Interviste

Sciopero del Porto di Genova, le voci degli addetti ai lavori

È iniziato questa mattina, lo sciopero di 24 ore dei lavoratori del porto. Come da programma, previsti due presidi: il primo presso il varco di ponte Etiopia dalle 5.45 alle 8.30 e il secondo sotto la sede di Confindustria Genova, in via San VIncenzo dalle 9.30 alle 12. Giornata di sciopero indetto da Filt Cgil, Fit Cisl e Uil trasporti dopo la lettera dei terminalisti.

Su Babboleo News – Cosa succede in Liguria Igor Magni segretario generale Cgil genova

“Il sindacato è sempre pronto a discutere con tutte le parti in causa per trovare soluzioni” a dirlo Roberto Gulli, segretario generale Uil Trasporti Liguria presente anche lui sul posto.

Le parole di Mauro Scognamillo – segretario generale Filt Cisl Liguria (intervista di Giorgia Fabiocchi)

  • Quasi contemporaneamente si è tenuto un presidio anche sotto la sede di Confindustria, in via San Vincenzo

Su Babboleo News cosa succede in Liguria Igor Nivoi – USB Porto di Genova

Presente tra i manifestanti anche Gianni Pastorino, consigliere regionale e capogruppo di Linea Condivisa. La sua intervista ai microfoni di Babboleo News:

Sciopero in porto a Genova, Gulli (Uil): “Confindustria disconosca la lettera. Serve nuovo protocollo di relazioni industriali”

“Il sindacato è sempre pronto a discutere con tutte le parti in causa per trovare soluzioni”. Così Roberto Gulli, segretario generale Uil Trasporti Liguria, durante lo sciopero indetto dai lavoratori del porto contro la lettera di accusa da parte dei Terminalisti nei confronti di Culmv e Autorità Portuale. “Chiediamo il disconoscimento della lettera e un nuovo protocollo di relazioni industriali: Confindustria si sieda a un tavolo con noi e discuta su questi temi”. Nel caso dai terminalisti non arrivassero le risposte sperate, “non escludiamo ulteriori azioni in futuro” conclude Magni.

L’intervento completo ai microfoni di Babboleo News:

Sciopero dei portuali a Genova, Magni (CGIL): “Terminalisti facciano passo indietro e si chiariscano tra loro”

Il segretario generale della CGIL di Genova, Igor Magni, è presente allo sciopero dei portuali indetto in risposta alla lettera consegnata a mano dal presidente dei terminalisti genovesi al segretario generale dell’Autorità di sistema portuale di Genova, Savona e Vado ligure, in cui si diffida e mette in mora l’Autorità portuale per non avere vigilato sulle azioni della Culmv, comprese le richieste di adeguamenti tariffari erogate dalle aziende alla Compagnia dal 2013 ad oggi, circa 8 milioni che sono pronti a chiedere indietro come risarcimento danni. “Una lettera con dei contenuti aggressivi verso i lavoratori” accusa Magni. Negli incontri con i terminalisti i contenuti sono stati confermati, ed è per questo che oggi le sigle sindacali sono in piazza e stanno bloccando l’accesso ai varchi. “I terminalisti si chiariscano tra di loro – prosegue Magni – mi sembra che non abbiano le idee chiare”.

L’intervista completa su Babboleo News:

Sanremo, tra Festival e restrizioni. Il punto con il sindaco Biancheri

In questi giorni la città di Sanremo è sotto la luce dei riflettori per diversi motivi. Da un lato il consueto appuntamento con il Festival della Canzone Italiana, dall’altro le recenti misure restrittive anticovid che hanno coinvolto il distretto sanitario sanremese. Proprio dall’emergenza sanitaria parte la nostra intervista al sindaco di Sanremo, Alberto Biancheri.

Sindaco, è d’accordo con le ulteriori misure restrittive che hanno coinvolto il vostro distretto sanitario? A non essere piaciute sono soprattutto le tempistiche con cui sono state comunicate…

Lei ogni giorno è in contatto con le associazioni che tutelano gli interessi di ristoratori e di tutte le attività commerciali, e con i ristoratori stessi. Che feedback le arrivano da queste realtà?

Proprio il giorno prima della notizia delle restrizioni aveva dichiarato che attorno al festival di sanremo si stava creando una bella atmosfera. Nonostante le restrizioni, la confusione di queste ore, il Festival continua a fare bene alla città di Sanremo?

Si è parlato di fare un “Sanremo bis” in estate, per contribuire a risollevare le attività del territorio. Ci sono novità su questo fronte?

Situazione sanitaria nel ponente ligure. I dati continuano a essere preoccupanti.

Cambiando argomento, Sanremo è stata presa ad esempio da Legambiente come il comune più virtuoso nella prevenzione all’inquinamento del mare, grazie alle ispezioni effettuate costantemente nei torrenti. Si è addirittura parlato di ‘Modello Sanremo’. Quello dell’ambiente è un tema su cui avete investito e continuerete a investire?

“Dal palco”, il nuovo format del Teatro Garage per non tenere chiuso il sipario

L’esigenza di tenere vivo il palco in attesa di poter tornare davvero in scena è quello che ha spinto i due conduttori liguri, Claudio Gambaro e Simona Cappelli, a coinvolgere il teatro Garage nell’ideazione di un format dal titolo “Dal Palco”. Otto appuntamenti virtuali che verranno pubblicati con cadenza settimanale sulla pagina Facebook del teatro Garage a partire da domani, venerdì 5 marzo, alle 20.30. La location sarà appunto il palco della sala Diana del teatro Garage che per ogni puntata ospiterà due protagonisti del teatro intervistati da Simona Cappelli e Claudio Gambaro.

“Abbiamo cercato di capire cosa il pubblico volesse vedere, permettendo agli attori di raccontarsi. Con questo progetto cerchiamo di tornare sul palco prima di poterlo fare davvero; abbiamo preparato queste 8 puntate per riaprire il sipario del teatro garage, incontrando protagonisti che portano eventi e tematiche svariate. Ogni puntata tratta infatti un argomento differente. Gli spettatori ci vedranno inoltre in tre location differenti: saremo nel backstage per il lancio puntata, sul palco e sulla platea” ci raccontano Simona e Claudio.

Ecco l’elenco delle puntate:

Venerdì 5 marzo ore 20.30 – Donne a teatro con Emanuela Rolla e Lisa Galantini

Venerdì 12 marzo ore 20.30 – Il Teatro dialettale con Bianca Podestà e Fabio Cappello

Venerdì 19 marzo ore 20.30 – I bambini a Teatro con Fiorella Colombo e Stefania Galuppi

Venerdi 26 marzo ore 20.30 – Musica a Teatro con Bobby Soul e Davide Canazza

Venerdì 2 aprile ore 20.30 – La comicità a Teatro con alcuni comici dei Bruciabaracche

Venerdì 9 aprile ore 20.30 – Danza e Teatrodanza con Maria Grazia Sulpizi e Nicoletta Vaccamorta

Venerdì 16 aprile ore 20.30 – Professionalità dietro le quinte con Enrico Musenich e Francesco Nardi

Venerdì 23 aprile ore 20.30 Teatro Garage STORY con Maria Grazia Tirasso e Daniela Deplano.

Ascolta l’intervista completa a Simona Cappelli e Claudio Gambaro

Genova, scontro portuali-terminalisti. Scognamillo (Filt Cisl): “Domani giornata di lotta. Situazione insostenibile.”

Confermato lo sciopero di 24 ore dei lavoratori del porto, in programma domani venerdì 5 marzo. Non sono previsti cortei, ma due presidi: il primo presso il varco di ponte Etiopia dalle 5.45 alle 8.30 e il secondo sotto la sede di Confindustria Genova dalle 9.30 alle 12.

Su Babboleo News – Cosa succede in Liguria: Mauro Scognamillo – segretario generale Filt Cisl Liguria fa il punto della situazione

8 marzo, “Note di donne”: la musica che tocca l’anima, cor ad cor loquitur

Una diretta streaming dalle 10 alle 22 di lunedì 8 marzo, in occasione della Festa della Donna: una vera e propria “maratona“, come l’ha definita Alessia Cotta Ramusino ideatrice dell’evento “Note di donna”, in collaborazione con Laura Monferdina di Via del Campo 29 rosso e Simona Cappelli, coordinatrice delle cantautrici presenti. Si tratta di una rassegna di cantautrici, con tre madrine d’eccezione: Grazia di Michele, Rossana Casale, Mariella Nava che per l’occasione presenteranno per la prima volta il brano Anime di Vetro.

Su Babboleo News – Cosa succede in Liguria Alessia Cotta Ramusino, cantautrice genovese spiega il programma e il senso di un evento in cui donne parlano al cuore di altre donne:

Genova, 150 insegnanti di sostegno chiedono corso specializzazione all’Università: “Nessuna risposta”

Prosegue la battaglia degli insegnanti ritenuti idonei non vincitori alle prove concorsuali del Tfa sostegno V ciclo dopo l’approvazione di un ordine del giorno nell’ultimo consiglio regionale che impegna la giunta a sollecitare l’Università degli Studi di Genova ad attivare al più presto (dopo la pubblicazione del bando nazionale) un corso specifico ad hoc per i circa 150 insegnanti precari liguri che chiedono anche di poter essere inseriti con riserva (in quanto specializzandi) nella Graduatorie di sostegno. 

Su Babboleo News – Cosa succede in Liguria fa il punto della situazione Alessandro Sgambati – portavoce del coordinamento nazionale e ligure “Idonei”

Cimitero di Camogli, il sindaco: “Oggi demolizione ultimo blocco di loculi in cima alla falesia”

Proseguono con grande intensità, e si accingono a volgere al termine, i lavori di demolizione delle due cappelle e dei loculi sul ciglio della frana del cimitero di Camogli.
Oggi, giovedì 4 marzo, verrà ultimata la messa in sicurezza della falesia con la stesura delle reti di contenimento e domani inizieranno i recuperi sulle macerie della frana per mezzo di un pontone. Si stima che la maggior parte dei feretri siano proprio sotto i detriti del costone franato. Sale così a 32 il numero di corpi trovati, che si sommano ad urne cinerarie. Secondo una prima stima, i loculi interessati dal crollo avvenuto la settimana scorsa sono circa 220 per un totale di oltre 320 defunti considerando tutte le possibili tumulazioni.

Su Babboleo News – Cosa succede in Liguria fa il punto della situazione Francesco Olivari – sindaco di Camogli

Derby della Lanterna, Lanna: “Samp, più ‘garra’ e concentrazione per vincere”

Mancano poche ore al fischio di inizio di Genoa-Sampdoria. Alle 20.45 il pallone rotolerà in un tempio deserto, il Luigi Ferraris, che per la quarta volta consecutiva non sarà addobbato a festa dai colori rossoblucerchiati, ma vuoto per le vigenti restrizioni anticovid. “Sarà una partita importante per salvare una stagione di alti e bassi” commenta su Babboleo News la bandiera blucerchiata Marco Lanna rispondendo alle nostre domande.

Come arrivano al derby Sampdoria e Genoa?

“Mi sembra che arrivino abbastanza serene. Hanno avuto una domenica non proprio positiva, ma gli impegni erano difficili e gli allenatori hanno risparmiato i titolari. Chi scende in campo sarà fresco, riposato e carico per una partita che, visto l’andamento del campionato, per la Samp potrebbe essere importante per salvare una stagione di alti e bassi, senza grossi obiettivi da raggiungere”.

C’è il rischio che dopo questa partita le due genovesi mollino un po’ la presa e la concentrazione?

Sì, anche se nessuna delle due, nemmeno la Sampdoria che ha qualche punto in più, ha raggiunto una posizione di tranquillità: la zona retrocessione è ancora lontana, ma è un campionato difficile e le squadre dietro sono di livello. Basta poco per rientrare in una lotta per la salvezza che sarebbe complicata”.

La tifoseria blucerchiata si divide in pro e contro Ranieri: chi dice che si potrebbe fare di più, chi invece ritiene i valori della rosa in linea con il rendimento. Lei da che parte sta?

“Diciamo che ci si aspetta sempre qualcosa in più, soprattutto se si è tifosi, e mi ci metto anche io. L’obiettivo della Sampdoria era fare un campionato tranquillo e quello sta accadendo. Però potenzialmente si potrebbe fare qualcosa in più. Va detto che anche le altre non scherzano come valori in rosa o come preparazione tattica, vedi il Benevento o lo Spezia, che ieri ha messo in difficoltà la Juventus nonostante abbia una rosa inferiore, come valori, sia alla Sampdoria che al Genoa”.

Punti di forza e di debolezza della sua Samp a poche ore dal Derby…

“La Sampdoria è una squadra che davanti riesce sempre a creare problemi, perché ha giocatori di livello. Rischia qualcosa dietro: questo voler sempre giocare palla a terra porta a rischi eccessivi e gol subiti in possesso palla. Ormai è una caratteristica di molte squadre: vogliono tutti giocare rasoterra, con passaggi corti, partendo dalla difesa, prendendosi rischi a volte inconcepibili per delle squadre che devono salvarsi e non vincere la Champions League. La Sampdoria ha valori e tecnica, le mancano un po’ di solidità e cattiveria agonistica. E se avesse meno cali di concentrazione.. Ci sono partite in cui la palla in tribuna non sarebbe così vergognosa”.

Sarà il quarto derby a porte chiuse. Un peccato…

Sicuramente a giocare un derby senza pubblico qualcosa si perde. Però è anche vero che i calciatori giocano così da tempo, ormai credo siano abituati. L’apporto del pubblico mancherà, è chiaro, ma questo non deve togliere la voglia di vincere e quel pizzico di “garra” in più per portare a casa il risultato. I tre punti, in un derby valgono anche doppio”.