Sport – Babboleo

Sport

I numeri del #GirodiZena 2024, “Oltre 33 mila chilometri percorsi in tre settimane”

La premiazione si terrà giovedì 20 giugno alle ore 18:30 al Green People di Genova, “È stato un successo, ora pensiamo alla prossima sfida: il Tour de Gênes”

GENOVA – A quasi tre settimane dalla fine del Giro d’Italia, anche i pedalatori urbani del Giro di Zena fanno un bilancio della corsa. L’iniziativa di Genova Ciclabile ha visto circa 120 genovesi, veterani o nuovi al ciclismo urbano, percorrere 1/10 dei chilometri della tappa giornaliera del Giro d’Italia durante la loro vita quotidiana. Alcuni di loro hanno persino raccontato le loro giornate ciclistiche durante la sfida ai nostri microfoni.

Un successo oltre le aspettative” – racconta  Daniele Zefiro, ideatore e organizzatore dell’evento. Lo provano i numeri collezionati durante le quasi tre settimane di sfida:

  • 33847 chilometri percorsi;
  • Quasi 9,5 tonnellate di CO2 risparmiata;
  • Circa 66 volte la distanza Genova – Roma (ci sono oltre 500 chilometri tra le due città);
  • Oltre 82 volte l’altezza del Monte Bianco, anche in termini di dislivello del percorso.

Numeri esorbitanti per i pedalatori, tenendo conto che la missione della sfida era quella di incentivare l’uso del mezzo-bicicletta, servendosene negli spostamenti necessari nella quotidianità. Al centro dell’iniziativa anche la promozione dei principi di “Città 30“, la serie di provvedimenti che rispondono al bisogno primario di “Sicurezza dei cittadini e diritto a potersi spostare al suo interno senza il tributo quotidiano di morti e feriti sulle strade, in particolare quelle urbane”, come si legge dal Vademecum.La partecipazione è stata molto varia” – chiarisce Zefiro – “C’è chi ha percorso pochi chilometri tutti i giorni, altri sportivi invece hanno intrapreso gli Sbulacchi, conquistando le tre salite Monte Fasce, Madonna della Guardia e il valico di Creto della Valbisagno“.

Nella classifica maschile ben in sei hanno raggiunto il punteggio pieno mentre 229 chilometri è stata la distanza massima percorsa in un giorno solo. A portarla a termine Paolo Dino Patti. Tanti quindi i “valorosi pedalatori” che hanno sfidato il territorio sui loro sellini, oltre che loro stessi, ricostruendo anche le loro abitudini giornaliere. Per questo motivo il prossimo giovedì, 20 giugno, i zenesi di Genova Ciclabile si riuniranno presso il Green People di Genova per essere premiati, incorniciando l’assegnazione dei riconoscimenti in un momento di convivialità, confronto e condivisione. In palio oltre 70 premi messi a disposizione da realtà cittadine come negozi di biciclette e altre attività commerciali che credono nella visione green di Genova Ciclabile.

Ma non è tempo di mettersi troppo comodi perchè i ciclisti urbani hanno già pensato alla prossima sfida che si terrà in concomitanza del Tour de France che proprio quest’anno partirà, per la prima volta nella sua storia ultra centenaria, dall’Italia. “Applicheremo la stessa formula del Giro di Zena, è anche un modo per noi per testare le nuove funzionalità del nostro sito“. Ancora tempo per mettersi in gioco, il tutto su www.genovaciclabile.eu.

Ascolta l’intervista completa a Daniele Zefiro, ideatore ed organizzatore del Giro di Zena, su Radio Babboleo.

“1000 Miglia”, il 12 giugno per la prima volta nella sua storia a Genova

Mercoledì 12 giugno, la “1000 Miglia”, conosciuta come la “Corsa più bella del mondo”, transiterà a Genova, Capitale Europea dello Sport 2024, per la prima volta nella sua storia quasi centenaria. Il capoluogo ligure ospiterà il primo pranzo in gara durante la seconda tappa della rievocazione storica della storica corsa automobilistica, che da Torino si dirigerà a Viareggio.

Le prime auto ad arrivare in città saranno le 118 Ferrari del Tribute 1000 Miglia. La prima vettura della Casa di Maranello farà capolino per le 11.30 e, una volta effettuato il Controllo Timbro, il convoglio proseguirà in direzione di Rapallo. Gli equipaggi delle auto storiche avranno il Controllo Orario alle ore 13.15, quindi la sosta al Porto Antico.

IL PERCORSO – DOVE E QUANDO AMMIRARE LE AUTO

Le auto raggiungeranno Genova attraverso la via Aurelia. Dopo la svolta in piazza Savio, gli equipaggi proseguiranno su via Guido Rossa, Lungomare Canepa, Ponte Elicoidale e Sopraelevata Aldo Moro. Uscendo dall’Aurelia, le macchine passeranno da piazza Cavour, via alla Calata Marinetta e via alla Calata Mandraccio, per continuare su via Magazzini del Cotone.

Gli equipaggi affiancheranno il mare su Calata Molo Vecchio per arrivare nell’area del Centro Congressi del Porto Antico, qui sosta per il pranzo e attività di Controllo Orario.

Dopo, da piazza Cavour le auto percorreranno corso Quadrio, corso A. Saffi, via Diaz, Galleria Colombo, piazza de Ferrari e via XX Settembre per poi svoltare in piazza della Vittoria, dove si svolgerà il Controllo Timbro. Quindi il serpentone prenderà via Luigi Cadorna e, attraversando via Invrea, raggiungerà piazza Alimonda: dopo aver percorso via Odessa, le auto imboccheranno prima corso Gastaldi e poi corso Europa, continuando in direzione La Spezia.

Gli appassionati potranno vedere da vicino i bolidi della 1000 Miglia in piazza della Vittoria, dove dalle 11.15 alle 12.30 sosteranno le 118 Ferrari Moderne e, dalle 13.15 alle 15.00, le 420 auto storiche.

Oltre al convoglio dei circa 420 esemplari unici prodotti dal 1927 al 1957 e alle 118 Ferrari, ci saranno le auto Full-Electric della 1000 Miglia Green (che anticiperanno le storiche) e le Supercar e Hypercar moderne della 1000 Miglia Experience. Sarà presente anche l’auto a guida autonoma del Politecnico di Milano, del Progetto 1000 Miglia Autonomous Drive.

«Per la prima volta nella sua storia la 1000 Miglia raggiunge Genova. Un appuntamento importante in un anno speciale per la città, Capitale Europea dello Sport. Tra i tanti anniversari e le “prime assolute”, sono molto felice di poter annoverare anche la tappa dell’edizione 2024 della Freccia Rossa – dichiara Alessandra Bianchi, assessore allo Sport e al Turismo del Comune di Genova  Questa corsa è emblema del binomio sport e turismo, una vetrina prestigiosa per Genova con la possibilità per tutti i partecipanti di conoscere non solo le bellezze paesaggistiche ma anche di entrare in contatto e gustare le eccellenze della nostra enogastronomia».

«È con grande entusiasmo che accogliamo il passaggio della Millemiglia per la prima volta nella nostra città – dice Sergio Gambino, assessore alla Sicurezza e alla Polizia locale del Comune di Genova. Si tratta di un evento storico che offre un’opportunità di visibilità internazionale senza precedenti. La Millemiglia è molto più di una semplice corsa automobilistica: è una celebrazione della storia e della passione per i motori. Desidero esprimere un sentito ringraziamento a tutti gli organizzatori e agli agenti della polizia locale. Il loro impegno nel garantire un contesto sicuro e organizzato, così come nel gestire la viabilità durante l’evento, è fondamentale. La collaborazione e lo sforzo di tutti sono la chiave per il successo di un evento di tale portata, e siamo certi che Genova saprà accogliere con calore e professionalità questo prestigioso appuntamento».

«La 1000 Miglia è un evento simbolo dell’Italia nel mondo, dal fascino incredibile e seguito ogni anno da milioni e milioni di appassionati – dice il consigliere delegato in materia di rapporti dell’esecutivo con organi interni ed esterni ed enti nazionali ed internazionali Come cittadini genovesi, dobbiamo essere orgogliosi che la rievocazione storica della 1000 Miglia per la prima volta nella nostra città, dove sono convinta che tantissime persone accoglieranno con entusiasmo, passione, calore e ammirazione gli equipaggi a bordo di alcune delle più belle auto di sempre».

«Siamo davvero felici di avere, per la prima volta nella sua storia, il passaggio della rievocazione storica della famosa 1000 Miglia qui a Genova – dichiara il presidente della Commissione ACI Storico Alberto Campanella – L’Automobile Club di Genova si è da subito impegnato per rendere il passaggio del prestigioso corteo un evento cittadino. L’appuntamento è per mercoledì 12 giugno in piazza della Vittoria dove ci saranno gli stand 1000 Miglia, ACI Genova e Veteran Car Club, Guardia di Finanza».

«In piazza della Vittoria, nell’area chiamata “dei vulcani”, ci sarà una postazione ACI dove saranno distribuiti gadget, riviste e bandierine con la famosa Freccia Rossa – spiega il direttore dell’Automobile Club Genova Raffaele Ferriello – Le prestigiose vetture si fermeranno per il cosiddetto Controllo Timbro e, con la collaborazione del Veteran Car Club di Genova, accompagneremo il passaggio con un commento sui modelli delle vetture, sulla storia della competizione 1000 Miglia svoltasi dal 1927 al 1957 e sulla sua evoluzione negli anni successivi come rievocazione storica».

«Il Veteran Car Club collaborerà mettendo la propria conoscenza a disposizione dei tanti spettatori, accompagnando il passaggio del corteo con informazioni e curiosità», aggiunge il vicepresidente di Veteran Car Club Ligure Giorgio Spina.

LA 1000 MIGLIA 2024

Dopo il via da Brescia nel pomeriggio di martedì 11 Giugno e l’attraversamento di Bergamo, Novara e Vercelli, la prima tappa si concluderà a Torino.

Il secondo giorno, una volta partito dalla città sabauda, il convoglio scenderà verso sud scollinando le Langhe e attraverserà il centro di Acqui Terme per poi fare rotta verso Genova 2024 Capitale Europea dello Sport e sede del primo pranzo di gara. Dopo la sosta, la gara si lascerà alle spalle la Riviera di Levante e in direzione della costa tirrenica giungerà a Viareggio, sede dell’arrivo della seconda giornata di gara.

La discesa verso Roma caratterizzerà la terza tappa, che vedrà inizialmente una deviazione nell’entroterra toscano con il passaggio da Lucca, per poi fare ritorno sulla costa e proseguire fino al break del pranzo a Castiglione della Pescaia. Nel pomeriggio il passaggio da Grosseto, l’ingresso nel Lazio e la discesa lungo il Lago di Bolsena prima di concludere la giornata con la sfilata in via Veneto.

Dopo il giro di boa della Capitale, il quarto giorno gli equipaggi risaliranno fino a Orvieto prima di sostare per il pranzo a Solomeo, caratteristico borgo medievale incastonato tra le colline umbre, da dove ripartiranno verso Siena e Prato. Prima di raggiungere il finale di tappa a San Lazzaro di Savena, piloti e navigatori valicheranno i passi della Futa e della Raticosa. Da Bologna, l’ultima tappa incontrerà Ferrara, e ancora il Lago di Garda con la Valtenesi e Salò prima della classica passerella in Viale Venezia a Brescia.

Da Voltri a Nervi ma il percorso resta sconosciuto: questo weekend a Genova arriva la Coppa del Mondo di Orieentiring

251 atleti (131 uomini e 120 donne) si sfideranno questo fine settimana nella tappa genovese della Coppa del Mondo 2024 di Orieentiring. L’evento, inserito all’interno del calendario di Genova 2024 Capitale Europea dello Sport, sarà l’occasione un’altra occasione per conciliare nuovamente il binomio sport e cultura e valorizzare il nostro territorio.

“Due tappe della Coppa del Mondo, preludio dei Campionati Mondiali 2026 – spiega Alessandra Bianchi, assessore allo Sport e al Turismo del Comune di Genova. Una disciplina in continua crescita che ci permette di unire la componente sportiva con la valorizzazione del nostro territorio, in una disciplina dove la concentrazione e l’equilibrio psicofisico sono fondamentali”.

Con partenza a Voltri, la meta della sfida individuale di sabato 1 giugno sarà piazzale Giuseppe Dagnino a Voltri. I primi arrivati saranno previsti per le 11.30, e gli ultimi intorno alle 15.20. Dopo l’arrivo di tutti i partecipanti, una cerimonia di premiazione. Domenica 2 giugno sarà invece la volta di Nervi, con una appassionante prova di staffetta sprint, con partenza e arrivo a Villa Groppallo. L’inizio della prova è previsto alle 15.40, con arrivo poco più di un’ora dopo.

Per entrambe le tappe il percorso è sconosciuto: questo perchè l’Orienteering è una disciplina sportiva che ha come obiettivo quello di completare, nel minor tempo possibile, un percorso sconosciuto, definito da una serie di punti di controllo, con il solo utilizzo di una bussola e di una carta tipografica.

Ma gli atleti dovranno servirsi soprattutto del proprio istinto: la prova della tappa genovese sarà molto veloce, e colpo d’occhio e rapidità dovranno viaggiare alla stessa velocità delle gambe.

Sarà possibile godersi lo spettacolo nelle arene di gara, con un maxi-schermo montato per il pubblico, ma anche nella comoda poltrona di casa propria: sarà infatti presente una troupe specializzata, per assicurare una grande copertura mediatica anche a livello internazionale. Cinque Paesi collegati in diretta, altri in differita. Su Rai Sport sarà possibile fruire di due trasmissioni serali di 30 minuti ciascuna. Si ipotizzano all’incirca 3,5 milioni di spettatori, alla scoperta delle bellezze della nostra città. Gli atleti indosseranno un sistema GPS per monitorare la loro posizione in tempo reale.

La punta di diamante della squadra azzurra in questa Coppa del Mondo è Francesco Mariani, classificato 11^ a Olten (Svizzera), la tappa precedente a quella genovese.

“È un grande piacere per me dare il benvenuto ad atleti, allenatori ed appassionati provenienti da così tanti Paesi – spiega Gianluca Carbone, consigliere nazionale FISO (Federazione Italiana Sport Orientamento). Sono sicuro che i concorrenti, oltre ad apprezzare i percorsi preparati da un tecnico esperto come Alessio Tenani, saranno positivamente colpiti dai nostri paesaggi che hanno già avuto modo di ammirare anche durante la settimana di allenamenti che li stanno facendo muovere da Savona a Camogli, da Recco a Pegli. Speriamo di aver preparato un ottimo biglietto da visita per i Campionati mondiali e per la Cinque giorni del 2026″.

MODIFICHE ALLA VIABILITÀ

VOLTRI
GIOVEDÌ 30 MAGGIO, dalle ore 13 e fino a cessate esigenze:

  • divieto di sosta con sanzione accessoria della rimozione forzata per gli inadempienti, nell’appendice est di piazza Caduti Partigiani Voltresi.
  • divieto di sosta con sanzione accessoria della rimozione forzata per gli inadempienti, in piazza Caduti
    Partigiani Voltresi.

SABATO 1 GIUGNO, dalle ore 9 alle 11.15 e fino a cessate esigenze:

  • senso unico alternato in via Superiore dei Giovi – da via Tosonetti a via al Santuario delle Grazie – in
    corrispondenza con i transiti delle navette (ogni 15 minuti circa).

dalle 11 alle 15.30 e comunque fino a cessate esigenze:

  • chiusura al transito pedonale di sottopasso Santa Limbania.
  • transito limitato ai residenti in via Guala (con varco controllato) in via Cialdini e chiusura accesso da via Santi Nicolò e Erasmo.

Fino a cessate esigenze:

  • chiusura di piazza Caduti Partigiani Voltresi.
  • divieto di sosta in piazzetta Santa Limbania.
  • chiusura pedonale della parte finale di passeggiata Bruzzone (davanti allo spiaggione di Voltri).
  • divieto di transito in via Cialdini (dal civ. 25 – direzione ponente), via Guala, via Sant’Erasmo da Voltri, piazza Saredo, via Morselli, via Viacava e piazzetta Santa Limbania.

NERVI
VENERDÌ 31 MAGGIO, dalle ore 12 e fino a cessate esigenze:

  • divieto di sosta dalle ore 12 e fino a cessate esigenze, con sanzione accessoria della rimozione forzata per gli inadempienti, in via Eros da Ros (parte finale – inizio viottolo Ardizzone).

SABATO 1 GIUGNO, dalle ore 17 e fino a cessate esigenze:

  • divieto di sosta con sanzione accessoria della rimozione forzata per gli inadempienti, in viale delle Palme lato levante (esclusi stalli per taxi non ostacolando l’entrata e l’uscita dai passi carrabili).
  • divieto di sosta con sanzione accessoria della rimozione forzata per gli inadempienti, in via Eros da Ros
    (parte finale – inizio viottolo Ardizzone).

DOMENICA 2 GIUGNO, dalle ore 14.30 alle 17.30 e comunque fino a cessate esigenze:

  • divieto di transito a partire da viale Franchini – intersezione con via alla Chiesa Plebana direzione levante – e a seguire in viale Franchini, via dei Vassalli, piazza Pittaluga, viale delle Palme, via Val Cismon, via Oberdan, via Eros da Ros, via Marco Sala, via Lucchi, via Emanuele Ravano, piazza Pittaluga, via Casotti, via Sant’Ilario (fino altezza dei civici 10-15), via Capolungo (fino altezza civico 11).

Sia a Voltri che a Nervi, la Polizia Locale potrà assumere ulteriori misure per garantire la sicurezza dell’evento.

Campionati Nazionali Universitari di Campobasso e Isernia, 17 medaglie raccolte dal CUS Genova: vola il taekwondo

Spedizione record per il CUS Genova ai Campionati Nazionali Universitari di Campobasso e Isernia. 17 medaglie raccolte dalle selezioni universitarie liguri composte da un totale di 110 studenti e studentesse, suddivisi in discipline individuali e discipline di squadra: otto ori, due argenti e sette bronzi. I ragazzi erano accompagnati da Riccardo Persano e Giovanni Caddeo, i due responsabili della spedizione. Un risultato storico che mai il centro sportivo universitario genovese aveva raccolto nella disciplina coreana.

Nel Taekwondo, capolavoro del CUS Genova che si piazza al primo posto assoluto nel medagliere con un bottino di:

  • 4 ori: Matilde Gnecco, Jenny Uppoottiyil, Moreno Monticelli, Gaia Gavarone
  • 2 argenti: Jenny Uppoottiyil (specialità forme), Sofia Ciarlo
  • 1 bronzo: Yago Campanella

“A livello genovese e ligure, il taekwondo sta vivendo una fase sicuramente di grande luce – ha dichiarato il commissario regionale della squadra di combattimento taekwondo, Riccardo Persano -. L’anno scorso, a livello di Coppa Italia, ci siamo classificati tra le prime regioni a livello italiano e per una regione, che non può ovviamente competere per numero di tesserati con le regioni più grandi, è un vanto incredibile”.

L’intervista integrale al commissario regionale della squadra di combattimento taekwondo Riccardo Persano, su Radio Babboleo.

Ecoeridania Cup a Genova, sei squadre in campo per beneficenza

A Genova la prima edizione dell’Ecoeridania Cup, il torneo genovese che unisce tutte le squadre for special del territorio ligure per #giocareinsieme a favore della beneficenza. Sei squadre sono scese in campo per un solo obiettivo: fare del bene insieme a favore della Fondazione Gigi Ghirotti.

La Fondazione EcoEridania Insuperabili ha dato il via alla prima edizione della EcoEridania Cup, torneo calcistico che prende il nome dal Gruppo a cui la Fondazione è legata e che nasce con fini benefici. Un evento all’insegna dello sport, del divertimento e dell’inclusione, patrocinato dalla FIGC e dedicato alle squadre liguri del circuito FIGC DCPS. È intervenuto durante il torneo il Presidente del Gruppo EcoEridania Andrea Giustini “Sono molto orgoglioso di essere qui per diverse ragioni ma soprattutto perché continuiamo a sostenere l’inclusione. Oggi si affrontano le migliori squadre ligure ma siamo fiduciosi di portare tutto ciò anche all’estero”. A fare da cornice al torneo la bellissima location del Centro sportivo Pio XII – G. Signorini di Genova Pegli, cuore e sede del Genoa CFC “è un grande piacere ospitare un evento simile nel nostro centro sportivo. È stato incredibile vedere la grinta vista in campo quest’oggi”, Flavio Ricciardella, direttore generale corporate del Genoa CFC).

Le sei squadre coinvolte si sono sfidate in due triangolari. Il primo – del II livello FIGC DCPS – ha visto la partecipazione di Insuperabili Genova, Città di Savona e Polisportiva la Spezzina. Il secondo triangolare – del III livello FIGC DCPS – è stato disputato da Genoa CFC, Sampdoria e BIC Genova. I sei avvincenti match sono stati arricchiti non solo da tantissimi goal ma anche dal pubblico che ha animato ancora di più la bellissima giornata, oltrechè dalle visite istituzionali che si sono susseguite tra un match e l’altro.

Simona Ferro (assessore sport e pari opportunità della Regione Liguria): “Manifestazioni come queste parlino veramente della meraviglia dello sport e di come superare i limiti. Oggi i ragazzi in campo hanno dato una grande lezione soprattutto alle nuove generazioni.

Giulio Ivaldi (presidente LND Liguria): “È una grande soddisfazione vedere l’entusiasmo dei ragazzi in campo ed è una ricchezza di questo movimento che ha tanto da insegnare”.

Una giornata che ha l’ambizione di essere solo il primo step di un appuntamento fisso nel calendario stagionale delle squadre liguri. Caterina Giustini, Responsabile comunicazione del Gruppo EcoEridania: “Siamo orgogliosi di aver promosso questa iniziativa per il primo anno ma abbiamo l’intenzione di proseguire anche nei prossimi anni.”

La prima edizione dell’EcoEridania Cup è stata organizzata a sostegno della Fondazione Gigi Ghirotti Genova ETS, realtà d’eccellenza sul territorio genovese che si occupa di assistenza socio-sanitaria di persone che necessitano di cure palliative, a domicilio e in due hospice. È intervenuto durante l’evento anche il Professor Henriquet, presidente e fondatore della fondazione Gigi Ghirotti: “Un ringraziamento a tutte le squadre, ai promotori dell’iniziativa Andrea e Caterina Giustini. Grazie veramente a tutti per averla dedicata alla nostra Fondazione.

Alvi Trail Liguria 2024, 440 km dall’Alta Via dei Monti Liguri all’Alta Via delle Cinque Terre

L’Associazione Sportiva Dilettantistica ALVI TRAIL LIGURIA ASD, affiliata UISP (Unione Italiana Sport per Tutti) e ITRA (International Trail Running Association), è orgogliosa di annunciare la quarta edizione della manifestazione sportiva internazionale ALVI TRAIL LIGURIA 2024. La gara di ultra trail running, che si terrà dal 15 al 22 giugno 2024, si propone di far conoscere e promuovere l’Entroterra Ligure e le sue principali peculiarità, tra cui le bellezze naturalistiche, storiche, artistiche, culturali ed enogastronomiche, oltre alla ricettività alberghiera della regione. L’intento dell’evento è affermare la Liguria come meta ideale per attività outdoor, come la corsa in montagna, “l trekking e l’escursionismo, durante tutto l’anno.

I percorso della ALVI TRAIL LIGURIA 2024 attraversa l’Alta Via dei Monti Liguri e l’Alta Via delle Cinque Terre, coprendo una distanza di 440 km suddivisi in 8 tappe, con un dislivello positivo di 18.600 metri. La gara si sviluppa attraverso ambienti e paesaggi variegati e affascinanti, attraversando cinque parchi naturali regionali, tutte e quattro le province liguri e ben 72 comuni. Gli atleti faranno tappa in campi base forniti dai comuni ospitanti, dove ceneranno con cucina tipica locale e passeranno la notte prima della partenza per la tappa successiva.

Le tappe della ALVI TRAIL LIGURIA 2024:

  • Tappa 1: 15 giugno – Rocchetta Nervina – Mendatica
  • Tappa 2: 16 giugno – Mendatica – Calizzano
  • Tappa 3: 17 giugno – Calizzano – Altare
  • Tappa 4: 18 giugno – Altare – Arenzano
  • Tappa 5: 19 giugno – Arenzano – Sant’Olcese
  • Tappa 6: 20 giugno – Sant’Olcese – Rezzoaglio (Rifugio Ventarola)
  • Tappa 7: 21 giugno – Rezzoaglio – Castiglione Chiavarese
  • Tappa 8: 22 giugno – Castiglione Chiavarese – Portovenere

Per l’edizione 2024 è prevista la partecipazione di circa 500 volontari, coinvolgendo attivamente le comunità locali e le associazioni nella gestione e promozione dell’evento. Questo coinvolgimento ha attratto negli anni atleti da 30 paesi stranieri e cinque continenti, mostrando loro gli angoli più belli dell’Entroterra Ligure. Oltre alla gara principale Ultra 440K, il programma prevede altre due gare di 220 km, la West 220K (prime 4 tappe) e la East 220K (ultime 4 tappe). In più, sarà riproposta la competizione SEA 50K (8a e ultima tappa) da Castiglione Chiavarese a Portovenere per stimolare un ampia partecipazione. L’edizione 2024 segna il passo verso un evento ancora più imponente in vista del 2025, quando la Liguria sara Regione Europea dello Sport. La visione dell’ALVI TRAIL per i prossimi tre anni è consolidarsi come uno degli eventi di trail running più affascinanti a livello nazionale e internazionale.

“Una splendida manifestazione sportiva, ma mi spingerei oltre una delle più lunghe e più faticose manifestazioni di Trail al mondo – ha affermato l’assessore allo Sport di Regione Liguria, Simona Ferro -. Stiamo parlando di numeri davvero importanti: 440 km di lunghezza, 8 tappe, 72 comuni coinvolti e si percorrerà l’intera Alta Via dei Monti Liguri e l’Alta Via delle Cinque Terre. Verranno coinvolte tutte e quattro le nostre province”.

“L’ALVI TRAIL non è solo una gara tra le più lunghe e sfidanti al mondo ma anche un meraviglioso viaggio alla scoperta della magica bellezza dell’Entroterra Ligure – dichiara l’organizzatore e presidente della gara, Luciano Bongiovanni -. Un’indimenticabile esperienza di sport, di fatica e di amicizia. Una grande opportunità di valorizzazione del territorio.”

Festa dello Sport, 20^ edizione da record con 140mila presenze

Due giornate di sole al Porto Antico a riscaldare le 140mila persone che hanno preso parte alle 20^ Festa dello Sport. Un fine settimana da record su tutti i fronti: un evento che ha segnato un record storico di partecipazioni, con un incremento del 15% dal 2022. Mai prima d’ora il Porto Antico aveva visto un’affluenza di bambini e adulti, pronti a cimentarsi in ben 132 discipline diverse.

La 20^ Festa dello Sport ha superato ogni aspettativa. Dal 24 al 26 maggio, il Porto Antico si è trasformato in un vivace palcoscenico di attività sportive, con 20 aree allestite che andavano da Caricamento fino a Calata Gadda, passando per Piazza delle Feste, Piazzale Mandraccio e i Magazzini del Cotone. 4 palchi dedicati alle tre serate in programma. Dal Galà di Stelle nello Sport di giovedì con 800 spettatori, ai 3000 ammiratori dell’International Football Free style Contest di venerdì e sabato sera. Sabato pomeriggio è stata la volta delle evoluzioni delle farfalle della ginnastica ritmica, a cui hanno assistito 3000 persone. Mentre sono stati 2500 gli spettatori per le esibizioni dedicate ai 25 anni di Stelle nello Sport. I due contest, fotografico e di disegno, hanno visto la partecipazione di 10138 studenti e 427 fotografi, con 100 premi assegnati.

Girata la boa dei vent’anniha commentato il presidente di Porto Antico di Genova Spa Mauro Ferrando complice Genova Capitale dello Sport per un anno intero e la vicinanza ai Giochi Olimpici di Parigi, ospiti d’onore con uno spazio promozionale, Festa dello Sport entra a pieno titolo nel novero delle manifestazioni simbolo della città e di valore assoluto per la promozione dello sport per tutti e ci obbliga a pensare sempre più in grande, senza tradire lo spirito decoubertiano della manifestazione”.

Dal baseball, al ciclismo, fino al pugilato, agli sport equestri e a quelli acquatici. Una grande folla per le discipline orientali, per le pareti di arrampicata, per il simulatore di volo dell’Aereonautica Militare e per le attività delle Forze dell’Ordine, come scherma e arti marziali. Ma grande interesse anche per i laboratori della Polizia scientifica e le dimostrazioni delle unità cinofile. Per non parlare del campo da tennis, preso d’assalto forse anche per l’effetto Sinner.

“Siamo orgogliosi – dichiara Michele Corti, presidente di Stelle nello Sport – di aver regalato a Genova un evento straordinario nell’anno in cui è Capitale europea dello sport. Non potevamo festeggiare nel modo migliore i 25 anni di Stelle nello Sport progetto nato proprio per promuovere la cultura sportiva in particolare ai giovani. Si chiude la festa più bella di sempre ma prosegue il nostro impegno quotidiano a supporto del mondo sportivo ligure”.

La Festa dello Sport ha celebrato i suoi 20 anni con un’edizione senza precedenti, in concomitanza con Genova Capitale dello Sport 2024. Anche quest’anno al fianco di Gigi Ghirotti, con una tradizionale raccolta fondi e tante diverse iniziative. A ruba i biglietti della Lotteria con in palio una crociera nel Mediterraneo per due persone a bordo di Msc World Europa.

Festa dello Sport 2024: dal 24 al 26 maggio, il villaggio sportivo più grande d’Italia al Porto Antico di Genova

Manca sempre meno alla Festa dello Sport, dal 24 al 26 maggio 2024 al Porto Antico di Genova, un evento che ogni anno raccoglie migliaia di persone. Tre giornate di festa nel più grande villaggio sportivo d’Italia. La Festa dello Sport è l’evento che promuove lo sport e i suoi valori fondamentali a Genova e in Liguria. Quello del 2024, anno in cui Genova sarà Capitale europea dello sport, è un compleanno speciale. La Festa dello Sport compie 20 anni e il progetto Stelle nello Sport celebra 25 anni di impegno nella promozione dello sport e dei suoi valori tra i giovani.

“Quest’anno in occasione di Genova Capitale Europea dello Sport, questa manifestazione che diventa sempre più partecipata, più amata ogni anno organizzata da Porto Antico di Genova e da Stelle nello Sport, si presenta ancora più grande – ha dichiarato Luisella Tealdi, responsabile eventi del Porto Antico. Per i 20 anni della Festa dello Sport, ci saranno ben 132 attività. Abbiamo dovuto ampliare gli spazi e le giornate, perché ci saranno anche due gustose anteprime giovedì 23 maggio”.

L’intervista integrale a Luisella Tealdi, responsabile eventi del Porto Antico di Genova, su Radio Babboleo.

Monte Fasce Bike Group, domenica 19 maggio una giornata aperta alla città di Genova per festeggiare i 30 anni dell’associazione

Una giornata di sport, musica e intrattenimento per festeggiare i trent’anni di attività del Monte Fasce Bike Group, storica associazione genovese fondata nel 1994 e che in questi decenni si è dedicata alla promozione della Mountain Bike come attività sportiva e di aggregazione con un inesauribile programma di iniziative ed escursioni. Nel corso degli anni l’associazione ha inoltre contribuito alla valorizzazione del territorio attraverso la sistemazione e la pulizia di molti sentieri della zona. Monte Fasce Bike Group festeggerà il traguardo del trentesimo anniversario con una festa aperta alla città domenica 19 maggio nel suggestivo scenario di Forte Begato.

La manifestazione avrà inizio alle ore 9.30 e si concluderà alle 16, offrendo una intensa giornata di attività e divertimento per gli appassionati di tutte le età, con la presenza di diverse scuole di mountain bike che daranno la possibilità ai bambini presenti di avvicinarsi a questa entusiasmante disciplina cimentandosi su percorsi dedicati.

Si potranno inoltre sperimentare le nuove frontiere della mountain bike elettrica, saranno infatti presenti numerosi stand dei principali negozi di Genova e Provincia che daranno la possibilità di provare le biciclette elettriche con la guida di istruttori qualificati.

Per chi desidera fermarsi a pranzo, saranno operativi stand di food & beverage, la manifestazione sarà accompagnata da musica con dj e intrattenimento. Al termine dell’evento torta e brindisi con tutti i partecipanti per concludere festosamente la giornata.

L’intervista integrale a Claudio Maggiolo, vicepresidente dell’associazione Monte Fasce Bike Group, su Radio Babboleo.

“Genova città di Colombo”, 1300 atleti da tutto il mondo per il 34° Torneo Internazionale di Judo

Genova capitale del Judo internazionale da venerdì 17 a domenica 19 maggio per la storica manifestazione “Genova città di Colombo” che dal 1988 rappresenta una tappa importantissima nella vita dei campioni: a cura del Centro Sportivo Marassi Judo, le sfide sono seguite dalla Federazione Italiana Judo Lotta Karate e Arti Marziali e contano come punteggio per il “Grand Prix”.

Sono oltre 1300 gli atleti iscritti alla competizione, accompagnati dai loro 300 allenatori tesserati per 240 società in arrivo da tutta Italia insieme alle delegazioni di Azerbaijan, Belgio, Francia, Gran Bretagna, Polonia, Romania, Principato di Monaco, San Marino, Spagna, Svizzera, Turchia e Ungheria. Un test internazionale di alto profilo, importante in vista di Europei e Mondiali di categoria. Una vetrina per tanti giovani che desiderano mettersi in evidenza in un contesto internazionale giovanile per un evento seguito dai tecnici della Nazionale di Judo e dal presidente Fijlkam Domenico Falcone.

Prima giornata di accreditamento società, sabato e domenica dalle 9 alle 20,30 tantissimi i confronti sui sei tatami diretti da 40 ufficiali di gara.

“Un appuntamento che è cresciuto, edizione dopo edizione, grazie allo straordinario impegno organizzativo del Marassi Judo e del suo presidente Rosario Valastro – ha detto l’assessore comunale allo Sport e agli Impianti sportivi Alessandra Bianchi – una disciplina sempre più praticata dai giovani e che si fonda su valori condivisi dalla nostra Amministrazione ed al centro anche del nostro progetto come Capitale Europea dello Sport quali educazione, rispetto delle regole e dell’avversario”.

Manifestazione top in Italia, nessuna raggiunge questi numeri, per una gara parte del Gran Prix con la selezione dei migliori atleti che vengono selezionati per i campionati europei e mondiali” – racconta il presiente del Marassi Judo Rosario Valastro – “Siamo in particolar modo felici di poter constatare il ritorno di tante delegazioni straniere”.

Tra i partecipanti più attesi, nelle fila del Marassi Judo, c’è anche Rachele Paris. Prima classificata all’European Cup di Koper (Slovenia), al Campionato Italiano Cadetti 2024, al torneo internazionale Alpe Adria 2024, bronzo all’European Cup di Follonica 2024 e all’European Cup 2024 di Berlino. Attualmente atleta di interesse nazionale, Rachele è  già stata convocata con la Nazionale e, dopo il Grand Prix “Genova Città di Colombo” gareggerà ai prossimi Europei che si terranno a Sofia dal 27 al 30 giugno con la possibilità, in caso di ottima performance, si difendere i colori azzurri ai Mondiali in Perù a fine agosto.  “Bello poter gareggiare davanti alla mia famiglia e i miei amici, che mi aiutano ogni giorno e mi sostengono” racconta Rachele Paris