Giornata Mondiale della sicurezza stradale, Sensoworks: “Obiettivo zero vittime”

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Oggi domenica 15 novembre 2020 ricorre la «Giornata Mondiale del Ricordo delle Vittime della Strada» promossa dall’ONU e dalla Federazione europea vittime della strada.

Sensoworks, startup italiana nata a inizio 2020 e specializzata in monitoraggio infrastrutturale, può prevedere un evento infrastrutturale prima che si verifichi, non solo a livello di ponti e strade, ma anche a livello di palazzi, uffici e scuole.

In Liguria —secondo le stime di Sensoworks su dati del Consiglio Nazionale delle Ricerche— vi sono 1.680 controlli da effettuare, pari al 14% (per cento) del dato nazionale Secondo il CNR le infrastrutture da revisionare ammontano a 12.000.

Gli ultimo dati ANAS parlano inoltre di ben 201 ponti da tenere sotto controllo nella Regione Liguria.

Ma in merito alle vittime della strada, la tendenza è negativa: secondo gli ultimi dati ISTAT riferiti ad ottobre 2020, il numero delle vittime è in calo (-48,4%).

Nel 2019, ultimo anno preso in esame dall’ISTAT, in Liguria vi sono stati 8.049 incidenti stradali che hanno causato la morte di 64 persone e il ferimento di 10.051.

Oltre al calo delle vittime (-48,4%), in Liguria diminuiscono anche gli incidenti (-2,9%) e i feriti (-3,6%).

Su Babboleo News – Cosa succede in Liguria: Niccolò De Carlo CEO e CO-FOUNDER di Sensoworks

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più...

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, eventi, spettacoli: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive solo per gli iscritti alla Newsletter Babboleo!

Iscriviti Ora, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo