Teatro – Babboleo

Teatro

Teatro del Ponente, weekend di danza (partecipata) e crowfunding

Sabato 14 e domenica 15 maggio al Teatro del Ponente di Genova-Voltri apre…il Dancing Bruno, una cavalcata nel ballo popolare dai primi del ‘900 agli anni ’70 dove non c’è barriera tra platea e palco e così pubblico e performer diventano co-protagonisti dello stesso gioco teatrale. Dancing Bruno è una coproduzione Sanpapiè e Fondazione Luzzati-Teatro della Tosse e andrà in scena sabato 15 maggio alle 20.30 e domenica 16 maggio alle 18.

Lara Guidetti, ideatrice e direttrice artistica dello spettacolo a Babboleo.it

Dal 14 maggio prende anche il via l’operazione di crowfunding ‘AFFACCIO A PONENTE’ per lanciare il restyling della facciata del Teatro del Ponente. Marina Petrillo, Fondazione Luzzati – Teatro della Tosse

DANCING BRUNO

ideazione Lara Guidetti, Saverio Bari
con i contributi di Marco De Meo, Marcello Gori, Susanna Gozzetti, Cecilia Vecchio
coreografie e regia Lara Guidetti
testi Saverio Bari
musiche originali e fonica Marcello Gori
musica dal vivo Dino Stellini
costumi Daniela De Blasio
con Saverio Bari, Caterina Cescotti, Luis Fernando Colombo, Gioele Cosentino, Marco De Meo, Marcello Gori, Susanna Gozzetti, Lara Guidetti, Matteo Sacco, Cecilia Vecchio

Con la partecipazione degli allievi di DEOS – Danse Ensemble Opera Studio diretta da Giovanni Di Cicco

Coproduzione Sanpapié e Fondazione Luzzati – Teatro della Tosse

Spettacoli, a Genova prosegue la rassegna del Teatro Necessario

Prosegue, con un buon riscontro di pubblico, la quarta rassegna di musica e teatro civile organizzata dal Teatro Necessario, laboratorio di integrazione sociale e lavorativo dedicato ai detenuti.

li spettacoli si svolgeranno nella casa circondariale di Marassi a Genova con due eventi che daranno il via alla stagione nel mese di aprile, “Delirio di una notte d’estate” e “Geppetto & Geppetto”.

Dopo la prima parte della rassegna dedicata alla musica, “Note d’autunno”, partita il 23 ottobre con ‘Come suona il caos’ e terminata con ‘A Christmas Welcome’ l’11 dicembre, è ora in corso la rassegna primaverile (“Parole di Primavera, per l’appunto), dedicata al teatro.

I primi spettacoli, ‘Delirio di una notte d’estate’ e ‘Geppetto & Geppetto’, sono in archivio: ora tocca a ‘Dialogo’, questa sera al Teatro dell’Arca. Il tempo per prenotarsi a questo spettacolo è esaurito, ma restano disponibili i biglietti per i quattro spettacoli successivi. Con una novità: ‘Ballarini’, ‘Un Bes -Antonio Ligabue’ e ‘Banana Split’ sono confermati, mentre lo spettacolo “Showtime”, di Igor Chierici e Luca Cicolella, sostituirà “Oceano mare e la zattera della Medusa”. Showtime sarà al Teatro dell’Arca nei giorni martedì 31 maggio e mercoledì 01 giugno alle ore 20.30.

Maggiori info su www.teatronecessariogenova.org

Qui sotto la Rassegna integrale della stagione 2021/22.

Nove mesi per crescere figlio e nascere madre. In prima nazionale a Genova ‘Amare Cannibale’

Nove mesi di gravidanza: sta per nascere un figlio ma anche una madre: la magia e la poesia dell’attesa vanno a braccetto con le difficoltà legate ad una serie di enormi cambiamenti. Amare Cannibale, spettacolo in scena in prima nazionale al Teatro della Tosse dal 6 all’8 maggio, attraversa su questi due binari il tema della maternità.

Scritto e diretto da Mariagrazia Pompei Il testo nasce dalle interviste e confronti con  giovani donne, diverse tra loro per età, ceto sociale, storia politica e religione, punti di vista sulla coppia e scelte lavorative. Racconti eterogenei di una stessa condizione che hanno dato origine ad un testo teatrale scandito in nove capitoli dove, in una vertigine comica grottesca, si rivelano le sconcertanti trasformazioni di una donna durante il periodo di gestazione.

Mariagrazia Pompei a Babboleo.it

testo e regia Mariagrazia Pompei
con Valentina Favella, Francesca Diprima, Riccardo Pieretti
lighting design Giacomo Carusi
live video e video mapping Pietro Cardarelli
musica & sound design Giorgio Bertinelli
fonica Pier Francesco Pelle
realizzazione scene Larbi Sakouhi
costumi Francesca Romana Parisini
assistente alla regia Giulia Cerrone
produzione Magma e Fondazione Luzzati-Teatro della Tosse

Alessandro Bianchi show a La Claque con THE SPEECH-IL DISCORSO. L’intervista

La vendetta di un traduttore può essere…terribilmente esilarante e ne sarà prova THE SPEECH-IL DISCORSO, lo spettacolo che il comico e attore Alessandro Bianchi, per gli amici e il pubblico Lesc, porterà in scena mercoledì 4 maggio a La Claque di Genova in un orario particolarmente apprezzato dal pubblico, con inizio fissato alle 19.30. Lesc vestirà i panni di…Lesc Dubrov, presidente di una Commissione dell’Unione Europea, che diventerà vittima durante un comizio dell’atroce vendetta del traduttore del suo discorso.

Alessandro Bianchi ha raccontato dello spettacolo e di sé nell’intervista a Radio Babboleo, al microfono di Max Repetto.

The Speech – Il Discorso è un’apnea comica di sessanta minuti. Un’esperienza liberatoria, in cui il pubblico partecipa attivamente al disagio di un politico in balia del cinico umorismo del suo traduttore. Alessandro Bianchi porta in scena i mille modi in cui è possibile torturare psicologicamente un uomo.
Sarete complici di un povero traduttore sottopagato e vi vendicherete del cattivo burocrate che esegue gli ordini senza umanità. Anche se, alla fine, non saprete più da che parte stare…
LESC DUBROV, presidente della Commissione lavoro ed etica dell’Unione Europea, durante il suo comizio perde inconsapevolmente il governo del suo pensiero e delle sue parole. Il traduttore prende il controllo del discorso costringendo il politico a seguirlo in un crescendo surreale di situazioni comiche, umilianti e deliranti.
Durante un importante incontro sui diritti dei lavoratori, l’onorevole DUBROV che non ha fatto i conti con il cinismo del suo interprete sottopagato, sarà vittima della sua immateriale presenza, la vendetta si compie attraverso le pagine scritte nelle quali Achille si presenta al pubblico e vessa l’ignaro funzionario politico. In un completo ribaltamento di ruoli il traduttore si trasforma da vittima in carnefice.
Lesc Dubrov è “la banalità del male”, un grigio burocrate fantozziano che esegue gli ordini che arrivano dall’alto. Sulla scena affronta i problemi morali, politici e giuridici, legati alla sua carica e al suo ruolo di funzionario, con una gestualità e una mimica che rimandano a Chaplin, il re della slapstick comedy.
DUBROV è costretto in un percorso crudelmente comico a cantare, ballare e sostenere nel modo più convincente possibile l’evento pubblico che ricorderà come il più imbarazzante della sua vita. Intuisce, ma non capisce, in totale cortocircuito cerca di restare a galla mentre la sua dignità viene messa a dura prova dal traduttore Achille, protagonista occulto che porta a compimento il suo progetto di vendetta grazie alla complicità del pubblico.
The Speech – Il Discorso è lo show internazionale più sbagliato di sempre.
Scritto da Alessandro Bianchi e Paolo Serra che ne cura anche la regia, lo spettacolo, porta in scena tutto il ritmo e l’abilità di trasformismo dell’attore e comico Alessandro Bianchi.
The Speech – Il discorso
Con Alessandro Bianchi
Scritto da Alessandro Bianchi e Paolo Serra Regia Paolo Serra

Marina Massironi a teatro con ‘Le verità di Bakersfield’. L’invito al pubblico genovese

Una magistrale interpretazione per un testo di grande successo internazionale, LE VERITA’ DI BAKERSFIELD, in scena al Teatro Gustavo Modena di Genova da mercoledì 20 a sabato 23 aprile. Marina Massironi e Giovanni Franzoni sono i protagonisti della versione italiana diretta da Veronica Cruciani.

La storia trasporta gli spettatori nella cittadina californiana di Bakersfield all’interno di una disordinata roulotte dove vive Maude, una barista cinquantenne disoccupata e disillusa ma in possesso di un possibile tesoro, un  presunto quadro di Jackson Pollock, acquistato da un rigattiere. La donna viene raggiunta da Lionel, esperto d’arte di livello mondiale, in arrivo da New York per una valutazione dell’opera che, se autentica, potrebbe cambiare la vita della sua interlocutrice.

Il dialogo, brillante, ironico e profondo, tra le cianfrusaglie della casa-roulotte marca molto le differenze tra i due ma nel corso della discussione Maude si rivela molto meno sprovveduta di quanto appare e la posizione di Lionel appare via via sempre più fragile, in una sorta di ribaltamento di ruoli che conduce all’epilogo.

Marina Massironi presenta lo spettacolo a Babboleo.it

https://www.teatronazionalegenova.it/spettacolo/le-verita-di-bakersfield/

‘Io provo a volare’, il sogno di Modugno al Teatro della Tosse

Un omaggio teatrale poetico e spensierato all’artista che ha cambiato l’orizzonte della musica italiana lasciando dietro di sè un segno indelebile, canzoni memorabili ed una vicenda biografica appassionante. La figura di Domenico Modugno è al centro dello spettacolo ”Io provo a volare”, in scena al Teatro della Tosse dal 12 al 16 aprile. Protagonisti sul palco Gianfranco Berardi e Gabriella Casolari, che trasportano il pubblico nel viaggio di un giovane di provincia pronto ad affrontare ogni peripezia per realizzare il sogno di diventare artista.

E’ la storia dello spirito del custode di un teatrino di provincia che torna in scena ogni notte, a mezzanotte, in compagnia dei suoi musicisti all’interno del teatro. Così fra racconto, musica e danza, si rivivono episodi della sua vita: i sogni, gli incontri, gli stage, le prove, la fuga, la scuola, il primo lavoro e l’amaro rientro al paesino, al quale, dopo aver provato tutte le strade possibili, è costretto a tornare.

L’invito a teatro di Gianfranco Berardi e Gabriella Casolari

Da Genova al Pojanistan andata e ritorno. L’invito a teatro di Andrea Pennacchi

Pillole di divertente ed amara ironia in salsa veneta. Sono i monologhi del Pojana, la straordinaria maschera portata al successo dall’attore Andrea Pennacchi nella trasmissione televisiva Propaganda Live. Monologhi nati per raccontare alla nazione le storie del nordest e dei suoi inesorabili clichè, con i Veneti che sono passati dall’essere gran lavoratori che emigravano per sfuggire alla miseria a diventare razzisti, evasori ed ottusi.

Pensieri, emozioni, riflessioni racchiusi in Pojana e i suoi fratelli in scena martedì 5 aprile (h. 21.00) al Politeama Genovese Ad impreziosire lo spettacolo, le musiche dal vivo di Giorgio Gobbo e Gianluca Segato.

Linvito di Andrea Pennacchi, e del Pojana, al pubblico di Radio Babboleo

Personaggi che partono dal Nordest italiano; maschere goldoniane, con le loro ossessioni, la rabbia, i pregiudizi, che diventano specchio di una società intera. Quando mi propose di collaborare al progetto “This is Racism”, recitando il testo di Marco Giacosa per il video di “Ciao Teroni” (c’era un titolo più lungo e articolato, ma la viralità lo ha ridotto a questo), Franco Ford detto “Pojana” era già nato. Era il ricco padroncino di un mio adattamento delle “Allegre comari di Windsor” ambientato in Veneto, con tutti le sue fisse: le armi, i schei e le tasse, i neri, il nero. In seguito, la banda di Propaganda Live l’ha voluto sul suo palco, e lui si è rivelato appieno per quel che è: un demone, piccolo, non privo di saggezza ma non particolarmente in alto nella gerarchia infernale, che usa la verità per i suoi fini e trova divertenti cose che non lo sono, e che è dentro ognuno di noi. Ed eccolo qui, con tutti i suoi fratelli (Edo il security, Tonon il derattizzatore, Alvise il nero e altri) a raccontare storie con un po’ di verità e un po’ di falsità mescolate, per guardarsi allo specchio.
Andrea Pennacchi

Circo, danza e…alpinismo. Al Teatro della Tosse arriva WHITE OUT

Resistere e Creare’. E’ il titolo della rassegna di danza internazionale a cura di Fondazione Luzzati Teatro della Tosse che raggiunge la sua ottava edizione e che da quest’anno accompagnerà l’intera stagione di programmazione.

Sabato 2 aprile (h. 20.30) sul palcoscenico della Tosse andrà in scena il secondo evento in cartellone, WHITE OUT, uno spettacolo di Piergiorgio Milano che unisce Circo, Danza  e Alpinismo.

White Out è il termine con cui in alpinismo si definisce la perdita totale di visibilità nel senso di distanza e direzione.Si crea quando il biancore uniforme della copertura nuvolosa incontra un terreno innevato, che riflette quasi tutta la luce che riceve, generando l’impossibilità di avanzare o retrocedere. Una condizione di stallo che può portare a conseguenze estreme. Una frontiera tra la vita e la morte dall’aspetto gentile, morbida come le nubi e la neve.

White out è un omaggio a tutti gli alpinisti che sono scomparsi o che hanno rischiato di scomparire nel bianco senza fine delle altezze: i conquistatori dell’inutile. I temi della morte, dell’amicizia, del rischio e della fiducia sono affrontati attraverso seguendo l’evoluzione di una piccola comunità di alpinisti, nel loro cammino iniziatico. Tre interpreti che danno vita alla narrazione di una tragedia di montagna, tra flashback e alternanze temporali tra le diverse scene.

White Out è un viaggio ironico e drammatico, divertente e coinvolgente, non solo attraverso il paesaggio naturale evocato sul palco, ma attraverso la stessa interiorità umana. La montagna quale specchio dell’uomo. Il lato tecnico e virtuoso del movimento accompagna l’intero spettacolo, senza rinunciare a momenti “pop”, dando vita cosi ad un registro alternato di risate e tensione.

Piergiorgio Milano presenta lo spettacolo a Babboleo.it

Elisabetta Pozzi, “La mia Lady Macbeth per ricordare la straordinaria Adelaide Ristori “

Una sontuosa Elisabetta Pozzi è la protagonista di  Lady Macbeth – Suite per Adelaide Ristori , lo spettacolo dedicato alla grande diva teatrale ottocentesca di cui si celebra il bicentenario della nascita, in scena al Teatro Modena di Genova sino al 3 aprile, per la regia di Davide Livermore.

L’attrice genovese accompagna gli spettatori in un viaggio sorprendente tra passato e presente, reale e virtuale per scoprire la vita e l’esplosiva passione di una diva famosa in cinque continenti, imprenditrice di sé stessa, icona glamour, esempio di emancipazione femminile, amata dal popolo come da regine e capi di stato.

Ecco l’invito di Elisabetta Pozzi al pubblico di Radio Babboleo.

https://www.teatronazionalegenova.it/spettacolo/lady-macbeth/

‘Pescheria Giacalone e figli’, alla Tosse una storia di famiglia tra dramma e commedia

Un dramma familiare travestito da commedia. Pescheria Giacalone e figli è lo spettacolo in scena al Teatro della Tosse di Genova da venerdì 18 a domenica 20 marzo 2022. Rosario Lisma, volto noto al grande pubblico anche per la sua recente interpretazione ne Il commissario Montalbano, firma la regia della storia di una famiglia di pescivendoli ambientata in un claustrofobico interno di paese siciliano , tra amori, egoismi e il desiderio di fuggire.

Rosario Lisma presenta lo spettacolo a Babboleo.it

testo e regia di Rosario Lisma
con Luana Toscano, Barbara Giordano, Andrea Narsi, Luca Iacono
scene e costumi Vincenzo La Mendola
regista assistente Gabriella Caltabiano
produzione Teatro Stabile di Catania