Decreto Covid e obbligo vaccinale, Rosselli (Assistenti Sanitari): “Severo ma giusto”

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

“L’epica lotta che dalla fine di febbraio del 2019 sta assorbendo tutte le energie del mondo sanitario con l’obiettivo di contenere e infine di superare l’evento pandemico denominato SARS CoV2, vede sicuramente tra i protagonisti gli Assistenti Sanitari, che storicamente fin dalla loro nascita professionale, sono stati presidio fondamentale nella tutela della salute collettiva, avendo partecipato, dalla pandemia denominata “Spagnola”(1918-1920) e via via attraverso tutte le varie emergenze di Sanità Pubblica, alle attività di prevenzione e promozione della salute”, a dirlo è il Dott. Roberto Rosselli, vice Presidente Commissione d’Albo Nazionale Assistenti Sanitari – Federazione Nazionale degli ORDINI TSRM-PSTRP e componente della Commissione Albo tecnici sanitari, della riabilitazione e prevenzione di Genova, Imperia e Savona e su Babboleo News – Cosa succede in Liguria le sue parole riguardo al Decreto Covid, che prevede l’obbligo di sottoporsi al vaccino anti-Covid “al fine di tutelare la salute pubblica e mantenere adeguate condizioni di sicurezza nell’erogazione delle prestazioni di cura e assistenza” non solo per il personale degli ospedali, ma per tutta una serie di categorie in ambito sanitario a contatto coi pazienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più...

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, abbigliamento, cura della casa e della persona, servizi di tutti i generi: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive.

Accedi alle offerte, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo