Aggressione a Marassi, detenuto morde ispettore e agenti. Pagani (Uil): “Serve decreto carceri per fermare violenza” – Babboleo

Aggressione a Marassi, detenuto morde ispettore e agenti. Pagani (Uil): “Serve decreto carceri per fermare violenza”

Condividi questo Post

Aggressione nel carcere genovese di Marassi. Un detenuto nigeriano di 34 anni si è opposto al trasferimento in una nuova cella prendendo a morsi un ispettore della Polizia Penitenziaria e altri due agenti intervenuti. I tre poliziotti sono stati portati d’urgenza in ospedale: il più grave l’ispettore, al quale il detenuto ha staccato una parte della mano. Fabio Pagani, segretario del sindacato Uil di Polizia Penitenziaria, chiede che il Governo si faccia promotore di un “decreto carceri” per affrontare l’escalation di violenza nei penitenziari.

Il racconto dei fatti

“Chiediamo interventi urgenti e seri, oltre a nuove dotazioni” spiega Pagani. “Il DAP si costituisca parte civile nei procedimenti penali a carico di detenuti che abbiano aggredito gravemente gli operatori; parallelamente, il Governo si faccia promotore di un “decreto carceri” che affronti l’emergenza penitenziaria con provvedimenti strutturali e coordinati”.

Le richieste del sindacato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più...

Condividi questo Post

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, abbigliamento, cura della casa e della persona, servizi di tutti i generi: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive.

Accedi alle offerte, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo