Musica – Pagina 2 – Babboleo

Musica

“Canti dal Silenzio”: a Genova il concerto di Marcello Fera per violino solo

Un nuovo appuntamento con la musica a Genova, nel Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi domenica 19 novembre alle ore 17. Questa volta ad intrattenere il pubblico sarà Marcello Fera, compositore, violinista e direttore d’orchestra. Presenterà ”Canti dal Silenzio” un ciclo di brani per violino solo, composti nel 2020. Ci sarà inoltre una breve incursione nella musica del ‘600. ”Racconto un po’ del mio mondo, o un po’ del mio mondo a partire dalla particolare angolazione di un musicista” racconta l’artista ai microfoni di Radio Babboleo.

Il titolo ”Canti dal Silenzio” fa riferimento alla natura profonda dell’atto del comporre, a quello spazio vuoto e silente da cui il compositore deve estrarre le proprie idee. Quel silenzio da cui a poco a poco emergono il canto e la danza, è forse lo stesso che ci troviamo di fronte ogni volta che proviamo ad afferrare la radice di ciò che siamo. E così, in questo concerto per il solo violino. Suoni e parole per raccontare, tra confessione e seduzione, l’artista stesso.

Marcello Fera svolge parallelamente attività di compositore, violinista e direttore d’orchestra.
È nato a Genova nel 1966 dove ha conseguito il Diploma in violino perfezionandosi con Stephan Georgiu e Renato De Barbieri. È direttore musicale dell’Ensemble Conductus che ha fondato nel 1999 e direttore artistico del Festival SONORA. È responsabile delle attività musicali di Merano Arte. Riceve commissioni da istituzioni concertistiche e teatrali, ensemble, radio, concertisti e privati. Come interprete e compositore ha registrato trasmissioni radiofoniche e televisive per RAI, Bayrysche Rundfunk, ZDF, ORF, Radio France. Suoi lavori sono pubblicati in CD da Rara Records, Bottega Discantica, RAI Trade, Other Minds, Bona Editio, Longo, Museo Provinciale di Castel Tirolo. Nel 2018 è uscito il CD monografico “The String Theory”distribuito da Da Vinci Classics, dedicato a sue
composizioni e, nel 2020, “Bellanöva” composto da sue elaborazioni di musica tradizionale dell’Appennino tra l’Oltrepò e la Liguria.

“Dal Cinquecento ad oggi – Nova et Vetera”: Leisbert Antonio Moreno Guillen in concerto nella Chiesa di Santa Maria di Castello

Domenica 5 Novembre, alle 16:30 nella Chiesa di Santa Maria di Castello a Genova, si esibirà in concerto con l’organo Leisbert Antonio Moreno Guillen. Il concertista e organista liturgico ha ricevuto i primi insegnamenti da suo padre, musicista e cantautore, per poi intraprendere con successo gli studi da musicista in Italia, diplomandosi con il massimo dei voti al Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma.

L’artista propone un percorso che va dal 1500 fino ai giorni nostri con l’obiettivo di mettere in evidenza i mutamenti delle forme musicali nel corso della storia. Questi mutamenti che riguardano l’affinamento delle tecniche del contrappunto modale dei temi gregoriani, l’assestamento del concetto di tonalità attuato da Johann Sebastian Bach e la ricerca di espressività tipica del Romanticismo e del post-Romanticismo di area francese. Il concerto si chiuderà con “Apocalypsis”, una Sinfonia composta da Leisbert Moreno stesso.

In allegato, l’ intervista integrale all’artista Leisbert Antonio Moreno Guillen:

“Onde Chiare”, il concerto dell’Ensemble Collegium Pro Musica

Sabato 21 ottobre, alle ore 18, nel Salone di Rappresentanza di Tursi un bellissimo concerto in collaborazione con l’Associazione Collegium Pro Musica e l’Ensemble e Orchestra Barocca Collegium Pro Musica, sotto la direzione del Maestro Stefano Bagliano, al flauto dolce. Il concerto avrà una replica alle ore 20.30.

“Onde chiare” è uno dei più celebri madrigalismi. Si parla di madrigalismo quando un testo musicale di qualsiasi forma esso sia, è strettamente aderente al testo poetico. Ciò avviene non solo dal punto di vista uditivo, ma anche da quello grafico, tanto che esso può generare una musica visiva e cioè una musica che, oltre ad esprimere emotivamente i contenuti del testo, ne richiama alla vista, alcuni concetti.
“Onde chiare” incipit di questa aria così celebre, per soprano e flauto dolce, ispira l’intero concerto basato sul gioco e movimento delle onde di suoni antichi e moderni, in un rimando continuo tra autori barocchi e non, da Scarlatti a Glass, da Jacob a Bach.

In programma brani di Alessandro Scarlatti, Philip Glass, Gordon Jacob, J.S. Bach, Alessio Manega, Carla Magnan.
Carla Magnan è l’autrice dell’ultimo brano, composto in occasione del 50° anniversario della morte di Pablo Picasso, intitolato “Al di là del mare – Il favoloso Mediterraneo di Pablo Picasso”, per soprano, flauto dolce contralto, clavicembalo e violoncello.
La musicista e compositrice Magnan al termine del concerto dialogherà con la pittrice Tonia Erbino proprio sul rapporto arte visiva e musica.

Abbonamento Soci a tutti i concerti Associazione Anfossi € 70, comprensivo di sconti dedicati ai concerti in collaborazione; biglietto ai singoli concerti € 10; biglietto ridotto € 6 per studenti universitari 18/25 anni, gratuito per i giovani fino a 18 anni.
Per info e prenotazioni scrivere a: info.associazionepan@gmail.com.

Venerdì 13 ottobre: nuovo appuntamento con VDF2K23: il format targato Goa Boa Festival che porta la musica nelle periferie.

Venerdì 13 e venerdì 20 ottobre nuovo doppio appuntamento con VDF2K23 – Velocità di Fuga 2023, il festival evento presentato da MIC Direzione Generale Spettacolo del Ministero della Cultura, Comune di Genova, Boavida, Associazione Psyco e Goa-Boa Festival e che vuole ridisegnare i confini della città costellandola di venti dalle periferie al centro e dal centro alle periferie.

Il 13 ottobre, alle 21.15, al Teatro Govi di Genova di Bolzaneto: LATO B, il canzoniere del grande Lucio Battisti suonato e cantato live da Leo Pari, Gianluca De Rubertis, Dario Ciffo e Lino Gitto.

Nell’anno in cui avrebbe compiuto 80 anni, il festival propone una serata omaggio al grande Lucio Battisti, partendo da una domanda: cosa succederebbe se quattro artisti indipendenti, nati tra il ‘74 e l’’80, decidessero di rivisitare l’immenso repertorio di Battisti-Mogol alla luce delle proprie esperienze musicali e autoriali.

Uno spettacolo lungo oltre 2 ore, con le hit immortali “Ancora tu“, “Con il nastro rosa“, “Il tempo di morire“, “Mi ritorni in mente“, “Il mio canto libero“, “Pensieri e parole“, “E penso a te” e tantissimi altri classici di Battisti-Mogol anni ’70, senza tralasciare gemme più nascoste come “Dio mio no“, “Comunque bella” , “Amore caro, amore bello“, “L’aquila“, “Confusione” e tante tante altre.

Il 20 ottobre si proseguirà, sempre al Govi, con Bobo Rondelli che porterà sul palco tutto il suo percorso unico, fatto di musica e parole, teatro e cinema, ma soprattutto tanti concerti. Alla soglia dei 60 anni, il cantautore livornese, si sente vivo come non mai ed è pronto a dare tutto al suo pubblico, come sempre, senza filtri o concessioni alla pubblica morale.

Gli appuntamenti successivi con DF2K23 – Velocità di Fuga 2023 e il programma completo del festival su: www.goaboa.it

Alfa si racconta a Radio Babboleo:”La mia estate in tour pensando al concerto di Milano a febbraio”

Estate con la valigia in giro per l’Italia, ma un pensiero che già lo porta al prossimo inverno. Alfa, giovane cantante genovese, classe 2000, spopola nell’estate 2023 con la sua hit Bellissimissima. Il suo tour Tra le nuvole attraversa l’Italia, ma il 24 febbraio 2024 Alfa per la prima volta sfiderà un palazzetto: il Forum di Assago, a Milano.

Tante date per tanto entusiasmo e tanto entusiasmo (“Bello essere in tour”), Alfa si è raccontato a Radio Babboleo parlando di Bellissimissima (“Ero davvero innamorato di quella ragazza, ma poi mi ha ghostato: dopo l’uscita della canzone mi ha scritto lei, ma stavolta non ho risposto io”), di un rallentamento con possibili duetti (“Ce ne sono tanti in giro, non dico che non ne farò più, ma ora non ci penso”) e dell’attesa per l’evento di Milano (“Ci penso, prendo appunti quando mi vengono idee, ma mi piace farmi ispirare anche da altri”).

Ascolta qui l’intervista completa, corredata da tre canzoni: Cin Cin, Snap (con Rosa Linn) e Bellissimissima.

Genvsion XX23, 12 scuole in gara per eleggere la voce emergente della Liguria

Venerdì 12 maggio 2023, alle ore 20, al Teatro Carlo Felice è in programma la serata finale del talent show Genvision XX23, la sfida tra gli istituti secondari di secondo grado che dal 2018 appassiona gli studenti e che quest’anno coinvolge dodici scuole della Liguria. La manifestazione è organizzata dall’associazione GV Network, ha il patrocinio di Comune di Genova e Regione Liguria e il sostegno di Coop Liguria, Kaplan International Languages, Fondanzione Compagnia di San Paolo e altri.

L’evento, giunto alla VI edizione, nelle precedenti edizioni ha coinvolto circa 30mila spettatori tra pubblico presente in sala e collegato in streaming. Le scuole finaliste, i cui talenti si sfideranno per vincere il titolo di “Voce emergente della Liguria” sono il Liceo Sandro Pertini, il Liceo Scientifico Cassini, il Liceo Scientifico Leonardo Da Vinci, il Liceo Classico Andrea D’Oria, il Liceo Classico e Linguistico Giuseppe Mazzini, l’Istituto Eugenio Montale, l’Istituto Majorana-Giorgi, l’Istituto Italo Calvino e il Liceo Linguistico Grazia Deledda di Genova, il Liceo Scientifico Orazio Grassi di Savona, il Liceo Scientifico Arturo Issel di Finale Ligure (SV) e il Liceo Scientifico Marconi – Delpino di Chiavari (GE).

“Da assessore allo Sport e alla Scuola di Regione Liguria sostengo ogni giorno la sana competizione in cui a emergere sia sempre il merito. Credo che il talent show Genvision, giunto alla sua sesta edizione – ha dichiarato l’assessore allo sport Simona Ferro – rappresenti al meglio questo valore mettendo a confronto su un palco prestigioso come quello del teatro Carlo Felice i migliori talenti musicali delle scuole liguri”.

“L’amministrazione comunale è molto sensibile ad iniziative come Genvision che, giunta alla sesta edizione, rappresenta un’idea vincente per dare spazio e stimolare i giovani talenti della nostra regione a mettersi in gioco sviluppando le proprie capacità artistiche. Tra le sue peculiarità vi è quella di offrire un percorso di crescita personale seguito da professionisti del settore – afferma l’assessore al Marketing territoriale e Politiche per i Giovani del Comune di Genova Francesca Corso – un confronto che, unito alla passione, può produrre risultati importanti in tutti gli aspetti della vita. La costante crescita di questo evento ne dimostra il valore ed il coinvolgimento di numerose scuole superiori permette ad un numero sempre più ampio di partecipanti di stupire un vasto pubblico di coetanei e non solo”.

Quest’anno, il tema di Genvision è incentrato sulla crescita personale, sulla realizzazione di sogni, ambizioni e sulla fiducia in sé stessi, con particolare riferimento al disagio che i ragazzi, soprattutto la generazione Z, stanno attraversando in questo periodo di cambiamento. Proprio sul tema della realizzazione si conferma anche quest’anno la collaborazione fra Genvision e Orientamenti On Air, il canale della Regione Liguria che racconta i sogni dei giovani “Dreamers” liguri, in vista del festival Orientamenti che ha proprio nei sognatori i propri protagonisti.

Ad arricchire la grande serata di musica non mancheranno sorprese e ospiti amati dalla Generazione Z, a partire dalla presentatrice della finale Emma Galeotti. Studentessa, content creator, e appassionata di cinema, teatro e musica, è conosciuta principalmente per i suoi video comici sui social ispirati alle situazioni della vita reale, che reinterpreta in chiave ironica e divertente. Dalla vita universitaria al beauty, dagli animali alla vita sociale e di coppia, con il suo umorismo semplice e genuino ha conquistato una vasta audience di follower, diventando, con i suoi 818mila seguaci, uno dei volti più popolari di TikTok.

Ospiti sul palco del Genvision XX23 anche i cantanti liguri Olly e Sethu, entrambi protagonisti dell’ultima edizione del Festival di Sanremo. Olly, genovese classe 2001, inizia la sua carriera nel mondo della musica rap ligure, caratterizzata da un metodo hip-hop che mette in evidenza la parola, la quale, sin dagli inizi, si fonde perfettamente con una voce melodica e a tratti soul. Dopo la vittoria a Sanremo Giovani con il brano “L’Anima Balla”, ha preso parte alla 73° edizione del Festival della canzone italiana con il brano “Polvere”, certificato disco d’oro. Fresco di pubblicazione del repack “Gira, Il Mondo Gira”, questa primavera ed estate sarà live in una serie di date organizzate e prodotte da Magellano Concerti.

Nato a Savona nel 1997, Sethu muove i primi passi nella scena punk/rap ligure, aprendosi poi a nuovi orizzonti musicali. I suoi testi parlano di una generazione che vive tra incertezze, ansie e paure per il futuro, ma che lotta per la propria salute mentale. La sua musica è caratterizzata da un mix di rabbia, tristezza ed euforia, che si alternano in modo fluido e pieno di contaminazioni. Anche lui partecipa all’ultima edizione del Festival di Sanremo con il brano “Cause Perse”, scritto insieme al fratello gemello e produttore Jiz.

I dodici giovani talenti che si esibiranno sul palco del Carlo Felice presentando delle cover sono: Manuel Meledina (15 anni, Liceo Pertini), Ernesto Badino (16 anni, Liceo Cassini), il duo Ilenia e Alla, all’anagrafe Ilenia Callegari e Leonardo Allavena (18 e 16 anni, Liceo Leonardo Da Vinci), Alessia Garbugino (18 anni, Liceo D’Oria), Federica Pizzo (19 anni, Liceo Mazzini), Simone Stasi alias Shadow Killer (19 anni, Istituto Montale), Happy Face, nome d’arte di Tommaso Fasano (19 anni, Istituto Majorana-Giorgi), Davide Zito (18 anni, Istituto Calvino), Alice Fregoso alias La Fregghy (14 anni, Liceo Deledda), le 4 Calamano, gruppo formato da Dana Calamano (16 anni, Liceo Grassi) e le sorelle Lara Calamano, Jade Calamano, Maya Calamano (24, 21 e 20 anni), i Newgen, band composta da Leonardo Costa, Sofia Lanfranco, Pietro Castellazzi, Giovanni De Cia, Gabriele Quaglia (17, 19, 18, 19 e 15 anni, Liceo Arturo Issel) e i Shiny leaves, ovvero Giorgia Lo Presti, Federico Cinque, Paolo Grillo, Diego Aliotta, Luke Parsons ed Eléna Al Rawashdeh (15, 16, 16, 17, 19 e 16 anni, Liceo Marconi – Delpino).

Dopo tutte le esibizioni, soltanto tre dei dodici finalisti avranno la possibilità di passare alla fase finale della competizione, in cui potranno presentare un brano inedito per aggiudicarsi il primo posto. Le esibizioni dei giovani talenti saranno giudicate dalla giuria tecnica e dalla giuria social. La giuria tecnica è composta da esperti del settore musicale e artistico, che valuteranno le performance dei giovani talenti in base a criteri quali la qualità vocale e la presenza scenica. Della giuria tecnica fanno parte i due ospiti Olly e Sethu, oltre a Jiz, produttore e fratello di Sethu, il musicista Rachid Bouchabla, fondatore dell’etichetta discografica “Pioggia Rossa” insieme a Lorenzo Olcese, anch’egli in giuria, la responsabile eventi del Comune di Genova Milena Palattella e Giorgia Rotolo, pluripremiata soprano genovese classe 1993.

La giuria social è invece composta dai content creator e volti di TikTok Francesco Posa, Ufozero2 e Mirko Magliocco, oltre a due ospiti misteriosi che verranno annunciati nel corso della serata. Comico e content creator, Francesco Posa inizia la sua carriera nel 2010 con video comici su Facebook e YouTube. Da allora partecipa a diversi programmi televisivi e radio, scrive un libro, è speaker del TEDxIulm su tematiche legate ai social e si costruisce una fanbase di oltre 1,5 milioni di followers. Dal 2022 tiene anche spettacoli comici e di stand-up dal vivo nei vari locali della sua città oltre che essersi esibito allo Zelig di Viale Monza.

​​Originari di Napoli, Alessio e Luca, meglio conosciuti come Ufozero2, con la loro vena ironica, spesso surreale, hanno riscosso grande successo tra le community di TikTok e Instagram, dove i loro video hanno cominciato a diventare virali. Con oltre 1 milione di followers, sono tra i volti italiani più conosciuti e influenti di TikTok.

Mirko Magliocco è content creator, ballerino e comico; la sua community conta 2 milioni di follower tra TikTok e Instagram e nella sua carriera ha anche partecipato anche a Italia’s Got Talent. Durante la serata ci saranno diversi momenti dedicati agli ospiti, che avranno la possibilità di salire sul palco e intrattenere il pubblico.

“Sciûsciâ e sciorbî no se pêu”, Laura Pausini parla genovese su Radio Babboleo. Ascolta l’intervista integrale

Una giornata piena di ricordi, aneddoti, ma anche di tanti progetti per il futuro, quella di ieri con Laura Pausini, a Radio Babboleo per celebrare i suoi trent’anni di carriera. Giornata iniziata con una domanda precisa da parte della cantante: “insegnatemi una frase in genovese“. Proprio con questa frase, “Sciûsciâ e sciorbî no se pêu“, è iniziata l’intervista ai nostri microfoni, dove ha raccontato tanto di lei ma anche tanto della nostra Liguria.

Laura si è raccontata in onda, rispondendo anche alle domande dei fan presenti negli studi di Radio Babboleo, tra ricordi, passioni, una vita intorno al mondo e in particolare la sua voglia di tornare ad esibirsi nella nostra regione, nonostante gli spazi al momento non glielo consentano.

L’intervista integrale di Laura Pausini, realizzata da Max Repetto, su Radio Babboleo.

30 anni di carriera, Laura Pausini torna a Genova ospite a Radio Babboleo

I ricordi della prima visita a Genova, gli aneddoti, i progetti presenti e futuri, l’abbraccio dei fan e un ‘bottino’ di specialità liguri che la riaccompagneranno a casa, basilico, pesto e focaccia. 30 anni di carriera dall’Emilia, all’Italia e al mondo, Laura Pausini oggi pomeriggio è tornata in Liguria, negli studi di Radio Babboleo, per celebrare il trentennale di carriera. Un tuffo nei ricordi di una lunga storia in musica, l’imminente tour mondiale e le prossime tappe di un percorso sempre mano nella mano con il suo pubblico, assiepato fin dal mattino sotto i nostri studi ai Magazzini del Cotone per un abbraccio collettivo da parte della città.

Accoglienza tipicamente ligure: ad attendere Laura focaccia genovese e focaccia di Recco sullo sfondo del Porto Antico di Genova, per festeggiare e brindare ad “Un buon inizio”, dal nome del suo nuovo singolo.

Nell’intervista, realizzata dal nostro Max Repetto, Laura Pausini ha ripercorso la sua carriera, partendo dal Festival di Sanremo del 1993, vinto nella sezione Nuove Proposte con “La solitudine”, un brano diventato iconico, e soffermandosi sul presente e la prossima partenza del suo nuovo tour.

Laura si è raccontata in onda, rispondendo anche alle domande dei fan presenti negli studi di Radio Babboleo, tra ricordi, passioni, una vita intorno al mondo e anche aneddoti curiosi.

La giornata si è conclusa con il taglio della torta, realizzata per l’occasione dalla nota pasticceria genovese Panarello e dedicata al 30esimo anniversario di carriera.

Inizia il countdown: Laura Pausini mercoledì è in Liguria, ospite in esclusiva di Radio Babboleo

Meno tre. Il conto alla rovescia è iniziato. La regina della musica italiana sta per arrivare in Liguria. Laura Pausini mercoledì 19 aprile alle 15,30 sarà ospite di Radio Babboleo. Per un’ora racconterà in diretta la sua carriera trentennale, senza trascurare il presente (in rotazione anche su Radio Babboleo il nuovo singolo Un buon inizio) e i progetti futuri.
In radio fervono in preparativi per l’accoglienza di Laura (secondo voi che prodotti tipici della Liguria le faremo assaggiare?), intanto anche i fan si stanno preparando.
In radio potranno avere accesso alcuni selezionatissimi innamorati della musica e della voce di Laura (solo se residenti in Liguria). In questi giorni è iniziata la corsa ad un posto nei nostri studi. Come? Attraverso i nostri canali social, in particolare sulla pagina Instagram di Radio Babboleo, https://www.instagram.com/radio_babboleo/ (se non lo avete ancora fatto, seguiteci per avere la possibilità di partecipare). Sono i nostri conduttori ogni giorno a fornire informazioni su orari e modalità, in attesa di avere Laura nostra ospite.
Sotto la radio i fan sono già pronti ad assieparsi confidando di incontrare Laura che arriverà ovviamente poco prima delle 15,30.

Radio Babboleo celebra trent’anni di carriera di Laura Pausini: mercoledì la festa con lei nei nostri studi

C’è un parallelismo tra Laura Pausini e Radio Babboleo. Mentre la regina della musica celebra i propri trent’anni di carriera, Radio Babboleo ogni giorno e ogni ora permette ai proprio ascoltatori di fare un viaggio nella musica dagli anni Novanta ad oggi.
Mercoledì 19 aprile dalle 15,30 questa piacevole coincidenza tra Laura e la radio ligure numero uno sarà celebrata con una diretta di un’ora in cui lei racconterà i progetti futuri, senza dimenticare gli ultimi trent’anni. Un viaggio che sarà una vera e propria festa.

In radio fervono i preparativi. Potranno avere accesso alcuni selezionatissimi innamorati della musica e della voce di Laura (solo se residenti in Liguria). In questi giorni è iniziata la corsa ad un posto nei nostri studi. Come? Attraverso i nostri canali social, in particolare sulla pagina Instagram di Radio Babboleo, https://www.instagram.com/radio_babboleo/ (se non lo avete ancora fatto, seguiteci per avere la possibilità di partecipare). Sono i nostri conduttori ogni giorno a fornire informazioni su orari e modalità, in attesa di avere Laura nostra ospite.

Sotto la radio i fan sono già pronti ad assieparsi confidando di incontrare Laura che arriverà ovviamente poco prima delle 15,30.

A proposito di trent’anni fa, Laura ha celebrato in questi giorni il trentennale dall’esame di Maturità assieme ai suoi compagni di liceo.
Puoi leggere il racconto della serata qui https://www.instagram.com/p/CrA7drSsZvo/