Sanità – Pagina 2 – Babboleo

Sanità

Liguria, orsacchiotti su automediche ed elicotteri di soccorso come sostegno ai bambini

Su tutte le automediche e gli elicotteri della Liguria (Grifo del 118 su cui viaggia anche il personale del Soccorso Alpino e Drago dei Vigili del Fuoco), viaggerà un passeggero molto particolare, destinato ai bambini soccorsi in codice giallo e rosso. È l’iniziativa della Siems, la Società Italiana dell’Emergenza Sanitaria, che ha consegnato 1.000 orsacchiotti di peluche al Servizio 118 ligure da distribuire alle automediche e agli elicotteri operanti sul territorio. I peluche, che entreranno a far parte della dotazione di bordo dei mezzi, potranno essere consegnati ai bambini nel momento critico del soccorso in emergenza per tranquillizzarli e rassicurarli.

La Liguria è la regione apripista di questa iniziativa nel Nord Italia, insieme all’Abruzzo per il Centro e la Basilicata per il Sud Italia. Gli orsacchiotti, di nome Beary, sono stati così distribuiti: 150 ad Imperia, 150 a Savona, 400 a Genova, 100 nel Tigullio e 150 alla Spezia. Sono invece 50 gli orsacchiotti destinati al Pronto Soccorso dell’Ospedale Gaslini.

L’iniziativa, resa possibile dal sostegno di Babcock International, Airgreen, Salvagenteitalia e Rotary for Health, va incontro a un bisogno dei più piccoli che la psicologia ha ampiamente studiato. Secondo le teorie del pediatra inglese Donald Winnicot, supportate da numerosi altri studiosi, il bambino ha bisogno, nel momento massimo di espressione d’angoscia, di una funzione di ‘holding’, ovvero di assorbimento del disagio, di cui in genere si fa carico la mamma. Ma durante l’intervento di soccorso sanitario territoriale la madre non può sempre svolgere questa funzione a causa di diversi fattori, tra i quali ad esempio la gravità della patologia, un ambito di intervento non sicuro, o l’assenza stessa dei genitori. Questo porta alla necessità di trovare qualcosa che ‘faccia le veci’ dell’holding materno. Lo strumento individuabile, dice Winnicott, è rappresentato dall’‘oggetto transizionale’; proprio ciò che l’orsetto si propone di essere.

”Sono orgoglioso che la Liguria sia una delle tre regioni apripista per questa iniziativa” commenta Giovanni Toti, Presidente e Assessore alla Sanità di Regione Liguria. “Il mio ringraziamento va a tutti i soccorritori dell’emergenza che in questi mesi durissimi di pandemia hanno lavorato senza sosta. Il mio pensiero va invece ai bimbi che vengono soccorsi, sicuro che anche grazie a questo piccolo aiuto, potranno meglio affrontare la paura in un momento difficile. Un oggetto tanto semplice quanto di supporto non solo per i piccoli pazienti ma anche per gli operatori impegnati a gestire un soccorso di questo genere”.

Dati covid ai comuni liguri: conclusa la prima fase sperimentare della piattaforma PoLiSS

Si è svolta questa mattina la riunione tra Anci Liguria, Liguria digitale e l’Azienda Ligure Sanitaria A.Li.Sa per fare il punto sugli sviluppi della piattaforma informatica PoLiSS, il portale ligure socio sanitario che monitora i casi positivi a Sars-Cov-2 presenti sul territorio e a cui hanno accesso, grazie ad Anci, anche tutti i sindaci. Una riunione già programmata da tempo, che si configura come tappa del percorso avviato a fine novembre dopo l’intesa raggiunta tra Anci, Federsanità Anci, Regione, A.Li.Sa e Liguria digitale per l’accesso diretto dei primi cittadini alla banca dati regionale dei soggetti positivi. “Ci troviamo in una fase sperimentale, direi unica in Italia, dove per la prima volta il sistema sanitario fornisce dei dati al di fuori del sistema sanitario stesso – afferma il direttore generale di Anci Liguria Pierluigi Vinai – La riunione di oggi, programma già da prima delle vacanze natalizie, ha avuto l’obiettivo di raccogliere le risultanze della sperimentalità e di introdurre accorgimenti e letture che perfezionassero sempre di più un sistema che, come tutti i percorsi sperimentali, è per definizione in evoluzione, ma che siamo sicuri farà da scuola anche in altre regioni”.

“Il sistema elimina la comunicazione diretta delle positività da parte delle Asl e permette ad Anci, in cooperazione con Liguria digitale e con A.Li.Sa., che ringrazio, di fornire un servizio gratuito ai Comuni semplificando notevolmente anche il lavoro delle Asl – prosegue Vinai – La piattaforma si sta evolvendo per garantire ai Sindaci la fotografia esatta della situazione presente sul territorio, li aiuta a capire quali azioni devono mettere in campo per gestire al meglio gli sviluppi della pandemia e nello stesso tempo permette loro di garantire i servizi in generale, in primis quelli sociali, oltre ad assolvere agli obblighi di intervento sulla raccolta differenziata speciale dei rifiuti. Essendo un sistema sperimentale in evoluzione necessita di un raffinamento continuo dei dati, perché le situazioni del Comune di Genova e di Calizzano non sono paragonabili. Nei prossimi giorni verranno attivate alcune implementazioni, per consentire ai Sindaci una lettura ancor più semplice e completa dei dati, sempre nel rispetto puntuale della normativa sulla privacy“.

“Se finora si sono verificate delle difficoltà, sono dovute certamente al divenire della qualità e quantità dei dati sulla piattaforma, ma anche alla lentezza con cui i Comuni hanno capito di dover utilizzare questo nuovo sistema messo a loro disposizione già nel mese di novembre, ma sarà nostra cura educare i Sindaci ad un corretto uso di questa piattaforma. E per facilitare i rapporti con le Asl in questa piena seconda ondata pandemica, abbiamo previsto cinque incontri, il primo venerdì 15 con Asl 2, gli altri il 18 con Asl 1, Asl 5 e Asl 4, infine giovedì 21 con Asl 3, in cui presenteremo ai Sindaci i neo-direttori generali delle Aziende sanitarie locali, che con i Comuni sono parte integrante di Anci e con cui è stata predisposta la nuova strategia sanitaria regionale, per una migliore cooperazione e collaborazione”, conclude Vinai.

Vaccini anti Covid, oggi arrivano in Liguria altre 20mila dosi

È in programma entro oggi, martedì 12 gennaio, la consegna in Liguria di 17 “pizza box” contenenti 19.890 dosi. Il dettaglio delle consegne:

· Asl 1, ospedale Sanremo: (consegna già effettuata 11/01/2021): 3 “pizza box” contenenti 3.510 dosi

· Asl 2, ospedale Savona: 3 “pizza box” contenenti 3.510 dosi

· Asl 3, ospedale Villa Scassi: 2“pizza box” contenenti 2.340 dosi

· Istituto G. Gaslini: 1 “pizza box” contenente 1.170 dosi

· Ospedale Policlinico San Martino: 3 “pizza box” contenenti 3.510 dosi

· Ospedale Galliera: 1 “pizza box” contenente 1.170 dosi

· Ospedale Evangelico Internazionale: 1 “pizza box” contenente 1.170 dosi

· Asl 4, ospedale Sestri Levante: 1 “pizza box” contenente 1.170 dosi

· Asl 5, ospedale Sarzana: 2“pizza box” contenenti 2.340 dosi

Le dosi consegnate in Liguria, comprese quelle previste per oggi, superano le 56.000 unità: il calendario predisposto dalla struttura commissariale per l’emergenza prevede, per la Liguria, la consegna di ulteriori 40.950 dosi entro la fine del mese di gennaio.

Ricerca, San Martino: non solo covid, aumentano le infezioni ospedaliere

La ricerca, al San Martino di Genova, non si ferma. Ieri il direttore di Malattie Infettive Matteo Bassetti ha annunciato la pubblicazione di un lavoro scientifico a prima firma dottoressa Magnasco, in collaborazione con i team di Malattie Infettive e Terapie Intensive, che riporta un l’aumento di infezioni ospedaliere da batteri resistenti agli antibiotici più potenti e da funghi molto impegnativi, come la Candida auris. Il serrato controllo che solitamente si opera su queste infezioni è venuto meno a causa della inevitabile attenzione dedicata in questi mesi al problema del covid. L’invito è, soprattutto per gli stessi addetti ai lavori, quindi per chi si occupa di curare il covid, di non curare esclusivamente il covid ma di tenere alta la guardia per quanto riguarda la cura di tutte le malattie infettive. “Purtroppo il COVID ha portato anche questo.” commenta il professor Bassetti. “Occorre tornare ad un uso appropriato degli antibiotici e a implementare programmi di antimicrobial stewardship”. Un campanello d’allarme che arriva da Genova, prima in Italia, grazie al quotidiano lavoro di ricerca del Policlinico San Martino.

Studi medici nella Asl 3 genovese: aperture straordinarie nel weekend di Capodanno

L’apertura straordinaria degli studi medici al sabato e nei giorni festivi prosegue anche nel weekend di Capodanno, stiamo quindi parlando dei giorni 1, 2 e 3 gennaio 2021. Attraverso questa iniziativa, promossa da Asl 3 su indicazione di Alisa, nata per offrire supporto ai cittadini nel periodo delle festività, i cittadini dell’Asl 3 genovese potranno rivolgersi ai medici, anche se diversi dal proprio medico di medicina generale, così come era avvenuto anche per i giorni di Natale e Santo Stefano. La Asl comunica che, “in relazione alle norme anti-covid, per evitare assembramenti, l’accesso agli studi deve essere concordato preventivamente, via telefono, con il medico di medicina generale prescelto.

Di seguito l’elenco degli studi aperti:

Distretto 8: Municipio VII Ponente (Pegli, Prà e Voltri) e Comuni di Arenzano, Cogoleto, Mele, Masone, Campo Ligure, Tiglieto e Rossiglione.

1, 2, 3 gennaio 2021

GENTILUCCI ALDO, VIA RECAGNO 1 – COGOLETO
ore 8.00-12.00 e 14.00-17.00
Numero di telefono 3925050100

1, 2, 3 gennaio 2021

GUIDA VITTORIO, VIA DAVIDE POGGI 21/1 COGOLETO
ore 8.00-12.00 e 14.00-17.00
Numero di telefono 010 9181269 – 347 0117288

Distretto 9: Municipi di Sampierdarena, S. Teodoro, Cornigliano e Sestri Ponente

2 gennaio 2021

CARLOTTO FRANCESCA, VIA CIRO MENOTTI 19/1- GE-SESTRI PONENTE
ore 8.00-12.00 e 14.00-17.00
Numero di telefono 3389150549

2, 3 gennaio 2021

SANGALLI GIORGIO, VIA BOLOGNA 38 A/4 – GENOVA
ore 8.00-12.00 e 14.00-17.00
Numero di telefono 3347989699

Distretto 10: Municipio di Genova Valpolcevera (Pontedecimo, Bolzaneto, Rivarolo) e Comuni di Casella, Montoggio, Savignone, Valbrevenna, Ronco Scrivia, Isola del Cantone, S.Olcese, Vobbia, Busalla, Crocefieschi, Campomorone, Ceranesi, Mignanego e Serra Riccò

1, 2, 3 gennaio 2021

QUEIRAZZA PAOLO, VIA ROMA 108/1 – MONTOGGIO
ore 8.00-12.00 e 14.00-17.00
Numero di telefono 3519343194

1, 2, 3 gennaio 2021

AMERI MARIA CARLA, VIA CARPANETO 7- BORGOFORNARI
ore 8.00-12.00 e 14.00-17.00
Numero di telefono 3494192885

2 gennaio 2021

DELLEPIANE FRANCESCO MARIA, VIA MEIRANA 1/2 – GENOVA PONTEDECIMO
ore 8.00-12.00 e 14.00-17.00
Numero di telefono 3382077821

Distretto 11: Municipio di Genova I Centro Est (Oregina-Lagaccio, Prè-Molo-Maddalena, Castelletto, Portoria) e del Municipio di Genova VIII – Medio Levante (S. Martino, Albaro, Foce)

1, 2, 3 gennaio 2021

RUSSO EMANUELE, CORSO UGO BASSI 52 CANCELLO – GENOVA
ore 8.00-12.00 e 14.00-17.00
Numero di telefono 0102722959

1, 2, 3 gennaio 2021

BIZZARRI DANIELE, VIA DELLA LIBERTA’ 3/2 – GENOVA
ore 8.00 – 12.00 e 14.00-17.00
Numero di telefono 3476179144

2 gennaio 2021

CIUCHI EMANUELA, PIAZZA DELLA CERNAIA 7 R – GENOVA
ore 8.00-12.00 e 14.00-17.00
Numero di telefono 0104072200

1, 2, 3 gennaio 2021

CONSANI GIUSEPPE, VIA DELLA LIBERTA’ 3/2 – GENOVA
ore 14.00-17.00
Numero di telefono 3409137746

2, 3 gennaio 2021

DE JORIO FRANCESCA ROMANA, VIA AMENDOLA 10 R – GENOVA
ore 14.00-17.00
Numero di telefono 3791457679

Distretto 12: Municipi Bassa Valbisagno (S. Fruttuoso e Marassi), Media Valbisagno (Struppa, Molassana, Staglieno) e Comuni di Bargagli, Davagna, Lumarzo, Torriglia, Montebruno, Rovegno, Fontanigorda, Fascia, Rondanina, Gorreto, Propata

2, 3 gennaio 2021

SCHENONE LUCA, VIA P. GIACOMETTI 1/1
ore 14.00-17.00
Numero di telefono 333 2400811

Distretto 13: Municipio di Genova Levante (Nervi, Quarto, Quinto Valle Sturla) e Comuni di Recco, Camogli, Uscio, Avegno, Bogliasco, Pieve, Sori

1, 2, 3 gennaio 2021

MARCHESI AUGUSTO/ MAGGIOLO/TOSI/ CAMPORA, PIAZZA MATTEOTTI 9 1B- RECCO
ore 8.00-12.00 e 14.00-17.00
Numero di telefono 3397922605

1, 2, 3 gennaio 2021

MOKHTARI ALIREZA, VIA STAGNO 1/1 – SORI
ore 8.00-12.00 e 14.00-17.00
Numero di telefono 3280388274

1, 2, 3 gennaio 2021

MARETTI ESTER, VIA XX SETTEMBRE 5/3- RECCO
ore 8.00-12.00
Numero di telefono 3485836876

2 gennaio 2021

DELUCCHI SIMONA, VIA MARCO SALA 2/1 – GENOVA
ore 8.00-12.00
Numero di telefono 3280632123

3 gennaio 2021

MIGLIORINI ROSSANA, VIA MARCO SALA 2/1 – GENOVA
ore 14.00-17.00
Numero di telefono 3398660402

Rivoluzione nella sanità ligure: Toti rottama Locatelli. Conferma per Bottaro

La sanità ligure di fronte a una vera e propria rivoluzione: il governatore Giovanni Toti ha confermato solo il direttore della Asl3 genovese Luigi Bottaro, mentre stravolge l’intera catena di comando della altre aziende sanitarie liguri. A partire da Walter Locatelli, che lascia Alisa e sarà sostituito da Francesco Quaglia. Cambia il direttore generale del San Martino, con Giovanni Ucci che lascia il posto a Salvatore Giuffrida. A La Spezia il nuovo direttore di Asl 5 è Paolo Cavagnaro. Paolo Petralia, ex direttore del Gaslini, sarà a capo di Asl 4 nel Tigullio, mentre l’Asl savonese sarà diretta da Marco Damonte Prioli, che lascia così il ruolo di direttore di Asl 1 a Silvio Falco.

Liguria, vaccino anticovid: l’arrivo negli ospedali

Finalmente sono arrivate in Liguria le dosi di vaccino anticovid, dopo che nei giorni scorsi i mezzi su cui erano caricate erano rimasti bloccati a causa della neve e del maltempo. I vaccini sono contenuti in “pizza-box” e al loro interno hanno 975 flaconi: 15.600 arrivate oggi sono distribuite secondo priorità nei 14 presidi individuati. Da domani 31 dicembre le singole aziende sanitarie inizieranno la somministrazione alle liste predeterminate nei 14 luoghi individuati.
I vaccini per il momento sono destinati al solo personale sanitario e agli ospiti delle rsa.

Ospedale San Martino – Genova

Ospedale Galliera – Genova
Ospedale Gaslini – Genova
Sarzana
La Spezia
Savona

Le truffe di “sedicenti operatori” per il vaccino anti-covid a casa: la Asl chiede di segnalare alle forze dell’ordine

Attenzione alle truffe, anche quando si tratta di vaccino anti-covid. In relazione a segnalazioni pervenute in data odierna da parte di cittadini che riferiscono di essere stati contattati da “sedicenti operatori Asl” per l’effettuazione a domicilio della vaccinazione anti-covid, Asl 3 comunica che nessun operatore ha il compito di chiamare gli assistiti per fissare “appuntamenti per la vaccinazione Covid-19 a domicilio”.

In questa fase la vaccinazione contro Sars-Cov-2 è riservata agli operatori sanitari e sociosanitari di aziende/enti/istituti del sistema sanitario regionale (con priorità a chi assiste pazienti covid-19), agli ospiti e al personale delle rsa, ai medici di medicina generale e pediatri di libera scelta, agli operatori sanitari e sociosanitari delle pubbliche assistenze, ad altre figure professionali operanti all’interno di aziende/enti/istituti del sistema sanitario regionale.

La vaccinazione per i cittadini inizierà in una seconda fase, secondo tempi e modalità che verranno stabiliti dal Ministero della Salute. Nel caso di contatti telefonici con qualcuno che sostiene di agire per conto di Asl 3 per prenotare una vaccinazione anti-covid a domicilio si raccomanda di segnalare il fatto alle forze dell’ordine.

Asl 3: da Natale al 3 gennaio apertura straordinaria degli studi medici

Novità in arrivo per quanto riguarda l’apertura straordinaria di studi medici durante le festività. Asl 3 – su indicazione di Alisa –  ha previsto, al fine di supportare i cittadini nel periodo delle festività, l’apertura di sedici studi medici nelle giornate di sabato e festivi dal 25 dicembre 2020 al 03 gennaio 2021. L’offerta è aperta a tutti i cittadini di Asl 3 genovese, che possono rivolgersi ai medici che compaiono nell’elenco di seguito riportato, anche se diversi dal proprio medico di medicina generale. In relazione alle norme anti-covid per evitare assembranti, l’accesso agli studi deve essere concordato previa telefonata al medico di medicina generale prescelto.

Distretto 8: Municipio VII Ponente (Pegli, Prà e Voltri) e Comuni di Arenzano, Cogoleto, Mele, Masone, Campo Ligure, Tiglieto e Rossiglione.

25, 26, 27 dicembre 2020; 1, 2, 3 gennaio 2021

·       GENTILUCCI ALDO, VIA RECAGNO 1 – COGOLETO

ORE 8.00-12.00 – ORE 14.00-17.00

Numero di telefono 3925050100

Distretto 9: Municipi di Sampierdarena, S. Teodoro, Cornigliano e Sestri Ponente                          

27 dicembre 2020

·       CARLOTTO FRANCESCA, VIA CIRO MENOTTI 19/1- GE-SESTRI PONENTE

ORE 14.00 -17.00

Numero di telefono 3389150549

2 gennaio 2021

·       CARLOTTO FRANCESCA, VIA CIRO MENOTTI 19/1- GE-SESTRI PONENTE

ORE 8.00-12.00 – ORE 14.00-17.00

Numero di telefono 3389150549

27 dicembre 2020; 2, 3 gennaio 2021

·       SANGALLI GIORGIO, VIA BOLOGNA 38 A/4 – GENOVA

ORE 8.00-12.00 – ORE 14.00-17.00

Numero di telefono 3347989699

Distretto 10: Municipio di Genova Valpolcevera (Pontedecimo, Bolzaneto, Rivarolo) e Comuni di Casella, Montoggio, Savignone, Valbrevenna, Ronco Scrivia, Isola del Cantone, S.Olcese, Vobbia, Busalla, Crocefieschi, Campomorone, Ceranesi, Mignanego e Serra Riccò

25, 26, 27 dicembre 2020; 1, 2, 3 gennaio 2021

·       QUEIRAZZA PAOLO, VIA ROMA 108/1 – MONTOGGIO

ORE 8.00-12.00 – ORE 14.00-17.00

Numero di telefono 3519343194

25, 26, 27 dicembre 2020; 1, 2, 3 gennaio 2021

·       AMERI MARIA CARLA, VIA CARPANETO 7- BORGOFORNARI

ORE 8.00-12.00 – ORE 14.00-17.00

Numero di telefono 3494192885

26 dicembre 2020; 2 gennaio 2021

·       DELLEPIANE FRANCESCO MARIA, VIA MEIRANA 1/2 – GENOVA PONTEDECIMO

ORE 8.00-12.00 – ORE 14.00-17.00

Numero di telefono 3382077821

Distretto 11: Municipio di Genova I Centro Est (Oregina-Lagaccio, Prè-Molo-Maddalena, Castelletto, Portoria) e del Municipio di Genova VIII – Medio Levante (S. Martino, Albaro, Foce)

25, 26, 27 dicembre 2020; 1, 2, 3 gennaio 2021

·       RUSSO EMANUELE, CORSO UGO BASSI 52 CANCELLO – GENOVA

ORE 8.00-12.00 – ORE 14.00-17.00

Numero di telefono 0102722959

26, 27 dicembre 2020; 1, 2, 3 gennaio 2021

·       BIZZARRI DANIELE, VIA DELLA LIBERTA’ 3/2 – GENOVA

ORE 8.00 – 12.00 – ORE 14.00-17.00

Numero di telefono 3476179144

26 dicembre 2020; 2 gennaio 2021

·       CIUCHI EMANUELA, PIAZZA DELLA CERNAIA 7 R – GENOVA

ORE 8.00-12.00 – ORE 14.00-17.00

Numero di telefono 0104072200

26, 27 dicembre 2020; 1, 2, 3 gennaio 2021

·       CONSANI GIUSEPPE, VIA DELLA LIBERTA’ 3/2 – GENOVA

ORE 14.00-17.00

Numero di telefono 3409137746

2, 3 gennaio 2021

·       DE JORIO FRANCESCA ROMANA, VIA AMENDOLA 10 R – GENOVA

ORE 14.00-17.00

Numero di telefono 3791457679

Distretto 13: Municipio di Genova Levante (Nervi, Quarto, Quinto Valle Sturla) e Comuni di Recco, Camogli, Uscio, Avegno, Bogliasco, Pieve, Sori 

25 dicembre 2020

·       MARCHESI AUGUSTO/ MAGGIOLO/TOSI/ CAMPORA, PIAZZA MATTEOTTI 9 1B – RECCO

ORE 8.00 -12.00

Numero di telefono 3397922605

26, 27 dicembre 2020; 1, 2, 3 gennaio 2021

·       MARCHESI AUGUSTO/ MAGGIOLO/TOSI/ CAMPORA, PIAZZA MATTEOTTI 9 1B- RECCO

ORE 8.00-12.00 – ORE 14.00-17.00

Numero di telefono 3397922605

25, 26, 27 dicembre 2020; 1, 2, 3 gennaio 2021

·       MOKHTARI ALIREZA, VIA STAGNO 1/1 – SORI

ORE 8.00-12.00, ORE 14.00-17.00

Numero di telefono 3280388274

26, 27 dicembre 2020; 1, 2, 3 gennaio 2021

·       MARETTI ESTER, VIA XX SETTEMBRE 5/3- RECCO

ORE 8.00-12.00

Numero di telefono 3485836876

26 dicembre 2020; 3 gennaio 2021

·       MIGLIORINI ROSSANA, VIA MARCO SALA 2/1 – GENOVA

ORE 14.00-17.00

Numero di telefono 3398660402

27 dicembre 2020; 2 gennaio 2021           

·       DELUCCHI SIMONA, VIA MARCO SALA 2/1 – GENOVA

ORE 8.00-12.00

Numero di telefono 3280632123

“Per chi vede oltre” – la nuova campagna di Anlaids Liguria Onlus

L’Anlaids Liguria lancia sui social la campagna Per chi vede oltre” e in occasione della giornata mondiale contro l’AIDS, il primo di dicembre, illuminerà di rosso tutti i monumenti liguri per sensibilizzare e incitare a non smettere di pensare a malattie come l’AIDS anche in questo periodo storico particolare.

Anlaids è la prima associazione italiana nata per fermare la diffusione del virus HIV, fondata nel 1985 e divenuta onlus nel 1999, il Liguria è attiva al 1987.
Oggi si sente parlare spesso di virus, tanto – giustamente – di Covid19, poco di HIV. Ma anche in epoca di pandemia Anlaids Liguria non si ferma e vuole fare sentire la sua voce e riportare, almeno per un giorno, l’attenzione sull’HIV” commenta l’avv. Maria Viscoli, componente del consiglio direttivo di Anlaids Liguria e di Anlaids onlus.
In Liguria ci sono circa 100 nuove diagnosi di infezione da virus HIV ogni anno, mentre si assestano intorno ai 20 i casi annuali di AIDS. La fascia d’età più colpita rimane quella tra i 18-35 anni.

Da queste statistiche emergono due aspetti preoccupanti” afferma il dott. Giovanni Cassola, ex direttore del reparto di malattie infettive dell’ospedale Galliera di Genova e vicepresidente di Anlaids Liguria. “Anzitutto, il fatto che siano costanti negli ultimi anni deve essere considerato come un elemento negativo. In secondo luogo, un’ampia parte di coloro che scoprono di essere affetti, circa il 40%, si registra uno stadio della malattia già avanzato”.
Ha poi aggiunto: “Questo dato costante rappresenta un fatto grave, poiché siamo di fronte a una patologia per la quale esistono diversi strumenti di prevenzione, in virtù dei quali un decremento è un obiettivo perseguibile. Ne consegue che l’ignoranza rappresenta il principale ostacolo da affrontare”.

Diventa quindi fondamentale lavorare su prevenzione e informazione per ridurre le nuove infezioni. “Sappiamo come evitare il virus; adesso manca la comunicazione per arrivare a luoghi chiave come scuole, uffici e altre comunità pertanto dobbiamo fare di tutto per implementare il messaggio. Chiunque dovrebbe conoscere l’HIV ed inoltre sottoporsi almeno una volta al test, oltre a osservare le norme di prevenzione dovute” ha concluso Cassola.

In Liguria il test HIV viene effettuato nei 6 centri di malattie infettive presenti sul territorio e in tutti i laboratori periferici.