Tecnologia – Pagina 2 – Babboleo

Tecnologia

Genova, festa della bandiera: da oggi distribuzione dei vessilli, ecco dove

Inizia oggi la distribuzione nei mercati settimanali e in alcune piazze dei diversi municipi di circa 15mila bandiere di San Giorgio, in vista della festa della bandiera di Genova il prossimo 23 aprile. «Ringrazio l’associazione nazionale Alpini – dice l’assessore ai Grandi Eventi Paola Bordilli – che si è resa disponibile con i propri volontari per la distribuzione. Anche sabato, all’ingresso di Palazzo Ducale e piazza De Ferrari per la festa organizzata da Regione Liguria saranno distribuiti i vessilli ai genovesi».

Ecco gli appuntamenti per la consegna delle bandiere ai genovesi:

Mercoledì 20 aprile: mercati di Terralba, via Tortosa, Certosa e Pra’ (dalle 10 alle 12.30); piazza Pittaluga a Nervi, piazza Ponchielli a Pegli, corso Sardegna (dalle 16.30 alle 18.30)

Giovedì 21: mercati di piazza Palermo, Anzani, Emilia, Bolzaneto (dalle 10 alle 12.30); giardini Melis a Cornigliano e piazza Lerda a Voltri (dalle 16.30 alle 18.30)

Venerdì 22: mercati di Pontedecimo, Struppa, Tre Ponti (dalle 10 alle 12.30); giardini di Quinto, piazza Tazzoli e Boccadasse (dalle 16.30 alle 18.30).

Le bandiere saranno distribuite anche alla Fiera del libro in piazza Matteotti da giovedì 21.

Apriranno invece giovedì 21 aprile le due call fotografiche, promosse dal Comune di Genova, dedicate alla Festa della Bandiera, che si celebrerà il prossimo 23 aprile e rivolte a cittadini e commercianti.

Per partecipare alle call occorre compilare l’apposito form (Candida il tuo balcone per i privati e Candida la tua vetrina per i commercianti) disponibile dal 21 aprile sul sito del Comune di Genova smart.comune.genova/callfestabandiera e caricare due scatti fotografici del proprio balcone o vetrina

Da Genova al Pojanistan andata e ritorno. L’invito a teatro di Andrea Pennacchi

Pillole di divertente ed amara ironia in salsa veneta. Sono i monologhi del Pojana, la straordinaria maschera portata al successo dall’attore Andrea Pennacchi nella trasmissione televisiva Propaganda Live. Monologhi nati per raccontare alla nazione le storie del nordest e dei suoi inesorabili clichè, con i Veneti che sono passati dall’essere gran lavoratori che emigravano per sfuggire alla miseria a diventare razzisti, evasori ed ottusi.

Pensieri, emozioni, riflessioni racchiusi in Pojana e i suoi fratelli in scena martedì 5 aprile (h. 21.00) al Politeama Genovese Ad impreziosire lo spettacolo, le musiche dal vivo di Giorgio Gobbo e Gianluca Segato.

Linvito di Andrea Pennacchi, e del Pojana, al pubblico di Radio Babboleo

Personaggi che partono dal Nordest italiano; maschere goldoniane, con le loro ossessioni, la rabbia, i pregiudizi, che diventano specchio di una società intera. Quando mi propose di collaborare al progetto “This is Racism”, recitando il testo di Marco Giacosa per il video di “Ciao Teroni” (c’era un titolo più lungo e articolato, ma la viralità lo ha ridotto a questo), Franco Ford detto “Pojana” era già nato. Era il ricco padroncino di un mio adattamento delle “Allegre comari di Windsor” ambientato in Veneto, con tutti le sue fisse: le armi, i schei e le tasse, i neri, il nero. In seguito, la banda di Propaganda Live l’ha voluto sul suo palco, e lui si è rivelato appieno per quel che è: un demone, piccolo, non privo di saggezza ma non particolarmente in alto nella gerarchia infernale, che usa la verità per i suoi fini e trova divertenti cose che non lo sono, e che è dentro ognuno di noi. Ed eccolo qui, con tutti i suoi fratelli (Edo il security, Tonon il derattizzatore, Alvise il nero e altri) a raccontare storie con un po’ di verità e un po’ di falsità mescolate, per guardarsi allo specchio.
Andrea Pennacchi

Startup Genovesi protagoniste all’Ali Virtual Expo.

Giovedì 7 aprile alle 10 è in programma la tavola rotonda “Genova innova e si rinnova”, evento dedicato alle nuove prospettive dell’ecosistema startup genovese. “Genova innova e si rinnova” sarà un workshop digitale all’interno dell’Ali Virtual Expo 2022 del Gruppo Azimut, organizzato in due giornate (il 6 e 7 aprile) “full digital”, con diverse occasioni di networking tra economisti, investitori e imprenditori per riflettere sulla situazione economica e individuare possibili soluzioni.

La tavola rotonda con focus sull’ecosistema startup genovese ha alla regia il lavoro della neonata Associazione Startup Innovative di Confcommercio, che grazie alla sinergia col Gruppo Giovani e al coinvolgimento di startup e realtà imprenditoriali cittadine di grande livello darà vita a un importante momento di confronto su diversi temi. Oltre all’Associazione Startup e al Gruppo Giovani Confcommercio, parteciperanno al workshop anche Talent Garden Genova, Teseo, Motors Grouping e Lesson Boom.

Sarà un workshop in cui startup e pmi racconteranno la loro crescita a Genova: una città con grandi potenzialità che punta all’innovazione, alla sostenibilità e alla riqualificazione – specifica Fosca Basso, presidente dell’Associazione Startup Innovative di Confcommercio Genova – Per la nostra neonata associazione si tratta di un’occasione unica, utile a conoscere nuove realtà, a farci conoscere e a gettare le basi per il percorso di crescita sinergico di tutto il mondo startup cittadino. In questo senso, il coinvolgimento di realtà di primo livello all’interno del tavolo di lavoro rappresenta un ottimo punto di partenza”.

La partecipazione è gratuita, con registrazione al link: https://alivirtualexpo.it/event-main/auth/registration.

2 APRILE 2022, GIORNATA MONDIALE CONSAPEVOLEZZA DELL’AUTISMO: LE INIZIATIVE IN LIGURIA

Sono circa 1.600 in Liguria le persone con una certificazione di diagnosi dello spettro autistico

Sabato 2 aprile si celebra la Giornata Mondiale della consapevolezza dell’Autismo, una ricorrenza che richiama l’attenzione di tutti sui diritti delle persone nello spettro autistico.

I Disturbi dello spettro autistico sono condizioni eterogenee che hanno un profondo impatto sulla qualità della vita delle persone e dei loro familiari: in Liguria sono circa 1.600 le persone con una diagnosi certificata.

La complessità del fenomeno, l’impatto sulla qualità di vita dell’individuo, sulla tenuta del tessuto familiare e le ricadute di ordine sociale richiedono un impegno intersettoriale e politiche sanitarie, educative e sociali mirate a incrementare i servizi e migliorare l’organizzazione delle risorse a supporto delle famiglie.

Alisa, tra l’altro, ha recentemente costituito un Tavolo regionale di consultazione permanente (Deliberazione di A.Li.Sa. n. 14 del 13.01.2022) in merito ai disturbi dello spettro autistico formato da esperti della materia delle Asl, da rappresentanti delle Associazioni dei familiari, da rappresentanti dei Pediatri di libera scelta e dell’Università (Neuropsichiatria dell’Istituto Giannina Gaslini e Psichiatria) e da referenti regionali.

«Grazie alla sinergia tra i servizi sociosanitari, sanitari e socioassistenziali, in collaborazione con i rappresentanti delle Associazioni, è stato possibile creare in Liguria una rete regionale per la presa in carico, il sostegno e l’integrazione delle persone con disturbi dello spettro autistico – sottolinea Giovanni Toti, presidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria – tenendo conto dei bisogni specifici e delle necessità di sostegno che possono mutare nel tempo. Un grande lavoro di squadra che ha saputo raccogliere l’esperienza di tutti gli attori coinvolti in questo delicato processo che coinvolge i pazienti e le loro famiglie».

In attuazione del Piano regionale di prevenzione 2021/2025, tra i temi della promozione della salute, Alisa ha previsto nell’offerta formativa scolastica un modulo specifico sui disturbi dello spettro autistico.

Nella giornata di sabato 2 aprile la fontana di Piazza De Ferrari e la Lanterna di Genova si illumineranno di blu.

GLI EVENTI PREVISTI IN ASL 1

Asl1, in collaborazione con Alisa, Provincia di Imperia, Anmic Imperia, Angsa Imperia, Donne Medico della Provincia di Imperia e il Distretto Lions Club International 108 Ia3, organizza una tre giorni per comprendere e capire le tematiche legate al mondo dell’autismo con una serie di incontri e convegni dedicati ad addetti ai lavori e non solo:

· 7 aprile alle ore 17, Sala Roof 1 del Teatro Ariston di Sanremo: sarà proiettato il film ” Sul sentiero Blu”, sull’esperienza promossa dal Dott. Roberto Keller, Referente Scientifico del Progetto e Direttore del Centro Regionale per i Disturbi dello spettro dell’autismo in età adulta della Asl Citta di Torino.

· 8 e 9 aprile, Aula magna dell’Università di Imperia: prenderanno il via due giornate di formazione. Il corso di formazione dal titolo “Disturbo dello Spettro autistico: un passaggio imprescindibile dall’infanzia all’età adulta”, rivolto al personale sanitario delle Asl liguri e dei servizi territoriali, si svolgerà sia in presenza sia in modalità webinar. E il 9 aprile, sempre nell’Aula magna dell’Università di Imperia, seconda e ultima giornata formativa dal titolo “I disturbi dello Spettro Autistico. Inclusione scolastica e presa in carico sanitaria. Costruzione di una rete” destinata ai Medici di Medicina Generale, Pediatri di Libera Scelta e insegnanti.

LE INIZIATIVE DELLE ASSOCIAZIONI IN LIGURIA

ANGSA IMPERIA: giovedì 7 aprile, alle ore 17 proiezione del film “Sul sentiero Blu”, seguirà dibattito con il Dott. Roberto Keller.
ASSOCIAZIONE AUTISMO SAVONA GUARDAMI NEGLI OCCHI: sabato 2 aprile, dalle 9 alle 19, stand informativo e laboratorio creativo, Piazza Sisto IV Savona.
ANGSA LIGURIA: sabato 2 aprile, dalle 10 alle 18, Piazza Martinez a Genova, stand informativo e iniziative per famiglie e bambini. Nella stessa giornata, a Recco (GE), sarà organizzata una staffetta a squadre non competitiva presso il campo da rugby di Via Fieschi.
ANGSA TIGULLIO: sabato 2 aprile, Piazza Matteotti, Chiavari, stand informativo.
ANGSA LA SPEZIA: sabato 2 aprile, organizza la “Biciclettata Blu, una passeggiata in bicicletta attraverso il centro della città di La Spezia dove saranno presenti i volontari con stand informativi. Sarà presente un punto informativo anche a Lerici.

Cinema, “in ripresa ma prima di tornare alla normalità passerà ancora del tempo”

Il mondo del cinema prova a rialzare la testa dopo anni critici.
Un 2021 molto difficile: Una primavera di lockdown e un’estate da dimenticare” – racconta Alessandro Giacobbe, Presidente Alesbet Srl (Circuito Cinema Genova) – “Da settembre ai primi di dicembre il pubblico stava tornando è capitata la quarta ondata con un’attenzione mediatica allarmante che riportato paura negli spettatori in misura ingiustificata“.
Dopo quattro mesi di completa chiusura nel 2021, le sale tornavano a ripopolarsi, soprattutto con le iniziative estive di cinema all’aperto, frenate dall’introduzione abbastanza improvvisa dell’obbligo di green pass dai primi di agosto, ai quali si è aggiunto il “terrorismo mediatico” per la quarta ondata che ha riportato gli spettatori ad evitare i luoghi chiusi. “Una reazione ingiustificata dato che avevamo sempre dimostrato che i luoghi della cultura, cinema e teatri, erano in assoluto i luoghi più sicuri nei rispetti di un contagio da covid” – commenta Giacobbe – “Natale al cinema quest’anno è stato il peggiore in assoluto“.

In questi giorni un nuovo decreto coinvolge il mondo del cinema, che vuole ristabilire le regole in vigore prima della pandemia, con qualche modifica. Prima del Covid un film italiano che usciva nei cinema, prima di essere presentato in televisione doveva attendere 105 giorni dalla prima uscita in sala, ma con la pandemia, essendo i cinema chiusi, questa regola è stata sospesa, e poi ripresa con una soglia abbassata a 90 giorni. “Le sale ne richiedevano il ripristino e l’estensione per riabituare il pubblico all’esclusività del cinema per un periodo ragionevole. Il fatto di averla addirittura abbassata non ci soddisfa. Non dobbiamo a rinunciare su questa linea perché le sale sono luoghi di presidi culturali che vanno salvaguardati e se viene meno l’esclusività del prodotto viene meno il fatto di avere una chance in più per rivitalizzare questi spazi“.

Nelle ultime settimane sembra esserci un’inversione di tendenza: “il pubblico sta tornando a frequentare le sale, insieme ai buoni film, ma prima di tornare alla normalità passerà ancora del tempo”.
Nelle tappe del road map previsto dal Governo nuove misure per il cinema a partire dal 1° maggio, con l’accesso alle sale consentito anche con green pass base. “Non mi aspetto sia questo il fattore che cambierà l’affluenza del pubblico perché ormai le persone sono abituate alle restrizioni” – dice Giacobbe – “La cosa importante è tornare all’abitudine di uscire, frequentare le sale, sperimentare l’esperienza cinematografica, emozionale che va riscoperta così come va riscoperta la socialità“.

Tornate al cinema per riscoprire l’emozione che si vive vedendo un film al buio e le emozioni vissute in socialità. Torniamo al cinema e torniamo a vivere come si vedeva prima del Covid“.

Ai microfoni di Radio Babboleo Alessandro Giacobbe, Presidente Alesbet Srl (Circuito Cinema Genova)
Un biennio complicato per il settore cinematografico

Il road map previsto dal nuovo decreto governativo per un progressivo ritorno alla normalità coinvolge le sale cinematografiche solo a partire da maggio
Numerose le iniziative di Circuito Cinema Genova anche all’aperto negli scorsi anni e nuove previsioni per la prossima stagione estiva
Un recente decreto ha abbassato la soglia di esclusività cinematografica a 90 giorni, una tempistica insufficiente per il settore
Un appello per gli spettatori delle sale cinematografiche

Sede di Casapound imbrattata con le ‘Z’ dell’invasione russa. Genova Antifascista: “Denazificazione in corso”. È polemica

L’associazione Genova Antifascista ha pubblicato su Facebook una foto della saracinesca della sede genovese di Casapound, imbrattata con la Z, simbolo dell’invasione russa in Ucraina. “Denazificazione in corso”, scrive l’associazione, in chiaro riferimento al termine utilizzato dal presidente russo Putin per giustificare l’attacco.

Pioggia di polemiche social: gli stessi follower della pagina criticano il gesto. “Per ‘denazificare’ usate i simboli di un esercito guidato da un nazista? Bella scelta” scrive un utente. “Antifascisti dalla parte dei fascisti? Il mondo al contrario” scrive un altro utente, sotto il successivo post della pagina in sostegno al ‘Donbass Antifascista’. E ancora: “È uno scherzo o siete fuori di testa?”

Al momento non sono arrivate repliche da parte di Genova Antifascista, né Casapound ha commentato il gesto.

Caro gasolio, da lunedì autotrasporto sospende servizio. Tagnocchetti (Trasportounito): “Serve risposta governo”.

Caro gasolio, ora si ferma l’autotrasporto italiano. A partire da lunedì prossimo, 14 marzo le aziende sospenderanno a livello nazionale i loro servizi “per causa di forza maggiore”. La sospensione dei servizi “si è resa inevitabile – sottolinea una lettera inviata da Trasportounito alla Presidenza del Consiglio, al Ministro e al Vice Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili e al Presidente della Commissione di Garanzia in Scioperi, anche per tutelare le imprese e impedire che le esasperate condizioni di mercato, determinate dal rincaro record dei carburanti, si traducano in vantaggi per altri soggetti”. “Gli autotrasportatori in questo momento non sono in grado di lavorare – spiega a Babboleo News Giuseppe Tagnocchetti, Coordinatore di Trasportounito – fondamentale una risposta del governo nel porre rimedio a questa emergenza”. Ascolta l’intervista

Ucraina, Bassetti: “La guerra aiuterà il Covid a tornare protagonista”

“La guerra aiuterà il Covid a tornare protagonista”. A dirlo è il responsabile regionale di Malattie Infettive, Matteo Bassetti, secondo cui la situazione Ucraina rischia di essere disastrosa non solo dal punto di vista sociale e umanitario, ma anche sul versante sanitario. “Il rischio di una ripresa di forza del Covid è più che reale” spiega. “Solo un terzo degli ucraini si è vaccinato. In questo scenario il virus corre, contagia, muta e uccide. Attenzione – avverte Bassetti – a sottovalutare il fenomeno”.

In Liguria, intanto, la popolazione vaccinata sfiora l’84%, in media con il dato nazionale, secondo quanto riportato questa mattina dalla Fondazione Indipendente GIMBE.

Secondo Bassetti, l’Europa non deve ripetere l’errore fatto in estremo Oriente, a Hong Kong. “Basta guardare lì per capire cosa può avvenire sottovalutando il ruolo dei vaccini con una ripresa di forza del virus” spiega ancora su Instagram.

“A Hong Kong è infatti record di contagi e di morti legati alla superdiffusione di Omicron” prosegue. “Perché sta avvenendo? Il 40% della popolazione è vaccinato e solo il 22% con tre dosi. Stanno correndo ai ripari vaccinando la popolazione ma è probabilmente troppo tardi. Il virus corre indisturbato. Mi auguro che con i profughi ucraini non si commetta lo stesso errore commesso a Hong Kong. Sarebbe fatale e pericoloso per tutta Europa”. 

Arriva nelle sale liguri l’imperdibile “Luigi Proietti detto Gigi”. Dove vederlo

Ci ha salutati un anno e mezzo fa Gigi Proietti, proprio nel giorno del suo ottantesimo compleanno, lasciando dietro di sè la traccia indelebile di uno straordinario uomo di teatro, di spettacolo ma anche entusiasta ed abile promotore culturale. Dal 3 al 9 marzo arriva nelle sale liguri “Luigi Proietti detto Gigi”, il docufilm realizzato da Edoardo Leo che ripercorre una carriera ed una vicenda umana irripetibili.

Inizialmente Edoardo Leo avrebbe dovuto realizzare un documentario dedicato allo storico spettacolo A me gli occhi, please, che Proietti ha replicato per tutta la carriera e che ha cambiato il panorama teatrale, ma dopo la scomparsa dell’attore il 2 novembre 2020 tutto cambia e Leo decide di trasformare il racconto di uno show in quello di una vita con interviste, pezzi di repertorio, frammenti inediti, riflessioni profonde e le testimonianze degli amici di una vita come Renzo Arbore, Paola CortellesiFiorello, Alessandro Fioroni, Alessandro Gassmann, Marco Giallini, Loretta Goggi, Nicola Piovani e della sua amata famiglia con , Anna Maria ProiettiCarlotta ProiettiSusanna Proietti,

Ecco le sale liguri in cui viene proiettato il film

  • Chiavari, Mignon (4, 5 e 6 marzo);
  • Genova, Corallo (dal 3 al 9 marzo);
  • Genova, The Space Porto Antico (dal 3 al 9 marzo);
  • Genova, UCI Cinemas Fiumara (7, 8 e 9 marzo);
  • La Spezia, Nuovo (dal 3 al 9 marzo);
  • Sanremo, Ariston (dal 3 al 9 marzo);
  • Varazze, Don Bosco (3, 5, 6 e 9 marzo);



Torna ‘Grounded’, una storia di guerra, droni e vita al Teatro Ivo Chiesa

Nei giorni terribili del conflitto russo-ucraino il Teatro Nazionale di Genova ripropone al pubblico il suo spettacolo di produzione ‘Grounded’, una riflessione fortissima sul senso della guerra e dell’umanità vissuta attraverso le vicende e i pensieri di una pilota militare americana.

Tratto da un testo di grande impatto emotivo del drammaturgo George Brant, con la regia di Davide Livermore e protagonista sul palco l’attrice Linda Gennari, Grounded torna in scena dall’1 al 6 marzo sul palcoscenico del Teatro Ivo Chiesa.

Martedì 1 marzo alle ore 17.30 nel foyer del Teatro avrà luogo l’incontro Grounded: storia di una donna nella guerra dei droni. Parteciperanno Gad Lerner, giornalista e scrittore; Pierluigi Stefanini Presidente ASVIS; il direttore del Teatro Nazionale di Genova e regista dello spettacolo Davide Livermore e la protagonista Linda Gennari. L’incontro sarà trasmesso in diretta streaming sulla pagina Facebook del Teatro Nazionale di Genova.

La presentazione di Grounded del drammaturgo del Teatro Nazionale di Genova Andrea Porcheddu