L’evasione-lampo di Marassi, Pagani (Uil Penitenziaria): “Mobilitazione straordinaria, ma serve più personale” – Babboleo

L’evasione-lampo di Marassi, Pagani (Uil Penitenziaria): “Mobilitazione straordinaria, ma serve più personale”

Condividi questo Post

Il detenuto marocchino evaso ieri mattina dal carcere di Marassi, durante un trasferimento all’ospedale San Martino, è stato poi rintracciato e riportato dietro le sbarre poche ore più tardi. Il giovane, un 22enne, aveva eluso la sorveglianza degli agenti di Polizia Penitenziaria, che sono però riusciti, grazie a una mobilitazione straordinaria, a porre rimedio in un paio d’ore.

E se dopo la notizia dell’evasione la PolPen Uil nazionale aveva ammesso le responsabilità (“E’ evidente che il sistema abbia fallito), ora il sindacato regionale rivendica l’operato dei suoi agenti e si complimenta per il lavoro svolto.

“La Polizia Penitenziaria si è mobilitata tutta, da Marassi a Pontedecimo, agenti in servizio e fuori servizio, per riprendere il fuggitivo” spiega Fabio Pagani, PolPen Uil Liguria, a Babboleo News. “L’abbiamo ripreso in un paio d’ore nei vicoli di Genova”.

Una buona notizia che però pone ancora una volta il problema della carenza d’organico. “Serve più personale a Marassi, lo abbiamo ribadito questa mattina al Provveditore”.

Il commento di Pagani a Babboleo News:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri di più...

Condividi questo Post

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, abbigliamento, cura della casa e della persona, servizi di tutti i generi: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive.

Accedi alle offerte, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo