Il vero potere della musica, la didattica inclusiva della Professoressa Paola Siragna – Babboleo

Il vero potere della musica, la didattica inclusiva della Professoressa Paola Siragna

Condividi questo Post

La musica è uno straordinario strumento educativo e comunicativo” così l’ha definita la Professoressa Paola Siragna.
Appassionata di musica fin da bambina ha poi intrapreso una lunga e variegata carriera da musicista: violoncellista e docente presso il Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università di Genova, ha saputo abbracciare la musica in tutte le sue sfaccettature. “Un grande amore e una grandissima passione” .

Paola si è poi dedicata e specializzata in attività didattiche e musicali per bambini e ragazzi con disabilità molto complesse: una didattica inclusiva che coinvolga il maggior numero possibile di studenti e delle classi, in particolare del polo res dell’Istituto comprensivo San Francesco da Paola, dove insegna.
Insieme ai bambini e ai ragazzi abbiamo sperimentato il vero potere della musica perché ha permesso loro di potersi esprimere e aprirsi attraverso la musica” – racconta la Professoressa Paola Siragna ai microfoni di Radio Babboleo – “ogni giorno sperimentiamo cose nuove, un percorso bellissimo che ho portato avanti per 6 anni e in cui ogni giorno si impara qualcosa“.

Durante la sua carriera la Professoressa Siragna, è stata anche docente di violoncello in Trillargento, l’orchestra inclusiva che porta avanti il potere fondamentale del ‘fare musica’ insieme come strumento di crescita individuale e collettiva. L’associazione genovese fonda il suo metodo sul sistema di Antonio Abreu, direttore d’orchestra venezuelano, che ha come obiettivo avvicinare i giovani alla musica, strappandoli dalle bande criminali, riscattandoli da una situazione di miseria spirituale e materiale e creando una potente aggregazione. “Un’esperienza bellissima” – racconta – “socializzazione e collaborazione grazie alla musica“.

Per riuscire a trasmettere questo messaggio giocano un ruolo fondamentale la scuola e il rapporto dei genitori con la musica che hanno il compito di seguire e guidare i propri figli per permettere loro di conoscere la musica del passato e del presente. Anche i social possono essere molto utili ai ragazzi “aprono ai ragazzi mondi che i ragazzi non immaginano, per trarre tutto il beneficio culturale e musicale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri di più...

Condividi questo Post

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, abbigliamento, cura della casa e della persona, servizi di tutti i generi: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive.

Accedi alle offerte, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo