I geologi liguri sul Lungobisagno, 50 anni dopo l’alluvione di Genova

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Sono passati 50 anni dall’alluvione di Genova del 7 e 8 ottobre del 1970. Le forti piogge portarono all’esondazione dei torrenti Bisagno, Fereggiano e Leira, oltre alla piena dello Sturla, del Polcevera, del Chiaravagna e del Cantarena. Furono 43 le vittime, oltre 2 mila gli sfollati.

In occasione della ricorrenza, l’Ordine regionale dei Geologi della Liguria, in collaborazione con Sigea – sezione Liguria (Società italiana di geologia ambientale) e con il corso di studi in Scienze geologiche del Distav (Dipartimento di scienze della terra, dell’ambiente e della vita) dell’Università di Genova, ha organizzato una visita lungo il tratto terminale del torrente Bisagno, per ripercorrere i luoghi simbolo dell’alluvione.

Abbiamo fatto il punto della situazione idrogeologica attuale con Luigi Perasso, consigliere dell’Ordine dei Geologi della Liguria che ha partecipato al giro sul Lungobisagno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più...

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, eventi, spettacoli: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive solo per gli iscritti alla Newsletter Babboleo!

Iscriviti Ora, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo