Al Teatro Stradanuova si ride doppio con Francesco De Carlo e Pietro Casella – Babboleo

Al Teatro Stradanuova si ride doppio con Francesco De Carlo e Pietro Casella

Condividi questo Post

Una gustosa alternativa al Festivalone è la doppia proposta di questa settimana del Teatro Stradanuova di Genova, dove prosegue a pieno ritmo la stagione dedicata ai più apprezzati monologhisti comici italiani.

Giovedì 3 febbraio sul palco di Stradanuova andrà in scena ‘Pensieri stupendi’, lo spettacolo dello stand up comedian Francesco De Carlo scritto nell’ultimo anno e mezzo di isolamento. Tra mascherine che ci fanno più belli e pilates improvvisato dentro casa, De Carlo ci trascina in un viaggio catartico in una società che ha messo in discussione l’idea stessa di contatto fisico e messo in pericolo la sopravvivenza di un elemento fondamentale per il tessuto sentimentale della società: i trombamici.  Francesco De Carlo, oltre a essere tra i primi comici sbarcati su Netflix con lo spettacolo “Cose di questo mondo”, è anche il comico italiano più internazionale, essendosi esibito in 16 paesi diversi in lingua inglese.

L’ invito di Francesco De Carlo al pubblico di Radio Babboleo

Sabato 5 febbraio toccherà al giovane comico genovese Pietro Casella, classe 1998, con il suo spettacolo” NON MI SENTO TANTO BENE”, il racconto di una quotidianità fatta di scuola, rap e tutto l’immaginario della vita di un ventenne sopra le righe, che racconta sé stesso senza tralasciare temi irriverenti e scomodi.

L’invito a teatro di Pietro Casella

INFO E PRENOTAZIONI https://www.teatrostradanuova.it/stagione-2021-2022/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri di più...

Condividi questo Post

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, abbigliamento, cura della casa e della persona, servizi di tutti i generi: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive.

Accedi alle offerte, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo