Interviste

AISM torna in piazza. Dina Lai (sezione AISM Genova): “Sono le persone tra i 20 e i 40 anni le più colpite”

L’Associazione Italiana Sclerosi Multipla il 28, 29 e 30 maggio scenderà in piazza con la manifestazione “Bentornata Gardensia“, questa iniziativa nazionale grazie alle offerte ricevute permette il finanziamento della ricerca scientifica e dei servizi sul territorio.

Sarà possibile trovare l’associazione in tutte le piazze di Genova e provincia, l’offerta per la pianta è di 15€, si potrà prenotare tramite il loro numero (010 2512296) o andare direttamente nelle piazze.

Dina Lai, della sezione AISM di Genova, ha parlato ai nostri microfoni dei dati relativi alla sclerosi multipla in Liguria: “A Genova contiamo più di 1600 persone affette da sclerosi multipla, per un totale il Liguria di 3070 persone […] ogni tre ore c’è una diagnosi di sclerosi multipla, sono le persone tra i 20 e i 40 anni le più colpite”.

Sipari rialzati a teatro, Maifredi (Teatro Pubblico Ligure): “Noi tra quelli meno tutelati, ma siamo ancora qua”

Ieri sera, giovedì 6 maggio, è ripartito il SoriTeatro 2020/2021, stagione per il sesto anno diretta da Sergio Maifredi e organizzata da Teatro Pubblico Ligure con il contributo del comune di Sori. La stagione si è aperta alle 19:30 con “Attraverso persone e cose”, racconto della poesia di e con Gian Luca Favetto.

“Per dare la possibilità a tutto il nostro pubblico di rientrare negli orari stabiliti abbiamo deciso di anticipare gli orari […] i posti all’interno del teatro sono 200, ma per garantire il distanziamento sono stati diminuiti a 73” Sergio Maifredi, direttore artistico teatro pubblico ligure, racconta ai microfoni di Babboleo News come si sono adattati per poter ripartire.

Quest’ultimo anno, per i lavoratori dello spettacolo, ha mostrato delle fragilità e diversità all’interno del sistema. Maifredi parla di tutele, tutele che non ha riscontrato in equa parte: “Ci sono stati sicuramente settori all’interno del mondo dello spettacolo dal vivo che sono stati più tutelati, altri invece si sono visti senza rete, e noi siamo stati tra questi, però abbiamo cercato di reagire”.

Ascolta l’intervista completa a Sergio Maifredi.


Autostrade liguri nel caos: Trasporto unito minaccia proteste.

Dopo un weekend da bollino nero per le autostrade liguri, la situazione non è migliorata durante la settimana: questa mattina a causa della mancata apertura di una parte della galleria Provenzale sulla A10 nel tratto tra Genova Aeroporto e Genova Prà ci sono stati disagi e code infinite.

Giuseppe Tagnocchetti, coordinatore Trasporto unito Liguria, commenta questa situazione scagliandosi contro Autostrade: “Sembra che qualcuno pensi che possa diventare normalità; ci sono intere aziende che stanno fallendo“. L’autotrasporto sono mesi che non riesce ad operare, e la prospettiva sembra peggiorare sempre.

I lavoratori nel settore trasporti sono stati messi a dura prova. I cantieri durante il weekend saranno chiusi, per poter permettere a ristoratori ed albergatori di lavorare grazie al turismo.

Tutti devono essere tutelati, a non essere tutelato rimane il territorio […] non possiamo trovare una soluzione nel cercare di individuare chi tutelare e chi penalizzare“, Tagnocchetti chiede al governo una programmazione diversa, il territorio deve essere difeso per intero, perché questo ormai è diventato un problema nazionale, inoltre il coordinatore Trasporto unito Liguria aggiunge: “Ci deve essere una risposta, noi autotrasportatori siamo pronti a lanciare una protesta molto forte, le aziende ce lo chiedono“.

Spiagge libere a Genova: numero chiuso, ma senza prenotazione. Gambino: “Addio ai sacchetti segnaposto”

Quest’estate le spiagge del capoluogo ligure saranno a numero chiuso e nuovamente monitorabili attraverso l’app SpiaggiaTi, con cui non si potrà però prenotare il posto, non saranno presenti inoltre i sacchetti per distanziare le persone.

Le modalità saranno differenti in base all’affluenza, spiagge come Volti o Multedo, l’anno scorso, anche nei giorni di punta, non hanno mai registrato una saturazione massima, ci sarà quindi un controllo dinamico, senza bisogno di definire un numero massimo.

Sergio Gambino, consigliere delegato alla protezione civile, ai microfoni di Babboleo News spiega le nuove modalità per le spiagge libere.

Come saranno organizzare le spiagge libere a Genova?

Verrà nuovamente utilizzata l’applicazione SpiaggiaTi?

I sacchetti segnaposto saranno di nuovo presenti sulle spiagge?

Pagani (UIL polizia penitenziaria) sui fatti di Sanremo: “Episodio gravissimo”

Ai microfoni di Radio Babboleo News Fabio Pagani, segretario regionale della UIL PA Polizia Penitenziaria, commenta attonito i fatti di ieri avvenuti nel carcere di Sanremo. un agente è stato aggredito e ferito, intorno alle ore 12:00 da un gruppo di detenuti italiani, ristretti nel reparto degenza dell’istituto penitenziario matuziano, costituisce un gravissimo episodio: ” Il Poliziotto, che era titolare del reparto, è stato aggredito e sequestrato da due detenuti che hanno prima puntato una arma rudimentale appuntita al collo del poliziotto , tentando poi di sottrargli anche le chiavi della sezione. Scattato l’allarme, sono giunti sul posto i rinforzi , che sono riusciti a riportare i due detenuti alla calma e a farli desistere“ . Ennesima dimostrazione di quanto sia fallimentare l’attuale gestione del
sistema penitenziario sanremese, dove si ripetono atti di intolleranza e di violenza, soprattutto ai danni dei poliziotti, con una preoccupante frequenza senza che nessuno si preoccupi di adottare adeguati provvedimenti. “Il senso d’impunità che si respira nelle carceri italiane – rincara Pagani – favorisce il proliferare di eventi critici. Ciò che è drammatico, se fosse confermato, è che il gesto in questione pare abbia all’origine da un desiderio dei due detenuti di essere trasferiti ad altra sede”. “L’auspicio – conclude ‐ è quello che il Governo inserisca prioritariamente nella propria agenda il problema delle aggressioni e degli eventi critici al fine di individuare soluzioni concrete perché è inammissibile che la Polizia Penitenziaria, debba combattere in piena solitudine , disarmata e senza ausilio di strumenti di alcun genere anti aggressione – debba attendere alle esigenze di 60/80/100 detenuti. Non si può più accettare che il rapporto sia un
agente, una sezione a prescindere dai detenuti che contiene sia in termini numerici, sia dal loro livello di pericolosità”.

Stefano Musso (Rainbow Liguria): “approvate subito il Ddl Zan”

Ai microfoni di Radio Babboleo News, Stefano Musso del coordinamento Liguria Rainbow va dritto al punto : ” Sabato 8 Maggio manifesteremo in Largo Pertini alle ore 11.30, con il dovuto distanziamento e relative norme di sicurezza, per chiedere l’approvazione del Ddl Zan“. La situazione attuale di stallo del decreto legge che prevede aggravanti per i reati di aggressione, odio e istigazione alla violenza per motivi legati al sesso, orientamento sessuale , identità di genere e abilismo contro donne, persone con disabilità, migranti E persone LGBT+, è pericolosa. “Questa legge non comprende il reato di propaganda, e non è inutile come dipinto da alcune forze politiche”, aggiunge Musso. In merito all’episodio avvenuto sul palco del Concertone del Primo Maggio, Musso rivolge un plauso a Fedez, che ha ricordato tutte le frasi pronunciate dai politici per offendere chi è diverso.

Hotellerie in Liguria, la richiesta di Pilati (Federalberghi): “Lasciateci lavorare in pace, covid e autostrade connubio impossibile da sopportare”

Il primo weekend di zona gialla per la Liguria, con tanto di riaperture di bar e ristoranti e di “via libera tra regioni”, è stato però da bollino nero sulle autostrade liguri. Le code di domenica pomeriggio e domenica sera in A10 e A12 si sono poi ripercosse anche sul traffico di lunedì mattina.

Questa situazione ha provocato disagi per ristoratori ed albergatori, Americo Pilati, presidente Federalberghi Liguria, si rivolge alle istituzioni, con una richiesta ben precisa, attraverso i microfoni di Babboleo News: “Fateci lavorare in pace, aiutateci […] mi vien da ridere a pensare quando a Pasqua Autostrade ha dichiarato che avrebbero chiuso i lavori per far lavorare il turismo”.

I cantieri dovrebbero però essere temporaneamente sospesi nei prossimi weekend, e questo potrebbe consentire spostamenti più veloci e non più su un’unica corsia.

Il presidente di Federalberghi Liguria Pilati spiega che l’idea iniziale era quella di aprire la stagione turistica nel periodo dell’ascensione con i turisti stranieri, ma questo non sarà possibile a causa dell’obbligo di tampone e quarantena per i turisti fino al 15 maggio: “La maggior parte aprirà durante l’unico grande ponte di quest’anno, quello del 2 giugno”.

Ascolta l’intervista completa ad Americo Pilati

Dalla crisi sanitaria alla crisi occupazionale nelle rsa, Palomba: “Gli operatori socio-sanitari rischiano esuberi”

Da più di un anno conviviamo con la pandemia da covid-19 e tra le categorie più colpite, in particolare all’inizio di questa emergenza sanitaria, ci sono loro, i nostri anziani, ospiti delle rsa. Una situazione complicata da gestire, sia dal punto di vista psicofisico, ma anche da quello economico, tra coloro che hanno combattuto in prima linea non si possono dimenticare gli operatori socio-sanitari. Ai microfoni di Babboleo News ci siamo fatti raccontare la situazione attuale da Vincenzo Palomba, consigliere Municipio Centro-Est Genova e direttore casa per anziani Madri Pie di Genova.

Dalla crisi sanitaria ne deriva anche un rischio di crisi occupazionale”, Palomba si riferisce in particolare alle case di riposo a regime privato, dove gli inserimenti e le richieste continuano ad assottigliarsi, ed il rischio è quello che questa situazione possa andare a riversarsi sul personale.

Nel 2019, nella casa di riposo Madri Pie, vi sono stati 72 inserimenti, mentre nel 2020, a partire da marzo, gli inserimenti durante tutto l’anno sono stati 19. Sempre preoccupanti i dati relativi all’anno corrente, nel primo quadrimestre del 2021 sono stati effettuati solo 7 inserimenti.

Come esponente politico e direttore di una rsa, Vincenzo Palomba attraverso i nostri microfoni ha deciso di inviare un messaggio: “Dobbiamo intervenire a livello regionale e prevedere dei ristori. Bisogna salvare il livello occupazionale per i mancati introiti del 2020/2021, perché soprattutto nella categoria degli operatori socio-sanitari si rischiano esuberi“.

A causa delle mancate visite da parte di parenti e amici, gli ospiti di queste strutture hanno subito un deterioramento affettivo e cognitivo. All’interno della struttura che dirige Vincenzo Palomba, a partire dal periodo natalizio è stato possibile, attraverso un gabbiotto, far incontrare gli ospiti con i propri cari. Nel frattempo nei giorni scorsi Alisa ha suggerito di riprendere le visite, anche quelle dal vivo, previa vaccinazione o tampone negativo.

Ascolta l’intervista completa a Vincenzo Palomba

Come la pandemia ha cambiato le relazioni familiari: webinar sulle “famiglie sospese”

Una riflessione sulla nuova normalità al tempo della pandemia, e su come si stanno trasformando le abitudini di vita e le interazioni familiari. È l’obiettivo dell’evento, destinato a genitori e famiglie in genere, “Lo sguardo psicologico sulle famiglie sospese” che l’Ordine degli Psicologi della Liguria organizza, in diretta sul canale YouTube “Redazione Ordine Psicologi Liguria”, martedì 4 maggio dalle 18 alle 20.

Le dottoresse Luisa Carbone Tirelli e Manuela Bausano indagheranno appunto il concetto di “famiglia sospesa”, dove gli spazi e i tempi si fondono, rendendo complicato supportare i ragazzi e le ragazze nella loro crescita.

«La nostra professione – spiega Mara Donatella Fiaschipresidente dell’Ordine degli Psicologi della Liguria – lavora tutti i giorni con bambini, adolescenti e genitori e, come Ordine, ci è sembrato quindi doveroso far sentire alle famiglie il nostro supporto in un momento così complesso. Le relatrici porteranno la loro esperienza professionale per costruire un dialogo con le partecipanti e i partecipanti, rispondere alle loro domande e offrire spunti di riflessione e di azione».

Da un’indagine della Fondazione Italia in salute emerge, in particolare, che l’82,2% dei genitori evidenzia situazioni psicologiche negative nei figli, valutate come “molto pesanti” in un caso su quattro. Mentre da uno studio del Policlinico Umberto I di Roma evidenzia che ci sono bambini con mal di pancia, mal di testa o con dolori articolari che non vanno più via e, secondo i ricercatori, potrebbero essere somatizzazioni dell’esperienza vissuta.Quali sono, dunque, le nuove sfide per i genitori? Come aiutare i propri figli e le proprie figlie a sviluppare le competenze relazionali in un contesto dove la socialità è spesso impedita, se non in digitale? Come motivarli a interessarsi di una scuola che percepiscono come poco interessata a loro? Queste le principali domande alle quali il webinar cercherà di dare una risposta. Come ha spiegato la dottoressa Biancamaria Cavallini, consigliera dell’Ordine e curatrice dell’iniziativa.

«La situazione pandemica ha creato forte disagio nei bambini e negli adolescenti, costretti a periodi lunghissimi di didattica a distanza e di privazione dei contatti sociali. La preoccupazione dei genitori è giustificata e le ricerche ci dicono infatti che, per i più giovani, gli strascichi lasciati dal coronavirus sono soprattutto di tipo psicologico», aggiunge la dottoressa Biancamaria Cavallini

La partecipazione è libera e gratuita. Per informazioni tel. 010.541225, mail segreteria@ordinepsicologiliguria.it

Caffè al banco, Porotto (FIPE Confcommercio): ” questa regola fa perdere lavoro per il 50%”

Da sempre in Italia abbiamo la tradizione del caffè al banco, non capiamo l’esigenza di questo divieto, nemmeno dal punto di vista sanitario “, così ai microfoni di Radio Babboleo News, Marina Porotto, presidente Giovani Imprenditori Confcommercio Genova. “abbiamo tutte le misure di contenimento necessarie dall’anno scorso, non possiamo perdere altro lavoro, ci sono locali che stanno perdendo fino al 50% del loro fatturato”