Alessandro Simone, vicepresidente di Fiepet Genova: “decreto discriminatorio, è come se rimanessimo arancione, non ha senso”

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

lunedi 26 aprile riaperture

Ai microfoni di Radio Babboleo news Alessandro Simone, vicepresidente Fiepet, Confesercenti Genova ” il decreto non rappresenta una vera riapertura, dà la possibilità solo a chi possiede locale con parte esterna di somministrare cibo e bevande. Diamo quindi per scontato che non si possa servire al banco: dato che la Liguria tornerà in zona gialla, i clienti stanno erroneamente pensando di ritrovare la tazzina di caffè al banco. ciò non accadrà e sarà come essere rimasti in zona arancione. In un’ottica di riapertura tutto questo è inconcepibile ,non ha alcun senso”. Simone aggiunge che è stato fatto un sondaggio tra gli associati della Fiepet ed è stato riscontrato che il 26% dei locali non possiede spazio esterno, il 45% non arriva a 10 sedute , i rimanenti ppotranno lavorare con gli spazi esterni, sempre se il tempo sarà clemente. il decreto rappresenta una norma discriminatoria per chi ha solo posti interni : “stiamo cercando di capire se, con i vecchi decreti, ‘asporto dovrà terminare alle 18 o potrà continuare fino alle 22, anche per dare una spiegazione ai nostri associati “.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più...

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, abbigliamento, cura della casa e della persona, servizi di tutti i generi: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive.

Accedi alle offerte, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo