Digital Divide: grossi problemi nell’entroterra ligure

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Ora che la Liguria è entrata nella fascia arancione la didattica a distanza per le scuole superiori è salita al 100%. Ma per una buona didattica online ci vuole una buona connessione internet, cosa che in alcune parti della Liguria non è così scontato.
Del resto in Italia si fa i conti ogni giorno con i ritardi delle infrastrutture telematiche e il “digital divide” che spezza il paese fra zone servite dalla banda larga e quelle non raggiunte, fra città e campagne.
A livello nazionale solo il 76 % delle famiglie dispone di un accesso internet e appena il 75 % ha una connessione a banda larga, secondo le elaborazioni Coldiretti su dati Istat relativi al 2019.
La situazione peggiora notevolmente nelle aree rurali con appena il 68% dei cittadini che dispone di connessione a banda larga nei comuni con meno di duemila abitanti, quindi con quasi 1 famiglia su 3 (32%) che non viene raggiunta, con le conseguenti difficoltà di accesso, ad esempio, alle lezioni on line per i ragazzi.
Nella nostra Regione i problemi piu’ gravi si hanno nell’entroterra, dove alcuni borghi sono praticamente offline; ci sono ampie aree della regione dove è impossibile anche usare il telefono.
“La disponibilità di accessi Internet ad alta capacità – afferma il Presidente di Coldiretti Liguria Gianluca Boeri che abbiamo ai raggiunto dai microfoni di Babboleo News – è importante anche per ridurre l’isolamento delle aree più marginali della nostra regione, in modo da permettere a tutti di avere accesso al potenziale che deriva dalle nuove tecnologie: dalla scuola on line ai corsi di aggiornamento a distanza, fino all’agricolltura 4.0 per ottenere un incremento di produttività accompagnata dalla riduzione dei costi e a favore della sostenibilità ambientale, ma anche cogliere le opportunità del turismo nelle aree interne e del commercio on line in questo momento di difficoltà. Le nuove tecnologie digitali sono uno strumento strategico per ripartire da un presente che deve fare i conti con l’emergenza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più...

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, eventi, spettacoli: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive solo per gli iscritti alla Newsletter Babboleo!

Iscriviti Ora, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo