Tecnologia – Pagina 5 – Babboleo

Tecnologia

La Liguria torna tremare: possiamo stare tranquilli? Risponde il sismologo Spallarossa

Notte di paura in Liguria, dove la terra è tornata a tremare. Tre scosse nella notte: una prima scossa più intensa e due di assestamento. La prima alle 23,41 di magnitudo 3,5 con epicentro a 2km a Ovest di Davagna, la seconda all’1,19 con epicentro a un km a Sud ESt di Bargagli e una terza alle 5,45 con epicentro a 1km a Ovest di Davagna di magnitudo 1,5. Questo quando registrato dai sismografi dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia.

Avendo installato delle stazioni sismiche ulteriori – racconta il sismologo Daniele Spallarossapossiamo vincolarne meglio la posizione“.

Creata appositamente per la zona di Bargagli, in collaborazione con la Protezione Civile, una pagina web ad hoc per la sequenza sismica nella zona, dove vengono elencati gli ultimi terremoti.

Ma com’è possibile che la Liguria torni a tremare dopo più di 400 anni? E soprattutto, possiamo stare tranquilli?
Lo racconta Daniele Spallarossa ai microfoni di Radio Babboleo

Torna al Porto Antico di Genova “Cucina Liguria”, un manifesto della filiera della cucina ligure

In Piazza delle Feste del Porto Antico di Genova torna dal 7 al 9 ottobreCucina Liguria“, nella quinta edizione dell’evento incentrato sulla filiera della cucina ligure organizzato da Cna Genova. Una manifestazione che nasce per promuovere la cucina ligure, una cucina legata al territorio e alla sua conformazione, al clima e al terreno impervio.

In Piazza delle Festa grandi protagonisti stand gastronomici ed utensili della tradizione, show-cooking con scuole e chef liguri che si alterneranno sul palco per spettacoli gustosi, laboratori e degustazioni organizzati dalle nostre aziende rigorosamente liguri.

Un evento che coniuga le tradizioni del nostro territorio con elementi moderni che moltiplicano il valore della cultura agroalimentare e culinaria della Liguria – spiega il Presidente di Cna Genova, Paola Noli La capacità di legare tradizione e innovazione consente di dimostrare quanto sia variegato il nostro territorio, dal mare ai monti“.

“Sono molto orgogliosa che Genova sia la città che tornerà ad ospitare Cucina Liguria – afferma l’assessore al Commercio, Artigianato, Pro Loco e Tradizioni cittadine del Comune di Genova, Paola Bordilli – Una vetrina importante attraverso la quale far conoscere tradizioni ed eccellenze”.

Il cuore della tradizione culinaria liguria trova un’ambientazione ideale che rimanda alla storia e all’essenza della nostra bellissima città – racconta il Presidente della Porto Antico, Mauro FerrandoI profumi e i sapori delle eccellenze gastronomiche del territorio saranno un elemento di valorizzazione di quest’area così ricca di simboli e di rimandi alla Genova più autentica”.

Elettrificazione delle città e dei porti: parte da Genova il tour Enel “Sali a bordo del Futuro”

E’ stata presentata questa mattina presso l’Acquario di Genova la nuova iniziativa Enel “Sali a Bordo del Futuro“, un tour che parte proprio da Genova per toccare diverse città italiane e parlare di elettrificazione dei porti e delle marine, valorizzando il loro ruolo strategico nella transizione ecologica della città.

Convegni, attività educative per bambini e un’imbarcazione full electric per la raccolta delle plastiche in mare per raccontare l’elettrificazione, la circolarità, la sostenibilità e la decarbonizzazione dei porti e delle città italiane.

ll trasporto marittimo, sebbene sia il metodo di trasporto più efficiente in termini di energia ed emissioni per quantità di carico trasportato, è anch’esso responsabile di emissioni di gas ad effetto serra, in particolare nella fase di sosta. Per questo motivo, il porto del futuro deve essere sostenibile, innovativo e a basse emissioni, coniugando l’efficientamento energetico dei buildings, lo sviluppo delle fonti rinnovabili e delle pompe di calore, con la decarbonizzazione ed elettrificazione dei porti, migliorando la qualità della vita della comunità urbana in cui l’area portuale si inserisce. 

L’elettrificazione del trasporto marittimo e dei porti è un passaggio necessario per dare un’ulteriore spinta al processo di transizione energetica in atto in altri settori industriali. – ha detto Sonia Sandei, Vice Presidente di Confindustria Genova e Responsabile Elettrificazione Enel Italia – In particolare, la nautica elettrica non è solo una scelta vincente in termini di riduzione di emissioni, ma anche un’opportunità di innovazione e di crescita industriale per l’intero comparto marittimo e la filiera italiana, nonché un fattore di competitività per i porti”.

Per raccontare i suoi progetti di elettrificazione, circolarità e sostenibilità Enel ha avviato una collaborazione con il Gruppo Garbage, che da anni si occupa di servizi ecologici portuali, marittimi e terrestri. L’Azienda ha messo a disposizione E-Pelikan, un’imbarcazione full electric che seguirà ogni tappa del tour effettuando un servizio di gestione e recupero delle plastiche nello specchio acqueo portuale. L’imbarcazione potrà ricaricarsi grazie alle infrastrutture Enel X Way – la società del Gruppo dedicata alla mobilità elettrica – e rappresenterà un modello di transizione ecologica attraverso l’elettrificazione dei porti e delle banchine. “Un primo prototipo d’imbarcazione da lavoro per la raccolta di rifiuti galleggianti totalmente elettrico” – racconta Michele Bertini, yacht manager – una delle primissime barche in Italia

Domani, 5 ottobre, la tappa genovese si concluderà con attività educative pensate per i bambini delle scuole elementari. Le plastiche raccolte in mare da E-Pelikan si trasformeranno in opere d’arte grazie a un laboratorio di riciclo creativo. Il tour proseguirà nelle successive tappe in giro per l’Italia sul Lago di Como, a Venezia Certosa, Gaeta e Ancona.

Torna in Liguria “Fattorie Aperte”, l’educational che porta buoni frutti

E’ giunta alla sua 12esima edizione “Fattorie Aperte“, l’iniziativa organizzata da Regione Liguria in collaborazione con il Sistema Camerale della Liguria, l’Ufficio Scolastico Regionale e le organizzazioni professionali, che torna sabato 8 e domenica 9 ottobre con laboratori e percorsi didattici gratuiti per bambini su educazione, cibo, ambiente e sostenibilità.

36 in tutto, da Ponente a Levante, le fattorie didattiche coinvolte nella manifestazione che svolgono attività informative e divulgative, ponendo al centro l’obiettivo portante: avvicinare i bambini all’educazione alimentare, l’agricoltura e l’ambiente, mostrare loro dove e come nascono gli alimenti che vedono sulla tavola ogni giorno, raccontare storie di terra e mare e insegnare a creare qualcosa di sano e buono con le loro mani.

L’intervento di Regione Liguria vuole valorizzare le nostre aziende, il ruolo di presidio ambientale, di vessillo delle tradizioni e del made in Liguria – spiega il vicepresidente con delega all’agricoltura Alessandro Pianagarantendo experience autentiche e concrete a chi desidera avvicinarsi a questo comparto“.

“Un’iniziativa storica che nel tempo ha avuto l’effetto di portare alle famiglie la conoscenza delle fattorie didattiche e dei loro contenuti” -spiega Gloria Manaratti, dirigente dell’ufficio del settore Servizi alle Imprese Agricole Florovivaismo- “Questo progetto è stato fatto anche con la direzione scolastica regionale, oltre che con altri gruppi di enti, che hanno permesso il successo delle fattorie didattiche” aggiunge Federica Serra, settore Servizi alle Imprese Agricole Florovivaismo.

L’iniziativa “Fattorie Aperte 2022” si pone in un progetto più ampio, quello di “Fattoriamo” che offre tutto l’anno, attraverso le due fattorie didattiche certificate, attività e laboratori rivolte alle scuole nel campo dell’educazione alimentare, dell’agricoltura e dell’ambiente attraverso percorsi didattici gratuiti per scoprire i segreti dell’orto, del bosco e degli animali.
Con più di 100 fattorie didattiche, 730 agriturismi e più di 12mila aziende agricole la Liguria è una delle regioni con il più alto rapporto tra fattorie didattiche e agricole.

Le attività di Fattorie Aperte 2022 sono gratuite e per poter partecipare ai laboratori e alle visite è necessario prenotare contattando direttamente la fattoria o l’azienda ittica interessata.

Classifica scuole vela d’Italia: Varazze quinta, Santa Margherita storica ventunesima

Liguria terra di mare e di velisti. Ma in questo caso il riferimento non è alla storia della nostra regione, ma all’attualità legata al mondo della vela nei confronti dei più giovani. A testimoniarlo è la classifica 2022 delle scuole vela d’Italia (sono circa ottocento) che viene stilata su dato oggettivi attraverso vari coefficienti che non hanno a che fare solo con il numero degli allievi ma anche il numero di quanti continuano, l’efficacia delle attività fatte con le scuole dell’obbligo e altri aspetti legati all’insegnamento, ma anche alla diffusione della vela oltre alla capacità di saper trasmettere passione per questo sport.

Al quinto posto di questa classifica c’è il Varazze Club Nautico. Per questo primato il club è stato premiato recentemente al Salone Nautico. A ritirare il premio sono stati il presidente Marcella Ercoli e ilo dirigente Paolo Fergnani oltre ad alcuni ragazzi. Il riconoscimento è stato accolto con grande soddisfazione per il lavoro svolto.

Storico ventunesimo posto, invece, per la Lega Navale di Santa Margherita Ligure. Per il club si tratta di un risultato enorme:«Piazzamento clamoroso visto il piccolo bacino di utenza e potendo contare su spazi limitati e senza una club house – raccontano da Santa Margherita -. Solo quattro anni fa eravamo in ginocchio dopo la mareggiata. Lo spogliatoio lo abbiamo ricostruito con fatica e lo riavremo solo quest’inverno. Un plauso al nostro coach Michele Buriani, alla segreteria, al consigliere allo Sport Giorgio Roccatagliata ed ai ragazzi dell’agonismo che si sono prodigati tutta l’estate per sostenere la scuola vela».

In classifica tra i primi cinquanta anche Il Circolo Nautico Rapallo (trentaduesimo) e lo Yacht Club C

Teatro Garage, si riparte…improvvisando!

In partenza a Genova la nuova stagione del Teatro Garage, che proporrà un variegato cartellone di spettacoli all’insegna della comicità, dell’improvvisazione, delle giovani eccellenze teatrali e del teatro per famiglie e bambini. Sono 51 gli spettacoli in programma sul palcoscenico della sala Diana di Via Paggi, nel quartiere di San Fruttuoso.

Maria Grazia Tirasso, direttrice artistica del Teatro Garage, a Babboleo.it

La stagione prenderà il via venerdì 30 settembre 2022 con ‘Survival’ , spettacolo di improvvisazione teatrale della compagnia Maniman. Sul palco si sfideranno 5 squadre d’improvvisatori, al termine del primo round il pubblico deciderà quale Storia e attori eliminare. Altri 2 round porteranno alla Finale le 2 squadre rimaste, ma sarà sempre il pubblico a decidere chi vincerà

Info e prevendite online https://www.teatrogarage.it/

Elezioni: Garibaldi (Pd), Al centro per i Dem clima, lavoro salute e diritti. L’intervista verso il voto di domenica 25 settembre

Verso le prossime elezioni politiche del 25 settembre, il Partito Democratico in Liguria ha chiuso ieri la sua campagna elettorale sul territori. Clima, lavoro, salute e diritti i temi portanti ma anche "le necessità principali dei cittadini in questo periodo", racconta a Babboleo News Luca Garibaldi, capogruppo del Pd in Liguria con cui abbiamo parlato del clima e delle aspettative in attesa del voto di domenica.
Ascolta l'intervista sul nostro sito. 

Complesso Monumentale della Lanterna di Genova: prosegue la valorizzazione dell’area

Inaugurata questa mattina la nuova rampa d’accesso in passeggiata nel complesso monumentale della Lanterna di Genova, per agevolare l’accoglienza dei visitatori con disabilità motorie, posta nel contesto di una più ampia riorganizzazione della passeggiata che prevede percorsi per ipovedenti, una pista pedociclabile per collegare la Lanterna alla città, una nuova lounge area con la presenza di un caffè panoramico e un bookshop.

Questa è solo una parte dell’ambizioso progetto “Lanterna 2030 – the Sustainable Herit@GE“, presentato in occasione dell’edizione 2022 delle Giornate Europee del Patrimonio (European Heritage Days), che si svolgeranno in tutti i Paesi il 24 e 25 settembre. Tema di quest’anno il Patrimonio culturale sostenibile, che la Lanterna declina in un progetto che si svilupperà lungo l’orizzonte temporale 2022-2030 e che si pone l’obiettivo di spingere lo spettatore verso una fruizione sempre più sostenibile e accessibile della Lanterna.

La rampa è un traguardo per la valorizzazione del monumento simbolo della città e che si pone nel contesto del progetto Lanterna 2030-Sustanible Herit@GE, segnando l’inizio delle celebrazioni per i 900 anni della costruzione della Lanterna– Faro di Genova dal 1128, che festeggeremo nel 2028” – racconta il Direttore operativo Arch. Andrea De Caro – “Le idee ci sono tutte, ovviamente ci vorrà il suo tempo“.

Numerosi i progetti per il complesso monumentale della Lanterna di Genova. Il Ministero della Cultura ha avviato un primo lotto nell’ambito del finanziamento ministeriale di 1,5 milioni di euro suddiviso in otto annualità per il restauro e la valorizzazione dell’area della Lanterna. Una prima messa in sicurezza delle mura è partita dall’eliminazione della vegetazione e dalla rimozione delle parti pericolanti, proseguendo con la mappatura dello stato di degrado, al quale seguirà il progetto di restauro definitivo delle mura. “Come sovraintendenza seguiamo tutti gli interventi al contesto di riqualificazione del contesto” – spiega la sovraintendente del Ministero della Cultura Francesca Passano – “Numerosi gli interventi previsti grazie al fondo del Ministero”.

Settimana della Mobilità Sostenibile, le iniziative di FIAB Tigullio

FIAB Tigullio Vivinbici anche quest’anno promuove la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, dal 15 al 22 settembre. Per l’edizione 2022 la Commissione Europea ha scelto di focalizzare l’attenzione sull’importanza di una maggiore sinergia necessaria sia per aumentare la consapevolezza verso la mobilità sostenibile e sia per promuovere un cambiamento degli stili di vita in favore di una mobilità attiva. In Italia il focus theme è stato declinato da FIAB con lo slogan “CAMBIA STILE, VAI IN BICI”.

Si comincia venerdì 16 settembre a Chiavari contando i ciclisti che percorrono le ciclabili della città. L’evento, in collaborazione con Legambiente, è un ottimo strumento per monitorare sul territorio l’andamento della mobilità ciclistica, registrando eventuali problematiche.

Nella stessa giornata di venerdì 16 settembre la FIAB sarà a Sestri Levante con il suo gazebo per porre l’attenzione sul tema della sicurezza con lo slogan “Fatti notare. La sicurezza inizia dall’essere visibili”. E’ infatti noto che almeno il 75 % dei ciclisti non usi le dotazioni di sicurezza previste dal Codice della strada nelle ore notturne e nelle gallerie.

Sabato 17 settembre torna Biciclettiamoci, che quest’anno unisce alla festosa pedalata l’intento di percorrere insieme il percorso in parte ciclabile che unisce Chiavari a Sestri Levante per evidenziare le problematiche, già segnalate da FIAB nel mese di agosto. L’appuntamento é alle ore 14,45 in Piazza dei Pescatori a Chiavari con arrivo a Sestri Levante alle ore 17 circa.

Martedì 20 settembre, grazie alla collaborazione con Fincantieri, saranno consegnate dalla FIAB ai lavoratori che utilizzano la bicicletta come mezzo di trasporto preferenziale per raggiungere il posto di lavoro dei gilet ad alta visibilità con la raccomandazione “Fatti notare. La sicurezza inizia dall’essere visibili”. Nella stessa giornata la FIAB parteciperà a Genova al Convegno sul Biciplan, adottato dalla Città Metropolitana nell’aprile 2022, convegno che si terrà alle ore 15.00 presso la Sala del Consiglio Metropolitano.

Mercoledì 21 settembre apertura straordinaria della ciclofficina di Rapallo dalle ore 16,00 alle ore 20,00.

Giovedì 22 settembre alle ore 16,00 in Sala Bo a Sestri Levante la FIAB presenterà la nuova versione multimediale della storica Cicloguida di Sestri Levante e consegneremo la bandiera di Comune Ciclabile.

Maggiori dettagli sui singoli appuntamenti saranno disponibili dall’inizio della Sems sul sito www.fiabtigullio.it.

Teatro Akropolis alla 79ª mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia

Il genovese Teatro Akropolis sarà presente alla Biennale di Venezia alla 79ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica con il film documentario di Carlo Sini del ciclo “la parte maledetta”. Viaggio ai confini del teatro, ideato e diretto da Clemente Tafuri e David Beronio, prodotto da Teatro Akropolis e AkropolisLibri.

L’opera sarà presentata al Lido di Venezia durante la prima edizione del Premio collaterale “Cinema&Arts”, il prossimo 8 settembre all’Hotel Excelsior presso il Venice Production Bridge Meeting Space. Il film, fuori concorso, è l’unico ad essere proiettato integralmente all’interno della rassegna ed è stato scelto quale emblema dell’espressione meta-artistica del linguaggio cinematografico, su cui si innestano altre arti.

La presenza di La parte maledetta. Viaggio ai confini del teatro/Carlo Sini (2021, 41’) alla Mostra del Cinema di Venezia è un riconoscimento che avvalora la più recente forma espressiva con cui si è misurato Teatro Akropolis, dopo il teatro e l’editoria. La compagnia è infatti interessata da sempre all’enigma dell’espressione creativa, alla scintilla, all’attimo in cui sorge la necessità di una espressione che solo successivamente trova una sua forma nella parola, nel simbolo, nel codice di una partitura riproducibile.
Il passaggio alla Biennale con il film su Carlo Sini mette in evidenza il fatto che il tema dell’incontro tra le arti è sempre più urgente, che il cinema, il teatro, le arti figurative, la performance devono entrare in contatto destrutturando l’origine della loro forza espressiva, in un cammino complesso e articolato” – racconta Clemente Tafuri – “La parte maledetta è proprio questa, quanto non può essere ridotto al consumo, quanto di vitale persiste nell’opera a prescindere dal suo tempo e dai suoi significati“.