Edifici demoliti per il nuovo park in via Montaldo, i residenti: “Nessuno ci ha avvertiti, chiediamo incontro a Campora” – Babboleo

Edifici demoliti per il nuovo park in via Montaldo, i residenti: “Nessuno ci ha avvertiti, chiediamo incontro a Campora”

Condividi questo Post

La costruzione della nuova rimessa Amt in via Montaldo, a Genova Staglieno, con annesso un parcheggio di interscambio a tre piino, porterà all’esproprio e alla demolizione di ben quattro palazzi. E’ quanto emerge dagli atti del Comune e dalla relazione generale sullo studio architettonico. Al loro posto sorgerà la nuova palazzina dedicata a uffici e servizi. Un costo molto caro per gli attuali residenti.

“Non ci è mai stata comunicata la notizia ufficiale” spiega a Babboleo News Raffaella Capponi, abitante del civico 1 di via Vecchia. “Speravamo che la notizia ci venisse fornita dall’assessore Campora, il responsabile di tale progetto, ma fino ad adesso non è mai venuto. Personalmente, ho sentito la notizia alla radio, e contattando il Municipio alla fine abbiamo scoperto del progetto di demolizione dei civici di via Vecchia”.

In risposta, i residenti hanno dato vita ad una raccolta firme per la creazione di un comitato , spiega Capponi. “Il comitato via Betti e strade limitrofe sta raccogliendo molte firme, di cui molte ricevute per solidarietà. Appena costituito il comitato verrà invitato l’assessore Campora, in quanto troviamo doveroso fornire pubblicamente delle spiegazioni”.

A fornire supporto alle numerose famiglie che dovranno abbandonare le loro abitazioni c’è anche il Municipio, nella persona del presidente Roberto D’Avolio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri di più...

Condividi questo Post

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, abbigliamento, cura della casa e della persona, servizi di tutti i generi: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive.

Accedi alle offerte, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo