Green Logistics Valley della Valpolcevera, Granara (Cisl Genova): “Ci devono coinvolgere, abbiamo idee”

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

“Abbiamo letto del progetto della Green Logistics Valley della Valpolcevera, che dovrebbe condurre quella parte di territorio in un distretto logistico funzionale al porto. È evidente che per la Cisl è di fondamentale importanza rafforzare la portualità, ma è altrettanto necessario creare prospettive per economia, lavoro e socialità della vallata, spiegano Luca Maestripieri, segretario generale Cisl Liguria e Marco Granara, responsabile Cisl Genova.

Per Spediporto, committente del progetto Green Logistics Valley, la Valpolcevera rappresenta la naturale prosecuzione dell’infrastruttura portuale e il principale collegamento con il Nord (Italia ed Europa), ma anche il principale bacino di aree dismesse da mettere in gioco per le trasformazioni di cui il porto e la città hanno urgente bisogno. Il progetto propone una caratterizzazione d’uso delle aree “strategiche” individuate e individua le infrastrutture e le urbanizzazioni necessarie allo sviluppo di un nuovo sistema urbano-portuale fondato sulla blue economy e sulla “Green Line”: porto, verde e compatibilità ambientale diventano cerniera per attività diverse, ma finalmente sinergiche tra loro.

“Ci stupisce che, nonostante ci siano importanti accordi sottoscritti con le organizzazioni sindacali a tutti i livelli che interessano la Valpolcevera, a partire da quello sulle aree di crisi non complessa siglato in Regione fino al patto per il lavoro firmato in Comune, sul progetto Green Logistics Valley, che viene definito “condiviso”, non ci sia stato il coinvolgimento del sindacato. A maggior ragione in considerazione del fatto che il tema principale, a nostro avviso, dovrebbe essere il lavoro, specie su un territorio che ne ha estremo bisogno. Come avevamo espresso in modo chiaro nel convegno pubblico di maggio 2019 “Valpolcevera, il futuro di una comunità” alla presenza del sindaco Bucci e del presidente di Confindustria Mondini, riteniamo che la Valpolcevera abbia tutte le caratteristiche per diventare un vero laboratorio di idee che abbiano come fine il rilancio del proprio tessuto economico, occupazionale e sociale. Riempire la Valpolcevera di container non è la risposta. Bisogna invece puntare sull’insediamento di realtà manifatturiere, innovative e tecnologiche tutelando quelle già presenti, rilanciando il commercio e l’indotto se si vuole davvero dare ossigeno e prospettive alle persone. Ci auguriamo che l’esclusione del sindacato sia stata solo una svista, seppur grave, che non deve però ripetersi: il confronto arricchisce e noi riteniamo di avere buone idee per correggere il percorso”, proseguono i sindacalisti.

Su Babboleo News Cosa succede in Liguria le parole di Marco Granara responsabile Cisl Genova

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più...

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, abbigliamento, cura della casa e della persona, servizi di tutti i generi: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive.

Accedi alle offerte, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo