teatro Govi di Genova: musica, cinema e donne le grandi protagoniste

Sbarca a Genova un grande evento di musica dal vivo tutta al femminile. Dopo le numerose date organizzate durante l’estate 2023, è in programma il 20 gennaio al Teatro Govi di Genova Bolzaneto un nuovo spettacolo del progetto SHEROCKS – Grande Musica delle Donne, attivo dal 2017.

In questa occasione l’evento non si fermerà all’ambito musicale, allargandosi invece anche al mondo del cinema. Lo ha raccontato a Radio Babboleo Sonia Miceli, membro del gruppo: “Negli anni abbiamo deciso di arricchire il nostro progetto raccontando – oltre alla musica – anche quanto hanno fatto le donne per il mondo del cinema, sia come attrici, che come registe, che come interpreti di colonne sonore”

Sarà quindi uno spettacolo diverso dal solito, che prevederà la proiezione di pellicole cinematografiche in perfetta sincronia con le note suonate dalla band.

A proposito dell’importanza dell’impronta femminile nel panorama musicale, Sonia Miceli ha aggiunto: “Io e la cantante Francesca parliamo sempre di quanto hanno fatto donne come Tina Turner e Aretha Franklin: artiste che hanno lasciato un segno indelebile nel mondo della musica e nel mondo in generale. Per noi è fondamentale parlare di questo argomento in Italia in questo momento in cui ci sono stati avvenimenti non troppo belli. Per noi è un messaggio davvero importante.”

Per chi fosse interessato all’evento, è possibile procurarsi i biglietti presentandosi fisicamente al Teatro Govi, o in alternativa navigando online sul sito del Teatro.

wine, glass, glass of wine-5579411.jpg

Dal 22 gennaio a Genova nuovo corso dell’Associazione Italiana Sommelier

E’ in arrivo un’occasione imperdibile per chiunque voglia trasformare la propria passione per il vino in una vera e propria professione. A partire da lunedì 22 gennaio 2024 a Genova si terrà il corso di qualificazione professionale organizzato dall’Associazione Italiana Sommelier.

Si terrà presso l’NH Hotel di Genova Centro in Via Martin Piaggio 11 e sarà strutturato in due corsi, uno pomeridiano alle ore 16 e uno serale alle ore 20.30. Dopo la presentazione, le lezioni inizieranno ufficialmente lunedì 29 gennaio 2024 e si concluderanno mercoledì 13 marzo 2024.

Il corso rappresenta una reale opportunità occupazionale, come testimonia il presidente dell’Ais Liguria Marco Rezzano: “Nelle strutture liguri – spiega – c’è forte carenza di personale qualificato. Il corso da sommelier è sempre più visto dai giovani come un’opportunità di crescita e una possibilità di occupazione futura”.

Rezzano ha sottolineato il crescente interesse, soprattutto da parte dei più giovani, verso la professione: “Negli ultimi anni, il pubblico degli appassionati ai temi vitivinicoli è cresciuto molto, coinvolgendo sempre più giovani e donne”, ha aggiunto.

Per info e iscrizioni: https://www.aisliguria.it/corsi/GE?livello=1

“Belin che Mercatino” arriva alla seconda edizione a favore di Mediterranea

Belin che Mercatino” arriva con la seconda edizione del loro evento dedicato a sostenere le organizzazioni che prestano supporto e soccorso alle persone in difficoltà. L’evento si terrà Sabato 11 Novembre, dalle 11 alle 21, ai Giardini Comunali Emanuele Luzzati e, oltre alla classica vendita del vestiario, presenterà un vasto programma con dibattiti e ospiti pronti a parlare della causa.

L’idea del mercatino nasce da un gruppo di amiche nell’estate del 2021 e si sviluppa nel corso dei mesi successivi, soprattutto dopo le tragedie vissute dal popolo ucraino e dalle testimonianze delle difficoltà quotidiane dei migranti. L’iniziativa, con l’avvento della prima edizione, cresce a dismisura, spopolando oltre ogni aspettativa, diventando non solo un progetto organizzato da un gruppo di amiche che vogliono lasciare un’impronta nel sociale ma un progetto condiviso che ha conquistato il cuore di tutta la comunità.

Il ricavato della vendita dei vestiti, donati dalle varie comunità, sarà devoluto all’organizzazione “Mediterranea“, impegnata nell’offrire supporto e soccorso alle persone in difficoltà nel Mediterraneo. L’edizione di quest’anno vedrà la presenza di svariati ospiti, tra cui “Genova Che Osa“, il “Ce.Sto“, i volontari di Mediterranea e Omar, ragazzo sopravvissuto da un barcone, che terranno talk informativi durante il corso dell’evento.

Il tema dell’evento, l’organizzazione e la dedizione di questo gruppo di amiche devono far pensare che per aiutare gli altri, per aiutare il prossimo, non servono voli pindarici: basta porgere davvero l’altra guancia, allungare una mano sincera verso chi è davvero in difficoltà . Solo cosi si fa la differenza nel Mondo.

In allegato, potete trovare l’intervista con Laura Carabellese, una delle organizzatrici di “Belin che Mercatino”: